Ultimo aggiornamento: 29/09/2021

Molte persone hanno avuto diarrea dopo aver mangiato. Tuttavia, molte persone non comprendono appieno la causa e come affrontarla.

Abbiamo messo insieme tutte le informazioni di cui hai bisogno sulla diarrea dopo aver mangiato. Non solo approfondiamo le cause, ma anche cosa puoi fare al riguardo.




Sommario

  • Viene fatta una distinzione tra diarrea acuta e cronica. Mentre la diarrea acuta è di breve durata e solitamente innocua, quella cronica può essere dovuta a una malattia grave.
  • La diarrea subito dopo aver mangiato è solitamente dovuta ad un’infezione batterica o virale. A volte, però, dietro c’è un’intolleranza alimentare.
  • La diarrea di solito scompare dopo qualche giorno e solo in rari casi ha bisogno di essere trattata da un medico. Durante la diarrea, dovresti sempre mangiare una dieta leggera.

Definizione: cos’è la diarrea?

In medicina, la diarrea è anche conosciuta come “diarrea” e deriva dalla parola greca diarrhoia (dia: attraverso; rheo: scorrere). Secondo gli esperti, la diarrea è definita dai seguenti criteri

  • Consistenza delle feci: molliccia o sottile (contenuto d’acqua 75% o più)
  • Peso delle feci: Aumentato (250 g o più)
  • Frequenza delle feci: 3 o più feci non formate entro 24 ore

Oltre alla diarrea, possono verificarsi anche altri sintomi come flatulenza o crampi addominali. La gravità può anche variare da lieve a grave.

Circa la metà della popolazione mondiale soffre di diarrea almeno una volta all’anno. Questo rende la diarrea uno dei sintomi più comuni della malattia, insieme alle infezioni influenzali.

Background: Cosa dovresti sapere sulla diarrea dopo aver mangiato

In questa sezione ti spieghiamo tutti i fatti fondamentali sulla diarrea dopo aver mangiato. In particolare, esaminiamo le possibili cause.

Qual è la differenza tra diarrea acuta e cronica?

Diarrea acuta, è spesso di breve durata e si verifica improvvisamente. Al contrario, la diarrea cronica è di lunga durata e ricorrente. Se sospetti una diarrea cronica, dovresti assolutamente vedere un medico.

La diarrea acuta dura meno di 14 giorni e di solito ha una causa virale o batterica. La diarrea cronica, invece, dura più di 30 giorni e può avere cause diverse, come la sindrome dell’intestino irritabile o anche un tumore intestinale.

Quali sono le cause della diarrea dopo aver mangiato?

Infezione intestinale

La causa più comune di diarrea acuta sono i batteri. Questa è chiamata infezione gastrointestinale o gastroenterite. La ragione è spesso la scarsa igiene.

La diarrea, specialmente subito dopo aver mangiato, è un’indicazione di un’infezione causata da cibo contaminato.

I batteri che causano la diarrea sono particolarmente comuni nella carne cruda, nel latte crudo, nella frutta e nella verdura, ma anche nel cibo non cotto. (1) Agenti patogeni come la Listeria o la Yersinia possono moltiplicarsi anche nel frigorifero a basse temperature.

Anche il cibo avariato può contenere batteri che causano diarrea. Una volta che gli agenti patogeni entrano nel corpo attraverso il cibo, attaccano la flora intestinale. Non solo proliferano, ma causano il rilascio di molti sali minerali e acqua dalla parete intestinale.

Come risultato, troppa acqua si accumula nell’intestino e le feci diventano liquide. Alcuni agenti patogeni sono così aggressivi che penetrano nella parete intestinale e la danneggiano così tanto che può verificarsi un’emorragia.

Infezione da salmonella

Un’infezione da salmonella ha spesso un decorso più grave di altre infezioni gastrointestinali. I germi si trovano principalmente nelle insalate di carne, nelle uova crude, nel latte crudo, nella maionese, nel gelato o nei prodotti di carne cruda o poco cotta. (2)

Salmonella porta all’infiammazione dell’intestino tenue e causa diarrea acquosa.

I sintomi dell’avvelenamento da salmonella compaiono da poche ore a due giorni dopo aver consumato il cibo infetto. Includono dolore addominale improvviso, nausea, vomito e diarrea. Mal di testa e febbre non sono rari. In casi gravi, può verificarsi anche un avvelenamento del sangue.

Listeria

L’infezione da Listeria è anche responsabile della diarrea e può essere particolarmente pericolosa per le donne incinte o le persone immunocompromesse. La listeria si trova principalmente nei prodotti a base di latte crudo come il formaggio a latte crudo, la carne macinata, il pesce affumicato e l’insalata di verdure crude con germogli.

Nach dem Essen Durchfall-1

I batteri sono tra le cause più comuni della diarrea. Sono particolarmente comuni nella carne cruda, nel latte crudo e nelle verdure non cotte.
Fonte immagine: qimono | Pixabay)

Oltre ai sintomi tipici come diarrea e vomito, si presentano anche sintomi simili all’influenza come stanchezza, dolori articolari e febbre. In casi gravi, possono verificarsi avvelenamento del sangue o meningite.

Virus

Anche i virus possono causare diarrea. (3) I virus più conosciuti sono il noro e il rotavirus, altamente contagiosi, e causano l’influenza gastrointestinale. In entrambi i casi, c’è vomito improvviso e diarrea grave.

La vaccinazione contro i rotavirus è raccomandata per i bambini.

I virus possono essere particolarmente pericolosi per gli anziani, i bambini e i neonati, perché perdono molti liquidi a causa della diarrea. Spesso queste persone devono essere curate in ospedale.

Parassiti

Alcuni parassiti come l’ameba possono anche causare diarrea. (4) Una persona infetta secerne le cosiddette cisti che possono finire nell’acqua potabile o nel cibo. Questo può anche infettare altre persone. La trasmissione è particolarmente probabile che avvenga tramite

  • Insalata
  • Gelato o sorbetto
  • Acqua e bevande
  • Frutta e verdura cruda

Molte persone non sviluppano alcun sintomo nonostante l’infezione. Alcuni, tuttavia, sviluppano l’amebiasi intestinale, in cui le amebe attaccano e colonizzano la parete intestinale.

Dopo alcune settimane, si verificano diarrea mucosa, a volte sanguinolenta e crampi addominali. In questo caso, dovresti assolutamente vedere un medico. Le amebe sono solitamente trattate con antibiotici come la paromomicina e il metronidazolo.

Allergia alimentare

Il sistema immunitario delle persone con un’allergia alimentare vede certi alimenti come una minaccia e cerca di combatterli. Anche le quantità più piccole possono scatenare una reazione allergica. Questi di solito si verificano in pochi minuti.

Tuttavia, le allergie alimentari non sono così comuni come altre allergie. Di seguito c’è una lista di cibi comuni a cui le persone sono allergiche

  • Uova
  • Peanuts
  • Pesce
  • Glutine
  • Crostacei
  • Lupini
  • Latte
  • Dadi
  • Sedano
  • Senape
  • Semi di sesamo
  • Soia
  • Molluschi, ad esempio cozze

Intolleranza alimentare

Le persone con intolleranza alimentare non sono in grado di assorbire o elaborare alcuni alimenti e reagiscono ad essi con sintomi come dolore addominale, vomito, gonfiore e diarrea.

A differenza di un’allergia, i sintomi non compaiono immediatamente dopo aver mangiato il cibo, ma solo dopo ore o giorni. Inoltre, le persone con intolleranze alimentari sono in grado di tollerare almeno piccole quantità. Più comunemente, le persone sono intolleranti ai seguenti ingredienti:

Ingrediente descrizione
L’intolleranza al lattosio è la più comune intolleranza alimentare. In tutto il mondo, tre quarti degli adulti sono intolleranti al lattosio. La maggior parte di loro sono asiatici che mancano dell’enzima lattasi per elaborare il lattosio nel corpo. I sintomi dell’intolleranza al lattosio includono la diarrea.(5)
Glutine Il nome medico dell’intolleranza al glutine è celiachia. Questa intolleranza è diffusa allo stesso modo del lattosio e porta a un’infiammazione dell’intestino tenue. Le sostanze nutritive importanti possono essere solo scarsamente assorbite dal corpo a causa del danno.I sintomi comuni sono diarrea, flatulenza e dolore nella zona intestinale.(6)
Il fruttosio è ancora più dolce del normale zucchero domestico ed è quindi usato per addolcire bevande e cibo. Tuttavia, il fruttosio si trova anche naturalmente nella frutta. L’intolleranza al fruttosio può provocare una serie di disturbi gastrointestinali.(7)
Istamina Il corpo non può elaborare la sostanza istamina in caso di intolleranza all’istamina. Questo assume funzioni importanti come la difesa contro le cellule estranee al corpo, la produzione di acido gastrico e il movimento dell’intestino. L’intolleranza all’istamina può portare a una serie di problemi digestivi.(8)

Quanto tempo ci vuole per la diarrea dopo aver mangiato?

La durata della diarrea dipende dalla causa. Per chi soffre di allergie, la reazione può iniziare entro pochi minuti, ma per le infezioni batteriche può richiedere 5 – 72 ore. Nel caso di un’infestazione di parassiti, possono passare anche diverse settimane prima che i sintomi si manifestino.

Quali sono le conseguenze della diarrea?

Se la diarrea non si risolve da sola o non viene trattata, può verificarsi la disidratazione. Durante la diarrea, l’intestino espelle il cibo più velocemente del solito e rilascia anche più liquidi ma ne assorbe meno. (9)

I sintomi chiari della disidratazione sono sete, labbra secche e a volte piedi e mani fredde

.
Anche la quantità di urina diminuisce e il colore diventa più scuro a causa dell’alta concentrazione di prodotti di scarto.

Nach dem Essen Durchfall-2

La diarrea è uno dei disturbi gastrointestinali più sgradevoli. Tuttavia, di solito è di breve durata.
(Fonte immagine: Alicia_Harper | Pixabay)

In questo caso, è particolarmente importante bere abbastanza liquidi. Oltre alla normale idratazione, puoi anche utilizzare soluzioni elettrolitiche. Questi sostituiscono i fluidi e gli elettroliti persi per prevenire la disidratazione.

Diarrea dopo aver mangiato: I migliori consigli e trucchi contro la diarrea dopo aver mangiato

Di seguito ti spieghiamo come puoi prevenire al meglio la diarrea e cosa dovresti fare se attualmente soffri di diarrea.

Come posso trattare la diarrea dopo aver mangiato?

La diarrea spesso va via da sola. Tuttavia, dovresti mangiare una dieta leggera per alcuni giorni e bere molti liquidi. Una soluzione elettrolitica fatta in casa può essere utile per compensare i liquidi persi e per rifornire il corpo di minerali. (10)

Di seguito abbiamo messo insieme una ricetta per la tua soluzione elettrolitica personale

  • ¾ di cucchiaino di sale
  • 1 tazza di succo d’arancia o in alternativa mangia 2 banane (contiene potassio)
  • 1 litro di acqua minerale

Un altro metodo di trattamento è la cosiddetta argilla curativa. È una sabbia speciale che consiste di diversi minerali e oligoelementi. L’argilla curativa è in grado di assorbire i liquidi e di legare le tossine. Tutto quello che devi fare è mescolare uno o due cucchiai di argilla curativa con acqua.

Quali sono i rimedi casalinghi per la diarrea?

Cibo per la diarrea:

Rusk

Rusk è un classico rimedio per la diarrea perché non è pesante per lo stomaco ed è molto digeribile. Se il pane a doppia cottura è troppo secco per te, puoi anche mangiare del pane bianco come alternativa. Tuttavia, dovresti mangiarlo liscio e non condito con salsiccia o formaggio.

Mela grattugiata e banane schiacciate

Mele e banane contengono molta pectina, che è una fibra alimentare importante per rendere le feci più solide. La pectina assorbe il liquido nello stomaco e quindi addensa le feci. Le banane contengono anche il minerale potassio, che viene perso a causa della diarrea.

Rice

Il riso non solo ti riempie, ma lega anche l’acqua nel corpo in modo da rassodare le feci. Se combini il riso con il sale, lo arricchisci anche di importanti elettroliti.

Patate

Anche le patate contengono molto potassio e sono facili da digerire. Le patate sono meglio mangiate cotte in acqua o come purea, ma assicurati che non siano verdi perché sono velenose e possono peggiorare la tua condizione.

Zuppa di carote

Anche le carote contengono molta pectina e sono particolarmente efficaci se cotte. Puoi quindi mangiare la zuppa di carote al posto delle carote crude, ma non devi aggiungere nulla alla zuppa, solo far bollire le carote in acqua e ridurle in purea.

Fiocchi d’avena (farina d’avena)

Oltre a importanti minerali, l’avena contiene anche molte fibre e vitamine E e B1. Questo significa che l’avena non solo ha un effetto positivo sui livelli di zucchero nel sangue, ma anche sul sistema immunitario. Se hai la diarrea, la farina d’avena è particolarmente raccomandata perché è facile da digerire.

Bere per la diarrea:

Acqua

Se bevi semplicemente acqua liscia quando hai la diarrea, puoi fare poco male. Tuttavia, dovresti evitare l’acqua gassata.

Anche i tè sono una buona soluzione perché il loro effetto antinfiammatorio può calmare lo stomaco. I tè consigliati per la diarrea sono il tè al finocchio, la camomilla e la menta piperita.

Soluzione elettrolitica

Una cosiddetta soluzione di reidratazione è anche efficace per la diarrea per ripristinare l’equilibrio elettrolitico. È disponibile in farmacia, ma puoi anche prepararlo da solo.

Un noto classico contro la diarrea sono i bastoncini di cola e sale. Tuttavia, questa combinazione può effettivamente peggiorare la diarrea perché lo zucchero non solo aumenta la ritenzione di liquidi, ma impoverisce anche il corpo di potassio. I bastoncini salati non sono così dannosi, ma a parte il sodio che contengono, non hanno un effetto particolarmente curativo.

Cosa non dovrei mangiare se ho la diarrea?

Se hai la diarrea, non avrai comunque appetito per pasti abbondanti. Tuttavia, dovresti stare lontano da alcune bevande e cibi durante questo periodo, poiché possono peggiorare la diarrea.

Dovresti evitare questi alimenti a tutti i costi

  • Cibi zuccherati, ad esempio cola, limonata, dolci o torte
  • Verdure crude, frutta e succhi di frutta
  • Verdure che causano flatulenza, ad esempio fagioli, cipolle o cavoli
  • Cibi molto freddi o molto caldi
  • Cibi grassi, ad esempio patatine, fast food, salsicce o burro
  • Cibi piccanti
  • Prodotti caseari, ad esempio formaggio, panna o yogurt
  • Alcool
  • Bevande gassate
  • Caffè

Come puoi prevenire la diarrea dopo aver mangiato?

La diarrea può essere prevenuta da molte cose, come la tua dieta o lo stress quotidiano. Inoltre, prendere antibiotici o malattie come la sindrome dell’intestino irritabile può peggiorare la tua condizione. In sintesi, comunque, il giusto stile di vita è la migliore prevenzione.

Ecco alcuni dei modi in cui puoi prevenire la diarrea:

Metodo Effetto
Rafforzare la flora intestinale I cosiddetti probiotici proteggono la flora intestinale. Questi sono batteri benigni che proteggono l’intestino dagli agenti patogeni. La principale interfaccia tra il nostro sistema immunitario e il mondo esterno è la mucosa intestinale. Gli alimenti probiotici includono yogurt, cipolle o carciofi
Dieta sana per il bene del tuo intestino, dovresti evitare cibi che favoriscono la diarrea, come cibi molto grassi o piccanti, latticini, alcol e bevande con caffeina. Inoltre, dovresti consumare meno alimenti con fibre alimentari insolubili come il grano, la segale o il farro
Esercizio e sport Molto esercizio fisico aiuta la digestione. Poiché il corpo umano è progettato per il movimento, stare molto seduti causa problemi digestivi. Solo tre volte trenta minuti a settimana possono fare molta strada
Rilassamento lo stress o l’ansia possono avere un effetto negativo sulla digestione. Pertanto, è importante prendersi del tempo e fare cose che siano divertenti

Quando dovrei vedere un medico?

La diarrea acuta di solito va via in pochi giorni e spesso può essere trattata da soli. Tuttavia, in alcuni casi dovresti vedere un medico, perché in alcuni casi può essere una malattia seria.

Se uno qualsiasi dei seguenti tre punti si applica a te, dovresti vedere un medico

  • Hai una febbre superiore a 38 °C
  • Hai sangue o muco nelle feci
  • I sintomi durano più di 48 ore

Se hai diarrea frequentemente, è utile tenere un diario, per esempio, per registrare cosa hai fatto in quei giorni, quanto è stata stressante la giornata e cosa hai bevuto o mangiato. Questo aiuterà il medico a trovare la causa del tuo problema.

Conclusione

In generale, si può dire che la maggior parte delle malattie diarroiche sono causate da infezioni batteriche e vanno via da sole.

In caso di diarrea, dovresti assicurarti di mangiare una dieta leggera ed evitare cibi dolci o grassi.

Fonte immagine: Jackson/ 123rf.com

Riferimenti (10)

1. Olsvik, Ørjan, et al. "Pathogenic Escherichia coli found in food." International journal of food microbiology 12.1 (1991): 103-113.
Fonte

2. Schoeni, Jean L., et al. "Growth and penetration of Salmonella enteritidis, Salmonella heidelberg and Salmonella typhimurium in eggs." International journal of food microbiology 24.3 (1995): 385-396.
Fonte

3. Chen, Shih-Yen, et al. "Norovirus infection as a cause of diarrhea-associated benign infantile seizures." Clinical Infectious Diseases 48.7 (2009): 849-855.
Fonte

4. Gendrel, D., J. M. Treluyer, and D. Richard‐Lenoble. "Parasitic diarrhea in normal and malnourished children." Fundamental & clinical pharmacology 17.2 (2003): 189-197.
Fonte

5. Jankowiak, Carsten, and Diether Ludwig. "Frequent causes of diarrhea: celiac disease and lactose intolerance." Medizinische Klinik (Munich, Germany: 1983) 103.6 (2008): 413.
Fonte

6. Cooper, B. T., et al. "Gluten-sensitive diarrhea without evidence of celiac disease." Gastroenterology 79.5 (1980): 801-806.
Fonte

7. Choi, Young K., et al. "Fructose intolerance: an under-recognized problem." The American journal of gastroenterology 98.6 (2003): 1348-1353.
Fonte

8. Rosell-Camps, Antonio, et al. "Histamine intolerance as a cause of chronic digestive complaints in pediatric patients." Rev Esp Enferm Dig 105.4 (2013): 201-207.
Fonte

9. Darrow, Daniel C. "The retention of electrolyte during recovery fromsevere dehydration due to diarrhea." The Journal of pediatrics 28.5 (1946): 515-540.
Fonte

10. Aranda-Michel, Jaime, and Ralph A. Giannella. "Acute diarrhea: a practical review." The American journal of medicine 106.6 (1999): 670-676.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftlicher Artikel
Olsvik, Ørjan, et al. "Pathogenic Escherichia coli found in food." International journal of food microbiology 12.1 (1991): 103-113.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Schoeni, Jean L., et al. "Growth and penetration of Salmonella enteritidis, Salmonella heidelberg and Salmonella typhimurium in eggs." International journal of food microbiology 24.3 (1995): 385-396.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Chen, Shih-Yen, et al. "Norovirus infection as a cause of diarrhea-associated benign infantile seizures." Clinical Infectious Diseases 48.7 (2009): 849-855.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Gendrel, D., J. M. Treluyer, and D. Richard‐Lenoble. "Parasitic diarrhea in normal and malnourished children." Fundamental & clinical pharmacology 17.2 (2003): 189-197.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Jankowiak, Carsten, and Diether Ludwig. "Frequent causes of diarrhea: celiac disease and lactose intolerance." Medizinische Klinik (Munich, Germany: 1983) 103.6 (2008): 413.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Cooper, B. T., et al. "Gluten-sensitive diarrhea without evidence of celiac disease." Gastroenterology 79.5 (1980): 801-806.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Choi, Young K., et al. "Fructose intolerance: an under-recognized problem." The American journal of gastroenterology 98.6 (2003): 1348-1353.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Rosell-Camps, Antonio, et al. "Histamine intolerance as a cause of chronic digestive complaints in pediatric patients." Rev Esp Enferm Dig 105.4 (2013): 201-207.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Darrow, Daniel C. "The retention of electrolyte during recovery fromsevere dehydration due to diarrhea." The Journal of pediatrics 28.5 (1946): 515-540.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Aranda-Michel, Jaime, and Ralph A. Giannella. "Acute diarrhea: a practical review." The American journal of medicine 106.6 (1999): 670-676.
Vai alla fonte
Recensioni