Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

15Prodotti analizzati

25Ore di lavoro

4Fonti e riferimenti usati

102Commenti valutati

Se passi molte ore davanti allo schermo di un computer, potresti aver provato mal di testa, prurito agli occhi o visione offuscata. Questi sono alcuni dei sintomi dell’affaticamento oculare digitale, conosciuto anche come sindrome da visione al computer (CIS). Indossare gli occhiali da computer può aiutare ad alleviare la maggior parte di questi disagi.

Secondo un sondaggio del 2014 condotto dal Collegio Ufficiale degli Optometristi della Catalogna (1), più del 70% degli spagnoli soffre di sindrome da visione al computer. Uno dei principali colpevoli di questa sindrome è la luce blu emessa dagli schermi. Gli occhiali da computer possono aiutare a ridurre la sua intensità del 15-20%.




La cosa più importante da sapere

  • L’affaticamento oculare digitale è una delle patologie più diffuse negli ultimi anni. È causato dall’uso regolare di LED, che emettono luce blu che è dannosa per gli occhi. Gli occhiali da computer sono un rimedio efficace per minimizzare i sintomi di quella che è anche conosciuta come sindrome da visione al computer.
  • Anche se gli scienziati non sono unanimi sull’efficacia degli occhiali da computer, vengono utilizzati sempre più frequentemente. I loro vantaggi si notano subito dopo un uso regolare e hanno pochissimi svantaggi. Ci sono vari tipi di occhiali, come quelli a clip o le lenti gialle.
  • Per scegliere gli occhiali da computer più adatti, dobbiamo considerare se soffriamo di qualche difetto visivo. Dovremmo anche considerare se abbiamo i primi sintomi della presbiopia, che appare dopo i quarant’anni. Il design, il tipo di protezione e il prezzo sono altri fattori importanti nella nostra scelta.

Occhiali da computer: la nostra selezione

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sugli occhiali da computer

Il verificarsi di malattie agli occhi e il disagio associato all’uso di dispositivi digitali si è moltiplicato negli ultimi anni. Visione offuscata, prurito e mal di testa sono alcuni dei sintomi dell’affaticamento degli occhi. Continua a leggere per scoprire come gli occhiali da computer possono aiutarti a combattere questi disagi sempre più comuni.

Gli occhiali da computer sono un rimedio efficace per minimizzare i sintomi di quella che è anche conosciuta come sindrome da visione al computer. (Fonte: Anastasia Gepp: 3718540/ 123rf.com)

A cosa servono gli occhiali da computer?

Gli occhiali da computer sono trattati appositamente per filtrare la luce blu emessa dagli schermi dei vari dispositivi digitali. Questa protezione è indipendente dal fatto che le lenti siano lenti da vista o meno e, se del caso, dal tipo di difetto visivo che correggono. Ma sai cos’è la luce blu e come influisce sui nostri occhi? La luce blu naturalmente presente nell’ambiente è benefica per la nostra salute.

Regola il ritmo circadiano, cioè i cicli sonno-veglia. Inoltre, sembra avere un effetto positivo sulla memoria e sull’acutezza mentale. Tuttavia, la sovraesposizione alla luce blu emessa dai dispositivi LED può portare a una serie di disturbi (2)

  • Affaticamento visivo. L’affaticamento visivo di solito prende la forma di mal di testa, così come il prurito e la sensazione di occhi secchi.
  • Visione offuscata. Passare lunghe ore davanti al computer spesso causa la confusione delle lettere e la visione offuscata.
  • Disturbi del sonno. L’esposizione alla luce blu emessa dai dispositivi digitali, specialmente prima di andare a letto, può causare insonnia e altri disturbi del sonno. Questo perché la luce blu riduce la produzione dell’ormone del sonno, la melatonina.
  • Degenerazione maculare. Questa è una delle conseguenze più gravi dell’eccessiva esposizione alla luce blu artificiale. Può portare alla perdita della vista a lungo termine.

Vale la pena comprare gli occhiali da computer?

Se passi molto tempo davanti al computer (da sei a otto ore al giorno), è altamente consigliabile indossare occhiali protettivi. Se soffri di miopia, astigmatismo o ipermetropia, è anche consigliabile. Ci sono modelli di occhiali da computer – il tipo a clip – che si adattano alle lenti da vista. Noterai a malapena che li stai indossando.

Evita la sindrome da visione al computer con la regola del 20-20-20: distogli lo sguardo dallo schermo ogni venti minuti e guarda qualcosa a venti metri di distanza per venti secondi.

Come prendersi cura dei tuoi occhiali da computer?

Gli occhiali da computer di qualità hanno lenti con un rivestimento speciale che conferisce loro proprietà. Un uso improprio può danneggiarli irreparabilmente. Non usare mai prodotti di pulizia per pulirli, perché possono consumare questo rivestimento. Usa sempre panni in microfibra, perché sono privi di pelucchi, non si appannano e non graffiano le lenti.

Ci sono prodotti specifici sul mercato per la pulizia degli occhiali, come salviette umide o aerosol. Questi prodotti prevengono anche l’appannamento, senza intaccare il trattamento speciale che ha questo tipo di occhiali. Non capovolgerli mai e tienili nella loro custodia quando non li usi.

Gli occhiali da computer proteggono davvero la vista?

Gli effetti della luce blu sugli occhi sono stati studiati principalmente su animali e colture cellulari e i risultati sono stati estrapolati agli esseri umani. Molti esperti dubitano quindi del reale impatto della luce blu sulle persone. Qual è la base di questa affermazione? Questi scienziati sostengono che l’emissione di luce blu dagli schermi è 100 volte inferiore al limite di sicurezza stabilito dalla Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni Non Ionizzanti (ICNIRP).

Sembra che il rischio di danni agli occhi dall’esposizione a questo tipo di luce sarebbe minimo, anche a lungo termine (3). Nonostante questo, gli occhiali e le lenti a contatto con filtri per la luce blu continuano ad essere ampiamente accettati. Si stima che nel 2011, un intervento di cataratta su quattro ha utilizzato lenti intraoculari con filtro per la luce blu. Inoltre, ogni giorno emergono nuovi studi sull’argomento, come quelli sui disturbi del sonno negli adolescenti dovuti alle radiazioni della luce blu (4).

Vantaggi e svantaggi degli occhiali per computer

Anche se gli occhiali per computer offrono una protezione adeguata contro la luce blu, hanno anche alcuni svantaggi che vale la pena conoscere.

Vantaggi
  • Filtrano il 20-30% della luce blu emessa da schermi e lampade.
  • Riducono la sensazione di abbagliamento.
  • Migliorano un po” il contrasto.
  • Riducono al minimo il disagio della sindrome da affaticamento degli occhi.Esiste una moltitudine di modelli, prezzi e qualità.
Svantaggi
  • Producono più riflessi.
  • Non sono adatti alla guida o ad altre attività all”aperto.
  • Il filtro dà alla lente una tinta bluastra e sono meno estetici di quelli trasparenti.
  • Possono alterare i colori, tingendo tutto con un tono giallastro.I modelli più economici offrono poca protezione.

Quali danni e disagi prevengono gli occhiali da computer?

La luce blu violetta – al contrario della più benefica luce blu turchese – ha una lunghezza d’onda molto corta ed è quindi più carica di energia. Oltre a causare l’affaticamento degli occhi al computer, può danneggiare la macula, un tessuto nella parte posteriore dell’occhio che non si rigenera. Questa condizione è conosciuta come AMD (Age-Related Macular Degeneration).

Le persone con AMD hanno problemi di visione centrale, come la visione offuscata, che rende difficile eseguire compiti comuni come la lettura. Questa patologia si verifica di solito nelle persone oltre i 60 anni. Ci sono due tipi di AMD: AMD secca, la più comune, e AMD umida, il tipo più raro e aggressivo.

La luce blu influisce anche sul sonno diminuendo la produzione di melatonina, l’ormone che ci porta a dormire. Quando usiamo dispositivi digitali di notte, il nostro cervello pensa che sia giorno, smette di secernere melatonina e inizia l’insonnia. Questa patologia è conosciuta come disturbo del ritmo circadiano (5).

Sapevi che secondo uno studio della Fondazione Telefónica, gli spagnoli guardano il loro cellulare 150 volte al giorno?

Con quale tipo di dispositivi è consigliabile usare gli occhiali da computer?

La luce blu naturale è uno degli estremi dello spettro della luce visibile, subito prima delle radiazioni ultraviolette. Mentre la luce blu naturale non è dannosa di per sé , lo stesso non si può dire della luce emessa dai dispositivi a tecnologia LED. Ma cosa sono esattamente questi dispositivi? La luce blu è emessa praticamente da tutti i dispositivi elettronici dotati di schermi. Computer portatili, tablet, monitor da tavolo, televisori, lampade o pannelli informativi sono esempi di dispositivi che emettono questa radiazione luminosa.

Ci sono dispositivi dotati di schermi che, tuttavia, non emettono quasi nessuna luce blu. Questi sono e-reader, come il popolare Kindle. In contrasto con i telefoni cellulari e i tabletretroilluminati , gli schermi degli e-book sono illuminati lateralmente. Come risultato, la luce non brilla direttamente nei nostri occhi.

Gli occhiali per computer sono trattati in modo speciale per filtrare la luce blu emessa dagli schermi dei vari dispositivi digitali. (Fonte: Baranq: 53951383/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Gli occhiali per computer sollevano ancora molte domande, specialmente tra gli stessi scienziati. Tuttavia, un numero crescente di utilizzatori riferisce una riduzione del fastidio agli occhi. Ma come fai a scegliere quelli giusti? Ecco una breve guida per facilitare la tua scelta.

Tipi di filtri

Ci sono due tipi di occhiali da computer: quelli trasparenti, che filtrano tra il 20 e il 30% di queste radiazioni, e quelli gialli o arancioni. Quest’ultimo può trattenere fino al 90% della luce blu. Alcuni modelli hanno un filtro di superficie, mentre altri hanno un filtro nel corpo dell’obiettivo. Altri hanno entrambi i tipi di trattamento.

Sia i vetri filtranti superficiali che quelli interni trattengono il 20% di luce blu, che è insufficiente al tramonto o di notte. Quelli con una combinazione di superficie e filtro interno filtrano il 30% della radiazione blu. Quelli gialli o arancioni offrono più protezione e sono progettati per le persone che passano lunghe ore davanti allo schermo, come i giocatori.

Gli occhiali per computer di qualità hanno lenti con un rivestimento speciale che conferisce loro le proprietà. (Fonte: Racorn: 56931125/ 123rf.com)

Anti-riflesso o filtrante

Oltre a quelli progettati per filtrare la luce blu, sono disponibili anche occhiali per computer antiriflesso. Queste funzionano in modo opposto alle prime, dato che la loro funzione è quella di far entrare più luce possibile. Ci sono alcuni tipi di occhiali per computer che combinano entrambi i trattamenti, anche se questo non è comune.

Qualità-prezzo

Per quanto riguarda gli occhiali per computer, più sono economici, meno sono in grado di filtrare la luce blu emessa dagli schermi. Nei modelli più economici, la protezione può essere quasi inesistente, quindi non ti consigliamo di lesinare troppo quando scegli i tuoi occhiali protettivi.

Occhiali da vista e non da vista

Esistono occhiali da vista e non da vista per computer. Se soffri di un problema di vista come la miopia o l’astigmatismo, ti consigliamo di visitare il tuo ottico. Lui o lei saranno in grado di consigliarti su quale tipo di occhiali da computer sono migliori per te. Tuttavia, se non hai alcun difetto visivo, puoi comprare gli occhiali da qualsiasi ottico o negozio online.

Gli occhiali da computer senza obbligo di prescrizione possono essere normali o a clip. Questi sono attaccati alla montatura dei tuoi occhiali e possono essere sollevati come una visiera quando non stai guardando il tuo computer. Ci sono modelli di occhiali da computer che siedono sopra i tuoi occhiali da vista, anche se sono un po’ ingombranti.

Anche il design degli occhiali è un fattore importante da considerare. (Fonte: Toxitz: 127505663/ 123rf.com)

Età di chi lo indossa

Se sei giovane e provi disagio quando lavori al computer, molto probabilmente stai soffrendo della sindrome da visione artificiale. In questo caso, la luce blu protettiva o gli occhiali antiriflesso sono una buona soluzione. Se sei ipovedente, dovresti scegliere delle lenti protettive da vista, sempre in consultazione con il tuo ottico.

Se hai più di 40 anni e senti disagio quando lavori davanti ad uno schermo, potresti avere la presbiopia o l’affaticamento degli occhi. Se è così, potresti aver bisogno di occhiali progressivi, che ti permettono di mettere a fuoco sia lo schermo che gli oggetti a diverse distanze. Questi occhiali di solito hanno filtri per la luce blu.

Se soffri di qualche problema di vista, come la miopia o l’astigmatismo, ti consigliamo di visitare il tuo ottico. (Fonte: Goodluz: 89244774/ 123rf.com)

Design

Anche il design degli occhiali è un fattore importante da considerare. Non è la stessa cosa indossare degli occhiali belli, anche se li indossiamo solo a casa, che indossare degli occhiali che non ci lusingano affatto. In quest’ultimo caso, finiranno dimenticati in un cassetto. La maggior parte degli occhiali da computer sono unisex, sebbene esistano anche modelli per uomini e donne.

Quando scegli gli occhiali da computer, scegli occhiali con montature leggere. Le montature larghe e pesanti ti daranno fastidio dopo un po’, specialmente sul ponte del tuo naso. Inoltre, assicurati che le lenti siano abbastanza grandi da coprire l’intero campo visivo.

Sommario

Passare ore e ore davanti al computer non fa mai bene alla salute dei tuoi occhi. Una delle condizioni più comuni è la sindrome da visione al computer, caratterizzata da prurito, occhi secchi e visione offuscata, tra gli altri sintomi. Gli occhiali da computer aiutano a minimizzare questi sintomi causati dall’esposizione alla luce blu.

In questo articolo abbiamo cercato di fare un po’ di luce sull’efficacia di queste lenti protettive. Abbiamo anche evidenziato i disagi e le condizioni che possono prevenire, come la degenerazione maculare, che può portare alla perdita della vista. Infine, ti abbiamo fornito alcuni semplici criteri per aiutarti a scegliere gli occhiali protettivi più adatti a te.

Se hai trovato utile il nostro articolo, condividilo sui tuoi social network e non dimenticare di lasciarci i tuoi commenti!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Kostsov: 62488644/ 123rf.com)

Riferimenti (5)

1. Más del 70% de los españoles sufre el Síndrome Visual Informático por un uso excesivo de las pantallas — Sala de Premsa - Universitat Politècnica de Catalunya (UPC) [Internet]. Saladepremsa2.upc.edu. 2014 [cited 1 July 2020].
Fonte

2. Hall L, Coles-Brennan C. Fatiga Visual Digital [Internet]. jnjvisioncare; 2015 [cited 5 July 2020].
Fonte

3. ¿Las lentes con filtro de luz azul realmente protegen la retina? | Clínica Oftalmológica en Granada [Internet]. Visioon. 2020 [cited 5 July 2020].
Fonte

4. Van der Lely, S, Frey S. Blue Blocker Glasses as a Countermeasure for Alerting Effects of Evening Light-Emitting Diode Screen Exposure in Male Teenagers [Internet]. Journal of Adolescent Health; 2015 [cited 5 July 2020].
Fonte

5. Harvard Health. 2018. Blue Light Has A Dark Side - Harvard Health. [online] [Accessed 6 July 2020].
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo accademico
Más del 70% de los españoles sufre el Síndrome Visual Informático por un uso excesivo de las pantallas — Sala de Premsa - Universitat Politècnica de Catalunya (UPC) [Internet]. Saladepremsa2.upc.edu. 2014 [cited 1 July 2020].
Vai alla fonte
Articolo accademico
Hall L, Coles-Brennan C. Fatiga Visual Digital [Internet]. jnjvisioncare; 2015 [cited 5 July 2020].
Vai alla fonte
Articolo accademico
¿Las lentes con filtro de luz azul realmente protegen la retina? | Clínica Oftalmológica en Granada [Internet]. Visioon. 2020 [cited 5 July 2020].
Vai alla fonte
Articolo accademico
Van der Lely, S, Frey S. Blue Blocker Glasses as a Countermeasure for Alerting Effects of Evening Light-Emitting Diode Screen Exposure in Male Teenagers [Internet]. Journal of Adolescent Health; 2015 [cited 5 July 2020].
Vai alla fonte
Articolo accademico
Harvard Health. 2018. Blue Light Has A Dark Side - Harvard Health. [online] [Accessed 6 July 2020].
Vai alla fonte
Recensioni