Ultimo aggiornamento: 05/10/2021

Il nostro metodo

18Prodotti analizzati

33Ore di lavoro

20Fonti e riferimenti usati

102Commenti valutati

Il CBD dovrebbe essere il farmaco miracoloso della medicina moderna. Ma è davvero vero? Il CBD può davvero aiutare contro il dolore, i disturbi del sonno o anche il cancro? In questo articolo abbiamo dato un’occhiata più da vicino a questa domanda non così semplice.

Nel nostro test dell’olio di canapa CBD 2022 ti diamo le informazioni più importanti sugli effetti e le applicazioni del CBD. Abbiamo esaminato diversi studi per darti una visione completa dell’argomento.




Sommario

  • Uno dei criteri più importanti per l’acquisto del CBD è la concentrazione. Come principiante, dovresti iniziare con una concentrazione più bassa. I consumatori esperti di CBD possono anche ricorrere a varianti a dosi più elevate.
  • I potenziali effetti del CBD possono aiutare con il dolore, l’ansia e l’acne. Altri effetti possono includere effetti positivi sul cancro e sui disturbi neurologici.
  • Come ogni farmaco, anche l’olio di canapa CBD può portare effetti collaterali. Questi sono meno comuni, ma dovrebbero essere considerati prima di prenderli.

Olio di canapa cbd: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Criteri di acquisto e valutazione degli oli di canapa CBD

Comprare olio di canapa CBD non è facile. Ci sono alcuni aspetti da considerare, come: Facendo la scelta giusta per te, puoi risparmiare denaro e anche assicurarti di non aggiungere al tuo corpo qualcosa di cui non ha bisogno. Pertanto, cerca sempre l’alta qualità e chiedi di vedere i certificati del produttore se necessario.

Ingredients & effect

L’ingrediente che ottiene la maggiore attenzione negli oli CBD è, ovviamente, il CBD. Ma spesso non è l’unico. Gli effetti positivi del CBD sono discussi più avanti nell’articolo. Tuttavia, dato che il CBD è mescolato con un olio di canapa, anche gli ingredienti dell’olio commestibile sono importanti. L’olio di semi di canapa ha alte proporzioni di grassi omega 3 e omega 6. Anche singole vitamine, come la vitamina E, possono essere trovate negli oli di canapa CBD. Per favore fai riferimento alla descrizione del prodotto. Si possono aggiungere altri ingredienti e vitamine. Questi includono, per esempio, la melatonina, un ormone che controlla il ritmo giorno-notte ed è usato contro l’insonnia.

Contenuto di CBD

Il contenuto di CBD è il fattore decisivo per valutare il corretto dosaggio. Una goccia di olio di CBD contiene quantità diverse di CBD da produttore a produttore e da prodotto a prodotto. Ci sono attualmente molte concentrazioni di CBD sul mercato. Per i principianti, c’è una variante al 5%. Questo significa che l’olio consiste del 5% di CBD puro e il resto sono altri ingredienti. Una bottiglia da 10 ml può quindi contenere 500 mg di CBD. Altre percentuali comuni di CBD sono il 10 %, 15 % e 20 % per le tinture. Le creme e le paste hanno un contenuto di CBD significativamente più alto.

Causa dell’uso

Ci sono diversi oli per diverse cause. Poiché il CBD è una sostanza che può essere usata in molti modi diversi, ci sono molti tipi diversi di prodotti. Qui dovresti orientarti in base alle tue esigenze. Per l’effetto puro e naturale dell’olio di canapa CBD, si raccomanda una variante senza additivi. Qui, è davvero solo il CBD ad avere un effetto, che può essere ben assorbito dal corpo attraverso l’olio di canapa. Le sostanze aggiuntive sono anche necessarie solo se una dose di CBD ha uno scopo molto specifico. Per esempio, se vuoi addormentarti meglio, puoi provare una tintura di CBD con aggiunta di melatonina. Si raccomandano creme e paste per la pelle.

Dosaggio

Come detto sopra, il dosaggio dipende fortemente dal contenuto di CBD. Per provare il CBD e iniziare a usarlo, si raccomanda di provare una soluzione di circa il 5% con 1 o 2 gocce. Il dosaggio esatto, se non diversamente concordato con un medico, dovrebbe idealmente essere determinato sperimentalmente.

Gusto

Il gusto dell’olio di CBD non è considerato molto piacevole dai consumatori. Sono solo gli ingredienti a base di erbe in un olio di CBD puro che sono descritti come terrosi o erbacei. Per gli utenti che si aspettano un gusto più piacevole, ci sono alcune opzioni. Uno è quello di prenderlo con il cibo o con altri alimenti, come la menta, il miele o il cioccolato. Anche tenere il naso è un’opzione, nel caso in cui il sapore sia negativamente sconvolgente. Alcuni fornitori offrono oli aromatizzati per questo scopo. C’è una vasta gamma di opzioni qui. Dall’arancia al limone alla menta, c’è molto da scegliere. È qui che entrano in gioco le tue preferenze quando prendi una decisione.

Guida: Le domande più frequenti sugli oli di canapa CBD rispondono in dettaglio

Questa guida fornisce un’introduzione agli aspetti scientifici che sono rilevanti per l’utente. In questa guida, vogliamo fare luce su queste insieme ad altre importanti domande.

Cos’è l’olio di canapa CBD e come funziona?

La base dell’olio di canapa CBD è il cannabidiolo, meglio conosciuto come CBD. È una delle tante sostanze chimiche che si trovano nella pianta di canapa Cannabis sativa. A differenza del noto tetraidrocannabinolo – THC in breve – non è una sostanza psicoattiva della pianta di canapa. Per la produzione dell’olio di canapa CBD, il cannabidiolo nell’olio di canapa, che viene consumato principalmente come olio commestibile, viene diluito.

Può proteggere le cellule nervose

Sono in corso ricerche sugli effetti neuroprotettivi del cannabidiolo. Ci sono alcune possibilità su come questo effetto possa verificarsi. Non è ancora scientificamente provato se gli antiossidanti del CBD siano responsabili della protezione delle cellule nervose o dell’effetto sui vari recettori del corpo. Nel complesso, i ricercatori suppongono che soprattutto le persone con malattie neurologiche potrebbero trarne beneficio. L’effetto del CBD sul sistema endocannabinoide o su altri recettori nel cervello potrebbe essere responsabile di questo. Le malattie che vengono studiate in relazione all’effetto del CBD includono la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e l’epilessia.

(1, 2, 3)

Può alleviare il dolore

Negli ultimi anni, la cannabis è diventata sempre più nota per le sue proprietà positive in relazione al dolore. Sono necessari sempre più studi e ricerche per questo, ma il CBD sembra giocare un ruolo in questo effetto. Dato che il CBD si lega al già citato sistema endocannabinoide, che gioca un ruolo cruciale nella regolazione del dolore nel corpo umano, tra le altre cose, può avere effetti antinfiammatori e antidolorifici. Gli studi hanno mostrato questa connessione, per esempio, per il dolore associato a procedure chirurgiche e per il dolore nel nervo sciatico nei ratti

(4)(5) . Un effetto simile è stato trovato anche in pazienti con artrite e sclerosi multipla. (6) (7, 8)

Può alleviare i sintomi del cancro

Gli effetti positivi del CBD possono verificarsi anche con il cancro e le conseguenze della terapia. In uno studio, un gruppo di partecipanti è stato trattato con un mix di CBD e THC, mentre un secondo gruppo ha ricevuto solo THC. Il primo gruppo ha mostrato una riduzione significativa dei sintomi direttamente legati alla malattia. Un altro studio ha esaminato gli effetti del CBD sulle conseguenze dirette della chemioterapia. Qui è stato osservato in un piccolo gruppo un effetto migliore del cannabinoide rispetto ai farmaci attualmente utilizzati. (9)

(10)

Può ridurre l’acne

Le proprietà antinfiammatorie del CBD possono anche avere un impatto sulla salute della pelle. Mentre l’acne è scatenata da una vasta gamma di fattori, l’uso del CBD sembra avere un effetto positivo su di essa. La produzione di sebo gioca un ruolo predominante nell’acne. Questo riguarda i grassi che sono secreti dalle ghiandole sebacee. L’aumento della produzione di sebo può contribuire all’acne. Il CBD, invece, sembra limitare questa sovrapproduzione.

(11)

Può contribuire positivamente alla salute del cuore

Le morti dovute a malattie cardiovascolari sono tra le più comuni in Germania. Un fattore che può causare questo è la pressione alta. Alcuni studi hanno dimostrato che il CBD potrebbe avere effetti positivi sulla pressione sanguigna. L’effetto esatto che porta alla riduzione della pressione sanguigna non è ancora chiaramente definito. Non è del tutto chiaro se sia la componente potenzialmente calmante o una componente fisica. È possibile anche una combinazione di entrambi. Uno studio randomizzato del Regno Unito ha osservato un abbassamento della pressione sanguigna in partecipanti sani allo studio sia durante lo stress che a riposo. Poiché questo studio è stato condotto su partecipanti sani, sono necessarie ulteriori ricerche per scoprire se questi effetti possono verificarsi anche in persone con condizioni preesistenti. (12)

(13)

Altri effetti positivi

Lo stato attuale delle cose riguardo al CBD non è ancora del tutto chiaro. Oltre ai possibili effetti collaterali, altri potenziali benefici del CBD sono stati trovati in ulteriori studi e ricerche. Questi includono

  • Riduzione dei sintomi dell’ansia, dei disturbi d’ansia e della depressione: Gli studi elencati hanno mostrato gli effetti del CBD in situazioni di stress, come una situazione di test e disturbi del sonno direttamente negli esseri umani. Nei topi, si è potuto osservare un effetto del cannabinoide simile a quello degli antidepressivi. (14, 15, 16)
  • Effetti positivi nei disturbi psicotici: Nella schizofrenia e in altre malattie psicotiche, il CBD potrebbe potenzialmente contribuire alla riduzione dei sintomi, secondo uno studio. (17)
  • Prevenzione del diabete: Studi sui topi hanno osservato una correlazione positiva tra l’assunzione di CBD e una diminuzione dei casi di diabete. (18)

C’è differenza tra olio di CBD e olio di canapa?

L’olio di CBD e l’olio di canapa sono a volte usati come sinonimi. Questo è un malinteso. L’olio di canapa è un olio commestibile che può essere utilizzato normalmente in cucina insieme all’olio d’oliva e all’olio di girasole.

La pianta di canapa Cannabis sativa è usata per la produzione di olio di semi di canapa e CBD. (Fonte immagine: Roberto Valdivia / unsplash)

Tale olio di canapa può poi essere mescolato con la sostanza non psicoattiva CBD. Qui, l’olio di canapa serve semplicemente come olio vettore e aiuta il corpo ad assorbire il CBD.

Quando e per chi è utile assumere olio di canapa CBD?

Il mercato del CBD sta crescendo rapidamente. Come descritto sopra, anche le possibilità di applicazione sono variabili. Nella vita di tutti i giorni, il CBD è generalmente usato per i problemi di ansia e i disturbi del sonno.

L’olio di CBD è attualmente considerato un integratore alimentare. Può quindi essere preso da chiunque. Le ragioni conosciute per prenderlo sono i problemi di ansia e il sollievo dal dolore.

Altre aree di applicazione sono il sollievo del dolore cronico. L’olio di CBD è anche qui promettente. In relazione a malattie più gravi come il cancro o le malattie del sistema cardiovascolare, si dovrebbe sempre consultare un medico prima dell’uso.

Possono verificarsi effetti collaterali quando si prende l’olio di canapa CBD?

In linea di principio, l’uso del CBD è considerato sicuro e innocuo. Tuttavia, come per molte sostanze, l’effetto varia da persona a persona. Possono verificarsi problemi come diarrea, stanchezza e perdita di appetito. (19)

CBD Hanföl

Come con qualsiasi altro farmaco, un farmacista o un medico dovrebbe essere consultato se si verificano effetti collaterali con l’olio di canapa CBD. (Fonte immagine: nci / unsplash)

Bisogna fare attenzione anche quando si prendono altri farmaci. Il CBD ha il potenziale per interagire con questi e causare effetti indesiderati. (20) È importante consultare il tuo medico.

Quali tipi di olio di canapa CBD esistono?

L’olio di canapa CBD è venduto principalmente in due tipi. Come olio e come capsula. Si differenziano per la loro forza e per il modo in cui vengono presi.

.

Art Beschreibung
Oli e tinture gli oli di CBD sono considerati i prodotti più venduti nel mercato del CBD. Gli oli di canapa CBD usano l’olio di canapa come olio vettore
Capsule Le capsule sono anche un olio di CBD elaborato con olio di canapa. Può essere preso con i liquidi

Gli oli di CBD possono essere assunti senza altri mezzi e sono ben assorbiti dal corpo. Il dosaggio è facile, ma è piuttosto difficile in viaggio e a volte fornisce un retrogusto amaro.

capsule devono essere prese con un liquido, principalmente acqua. Sono considerati facili per lo stomaco e il dosaggio è di nuovo molto preciso.

L’effetto è a volte più lento che con l’olio di CBD in forma di goccia. A volte vengono utilizzati involucri animali per le capsule, quindi i vegani e i vegetariani devono fare attenzione.

Oltre ai due modi orali di assorbire il CBD, vanno menzionate anche le creme e l’inalazione. Le creme hanno un effetto speciale sulla pelle e possono eliminare le impurità della pelle menzionate sopra. Il CBD inalato ha un effetto immediato. Non tutti gli oli possono essere inalati. È essenziale leggere il foglietto illustrativo.

Quali parti della pianta sono usate per produrre olio di canapa CBD?

L’olio di canapa CBD è prodotto dalla pianta di Cannabis sativa. Questa è una pianta di canapa. Specificamente per il CBD, si usa la canapa femmina, in cui i cannabinoidi si trovano principalmente nei germogli e nelle foglie.

I componenti della pianta di canapa Cannabis sativa possono essere utilizzati in qualsiasi altra forma oltre all’estrazione di THC e CBD. L’olio di canapa e i semi di canapa possono essere alternative sane nella dieta.

Dopo l’estrazione del CBD, viene mescolato con l’olio di canapa, che può essere consumato come olio commestibile. Serve come olio vettore e rilascia le sostanze più importanti della pianta di canapa. In questo modo, il CBD viene diluito e portato in una forma che può essere assorbita dal corpo.

Come dovrebbe essere dosato l’olio di canapa CBD?

Non esiste una linea guida esatta per il dosaggio del CBD. Questo è dovuto anche al fatto che il bisogno e le aree di applicazione del nuovo olio sono molto variabili. Tuttavia, è vero che molto non aiuta necessariamente. Ognuno dovrebbe valutare i propri bisogni in modo sperimentale.

CBD Hanföl

La dose per un effetto del CBD varia da persona a persona. Puoi anche sperimentare un po’ qui. (Fonte immagine: Christin Hume / unplash)

Ci sono diversi fattori che influenzano il dosaggio di CBD per una persona. Oltre alla concentrazione di CBD nella tintura, il peso corporeo, la chimica del corpo, che varia da persona a persona, e il tipo di disturbo che il CBD dovrebbe aiutare sono tutti fattori cruciali.

Per quanto tempo si dovrebbe prendere l’olio di canapa CBD?

Attualmente non ci sono quasi studi pubblicati sull’assunzione mirata di CBD. Viene assunto come integratore alimentare. Quindi, non ci sono raccomandazioni esatte per quante settimane o mesi si dovrebbe prendere l’olio. In generale, è una questione di giudizio personale.

CBD fa effetto a tassi diversi nelle diverse forme di dosaggio. In media, si può supporre che l’effetto del CBD inizi 15 minuti dopo l’ingestione. Questo effetto dura dalle 2 alle 4 ore con gli oli e dalle 4 alle 6 ore con le capsule.

Fonte immagine: Stajkovic / 123rf

Riferimenti (20)

1. Flachenecker P, Henze T, Zettl UK. Nabiximols (THC/CBD oromucosal spray, Sativex®) in clinical practice--results of a multicenter, non-interventional study (MOVE 2) in patients with multiple sclerosis spasticity. Eur Neurol. 2014;71(5-6):271-9. doi: 10.1159/000357427. Epub 2014 Feb 12. PMID: 24525548.
Fonte

2. Chagas MH, Zuardi AW, Tumas V, Pena-Pereira MA, Sobreira ET, Bergamaschi MM, dos Santos AC, Teixeira AL, Hallak JE, Crippa JA. Effects of cannabidiol in the treatment of patients with Parkinson's disease: an exploratory double-blind trial. J Psychopharmacol. 2014 Nov;28(11):1088-98. doi: 10.1177/0269881114550355. Epub 2014 Sep 18. PMID: 25237116.
Fonte

3. Devinsky O, Marsh E, Friedman D, Thiele E, Laux L, Sullivan J, Miller I, Flamini R, Wilfong A, Filloux F, Wong M, Tilton N, Bruno P, Bluvstein J, Hedlund J, Kamens R, Maclean J, Nangia S, Singhal NS, Wilson CA, Patel A, Cilio MR. Cannabidiol in patients with treatment-resistant epilepsy: an open-label interventional trial. Lancet Neurol. 2016 Mar;15(3):270-8. doi: 10.1016/S1474-4422(15)00379-8. Epub 2015 Dec 24. Erratum in: Lancet Neurol. 2016 Apr;15(4):352. PMID: 26724101.
Fonte

4. Darkovska-Serafimovska M, Serafimovska T, Arsova-Sarafinovska Z, Stefanoski S, Keskovski Z, Balkanov T. Pharmacotherapeutic considerations for use of cannabinoids to relieve pain in patients with malignant diseases. J Pain Res. 2018 Apr 23;11:837-842. doi: 10.2147/JPR.S160556. PMID: 29719417; PMCID: PMC5922297.
Fonte

5. Genaro K, Fabris D, Arantes ALF, Zuardi AW, Crippa JAS, Prado WA. Cannabidiol Is a Potential Therapeutic for the Affective-Motivational Dimension of Incision Pain in Rats. Front Pharmacol. 2017;8:391. Published 2017 Jun 21. doi:10.3389/fphar.2017.00391
Fonte

6. Costa B, Trovato AE, Comelli F, Giagnoni G, Colleoni M. The non-psychoactive cannabis constituent cannabidiol is an orally effective therapeutic agent in rat chronic inflammatory and neuropathic pain. Eur J Pharmacol. 2007 Feb 5;556(1-3):75-83. doi: 10.1016/j.ejphar.2006.11.006. Epub 2006 Nov 10. PMID: 17157290.
Fonte

7. Blake DR, Robson P, Ho M, Jubb RW, McCabe CS. Preliminary assessment of the efficacy, tolerability and safety of a cannabis-based medicine (Sativex) in the treatment of pain caused by rheumatoid arthritis. Rheumatology (Oxford). 2006 Jan;45(1):50-2. doi: 10.1093/rheumatology/kei183. Epub 2005 Nov 9. PMID: 16282192.
Fonte

8. Russo M, Calabrò RS, Naro A, Sessa E, Rifici C, D'Aleo G, Leo A, De Luca R, Quartarone A, Bramanti P. Sativex in the management of multiple sclerosis-related spasticity: role of the corticospinal modulation. Neural Plast. 2015;2015:656582. doi: 10.1155/2015/656582. Epub 2015 Jan 29. PMID: 25699191; PMCID: PMC4325203.
Fonte

9. Johnson JR, Burnell-Nugent M, Lossignol D, Ganae-Motan ED, Potts R, Fallon MT. Multicenter, double-blind, randomized, placebo-controlled, parallel-group study of the efficacy, safety, and tolerability of THC:CBD extract and THC extract in patients with intractable cancer-related pain. J Pain Symptom Manage. 2010 Feb;39(2):167-79. doi: 10.1016/j.jpainsymman.2009.06.008. Epub 2009 Nov 5. PMID: 19896326.
Fonte

10. Bloechl-Daum B, Deuson RR, Mavros P, Hansen M, Herrstedt J. Delayed nausea and vomiting continue to reduce patients' quality of life after highly and moderately emetogenic chemotherapy despite antiemetic treatment. J Clin Oncol. 2006 Sep 20;24(27):4472-8. doi: 10.1200/JCO.2006.05.6382. PMID: 16983116.
Fonte

11. Oláh A, Tóth BI, Borbíró I, Sugawara K, Szöllõsi AG, Czifra G, Pál B, Ambrus L, Kloepper J, Camera E, Ludovici M, Picardo M, Voets T, Zouboulis CC, Paus R, Bíró T. Cannabidiol exerts sebostatic and antiinflammatory effects on human sebocytes. J Clin Invest. 2014 Sep;124(9):3713-24. doi: 10.1172/JCI64628. Epub 2014 Jul 25. PMID: 25061872; PMCID: PMC4151231.
Fonte

12. Statistisches Bundesamt: Todesursachen 2018.
Fonte

13. Jadoon KA, Tan GD, O'Sullivan SE. A single dose of cannabidiol reduces blood pressure in healthy volunteers in a randomized crossover study. JCI Insight. 2017;2(12):e93760. Published 2017 Jun 15. doi:10.1172/jci.insight.93760
Fonte

14. Linares IM, Zuardi AW, Pereira LC, Queiroz RH, Mechoulam R, Guimarães FS, Crippa JA. Cannabidiol presents an inverted U-shaped dose-response curve in a simulated public speaking test. Braz J Psychiatry. 2019 Jan-Feb;41(1):9-14. doi: 10.1590/1516-4446-2017-0015. Epub 2018 Oct 11. PMID: 30328956; PMCID: PMC6781714.
Fonte

15. Shannon S, Opila-Lehman J. Effectiveness of Cannabidiol Oil for Pediatric Anxiety and Insomnia as Part of Posttraumatic Stress Disorder: A Case Report. Perm J. 2016;20(4):16-005. doi:10.7812/TPP/16-005
Fonte

16. Zanelati TV, Biojone C, Moreira FA, Guimarães FS, Joca SR. Antidepressant-like effects of cannabidiol in mice: possible involvement of 5-HT1A receptors. Br J Pharmacol. 2010;159(1):122-128. doi:10.1111/j.1476-5381.2009.00521.x
Fonte

17. Iseger TA, Bossong MG. A systematic review of the antipsychotic properties of cannabidiol in humans. Schizophr Res. 2015 Mar;162(1-3):153-61. doi: 10.1016/j.schres.2015.01.033. Epub 2015 Feb 7. PMID: 25667194.
Fonte

18. Weiss L, Zeira M, Reich S, Har-Noy M, Mechoulam R, Slavin S, Gallily R. Cannabidiol lowers incidence of diabetes in non-obese diabetic mice. Autoimmunity. 2006 Mar;39(2):143-51. doi: 10.1080/08916930500356674. PMID: 16698671.
Fonte

19. Iffland K, Grotenhermen F. An Update on Safety and Side Effects of Cannabidiol: A Review of Clinical Data and Relevant Animal Studies. Cannabis Cannabinoid Res. 2017;2(1):139-154. Published 2017 Jun 1. doi:10.1089/can.2016.0034
Fonte

20. Welty TE, Luebke A, Gidal BE. Cannabidiol: promise and pitfalls. Epilepsy Curr. 2014;14(5):250-252. doi:10.5698/1535-7597-14.5.250
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Beobachtungsstudie
Flachenecker P, Henze T, Zettl UK. Nabiximols (THC/CBD oromucosal spray, Sativex®) in clinical practice--results of a multicenter, non-interventional study (MOVE 2) in patients with multiple sclerosis spasticity. Eur Neurol. 2014;71(5-6):271-9. doi: 10.1159/000357427. Epub 2014 Feb 12. PMID: 24525548.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Chagas MH, Zuardi AW, Tumas V, Pena-Pereira MA, Sobreira ET, Bergamaschi MM, dos Santos AC, Teixeira AL, Hallak JE, Crippa JA. Effects of cannabidiol in the treatment of patients with Parkinson's disease: an exploratory double-blind trial. J Psychopharmacol. 2014 Nov;28(11):1088-98. doi: 10.1177/0269881114550355. Epub 2014 Sep 18. PMID: 25237116.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Devinsky O, Marsh E, Friedman D, Thiele E, Laux L, Sullivan J, Miller I, Flamini R, Wilfong A, Filloux F, Wong M, Tilton N, Bruno P, Bluvstein J, Hedlund J, Kamens R, Maclean J, Nangia S, Singhal NS, Wilson CA, Patel A, Cilio MR. Cannabidiol in patients with treatment-resistant epilepsy: an open-label interventional trial. Lancet Neurol. 2016 Mar;15(3):270-8. doi: 10.1016/S1474-4422(15)00379-8. Epub 2015 Dec 24. Erratum in: Lancet Neurol. 2016 Apr;15(4):352. PMID: 26724101.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Review
Darkovska-Serafimovska M, Serafimovska T, Arsova-Sarafinovska Z, Stefanoski S, Keskovski Z, Balkanov T. Pharmacotherapeutic considerations for use of cannabinoids to relieve pain in patients with malignant diseases. J Pain Res. 2018 Apr 23;11:837-842. doi: 10.2147/JPR.S160556. PMID: 29719417; PMCID: PMC5922297.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Genaro K, Fabris D, Arantes ALF, Zuardi AW, Crippa JAS, Prado WA. Cannabidiol Is a Potential Therapeutic for the Affective-Motivational Dimension of Incision Pain in Rats. Front Pharmacol. 2017;8:391. Published 2017 Jun 21. doi:10.3389/fphar.2017.00391
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Costa B, Trovato AE, Comelli F, Giagnoni G, Colleoni M. The non-psychoactive cannabis constituent cannabidiol is an orally effective therapeutic agent in rat chronic inflammatory and neuropathic pain. Eur J Pharmacol. 2007 Feb 5;556(1-3):75-83. doi: 10.1016/j.ejphar.2006.11.006. Epub 2006 Nov 10. PMID: 17157290.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Blake DR, Robson P, Ho M, Jubb RW, McCabe CS. Preliminary assessment of the efficacy, tolerability and safety of a cannabis-based medicine (Sativex) in the treatment of pain caused by rheumatoid arthritis. Rheumatology (Oxford). 2006 Jan;45(1):50-2. doi: 10.1093/rheumatology/kei183. Epub 2005 Nov 9. PMID: 16282192.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Russo M, Calabrò RS, Naro A, Sessa E, Rifici C, D'Aleo G, Leo A, De Luca R, Quartarone A, Bramanti P. Sativex in the management of multiple sclerosis-related spasticity: role of the corticospinal modulation. Neural Plast. 2015;2015:656582. doi: 10.1155/2015/656582. Epub 2015 Jan 29. PMID: 25699191; PMCID: PMC4325203.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Johnson JR, Burnell-Nugent M, Lossignol D, Ganae-Motan ED, Potts R, Fallon MT. Multicenter, double-blind, randomized, placebo-controlled, parallel-group study of the efficacy, safety, and tolerability of THC:CBD extract and THC extract in patients with intractable cancer-related pain. J Pain Symptom Manage. 2010 Feb;39(2):167-79. doi: 10.1016/j.jpainsymman.2009.06.008. Epub 2009 Nov 5. PMID: 19896326.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Bloechl-Daum B, Deuson RR, Mavros P, Hansen M, Herrstedt J. Delayed nausea and vomiting continue to reduce patients' quality of life after highly and moderately emetogenic chemotherapy despite antiemetic treatment. J Clin Oncol. 2006 Sep 20;24(27):4472-8. doi: 10.1200/JCO.2006.05.6382. PMID: 16983116.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Oláh A, Tóth BI, Borbíró I, Sugawara K, Szöllõsi AG, Czifra G, Pál B, Ambrus L, Kloepper J, Camera E, Ludovici M, Picardo M, Voets T, Zouboulis CC, Paus R, Bíró T. Cannabidiol exerts sebostatic and antiinflammatory effects on human sebocytes. J Clin Invest. 2014 Sep;124(9):3713-24. doi: 10.1172/JCI64628. Epub 2014 Jul 25. PMID: 25061872; PMCID: PMC4151231.
Vai alla fonte
Statistisches Bundesamt
Statistisches Bundesamt: Todesursachen 2018.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Jadoon KA, Tan GD, O'Sullivan SE. A single dose of cannabidiol reduces blood pressure in healthy volunteers in a randomized crossover study. JCI Insight. 2017;2(12):e93760. Published 2017 Jun 15. doi:10.1172/jci.insight.93760
Vai alla fonte
Klinische Studie
Linares IM, Zuardi AW, Pereira LC, Queiroz RH, Mechoulam R, Guimarães FS, Crippa JA. Cannabidiol presents an inverted U-shaped dose-response curve in a simulated public speaking test. Braz J Psychiatry. 2019 Jan-Feb;41(1):9-14. doi: 10.1590/1516-4446-2017-0015. Epub 2018 Oct 11. PMID: 30328956; PMCID: PMC6781714.
Vai alla fonte
Fallbericht
Shannon S, Opila-Lehman J. Effectiveness of Cannabidiol Oil for Pediatric Anxiety and Insomnia as Part of Posttraumatic Stress Disorder: A Case Report. Perm J. 2016;20(4):16-005. doi:10.7812/TPP/16-005
Vai alla fonte
Experimentelle Studie
Zanelati TV, Biojone C, Moreira FA, Guimarães FS, Joca SR. Antidepressant-like effects of cannabidiol in mice: possible involvement of 5-HT1A receptors. Br J Pharmacol. 2010;159(1):122-128. doi:10.1111/j.1476-5381.2009.00521.x
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Review
Iseger TA, Bossong MG. A systematic review of the antipsychotic properties of cannabidiol in humans. Schizophr Res. 2015 Mar;162(1-3):153-61. doi: 10.1016/j.schres.2015.01.033. Epub 2015 Feb 7. PMID: 25667194.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Weiss L, Zeira M, Reich S, Har-Noy M, Mechoulam R, Slavin S, Gallily R. Cannabidiol lowers incidence of diabetes in non-obese diabetic mice. Autoimmunity. 2006 Mar;39(2):143-51. doi: 10.1080/08916930500356674. PMID: 16698671.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Review
Iffland K, Grotenhermen F. An Update on Safety and Side Effects of Cannabidiol: A Review of Clinical Data and Relevant Animal Studies. Cannabis Cannabinoid Res. 2017;2(1):139-154. Published 2017 Jun 1. doi:10.1089/can.2016.0034
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Review
Welty TE, Luebke A, Gidal BE. Cannabidiol: promise and pitfalls. Epilepsy Curr. 2014;14(5):250-252. doi:10.5698/1535-7597-14.5.250
Vai alla fonte
Recensioni