Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Il nostro metodo

32Prodotti analizzati

44Ore di lavoro

41Fonti e riferimenti usati

153Commenti valutati

Benvenuto nel nostro grande test dell’olio di neem 2021. Qui presentiamo tutti gli oli di neem che abbiamo testato in dettaglio. Abbiamo compilato informazioni dettagliate e aggiunto un riassunto delle recensioni dei clienti su internet.

Vorremmo rendere la tua decisione di acquisto più facile e aiutarti a trovare il miglior olio di neem per te.

Puoi anche trovare le risposte alle domande più frequenti nella nostra guida. Se disponibile, offriamo anche interessanti video di prova. Inoltre, in questa pagina troverai anche alcune informazioni importanti a cui dovresti assolutamente prestare attenzione se vuoi comprare l’olio di neem.




Sommario

  • Si dice che l’olio di Neem abbia più di 100 ingredienti, i più importanti dei quali sono azadiractina (terpene), nimbina (principio amaro), nimbidina, salanina, 6-desacetilnimbina, quercetina (flavonoide) e NIM-76.
  • È usato negli esseri umani, negli animali e nelle piante per combattere parassiti, parassiti, larve e virus. Si dice anche che curi la pelle e i capelli degli esseri umani e degli animali. Si dice che aiuti contro afidi, pidocchi, prurito, piede d’atleta, ferite ed eczema.
  • Bisogna fare attenzione ad utilizzare il dosaggio corretto. È anche importante che l’olio di neem sia usato solo per applicazioni esterne. Per uso interno, ci sono le capsule di neem, che hanno effettivamente gli stessi effetti.

Olio di neem: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida: Domande che dovresti farti prima di comprare l’olio di neem

Cos’è l’olio di neem?

L’olio di neem viene estratto dall’albero di neem ed è originario dell’India. L’albero di neem appartiene alla famiglia del mogano ed è considerato fortunato in India.

La gente del posto fa un bagno di acqua purificante dalle foglie dell’albero di neem per purificare la propria anima. Questa cerimonia tradizionale si tiene sempre durante il Capodanno indiano.

L’olio di neem è anche conosciuto come olio di neem o olio di albero di neem.

Secondo l’antica tradizione indiana, l’olio di neem ha un effetto purificante. Si dice che il decotto dell’albero di neem purifichi l’anima per il nuovo anno. (Fonte immagine: pixabay.com | Free-Photos)

Con un tronco lungo 3 metri, l’albero di neem è relativamente piccolo, ma le sue radici penetrano in profondità nel terreno. I suoi rami possono raggiungere anche una lunghezza di 30 metri.

L’olio di neem è estratto dai semi dei frutti dell’albero di neem di colore verde giallastro.

Prima di produrre l’olio, la polpa del frutto deve essere rimossa per arrivare ai semi, dai quali viene poi spremuto l’olio di neem.

L’olio di Neem è usato principalmente contro i pidocchi e per l’igiene orale, ma può anche curare altre malattie.

L’olio è anche utile in agricoltura. Viene utilizzato per la concimazione e come rimedio contro funghi e insetti.

Come funziona l’olio di neem?

L’olio di neem è un vero e proprio olio tuttofare. Può essere usato per molte malattie specifiche.

Sia per animali domestici, eczema, infiammazione della pelle, prurito o mal di denti. L’olio di neem ha un effetto antinfiammatorio e combatte batteri e virus.

Uno degli ingredienti più noti dell’olio di neem è l’azadiractina. Questa sostanza è usata dall’albero di neem per proteggersi dagli insetti nocivi, quindi i prodotti a base di olio di neem sono spesso usati come disinfestazione.

L’olio di Neem può anche essere trovato in numerosi prodotti naturali come lo shampoo o il gel doccia. Le persone che soffrono di problemi di pelle possono beneficiare dell’effetto antinfiammatorio dell’albero di neem.

L’olio di Neem ha un effetto antibatterico e allevia il prurito. L’olio di Neem ha anche proprietà positive per le malattie reumatiche, semplicemente strofinandolo.

I prodotti a base di olio di Neem sono usati anche come metodo contraccettivo. Non lo raccomandiamo, tuttavia, poiché non ci sono studi e ricerche precise in questo campo.

Olio di neem – un vero e proprio pacchetto completo che ha effetti positivi in una vasta gamma di applicazioni, sia per l’uomo che per gli animali o le piante. (Fonte immagine: pixabay.com | Mareefe)

Quanto dura l’olio di neem?

Secondo la maggior parte dei produttori, l’olio di neem ha una durata di conservazione da 8 a 12 mesi e non ha bisogno di essere conservato in modo particolare.

E’ meglio conservare l’olio di neem in frigorifero, dove è buio e fresco. Per il resto, l’olio di neem è molto facile da conservare. I produttori consigliano anche ai loro clienti di non comprare una fornitura annuale in anticipo.

Qual è la composizione dell’olio di neem?

La composizione e il colore dell’olio di neem dipende dall’origine, dal metodo di produzione e dalle parti della pianta utilizzate.
Il colore dell’olio vegetale può variare da giallo dorato, giallo-marrone, marrone scuro, verde-marrone o rosso brillante. Quando l’olio di neem è puro, ha un odore molto forte, che può essere paragonato all’aglio.

L’olio di Neem è composto da grassi, chiamati anche trigliceridi, e triterpenoidi. I triterpenoidi sono responsabili del sapore amaro dell’olio della pianta.

Uno di questi triterpenoidi è l’azardiractina e la nimbina, che agisce come agente antifungino. Si dice che l’azardiractina fermi la crescita delle larve nelle piante

Gli acidi grassi presenti nell’olio di neem sono gli acidi linoleici, gli acidi oleici, gli acidi palmitici, gli acidi stearici, gli acidi alfa linolenici e gli acidi palmitoleici.

Altri ingredienti importanti dell’olio di neem sono la salanina, la 6-desacetilnimbina, il NIM-76 e la quercetina, che è un flavonoide.

L’olio di neem è sicuro?

In linea di principio, l’olio di neem è sicuro da usare, ma non dovrebbe essere usato per cucinare. L’olio di Neem è usato principalmente in vari cosmetici e nell’arte curativa tradizionale indiana dell’Ayurveda.

Questa arte di guarigione è più comunemente usata in Sri Lanka, Nepal e India.

Si dice che l’Ayurveda abbia un effetto positivo sui disturbi del sonno, sulle allergie, sulle malattie della pelle e anche sul morbo di Parkinson.

L’olio di Neem dovrebbe essere usato solo esternamente, poiché ha un effetto troppo forte per l’uso interno. Ma le foglie dell’albero di neem possono essere utilizzate per applicazioni interne.

Tuttavia, prima di applicare l’olio di neem, ti consigliamo di parlare del trattamento con il tuo medico di famiglia, dato che può causare diverse reazioni corporee in ogni persona.

Alcune persone soffrono di nausea quando vanno in overdose di olio di neem.

Fondamentalmente, gli esperti consigliano che gli adulti non dovrebbero usare più di 20-50 ml di olio di neem. Per i bambini, 5 ml sono molto meno.

Posso prendere l’olio di neem anche durante la gravidanza?

Si dice che l’olio di Neem abbia un effetto contraccettivo, ma questo non è stato confermato scientificamente. Le donne incinte non dovrebbero usare l’olio di neem, perché può aumentare il rischio di parto prematuro o di aborto spontaneo.

Come funziona l’olio di neem per la neurodermite?

La neurodermite è una condizione della pelle molto complessa. Diversi fattori giocano insieme per riconoscere un’attenuazione della condizione della pelle.

La neurodermite è spesso scatenata da stress, cattiva alimentazione e allergie. Oggi, tuttavia, ci sono molti modi per alleviare il prurito.

Una di queste possibilità è l’applicazione dell’olio di neem, che respinge i batteri sulla pelle e allevia il prurito.

Ci sono diversi prodotti a base di albero di neem che puoi usare per la dermatite atopica. La crema al neem dovrebbe essere applicata regolarmente da 1 a 3 mesi.

Si dice che il Neem bilanci le terminazioni nervose della pelle e l’equilibrio acido-base. Oltre alla crema, non dovresti fare a meno di un bagno quotidiano con le foglie dell’albero di neem.

La pelle può essere un po’ più trasudante del solito all’inizio, ma questo diminuisce dopo un certo tempo.

Puoi aggiungere le foglie dell’albero di neem al tuo bagno. Ti consigliamo di grattugiare le foglie di neem e aggiungerle all’acqua 10 minuti prima del tuo bagno.

In questo modo i principi attivi delle foglie possono dispiegarsi in modo ottimale nell’acqua.

L’applicazione quotidiana di una crema all’olio di neem può fermare lo snervante prurito della neurodermite. (Fonte immagine: pixbay.com | chezbeate)

Come funziona l’olio di neem per i pidocchi?

Si dice che l’olio di Neem tenga lontani i parassiti non solo dalle piante, ma anche dagli animali e dagli esseri umani. Le zecche possono anche essere scoraggiate dal forte sapore di aglio dell’olio di neem.

Una piccola quantità dal 3 al 5% di olio di neem viene aggiunta alla maggior parte degli shampoo per pidocchi all’olio di neem. Quando usi lo shampoo, è importante lasciarlo sul cuoio capelluto o sulla pelliccia degli animali per 5-10 minuti.

I principi attivi dell’olio di neem cambiano il metabolismo dei pidocchi. Sono resi sterili e l’ulteriore sviluppo delle fastidiose lendini viene distrutto.

Se hai fatto crescere i tuoi capelli con olio di neem, questo ha anche un effetto preventivo per evitare di attirare i pidocchi.

Istruzioni passo dopo passo Lice-free per gli umani
1. Passo: Controllare i capelli asciutti per le lendini e le uova di pidocchi. Questo è meglio farlo con un pettine di metallo. Per fare questo, dividete i capelli a metà e pettinate le lendini dai capelli. Si trovano per lo più alle radici dei capelli.
2. Passo 2: Poi lavare accuratamente il pettine con acqua calda e lasciare i capelli in ammollo nello shampoo speciale.
3. Passo: Controllare il cuoio capelluto ancora e ancora con il pettine per pidocchi e pettinarli.
4. Fase 10: Il 10° giorno dopo il primo trattamento, lasciate agire nuovamente i capelli con lo shampoo speciale al neem e poi lavate accuratamente.

Quali sono le alternative all’olio di neem?

Un’alternativa all’olio di neem è il concime liquido di ortica. Come l’olio di neem, si dice che abbia un effetto mortale contro afidi e parassiti. Puoi fare tu stesso il concime liquido di ortica o comprarlo in polvere.

Per prepararlo, aggiungi 1 chilo di ortiche a 10 litri d’acqua e lascia in infusione per 12-48 ore. Naturalmente, puoi anche lasciarlo in infusione per diversi giorni.

Un’altra alternativa all’olio vegetale indiano è Neudosan. Neudosan è un sapone morbido medicinale che dovrebbe essere efficace contro gli acari, gli afidi e le mosche bianche.

Nota: queste alternative sono solo alternative all’olio di neem per il controllo dei parassiti. Tuttavia, non sono adatti all’uso su esseri umani e animali.

Un’alternativa contro i pidocchi che è adatta a uomini e animali è l’olio dell’albero del tè. Puoi mettere alcune gocce nelle mani e poi strofinarle sui capelli.

Sii consapevole, tuttavia, che può causare avvelenamento nei gatti. È quindi meglio non usarel’olio dell’albero del tè sul tuo gatto. Tuttavia, gli altri animali domestici non sono interessati.

Anche l’aceto di sidro di mele e l’amaro sono ottimi per combattere i piccoli pidocchi fastidiosi. Dovresti diluire il legno amaro con acqua calda e lasciarlo per un giorno. Poi applica la soluzione di legno amaro sul tuo cuoio capelluto e lasciala in posa per un po’.

Decisione: Quali tipi di olio di neem esistono e qual è quello giusto per te?

Cos’è l’olio di neem, quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Come già descritto in dettaglio sopra, l’olio di neem è un vero “olio tuttofare”. Può essere usato per il controllo degli afidi in giardino, per i pidocchi negli esseri umani e negli animali e anche per le ferite.

Gli ingredienti più importanti dell’olio di neem sono azadiractina, nimbina, nimbidina, salanina, 6-desacetilnimbina, quercetina (flavonoide) e NIM-76.

Vantaggi
  • Controllo dei parassiti in giardino
  • Contro i pidocchi nell’uomo e negli animali
  • Cura del pelo e del mantello nell’uomo e negli animali
Svantaggi
  • Il corretto dosaggio è importante
  • Solo uso esterno

Cosa sono le capsule di neem e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Le capsule di neem supportano il tuo sistema immunitario per la difesa del corpo contro virus e batteri. In particolare, l’estratto dell’albero di neem ha un effetto speciale sul tuo corpo.

Le capsule di neem si dice che migliorino anche la circolazione del sangue nel cervello e la capacità di concentrazione.

Tuttavia, le capsule di neem sono un po’ più costose dell’olio di neem. Ma differiscono anche nell’area di applicazione. L’olio di neem dovrebbe essere usato solo esternamente, ma le capsule di neem sono diverse.

Vantaggi
  • Migliori valori del sangue
  • Il benessere generale migliora
  • Supporta le difese del corpo
Svantaggi
  • Il corretto dosaggio è importante
  • Più costoso dell’olio di neem

Cos’è l’unguento di neem e quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

L’unguento al Neem supporta la pelle con principi attivi rigenerativi. Nel frattempo, ci sono anche speciali unguenti al neem per cani che puoi applicare specificamente sulla zona interessata.

L’unguento al neem può guarire la pelle e il pelo del cane che sono stati danneggiati dagli acari.

L’unguento al neem ha un effetto antinfiammatorio e antisettico sulla tua pelle. Ci sono unguenti al neem per la pelle fragile e pruriginosa, forfora, eczema o per trattare le abrasioni.

Tuttavia, ti consigliamo sempre di parlare con il tuo medico di fiducia dei possibili effetti collaterali prima di usare prodotti al neem.

Vantaggi
  • Aiuta con irritazioni della pelle, abrasioni e forfora
  • Gli animali possono anche beneficiare dell’effetto con unguenti speciali per animali
Svantaggi
  • Più costoso dell’olio di neem
  • Non per uso interno

Criteri di acquisto: Questi sono i fattori che puoi usare per confrontare e valutare l’olio di neem

Questo ti renderà più facile decidere se un particolare olio di neem è adatto a te o no.

In sintesi, questi sono:

  • Estrazione/produzione
  • Ingredienti
  • Prezzo

Nei paragrafi seguenti, spiegheremo quali sono i singoli criteri.

Estrazione/produzione

Gli alberi di neem, da cui viene spremuto il prezioso olio di neem, sono coltivati in India. Spesso viene spremuto a freddo in un altro paese di produzione.

È importante comprare olio di neem spremuto a freddo, non raffinato e puro al 100%.

Il processo di spremitura a freddo è quindi importante perché solo così puoi essere sicuro che contenga ancora tutti i nutrienti importanti di cui il nostro corpo o quello del nostro animale domestico ha bisogno per il processo di guarigione.

Ingredienti

Va da sé che un olio di neem di alta qualità dovrebbe essere senza additivi, prodotti chimici o altre sostanze nocive.

Un olio di neem di alta qualità è ricco di acidi grassi essenziali e vitamina E. Questo promuove il processo di guarigione e il mantenimento. Questo promuove il processo di guarigione e mantiene la tua pelle elastica.

Prezzo

Naturalmente anche il prezzo gioca un ruolo importante nell’acquisto dell’olio di neem.

Ti consigliamo di guardare più alla qualità dell’olio di neem che al prezzo, poiché la buona qualità è una priorità per evitare di mettere in pericolo la tua salute.

Fatti da sapere sull’olio di neem

Posso usare l’olio di neem anche sugli animali domestici?

L’olio di Neem non ha solo effetti positivi su noi umani, ma anche gatti, cani e cavalli beneficiano del potere salutare di questo speciale olio vegetale.

L’olio di Neem è usato specialmente per il controllo dei parassiti per i nostri amici pelosi. Puoi mescolare un cucchiaino di olio di neem nello shampoo per cani o applicarlo immediatamente sul pelo.

Suggerimento: l’olio di Neem ha un odore molto caratteristico e forte, che spesso non piace molto agli amici a quattro zampe a causa del loro naso sensibile. Ti consigliamo quindi di aggiungere qualche goccia di tea tree oil all’olio di neem. Tuttavia, questo può causare sintomi di avvelenamento nei gatti.

L’olio di Neem può essere utilizzato anche per batteri, funghi, virus e infiammazioni. Se il tuo animale domestico soffre di ferite da morso, morsi di zecca o eczema, l’olio di neem può favorire il processo di guarigione della ferita.

L’olio di neem ha anche un effetto preventivo e cura il pelo del tuo animale. L’olio di neem è anche usato solo per curare il pelo e la pelle del cane, anche se non c’è un’infestazione di acari o un eczema.

Come si applica l’olio di neem agli animali?

La cosa più importante nell’uso dell’olio di neem sugli animali è che lo applichi solo esternamente. Di seguito ti mostriamo una guida passo dopo passo per l’applicazione dell’olio di neem sugli animali.

Istruzioni per l’uso dell’olio di neem per trattare le infestazioni parassitarie negli animali
1. Passo: Mescolare mezzo cucchiaino o un cucchiaino intero di olio di neem con lo shampoo per cani.
2. Fase 2: Poi lasciarlo sul cappotto per un breve periodo. Assicurarsi che non entri nel naso, negli occhi o sul muso dell’animale.
Passo 3: Poi sciacquare bene l’olio dal pelo.

Suggerimento: ti consigliamo di pulire e lavare accuratamente la cuccia del cane, dato che i parassiti hanno preso residenza anche nella cuccia.

Come si mescola l’olio di neem?

Quando mescoli l’olio di neem, dovresti differenziare le forme di miscelazione a seconda dell’area di applicazione. Questo perché gli esseri umani e gli animali hanno bisogno di rapporti di miscelazione diversi rispetto alle piante.
Miscelazione dell’

Olio di neem per le piante

  1. Mescola 1 litro d’acqua con 1 cucchiaio di olio di neem e 1 cucchiaio di polvere di noce di sapone.
  2. Agita brevemente e l’olio miscelato è pronto.
  3. L’olio di neem deve essere riscaldato in un bagno d’acqua prima dell’uso, perché si solidifica rapidamente.
  4. Importante: il rapporto è 99% di acqua e 1% di olio di neem.

Olio di neem per massaggi per gli esseri umani

  1. Mescola 5 cucchiai di olio d’oliva, olio di avocado o olio di canapa con 5 gocce di olio di neem e 15 gocce di olio di menta.
  2. Per le malattie fungine, l’olio dell’albero del tè può essere usato al posto dell’olio di menta giapponese.

Posso usare l’olio di neem anche sugli afidi?

Fondamentalmente, l’olio di neem non può essere usato per gli afidi, ma ci sono prodotti speciali con estratti di albero di neem che tengono i fastidiosi afidi lontani dalle tue piante.

L’olio di Neem è spesso usato in agricoltura perché non ha effetti nocivi sull’ambiente. Soprattutto per gli allevamenti di api in pericolo, l’applicazione con l’olio di neem non rappresenta un grande pericolo.

Con cosa posso mescolare l’olio di neem?

Per il controllo dei parassiti, l’aggiunta di olio dell’albero del tè, olio di geranio e olio di lavanda aumenta l’efficacia nella lotta contro i fastidiosi parassiti. Spruzza semplicemente la miscela sulla pianta interessata più volte al giorno.

Ma anche per la cura degli animali puoi mescolare l’olio di neem con acqua e l’emulsionante rimulgan. È composto da olio di rinius, sali di calcio anionici, antiossidanti e acidi oleici ionici. Non causano alcuna reazione tossica agli esseri umani o agli animali.

In allegato ti mostriamo un altro video su come puoi combattere gli afidi con mezzi naturali.

Cosa devo considerare quando applico l’olio di neem ai polli?

I polli spesso soffrono dei fastidiosi “pidocchi delle piume”. Questi distruggono le piume dei polli e si nascondono direttamente sulla chiglia e sul fusto della piuma delle ali.

I polli sono irrequieti, le piume sembrano di conseguenza arruffate e non brillanti. Di conseguenza, i polli non sono più protetti dalle intemperie e soffrono di prurito.

L’olio di Neem può avere un effetto positivo contro questi pidocchi delle piume. L’olio di neem interrompe la riproduzione dei parassiti. Dovresti spruzzarlo sui polli ogni tre giorni.

È importante notare che non si usa la soluzione al 100% dell’olio vegetale. Puoi fare il tuo spray o comprare una soluzione già pronta.

Fonte della foto: 123rf.com / Mirza Abdullah Beg

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni