Ultimo aggiornamento: 29/07/2021

Il nostro metodo

19Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

8Fonti e riferimenti usati

75Commenti valutati

L’olio d’oliva è intrinsecamente legato alla dieta mediterranea, tanto che è inconcepibile senza questo prodotto estratto dal frutto dell’olivo (Olea europaea), un albero dall’aspetto contorto la cui altezza massima è di quindici metri. L’oliva, come è conosciuto il frutto dell’olivo, è anche usato per scopi medicinali e cosmetici.

Anche se la produzione e il consumo di questo olio essenziale sono legati alla storia dei paesi che circondano il Mediterraneo, il suo uso nella gastronomia dei paesi che non lo producono è in aumento. È il caso degli Stati Uniti, un paese che ha consumato 300.000 tonnellate di questo articolo durante il 2017, secondo uno studio della scuola di business EAE.




Le cose più importanti in breve

  • Ci sono diversi tipi di olio d’oliva, ma il cosiddetto olio extravergine d’oliva è il più raccomandato, poiché il suo metodo di estrazione è ideale e i suoi componenti sono i migliori. Altri tipi sono: olio d’oliva vergine e olio d’oliva.
  • L’olio extravergine d’oliva contiene vitamina E, che previene l’ossidazione del colesterolo cattivo. Contiene anche polifenoli, sostanze chimiche che prevengono l’invecchiamento cellulare.
  • Ci sono centinaia di marche di olio extravergine di oliva. Per essere sicuri della sua qualità, è necessario controllare i criteri di acquisto come il suo grado di acidità, la varietà di olive da cui è stato prodotto e la sua durata di conservazione. È anche importante considerare l’uso che se ne farà per scegliere quello giusto.

I migliori oli extravergini d’oliva: i nostri preferiti

Esistono oli extravergini d’oliva adulterati, per questo è necessario corroborare la loro origine, la data di produzione e il tipo di olive utilizzate per la loro produzione. Ci sono oli monovarietali, cioè fatti da una sola varietà di olive, o miscele, fatte da diversi tipi. Ecco una lista dei migliori oli extra vergini d’oliva:

Guida all’acquisto: Cosa dovresti sapere sull’olio extravergine d’oliva

La coltivazione dell’oliva iniziò in Egitto, intorno al 2000 a.C. Tuttavia, è attraverso l’Impero Romano che l’uso dell’olio d’oliva si diffuse in tutto il Mediterraneo.

Oggi, questo olio essenziale è principalmente prodotto e consumato in paesi come Spagna, Italia ed Egitto. Tuttavia, il suo uso nella dieta di altri paesi sta diventando sempre più comune.

L’olio extravergine d’oliva contiene vitamina E, che previene l’ossidazione del colesterolo cattivo.
(Fonte: Dolgachov: 26175486/ Flickr.com)

Cos’è esattamente l’olio extravergine d’oliva?

L’olio extravergine d’oliva viene estratto dalle olive tramite spremitura a freddo. Questa procedura mira ad essere meno aggressiva per preservare le sue proprietà. L’olio extravergine d’oliva non deve contenere additivi o conservanti e grazie alla sua concentrazione di acido oleico (acido grasso monoinsaturo), la sua acidità è inferiore a 0,8°.

L’olio extravergine d’oliva è il più raccomandato nelle diete.

Anche se il suo prezzo è superiore a quello dell’olio vergine d’oliva, o olio d’oliva, le sue eccezionali proprietà benefiche e la sua bassa percentuale di acidi grassi polinsaturi lo rendono la migliore opzione di consumo. Inoltre, il suo sapore è più piacevole di quello di altre denominazioni.

C’è molta differenza tra l’olio extravergine d’oliva e l’olio vergine d’oliva?

La risposta è sì. L’olio extravergine d’oliva è il succo delle olive estratto ad una temperatura inferiore ai 35 gradi Celsius, senza additivi o conservanti. D’altra parte, l’olio d’oliva vergine, anche se non contiene additivi o conservanti, a causa di qualche errore nella sua estrazione, la sua acidità è solitamente superiore all’1 %, senza superare il 2 %.

Oltre all’olio extravergine di oliva e all’olio vergine di oliva, possiamo trovare anche il cosiddetto olio di oliva. Quest’ultimo, a differenza dei primi due, è una miscela di olio d’oliva raffinato con un’acidità superiore al 2% e olio d’oliva vergine o extravergine. L’olio d’oliva perde le sue proprietà salutari. Di seguito c’è una tabella con le differenze da considerare tra i tre oli sopra descritti:

Composizione Estrazione Acidità
Olio extravergine d’oliva Succo d’oliva senza conservanti o additivi Meno di 35 gradi centigradi Meno di 1 %
Olio d’oliva vergine Succo d’oliva senza conservanti o additivi Meno di 35 gradi Celsius Tra l’1% e il 2%
Olio d’oliva Miscela di succo d’oliva con olio raffinato contenente conservanti o additivi Fatto con vari processi chimici e meccanici Più del 2%

Quanto olio extra vergine d’oliva è consigliato consumare?

Diversi studi indicano che un consumo sano di olio extravergine di oliva dovrebbe essere di circa 40 millilitri al giorno per gli adulti. Oltre al suo sapore e alla sua vasta gamma di applicazioni gastronomiche, l’assunzione giornaliera di quattro cucchiai previene diverse malattie cardiovascolari.

Per i bambini si raccomandano 20 millilitri al giorno. Non dobbiamo perdere di vista il fatto che, anche se l’olio extravergine di oliva è benefico per la salute, alla fine niente in eccesso fa bene. È tutta una questione di equilibrio e una dieta senza olio è altrettanto dannosa quanto una in cui viene consumato in eccesso. È anche importante assicurarsi che quello che stai consumando sia davvero olio extravergine d’oliva.

Ci sono diversi tipi di olio d’oliva, ma il cosiddetto extravergine è il più raccomandato, poiché il suo metodo di estrazione è ideale e i suoi componenti sono i migliori. (Fonte: Volkov: 49883828/ Flickr.com)

Quali sono le proprietà benefiche dell’olio extravergine di oliva?

L’olio extravergine di oliva contiene polifenoli, un gruppo di sostanze chimiche presenti nelle olive che proteggono i lipidi del sangue dai danni ossidativi. L’olio extravergine di oliva contiene anche vitamina E, un antiossidante che protegge le cellule dai danni causati da sostanze chiamate radicali liberi.

Oltre alle sostanze menzionate sopra, l’olio extravergine di oliva contiene anche acido oleico, un acido grasso monoinsaturo che regola i livelli di colesterolo nel sangue. Di seguito una tabella che descrive le sostanze contenute nell’olio extravergine d’oliva e le loro rispettive proprietà benefiche:

Sostanza Proprietà
Acido oleico abbassa la pressione sanguigna, aiuta a ridurre il colesterolo cattivo e aumenta il colesterolo buono.
Polifenoli previene e riduce il diabete, le malattie cardiovascolari e neurodegenerative.
Vitamina A promuove una buona visione e aiuta lo sviluppo dei tessuti molli e delle ossa. È anche benefica per la pelle.
Vitamina D Aiuta il corpo ad assorbire il calcio e a mantenere un sistema immunitario sano.
Vitamina E Un grande antiossidante. Protegge le cellule dai danni causati da sostanze chiamate radicali liberi.
Vitamina K è vitale per la crescita e il rafforzamento delle ossa. Previene anche le malattie cardiache.

Come si dovrebbe consumare l’olio extravergine d’oliva?

L’olio extravergine d’oliva è ideale per preparare salse o condire insalate. Tuttavia, è anche raccomandato per friggere il cibo, poiché ha una temperatura di fumo di 185 ℃ (25 ℃ più alta degli oli di semi), che permette un minor trasferimento di grasso al cibo.

È importante menzionare che per friggere il cibo l’olio non dovrebbe fumare. Per quanto riguarda il momento della giornata, l’olio extravergine d’oliva è benefico in qualsiasi momento della giornata; tuttavia, alcuni esperti dicono che prenderne un cucchiaio al mattino aiuta a livellare il pH del nostro corpo.

Un altro dei benefici menzionati da alcuni specialisti è che riduce la stitichezza. Non bisogna dimenticare che ogni cucchiaio contiene 44 Kcal.

Criteri di acquisto

Ci sono centinaia di prodotti che affermano di essere olio extravergine di oliva. Tuttavia, secondo uno studio dell’Organizzazione dei Consumatori e degli Utenti (OCU) pubblicato nel 2018, su 41 marchi analizzati in Spagna, 21 non hanno soddisfatto i requisiti per offrire il loro prodotto con questa denominazione. Ecco cinque aspetti da considerare prima di acquistare il prodotto:

Purezza

Come già detto, gli oli extravergini d’oliva devono contenere succo d’oliva estratto a freddo e non devono contenere additivi o conservanti. Un altro aspetto da considerare è il grado di acidità, che, come già detto, deve essere inferiore a 0,8. Bisogna anche considerare le caratteristiche intrinseche del frutto utilizzato per produrre l’olio.

L’olio extravergine di oliva viene estratto dalle olive attraverso la spremitura a freddo.
(Fonte: Zidar: 61041516/ Flickr.com)

Utilizzo

L’olio extravergine di oliva è, senza dubbio, uno dei condimenti più utilizzati nella dieta mediterranea. Si usa direttamente in vari piatti, come olio da cucina o semplicemente spalmato sul pane con qualche grano di sale grosso e fette di pomodoro. Oltre ai suoi usi gastronomici, può anche essere usato per idratare la pelle e i capelli.

Varietà di olive

Anche se la varietà Picual è la più abbondante in Spagna, ci sono più di 200 specie di olive. Dipenderà da questi per sapere se è, per esempio, un olio con corpo e fruttato di oliva verde, come nel caso dell’olio fatto con la varietà Picual, o con un alto fruttato e un leggero piccante, come negli oli fatti con la varietà Empeltre.

Shelf life

L’olio extravergine di oliva mantiene le sue proprietà fino a 8 mesi dopo la frangitura. Gli esperti avvertono che tra gli otto e i dodici mesi questa denominazione perde parte dei suoi benefici, inclusa la vitamina E. Anche se l’olio, finché non viene mescolato con altre sostanze, non si deteriora, perderà il suo sapore e il suo aroma nel tempo.

Container

Tutto inizia con la coltivazione della pianta e la raccolta delle olive per la successiva molitura nel frantoio. Tuttavia, l’inizio del processo è importante quanto la fine. Per la sua conservazione, si raccomanda di tenere il contenitore ben chiuso, al buio e ad una temperatura media di 15 gradi centigradi.

Sommario

Oltre al suo sapore imbattibile e ai suoi molteplici benefici per la salute, l’olio extravergine d’oliva è un alimento versatile e può essere consumato in zuppe, insalate, per condire carne o pesce, per friggere alcuni cibi o semplicemente cucchiaiato o spalmato sul pane. Può anche essere usato come idratante naturale per la pelle e i capelli.

Ora che conosci i benefici e gli usi dell’olio extravergine d’oliva, e come si differenzia dagli altri nomi di questo prodotto, tutto quello che devi fare è scegliere un articolo che soddisfi le tue aspettative. È anche importante ricordare il metodo di conservazione descritto sopra, in modo da poter godere del prodotto scelto. In questo articolo ti abbiamo fornito tutte le informazioni di cui hai bisogno per scegliere l’olio extravergine di oliva giusto per te.

Aiutaci a raggiungere più persone condividendo e commentando i nostri contenuti!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Subbotina: 39033418/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni