Si è dovuto attendere fino all’Ottocento per lo sviluppo e l’evoluzione della penna stilografica, anche se le prime notizie su delle penne “a serbatoio” risalgono già al decimo secolo. Da allora (quale migliore occasione per dirlo) sono stati versati fiumi di inchiostro. E ancora oggi questi strumenti non passano mai di moda.

In effetti la fluidità e la facilità con le quali consentono di scrivere non è ancora stata superata, per questo tutt’oggi esiste un’ampia gamma di produttori e di design diversi che ti aiuteranno a trovare sempre la penna giusta per le tue esigenze e per il tuo budget. Continua a leggere se vuoi saperne di più sul sorprendente mondo delle penne stilografiche.

Le cose più importanti in breve

  • Le penne stilografiche sono composte dai seguenti elementi: il cappuccio, il corpo della penna, il sistema di ricarica dell’inchiostro, la clip e il pennino.
  • Le penne stilografiche consentono di scrivere in modo molto più fluido, fanno sperimentare meno fatica durante la scrittura ed ottenere un tratto molto più preciso.
  • Se hai deciso di acquistare una penna stilografica la prima cosa a cui dovresti pensare è quale uso ne farai. Ovviamente devi prendere in considerazione altri criteri di acquisto come il design, la qualità dei materiali, l’inchiostro e il pennino.

Le migliori penne stilografiche sul mercato: la nostra selezione

In questa sezione ti presentiamo una nostra selezione con le migliori penne stilografiche disponibili oggi sul mercato. Abbiamo cercato di includere articoli molto vari, pensando a diversi profili di utente e provando a coprire tutti i tipi di budget, ma naturalmente tutti i modelli che leggerai di seguito offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Parker

Al primo posto una garanzia d’eccellenza: questa penna stilografica Parker presenta una laccatura intensa di colore blu opaco, arricchita da accattivanti dettagli cromati oltre all’iconica clip a freccia tipica del marchio, e un pennino medio in acciaio inossidabile. L’acquisto include la confezione regalo e una cartuccia lunga di inchiostro quink blu.

Una penna stilografica elegante se non addirittura perfetta. Per gli utenti che l’hanno acquistata si tratta di “una meraviglia per gli occhi” ed è piacevolissima da utilizzare: struttura leggera che aiuta a tenerla bene in mano, scrittura fluida, lineare e senza intoppi, cartuccia capiente e di lunga durata. Ottimo infine il rapporto qualità-prezzo.

Borte

In seconda posizione questa fantasiosa penna stilografica in bambù proposta da Borte non solo come idea di regalo o a fini di collezione ma anche per l’uso quotidiano. Realizzata in vero bambù naturale, un materiale ecologico, la penna realizza una scrittura liscia con punta fine. Funziona con tutti i tipi di cartucce d’inchiostro di formato internazionale.

Anche questa una penna “bellissima” così come la custodia in legno. Elegante e funzionale, scrive benissimo col suo tratto medio-fine, in sintesi un ottimo prodotto che si adatta a tutti i tipi di cartucce tradizionali. Come confermano gli utenti che l’hanno acquistata, è una penna perfetta per tutti i giorni: la scrittura è perfetta e non lascia sbavature.

Pelikan

Proseguiamo la nostra classifica con un altro marchio ben noto ai professionisti e agli appassionati: la penna stilografica “Twist” di Pelikan ha una punta in acciaio inossidabile morbida e scorrevole, mentre il corpo è realizzato in resina. Presenta un tratto di scrittura M (Medium) e un’impugnatura ergonomica. Il cappuccio è a pressione senza clip.

Secondo il giudizio più che positivo degli utenti, la scrittura è scorrevole e il flusso di inchiostro regolare: non spande e la linea risulta gradevole e sobria. C’è chi l’ha acquistata su consiglio della grafologa perché aiuta a mantenere una presa corretta e una postura della mano adeguata. Impugnatura quindi comodissima e anche il design è accattivante.

Online

Al quarto posto questa penna stilografica “Newood” della Online offre tre pennini, da 0,4 mm, 1,4 mm e 1,8 mm, un calamaio di vetro con inchiostro marrone e un convertitore. Il tutto confezionato in una scatola realizzata in bambù, mentre il corpo e il cappuccio della penna sono realizzati in vero legno.

Penna in legno di bella fattura con inchiostro marrone chiaro, particolare ed elegante: secondo il parere dei suoi acquirenti si merita sicuramente cinque stelle. Con tutti e tre i pennini (varietà che consente di sbizzarrirsi nella scrittura manuale) la penna scrive bene e fluentemente. Una penna quindi “favolosa ed elegantissima” e l’inchiostro marrone rende la scrittura ancora più piacevole.

Visconti

Chiudiamo la nostra classifica con questa penna stilografica color blu di Visconti, disponibile allo stesso prezzo anche nella colorazione rossa mentre per il nero bisogna salire un po’ con il budget. Il cappuccio ha la chiusura magnetica e presenta una banda in argento con scritta elegante “Rembrandt”. Corpo in resina e confezione realizzata in pelle.

In sintesi una penna di altissima qualità, ben bilanciata e piacevole da tener tra le dita. La confezione è raffinata e quindi l’articolo risulta ottimo anche come idea per un regalo, mentre la scrittura si conferma fluida, scorrevole e veloce, con tratto netto e preciso. Una penna quindi leggera, maneggevole e allo stesso tempo semplice ed elegante.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle penne stilografiche

Se stai pensando di acquistare o regalare una penna stilografica è essenziale che tu tenga a mente una serie di aspetti importanti, non dimenticare infatti che esiste un’ampia varietà di modelli con caratteristiche anche molto diverse. In questa sezione ci proponiamo quindi di chiarire i principali dubbi che potresti avere al momento di scegliere la tua penna.

Le penne stilografiche sono composte da: cappuccio, corpo della penna, sistema di ricarica dell’inchiostro, clip e pennino. (Fonte: Gajus: 25244549/ 123rf.com)

Cosa sono esattamente le penne stilografiche?

Le penne stilografiche, a volte chiamate anche penne a stilo, sono strumenti di scrittura e di disegno che contengono un serbatoio di inchiostro liquido ricaricabile. L’inchiostro, che rimane nel serbatoio per effetto della pressione atmosferica, alimenta per mezzo della capillarità il pennino, la parte che entra in contatto con la carta.

Quali sono le parti di una penna stilografica?

Le penne stilografiche sono composte principalmente dai seguenti elementi: il cappuccio, il corpo della penna, il sistema di ricarica dell’inchiostro, la clip e il pennino. Il pennino si trova nella parte inferiore della penna ed è l’elemento dal quale fuoriesce l’inchiostro. Il corpo è il telaio della penna ed è la parte da dove si tiene la penna stilografica per scrivere.

Ne esistono di varie forme e dimensioni e possono essere realizzate con diversi materiali. Il sistema di ricarica dell’inchiostro, situato all’interno del corpo della penna, può funzionare con una cartuccia o con un convertitore. Il cappuccio invece è la copertura che protegge il pennino: può essere filettato o con chiusura a scatto. Infine la clip è l’elemento di supporto.

Irene C. KassorlaPsicologa e scrittrice

“La penna che scrive la storia della tua vita deve essere sostenuta dalla tua stessa mano”.

Qual è la composizione dell’inchiostro nelle penne stilografiche?

Il tipo di inchiostro utilizzato determinerà in gran parte la qualità finale dei caratteri o delle illustrazioni che vuoi mettere sulla carta. In generale gli inchiostri delle penne stilografiche sono composti da solventi, pigmenti e coloranti: il colore dell’inchiostro è definito dai pigmenti usati.

Le diverse combinazioni di pigmenti e diverse proporzioni di glicerina, acqua distillata e resina consentono di creare le molteplici varietà di colori e intensità. In generale si distinguono quattro tipi di inchiostri: fluorescente, brillante, pigmentato e non pigmentato. L’inchiostro è venduto in cartucce ricaricabili, convertitori o calamai.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle penne stilografiche?

Con le penne stilografiche si scrive molto più fluentemente, si sperimenta meno fatica durante la scrittura e si ottiene un tratto molto più preciso, inoltre non cessano di essere un simbolo di distinzione con cui mostrare il proprio stile personale. Di solito presentano design molto eleganti ed accurati.

D’altro canto le penne stilografiche sono molto più costose delle penne a sfera, inoltre sono generalmente fragili e necessitano di una manutenzione frequente. In ogni caso non vi è alcun dubbio che i loro vantaggi superino di gran lunga gli svantaggi: nella tabella che segue ne hai un elenco.

Vantaggi
  • Hanno disegni molto eleganti
  • Ti consentono di mostrare il tuo stile personale
  • Sono un simbolo perfetto di distinzione
  • Sono un’opzione stupenda per un regalo
  • Provocano meno fatica nello scrivere
  • Aiutano a tracciare linee precise nei disegni
Svantaggi
  • Sono più costose delle penne a sfera
  • Sono più fragili e necessitano di una manutenzione frequente

Per chi è consigliabile acquistare una penna stilografica?

Le penne stilografiche sono consigliate a qualunque persona che desideri godersi il piacere di una scrittura molto più soave e fluida. In particolare sono particolarmente indicate per gli studenti e i professionisti che hanno bisogno di scrivere a mano molto spesso, ma sono anche molto utili per i vignettisti e gli illustratori.

Quali tipi di penne stilografiche esistono?

Esistono molti modi per classificare le penne stilografiche: come vedremo più avanti, uno potrebbe essere in base allo spessore del tratto. Un’altra possibilità è invece data dalla forma del pennino: in questo caso si possono distinguere penne con una punta rotonda che sono le più comuni e quelle con un pennino di tipo italico, che di solito sono più larghi e più piatti.

Gli inchiostri delle penne stilografiche sono composti da solventi, pigmenti e coloranti. (Fonte: Luca Bertolli: 31676377/ 123rf.com)

Quali cure necessita una penna stilografica?

Prima di tutto è importante conservarle nella loro custodia in modo da evitare che si deteriorino. Inoltre conviene di tanto in tanto pulirle e per farlo è necessario rimuovere la cartuccia di inchiostro o scaricare lo stantuffo. Una volta fatto, dovresti lasciarle per un po’ immerse nell’acqua calda, asciugarle con della carta assorbente e infine ripassare l’alloggiamento con un panno.

L’intero processo può richiedere tra le due ore e i due giorni, a seconda del tipo e dello stato della penna. Per il resto è importante evitare che ricevano dei colpi o che subiscano cadute accidentali. Inoltre si consiglia di non premere con troppa forza quando si scrive, non dimenticare che sono strumenti di scrittura delicati.

W. ShakespeareScrittore

“La penna è più potente della spada”.

Criteri di acquisto

Al momento di comprare la tua penna stilografica devi prendere in considerazione una serie di criteri di acquisto: noi abbiamo selezionato quelli che riteniamo i più importanti, in modo da farti avere una guida completa e aiutarti a fare la scelta giusta in base al tuo stile e alle tue esigenze.

  • Utilizzo
  • Design
  • Qualità dei materiali
  • Inchiostro
  • Tipo di punta

Utilizzo

A seconda dell’utilizzo che farai della penna potresti essere interessato a scegliere un modello oppure un altro. Se ti serve per prendere appunti all’università ovviamente non ti sarà molto conveniente usare una penna stilografica come la Montblanc 114, il cui prezzo supera i 400 euro. È perciò importante considerare in quale ambiente e con che frequenza la utilizzerai.

Le penne stilografiche sono consigliate a qualunque persona che desideri godersi il piacere di una scrittura molto più soave e fluida. (Fonte: Gajus: 29990679/ 123rf.com)

Design

Quando pensi al design della penna stilografica non devi farlo solo dal punto di vista dell’estetica e dell’immagine: anche la forma e le dimensioni sono altri due aspetti che non puoi ignorare. In questo senso è importante tenere in conto le dimensioni e la forma della tua mano in modo da poter scegliere il design più comodo possibile.

Per il resto dovresti considerare quale immagine vuoi trasmettere di te stesso: i modelli più sobri sono ideali per gli ambienti professionali, mentre design più sorprendenti ti consentono di mostrare un’immagine più giovane e casual. In definitiva la scelta finale dipenderà principalmente dai tuoi gusti personali.

Qualità dei materiali

Innanzitutto dovresti verificare la robustezza della penna, sapendo che un modello di qualità e ben mantenuto deve durare a lungo, inoltre ti conviene assicurarti che sia semplice da montare e da smontare e che si trovi ruotata. Per quanto riguarda il pennino, deve essere realizzato con materiali di qualità: l’acciaio ad esempio è una buona opzione.

Può anche essere in oro ma in questo caso il prezzo aumenta di molto. L’acciaio rappresenta già un’opzione eccellente per il corpo della penna dato che garantisce un’adeguata protezione del contenuto e una durabilità maggiore. Se invece scegli un modello in plastica godrai di un materiale più leggero anche se meno resistente.

Inchiostro

Una penna senza inchiostro è completamente inutile, perciò è importante considerare anche questo fattore al momento dell’acquisto di una penna stilografica. La maggior parte dei produttori che vendono in Europa usano una cartuccia modello chiamata “cartuccia europea”, “cartuccia standard” o “cartuccia universale”.

È possibile trovarle in due dimensioni, corta o lunga. Tuttavia alcuni produttori, principalmente giapponesi e americani, usano le proprie cartucce. D’altro canto anche alcuni utenti preferiscono caricare le penne con dei calamai. Nella tabella successiva puoi vedere le caratteristiche dei due formati di “cartuccia europea”.

Corta Lunga
Lunghezza 72 mm. 38 mm.
Volume 1,45 ml. 0,75 ml.

Tipo di punta

Se c’è un elemento fondamentale nella penna stilografica questo è il pennino: i più comuni sono l’EF (Extrafine in inglese), l’F (Fine in inglese), l’M (Medium in inglese) e il B (Broad in inglese). Inoltre ci sono opzioni intermedie come l’FM che rientra tra fine e medio. I pennini possono anche contenere dei numeri per indicare i millimetri delle punte.

Alcune marche aggiungono altre due lettere che vengono posizionate prima di quelle classiche: aggiungono la lettera S (Soft in inglese) o H (Hard in inglese). Pertanto è possibile trovare un pennino SM, morbido e di medie dimensioni, mentre alcune penne hanno solo la lettera Z (Zoom in inglese) per indicare la variazione del getto di inchiostro a seconda dell’inclinazione. Puoi saperne di più in questa tabella.

Lettera Significato
EF Extrafine.
F Fine.
M Media.
B Larga.
S Morbida.
H Dura.
Z Zoom.
L Per mancini.
R Per destrimani.

Conclusioni

Le penne stilografiche ci ricordano la tipica immagine dello scrittore romantico di fine secolo XIX, per questo potrebbero essere pensate come un articolo vecchio stile: niente è più lontano dalla realtà dato che continuano a essere un’opzione fantastica per coloro che desiderano godersi una scrittura più soave e fluida. Inoltre sono un simbolo perfetto di distinzione.

Naturalmente rappresentano anche il regalo perfetto, quello che ti accompagnerà per tutta la vita. Ad oggi ne esistono diversi modelli con caratteristiche e prezzi molto differenti: per scegliere il modello giusto devi tenere a mente una serie di criteri di acquisto, come il design, i materiali, l’inchiostro o il tipo di punta che utilizzerai.

Se ti è piaciuta la nostra guida completa sulle migliori penne stilografiche del 2019 lasciaci un commento e condividi l’articolo sui tuoi social network. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Sergii Kumer: 43649148/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.