Ultimo aggiornamento: 05/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Vernice acrilica dentro un pennarello? Se sei nel mondo del disegno, è più probabile che tu li conosca, perché i pennarelli acrilici non sono così famosi come altri tipi di pennarelli, ma sono un metodo molto interessante per applicare questo tipo di vernice.

Se ti sei mai chiesto se esiste uno strumento che ti permette di applicare la vernice acrilica in modo più preciso e veloce, sia per i disegni, le lettere o le attività con i bambini. Allora questo strumento potrebbe essere una buona scelta. Se vuoi saperne di più su questi marcatori, te lo rendiamo facile con questa guida in modo che tu possa scegliere quello giusto per te.




Sommario

  • I pennarelli acrilici sono utili per tutti i tipi di persone (artisti, bambini, dilettanti, ecc.) e una varietà di casi (per fare regali, sistemare mobili, scrivere, ecc.) quindi non devi limitarti se non sei un artista professionista.
  • Grazie ai pennarelli acrilici puoi applicare vernice atossica e a base d’acqua in modo preciso e pulito, stimolando così la tua creatività per ottenere risultati diversi.
  • Per scegliere i marcatori acrilici che meglio si adattano all’uso che vogliamo farne, è utile sapere un po’ di più sulle loro caratteristiche, quindi ti aiutiamo con questa guida, in modo che tu possa ottenere il massimo da questo interessante strumento.

Pennarelli acrilici: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Nel caso tu non sappia da dove iniziare o non sappia molto su questo tipo di marcatori, abbiamo fatto una selezione dei più eccezionali, così puoi farti un’idea di ciò che il mercato ha da offrire. Ecco i nostri consigli.

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sui marcatori acrilici

Dato che i marcatori acrilici sono poco conosciuti, potresti avere domande e dubbi, ma nessun problema, non importa cosa ti ha portato a questo articolo, ti aiuteremo a rispondere.

I marcatori acrilici sembrano molto simili ad altri marcatori a base d’acqua o di alcol. (Fonte: Kelly Sikkema: Nlax2tu89bU/ unsplash)

Cosa sono esattamente i pennarelli acrilici?

I pennarelli acrilici non sono altro che pennarelli che hanno all’interno della vernice acrilica, che viene rilasciata attraverso una punta retrattile che permette di applicarla ad una moltitudine di superfici. Ora, cos’è la vernice acrilica, è una vernice non tossica, stabile e ad asciugatura rapida che può dissolversi nell’acqua quando è bagnata, ma respinge l’acqua quando è asciutta(3, 4).

Questi marcatori sono disponibili in una varietà di colori inclusi quelli metallici. Possono anche avere diversi tipi di punte che possono essere intercambiabili. La vernice può essere ricaricabile o meno e una delle sue caratteristiche principali è come la tecnica ti permette di applicare la vernice in modo più accurato, veloce e pulito(4).

Quali usi si possono fare dei pennarelli acrilici?

Che uso possiamo fare della vernice acrilica e della sua applicazione attraverso i pennarelli in particolare? Per farlo, abbiamo bisogno di sapere cosa può fare per noi, quindi per prima cosa riassumeremo i vantaggi e gli svantaggi della vernice acrilica(4):

Vantaggi
  • Asciugatura rapida
  • Durata nel tempo
  • Adatto sia per interni che per esterni
  • Solubile in acqua
  • Ampia gamma di colori tra cui lucido, fluorescente e metallico
  • Quasi inodore
  • Non tossico
  • Resistente all”acqua
  • Resistente alla luce
  • Applicabile su una moltitudine di superfici
Svantaggi
  • L”asciugatura veloce significa anche che devi disegnare o mescolare i colori più velocemente

E dall’altra parte i vantaggi e gli svantaggi della sua applicazione con i pennarelli, che ovviamente possono essere usati praticamente per qualsiasi cosa tu possa pensare. Alla fine è una risorsa diversa che può ispirare la tua creatività, ma alcuni dei suoi usi più eccezionali sono:

Vantaggi
  • Precisione, velocità e pulizia
  • Applicazione per il lettering
  • Ideale per fare bordi e linee dritte
  • Miscelazione con altre tecniche come l”aerografo o il pennello
  • I marcatori sono più facili da trasportare rispetto a bottiglie e pennelli
Svantaggi
  • Se non usati frequentemente o chiusi male, possono asciugarsi

Come si usano i marcatori acrilici?

Come detto sopra, i marcatori acrilici hanno una punta retrattile che rilascia l’inchiostro dall’interno, quindi per utilizzare i marcatori acrilici basta seguire alcuni semplici passi

  1. Scuoti la penna su e giù prima di togliere il cappuccio, probabilmente sentirai la piccola palla di miscelazione all’interno.
  2. Rimuovi il tappo e premi delicatamente la punta verso il basso, pompando su una superficie di scarto come la carta straccia fino a quando la vernice non inizia a uscire, ma sii paziente.
  3. Infine, puoi usare il pennarello, basta pompare di nuovo la punta quando hai bisogno di più inchiostro e hai finito.

È importante conservare i pennarelli a temperatura ambiente, ben chiusi e in posizione orizzontale.

Qual è la differenza tra i pennarelli acrilici e quelli permanenti?

Può essere abbastanza comune confondere i marcatori acrilici con quelli permanenti, questi ultimi sono molto più conosciuti e hanno molta più offerta, ma i marcatori acrilici sono anche permanenti, quindi non preoccuparti perché attraverso questa tabella ti spieghiamo le loro differenze e somiglianze(2, 5):

Questi marcatori sembrano molto simili all’esterno ed entrambi sono permanenti, ma senza dubbio, la loro principale differenza è il contenuto, il risultato e la tossicità.

Su quali materiali possono dipingere i pennarelli acrilici?

I pennarelli acrilici hanno la versatilità di dipingere su molti tipi di superfici. In generale queste sono le superfici su cui possono essere utilizzate, anche se per essere sicuro puoi leggere la descrizione del prodotto, dato che alcuni sono più orientati ad alcune superfici che ad altre(1)

  • Legno
  • Carta
  • Cartone
  • Tela
  • Fotografie
  • Plastica
  • Tessuto
  • Pareti
  • Pietre
  • Metallo
  • Vetro
  • Alcuni tipi di ceramica

È importante notare che su legno e tessuto, per esempio, si raccomanda di dare il primer. D’altra parte, sul vetro e su alcuni tipi di plastica la vernice può essere facilmente pulita. (Fonte: Sigmund: OV44gxH71DU/ unsplash)

Criteri di acquisto

Ora che sappiamo un po’ di più sui marcatori acrilici, ti mostriamo le cose più importanti da considerare, in modo che tu possa scegliere quelli giusti per te in modo pratico e sensato:

Dimensione

Quando cerchiamo i marcatori acrilici, possiamo anche trovare le parole marcatore acrilico, e anche se sono usati in modo intercambiabile, la parola marcatore di solito ha la connotazione, la percezione o l’uso di essere più grande. Indipendentemente da come li vuoi chiamare, i marcatori acrilici hanno la caratteristica di essere molto grandi, quindi abbiamo stabilito questa categoria per differenziarli

  • Marcatore acrilico o pennarello: con una punta di 0,7-15 mm.
  • Marcatore acrilico: la dimensione della loro punta varia da 15 a 60 mm, quindi più sono grandi, più è grande la loro dimensione complessiva e meno assomiglia ad un tipico pennarello. Possono essere conosciuti per il loro uso per graffiti e/o disegni murali.

C’è la possibilità che tu stia cercando uno di questi marcatori giganti e forse con la parola marker puoi trovarli prima.

Tipo di punta

Un fattore importante quando si cerca un marcatore acrilico è il tipo di punta e questo dipenderà dall’uso che ne farai e dall’effetto che vuoi ottenere. Un fattore comune a queste penne è che la punta è rigida, quindi ecco i tipi di punte che puoi trovare(2)

  • Fine (0,7-2 mm): Perfetto per la precisione e i dettagli.
  • Medio (2-3 mm): con uno spessore medio di solito hanno molti usi e sono una buona scelta quando non sai quale comprare.
  • Spessore (3-15 mm): Questo tipo di spessore è solitamente utilizzato sia per creare bordi che per riempire.
  • Doppio: si tratta di due punte di diverse dimensioni che si trovano alle estremità dei pennarelli. Sono molto pratiche per non dover comprare troppi pennarelli.
  • Rotondo: Come suggerisce il nome, l’estremità della punta è emisferica e il suo spessore può essere variabile.
  • Pennello: Ha una forma conica che imita la forma del classico pennello piccolo. Questa struttura si trova spesso nelle penne a punta fine, perché è perfetta per i dettagli.
  • Smussato: La punta smussata ha una forma cuneiforme, cioè a seconda della forma della penna, apparirà una linea più larga o più stretta.
  • Piatto: può essere quadrato, rettangolare, circolare, ecc., comune ai marcatori acrilici più spessi, ideale per coprire superfici più grandi.

Ricariche

Quando cerchiamo questo tipo di pennarelli e soprattutto se abbiamo intenzione di usarli a lungo termine, è importante che cerchiamo la possibilità di poterli ricaricare, oltre ad avere punte intercambiabili, in questo modo saranno più economici e migliori per l’ambiente.

Inoltre, se queste ricariche sono compatibili con la vernice che si usa con altre tecniche, come pennello, aerografo o spray ancora meglio, otterremo una maggiore versatilità se questo sarà il nostro uso. È importante considerare questo, dato che con alcuni pennarelli la composizione della vernice cambia a tal punto che non è consigliabile mescolarla con la vernice acrilica di altre tecniche.

Le ricariche sono solitamente compatibili con una marca o un modello specifico, è essenziale tenerlo a mente, dato che potresti non essere in grado di ricaricare il tuo pennarello con qualsiasi tipo di vernice acrilica. (Fonte: wilcox: PAY5d8Bzqf0/ Unsplash)

Rapporto qualità/prezzo

Ci sono marcatori acrilici di fascia alta e bassa sul mercato. Nel decidere quale scegliere, il nostro budget avrà senza dubbio un’influenza, ma la cosa più importante è che la qualità sia in linea o migliore del prezzo, che è quello che tutti cercano alla fine. Ecco perché ti daremo qualche consiglio in più per aiutarti a decidere di cosa hai bisogno

  • Se hai bisogno di un solo colore alla volta, vale la pena comprare un solo marcatore, anche se costa un po’ di più per unità.
  • Se hai bisogno di più colori, non ha molto senso comprarli separatamente, perché un pacchetto è molto più economico.
  • Per i principianti è meglio iniziare con alcune confezioni di colori che includono i colori di base e con l’esperienza probabilmente vorrai espandere la collezione.
  • Gli artisti professionisti avranno probabilmente bisogno di spendere di più per ottenere una qualità più alta, ma per un lavoro artigianale una tantum per i bambini, per esempio, questo non sarà necessario.

Sommario

Ti piace disegnare, scrivere o fare arti e mestieri, da solo o con i bambini, o vuoi solo fare qualche ritocco occasionale a qualche parte del tuo arredamento? Allora i pennarelli acrilici potrebbero essere una buona opzione per te.

Sono anche facili da trasportare e adatti a tutti i livelli. Ora che hai questa guida non hai scuse per trovare quelli che soddisfano le tue esigenze, prendili e raccontaci la tua esperienza nei commenti.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Q: mOuwwaMME/ Unsplash)

Riferimenti (5)

1. Castro S, Dávila Rodas M C, Parra A P. Expresión y representación de bases textiles y su aplicación en la ilustración de la moda. Alzuay: Universidad del Azuay. Facultad de Diseño; 2011 [citado 29 ago 2021].
Fonte

2. González Vázquez M.Técnicas no reversibles de dibujo: el dibujo con rotulador. [Internet]. Madrid: Universidad Complutense de Madrid. Facultad de Bellas Artes; 2020 [actualizado 26 may 2020; citado 23 ago 2021].
Fonte

3. Malta Bautista S, Morán Franco M. Las técnicas pictóricas como herramienta motivadora del arte. Guayaquil: Universidad de Guayaquil. Facultad de Filosofía, Letras y Ciencias de la Educación. Mención Arte; 2011 [citado 23 ago 2021].
Fonte

4. Morilla Chinchilla S. Material docente para la didáctica de los procedimientos y materiales de la pintura al seco en la asignatura de pintura mural del Grado de Bellas Artes. [Internet]. Madrid: Universidad Complutense de Madrid. Facultad de Bellas Artes; 2021 [actualizado 16 jul 2021, citado 23 ago 2021].
Fonte

5. Sánchez Pons M. Acercamiento a la evolución histórica y tecnológica de los materiales pictóricos empleados en el grafiti y arte urbano. Ge-conservación. 2016;10, 2016, 146-159 [citado 29 ago 2021].
Fonte

Perché puoi fidarti di noi?

Lavoro di laurea
Castro S, Dávila Rodas M C, Parra A P. Expresión y representación de bases textiles y su aplicación en la ilustración de la moda. Alzuay: Universidad del Azuay. Facultad de Diseño; 2011 [citado 29 ago 2021].
Vai alla fonte
Materiale per l'insegnamento
González Vázquez M.Técnicas no reversibles de dibujo: el dibujo con rotulador. [Internet]. Madrid: Universidad Complutense de Madrid. Facultad de Bellas Artes; 2020 [actualizado 26 may 2020; citado 23 ago 2021].
Vai alla fonte
Lavoro di laurea
Malta Bautista S, Morán Franco M. Las técnicas pictóricas como herramienta motivadora del arte. Guayaquil: Universidad de Guayaquil. Facultad de Filosofía, Letras y Ciencias de la Educación. Mención Arte; 2011 [citado 23 ago 2021].
Vai alla fonte
Materiale per l'insegnamento
Morilla Chinchilla S. Material docente para la didáctica de los procedimientos y materiales de la pintura al seco en la asignatura de pintura mural del Grado de Bellas Artes. [Internet]. Madrid: Universidad Complutense de Madrid. Facultad de Bellas Artes; 2021 [actualizado 16 jul 2021, citado 23 ago 2021].
Vai alla fonte
Articolo della rivista
Sánchez Pons M. Acercamiento a la evolución histórica y tecnológica de los materiales pictóricos empleados en el grafiti y arte urbano. Ge-conservación. 2016;10, 2016, 146-159 [citado 29 ago 2021].
Vai alla fonte
Recensioni