Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

25Prodotti analizzati

16Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

100Commenti valutati

Originario dell’America, il peperoncino è una spezia che ha conquistato il mondo. Sia su uno spiedino che come condimento culinario, fanno parte della nostra gastronomia e di quella di molti paesi. Si possono trovare in ricette diverse come il curry, i noodles o i condimenti. Si trovano anche in uno dei pinchos più tipici del nord della Spagna: “gildas”.

Hanno anche numerosi benefici per la salute, come un’alta concentrazione di vitamina C e ferro. La loro piccantezza può anche essere afrodisiaca. Se ancora non conosci tutte le loro proprietà e hai dubbi sulle diverse varietà, leggi questo articolo! Qui ti diciamo tutto quello che devi sapere sui peperoncini.




Le cose più importanti da sapere

  • L’uso dei peperoncini è diffuso in tutto il mondo. Dall’America Latina all’Asia, inclusa la Spagna, ovviamente, dove abbiamo una varietà autoctona.
  • È uno dei condimenti da cucina più antichi del mondo. Viene usato dagli stufati in Sud America al curry in India e in Thailandia. Troviamo i peperoncini in una moltitudine di piatti gustosi, sia cotti che crudi.
  • Non sono solo noti per il loro gusto squisito. I peperoncini hanno notevoli benefici per la salute: da antinfiammatorio ad afrodisiaco. Non esitare a includere il peperoncino nei tuoi piatti. Se non ti piacciono i peperoncini, ecco come puoi ridurli.

Peperoncini: la nostra selezione

Guida all’acquisto: Cosa devi sapere sui peperoncini

Peperoncini, peperoncini, peperoncini piccanti o guindillas, a seconda del paese. Il peperoncino è un condimento che si può trovare quasi ovunque nel mondo. Oggi si usa per preparare di tutto, dal ceviche peruviano al curry thailandese. Continuiamo a conoscerli!

bolsas con guindillas

Ci sono molte varietà di peperoncini rossi e verdi nel mondo. (Fonte: v2osk gY-WgPBe5v/Unsplash)

Cosa sono i peperoncini?

Sono piccoli peperoni verdi che, a seconda della varietà, possono diventare gialli o rossi durante la maturazione. Possono anche essere caldi o dolci. In Spagna, i peperoni sono solitamente dolci e non piccanti. Inoltre, ci sono diverse varietà: italiana, lunga o corta.

Allo stesso modo, tutti i peperoncini, sia lunghi che corti, sono chiamati “guindilla”. In America Latina, invece, si chiama chili o aji. È considerato uno dei condimenti più antichi.

A differenza di altre varietà alimentari provenienti dall’America, il peperoncino è stato introdotto rapidamente nel cibo europeo. E furono accettati non appena arrivarono, portati da Cristoforo Colombo. Caldo o no, il fatto è che un buon piatto include sempre un peperoncino per garantire il suo sapore.

Quali sono le proprietà del peperoncino?

Oltre al loro sapore unico e a tutte le ricette che si possono fare con loro, i peperoncini hanno numerosi benefici per la salute. Ingeriti in piccole quantità, possono fornire una serie di benefici ai consumatori.

  • Riducono il colesterolo
  • Stimola la circolazione sanguigna e respiratoria
  • Accelera il metabolismo
  • Hanno più vitamina C degli agrumi, ma poiché vengono consumati in piccole dosi, ne forniscono meno quantità
  • Contengono anche vitamina A, E e ferro
  • Aiuta a regolare la temperatura del corpo
  • Sono decongestionanti durante un raffreddore
  • Sono un afrodisiaco

Quali precauzioni dovresti prendere quando consumi il peperoncino?

Non dovresti abusare del consumo di peperoncino se soffri di bruciori di stomaco, ulcere, epatite o emorroidi. Ciò è dovuto alla piccantezza di questo cibo. Pertanto, consumare peperoncini può peggiorare queste condizioni.

Inoltre, se vogliamo evitare che i nostri stufati siano troppo piccanti, è meglio cucinare i peperoncini interi o a pezzi grandi. In questo modo possono essere rimossi una volta cotti. D’altra parte, se vuoi migliorare questa qualità, più piccoli sono i pezzi, meglio è.

guindillas

La “gilda” è un tipico pincho del nord della Spagna con piparras. (Fonte: Inigo De La Maza: eFvv2JgcBpI /unsplash)

Come ammorbidire la piccantezza dei peperoncini?

Per ridurre la sensazione di bruciore in bocca e nello stomaco, puoi bere un bicchiere di latte. La piccantezza nei peperoncini si trova nei nervi e nei semi. Per ridurlo, puoi rimuoverlo e perderà la maggior parte della sua forza.

Una volta consumato, per ridurre il bruciore, dovresti evitare di bere acqua o bevande gassate. È meglio consumare prodotti caseari. Anche il pangrattato e il riso ti aiuteranno a “sopportare” il piccante.

Quali sono le caratteristiche dei peperoncini Ibarra?

Il peperoncino Ibarra è una varietà coltivata a Tolosaldea. Cresce in un clima totalmente diverso da quello nativo, con estati miti e piovose. Questo significa che sviluppa meno capsaicina, che è la sostanza che punge.

Allungato, liscio, dritto e di colore giallo-verde, è un peperoncino molto particolare. Di solito viene consumato sotto aceto, sia in Spagna che nel resto d’Europa e negli Stati Uniti. Saltati, crudi, fritti o come condimento negli stufati, i peperoncini sono una vera prelibatezza.

Quali sono i peperoncini più piccanti del mondo?

Se sei abbastanza audace da sperimentare i sapori più intensi, ecco i peperoncini più piccanti del mondo, hai il coraggio di provarli?

  1. Mietitore della Carolina o Carolina Reaper. È stato dichiarato il peperoncino più piccante del mondo dal Guinness dei primati nel 2013.
  2. Trinidad Scorpion Butch T. Questo peperoncino è così piccante che dovrebbe essere maneggiato con guanti protettivi. Il contatto con gli occhi può causare cecità momentanea.
  3. 7 pentola Douglah. Oltre ad essere uno dei più caldi del mondo, è considerato il più gustoso. Il suo colore cambia dal verde a un rosso più scuro al momento della sua maturazione ottimale.
  4. Peperoncino tabasco. Frutto dell’arbusto omonimo che cresce fino a 2 metri di altezza. È originario del Messico.
  5. Peperoncino rosso habanero. Per molto tempo è stato considerato il pepe più piccante del mondo. È molto piccolo e ha un colore intenso.

Sapevi che la piccantezza dei peperoncini si trasmette attraverso il tatto? Ecco perché è consigliabile maneggiarli con i guanti

Criteri di acquisto

Ci sono molte varietà di peperoncini, quindi è consigliabile valutare alcuni criteri per scegliere i migliori. Pertanto, di seguito ti diremo cosa dovresti prendere in considerazione quando scegli questo alimento.

Tipi di presentazione

Questo prodotto può essere trovato sul mercato in varie forme. A seconda dell’uso che ne farai, ti consigliamo di scegliere l’uno o l’altro:

  • Sottaceto. I peperoncini sono solitamente utilizzati crudi su spiedini o mangiati da soli in una tapa. Come abbiamo già detto, la tapa più popolare con i peperoncini sottaceto è la “gilda”. Possono anche essere usati come guarnizione per i cordobes salmorejo, dato che danno un tocco croccante e piccante.
  • Secco. Si ottengono dall’essiccazione dei peperoni, che ne esalta il sapore e la piccantezza. Interi o no, di solito si usano negli stufati. Possiamo anche fare il nostro olio al peperoncino. È facile come metterne diversi in una bottiglia di buon olio d’oliva. Lascialo macerare per qualche settimana e potrai godere di un sapore intenso con un tocco piccante.
  • In polvere o in fiocchi. Dal peperoncino essiccato troviamo queste due presentazioni. In forma di polvere, viene solitamente utilizzato per insaporire gli stufati. Mentre in scaglie, è più comunemente usato crudo per aggiungere un tocco piccante a qualsiasi nostro piatto.

Come puoi vedere, è un ingrediente molto versatile che viene utilizzato in diversi tipi di piatti.

guindilla en polvo

La polvere di peperoncino rosso viene solitamente consumata cruda, come guarnizione per gli stufati (Fonte: chili-powder-2198805_1920/Unsplash)

Conservazione

I due modi per conservare i peperoncini sono in salamoia o essiccati:

  • I peperoncini in aceto sono un modo molto economico e gustoso per mantenerli freschi per mesi. Il modo più semplice è quello di metterli in un barattolo di vetro con aceto di vino, sale e acqua. Da questo semplice sottaceto, possiamo includere una varietà di ingredienti per un sapore aggiuntivo.
  • Per essiccare i peperoncini, abbiamo due opzioni: essiccarli nel forno o lasciarli essiccare all’aria, in una zona dove sono esposti alla luce diretta del sole. Come per l’aceto, questa è un’ottima alternativa per dare loro una lunga durata.

A seconda della forma di conservazione, saranno utilizzati per un tipo di ricetta o un altro.

Varietà

Esiste un’enorme varietà di peperoncini, poiché vengono consumati in molte parti del mondo. Ecco le varietà più tipiche. In questo modo, conoscerai le caratteristiche di ognuno al momento dell’acquisto.

  • Peperoncini freschi grandi: Non sono molto piccanti e possono essere usati per fare i peperoncini in aceto.
  • Peperoncini secchi interi: Sono mediamente piccanti. Sono ampiamente utilizzati in India e nel sud-est asiatico. Sono ampiamente utilizzati nelle paste al curry.
  • Piccoli peperoncini rossi: Sono molto piccanti e sono molto usati nella cucina tailandese.
  • Piccoli peperoncini verdi: Hanno un livello di calore intermedio. Sono molto usati negli stufati indiani.
  • Peperoncini sottaceto: Una variante che viene cotta e conservata in aceto e zucchero. Con un livello intermedio di calore, sono comunemente usati nelle ricette di noodle.
  • Peperoncino in polvere: Ha un colore rossastro intenso ed è molto piccante, poiché viene macinato insieme ai semi. Viene utilizzato come condimento extra.
  • Fiocchi di peperoncino. Simile alla polvere, ma in piccoli pezzi. Sono meno piccanti e possono essere usati per fare il tuo olio al peperoncino.

Caldo

La scala Scoville determina il livello di piccantezza dei peperoncini. È stato creato dal chimico americano Wilbur Scoville nel 1912. Questa scala va da 5 milioni per la capsaicina pura a 0 per il comune pepe verde (che è dolce).

Come detto sopra, per ridurre il calore, rimuovi i nervi e i semi. Inoltre, se scegli una varietà molto forte, usa i guanti quando li tagli. Questo eviterà il contatto con gli occhi, dato che può essere molto irritante.

Riassunto

Questo frutto originario dell’America Latina si trova nei piatti di tutto il mondo. Che sia crudo, sottaceto, essiccato o in polvere, il peperoncino è un condimento che aggiunge un sapore molto speciale al cibo. In Spagna abbiamo una varietà autoctona con caratteristiche speciali.

Più giallastro e leggero, il peperoncino Ibarra cresce in un clima mite e piovoso, molto diverso dal resto delle specie coltivate nei climi tropicali. Ma non è solo il suo gusto che si distingue. I peperoncini hanno anche proprietà molto benefiche per la salute, come un’alta concentrazione di vitamina C.

Se sei arrivato fin qui, probabilmente hai imparato qualcosa di nuovo sui peperoncini – speriamo che l’articolo ti sia piaciuto e che lo condividerai con noi!

(Fonte dell’immagine: Jonathan Niederhoffer: K0XJWUN1FzA/ unsplash)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni