Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

114Commenti valutati

A chi non piace la musica? La vita non è migliore se accompagnata da piacevoli melodie? Si dice che la musica sia il linguaggio dei sentimenti. Perché gli esseri umani amano sentire. Ecco perché ascolta. Ma questa non è la cosa migliore. La cosa interessante inizia quando decidiamo di essere i creatori di quei suoni. E tu sei qui perché hai preso questa saggia decisione. La decisione di suonare il pianoforte.

Il pianoforte è uno degli strumenti più belli che esistano. È stato utilizzato per comporre vere e proprie opere d’arte che hanno smosso le coscienze e le emozioni. Ma per diventare un grande maestro, avrai bisogno di un grande pianoforte. Qual è il tuo pianoforte ideale? Cosa devi sapere per iniziare il tuo viaggio come musicista? Benvenuto all’inizio della tua nuova vita: la tua vita da pianista.




Le cose più importanti

  • Il pianoforte è uno degli strumenti più conosciuti al mondo. Il suo suono è servito come base per creare le più belle melodie mai sentite dall’umanità. Appartiene alla famiglia degli strumenti a corda percussivi, ma al giorno d’oggi troviamo pianoforti che non hanno bisogno di un meccanismo a corda per suonare.
  • È importante conoscere i diversi tipi di pianoforti e le loro caratteristiche se vogliamo fare la scelta migliore al momento dell’acquisto. Ogni tipo di pianoforte offre possibilità completamente diverse che potrebbero fare la differenza.
  • Ci sono alcuni aspetti che dovresti considerare prima di comprare un pianoforte. A seconda delle tue esigenze, fattori come il peso, la portabilità, il modo in cui viene prodotto il suono, il numero o la sensibilità dei tasti potrebbero essere cruciali per farti sentire finalmente soddisfatto del tuo acquisto.

Pianoforte: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sui pianoforti

Se hai preso la decisione di comprare un pianoforte, ci sono alcune cose che dovresti sapere per fare la scelta migliore. Ecco alcune informazioni di base e necessarie sui pianoforti, così come le domande frequenti di utenti con il tuo stesso interesse.

Il pianoforte è uno degli strumenti più popolari al mondo. (Fonte: Vietrov: 53687592/ 123rf.com)

Cos’è un pianoforte e quali sono i suoi vantaggi?

Un pianoforte acustico è uno strumento musicale a corde pizzicate. Consiste in una tavola armonica con una tavola armonica, una tavola superiore, un ponte e un telaio. All’interno ci sono 224 corde. Ai piedi, ci sono dei pedali che modulano il suono. E, naturalmente, la tastiera.

Molti principianti nel mondo della musica si chiedono quale strumento scegliere. Ecco una semplice lista di controllo che spiega perché dovresti scegliere il pianoforte e quali svantaggi può avere questo strumento.

Vantaggi
  • L”ordine delle note è intuitivo
  • Ha una vasta gamma di toni
  • Possibilità di suonare diverse note allo stesso tempo
  • Dinamico in termini di stili e intensità
  • Autosufficienza musicale
  • Suono piacevole
  • Sempre intonato
  • In poco tempo puoi suonare belle melodie
Svantaggi
  • Richiede la coordinazione delle mani
  • Richiede saper leggere gli spartiti in almeno due chiavi diverse (G e F)
  • Difficile da trasportare
  • Ci vuole tempo per diventare un ex

Come puoi vedere, è uno strumento pieno di qualità, vantaggi e aspetti che aiutano il musicista ad imparare ed essere creativo. È vero che essere un buon pianista richiede tempo, ma l’amore per la musica e la bellezza del suono del pianoforte ti motiveranno a continuare ad imparare.

Come funziona un pianoforte?

Avendo visto com’è fatto l’interno di un pianoforte, possiamo capire come funziona. Quando un tasto viene premuto, la sua rispettiva leva viene sollevata, facendo sì che un martello si avvicini alla corda corrispondente e la colpisca dal basso. Questa corda deve prima essere liberata dal suo ammortizzatore. Di conseguenza, la vibrazione della corda viene trasmessa alla tavola armonica attraverso i ponti. Questo è il modo in cui viene prodotto il suono.

Una volta che il tasto viene rilasciato, il martello cade e ritorna alla sua posizione originale di riposo. Lo smorzatore poi agisce di nuovo sulla corda, mettendola in muto. Il sistema del pianoforte combina corde e percussioni, quindi possiamo dire che è uno strumento a corde pizzicate. La corda viene percossa, non pizzicata (come ad esempio in una chitarra) o suonata (come nel caso di un violino).

Il suo suono è servito come base per creare le più belle melodie mai sentite dall’umanità. (Fonte: Corbalan: 118819412/ 123rf.com)

Quali tipi di pianoforte esistono?

Naturalmente, finora abbiamo spiegato la natura e il funzionamento di un pianoforte acustico tradizionale. Tuttavia, oggi ci sono variazioni che dobbiamo, tra le altre cose, alla tecnologia, che ha semplificato e reso i processi più economici. Di conseguenza, il pianoforte è diventato più accessibile per molti.

Più persone possono ora godere dell’arte di suonare questo strumento.

Quindi quali tipi di pianoforti ci sono oggi sul mercato?

Pianoforte a coda Pianoforte a muro Pianoforte elettronico Pianoforte per bambini Piano a rulli Pianoforte gigante da pavimento
Funzionamento Acustico Acustico Digitale (impulsi elettrici trasmessi da altoparlanti) Digitale Digitale Digitale
Caratteristiche del suono Cassa armonica horizontal, sonido óptimo Cassa armonica verticale, suono ottimale Può offrire opzioni di elaborazione e registrazione del suono Suono di base, ma sufficiente per i bambini Suono di base, tasti piatti Sonido básico, teclas planas y se toca con los pies
Portabilità Non portatile, è il più pesante e ingombrante. Non portatile, molto pesante Possibilità di portabilità a seconda del peso e delle dimensioni Possibilità di portabilità Fatto per il trasporto, si arrotola per occupare il minimo spazio Non portatile
Professionale Professionale Professionale Adatto a principianti e non solo Primo contatto per i bambini Principiante Adatto solo per l’intrattenimento

Cosa devo sapere per iniziare a suonare il pianoforte?

Ci sono alcuni elementi chiave di cui dovresti essere consapevole se vuoi entrare in questo mondo:

  1. Note: Le note sulla tastiera di un pianoforte sono ordinate da sinistra a destra dalla più bassa alla più alta.
  2. Spartiti: sarebbe saggio imparare a leggere gli spartiti prima di iniziare a suonare, tuttavia, al giorno d’oggi ci sono tutorial delle tue canzoni preferite su internet da suonare senza nemmeno conoscere le note!
  3. Canzoni: inizia con canzoni facili.
  4. Mani: la mano sinistra e la mano destra normalmente suonano melodie separate. Concentrati su di loro separatamente, avrai il tempo di giocarli entrambi allo stesso tempo.
  5. Postura: dovresti stare in piedi con la schiena dritta, le spalle rilassate e i gomiti con un angolo di circa 90°.

Suonare il piano richiede molto tempo, perseveranza e continuità, ma il risultato ne vale la pena. Coraggio!

Dove posso imparare a suonare il piano?

Sembra ovvio, ma il modo migliore per imparare a suonare il piano è quello di farsi insegnare!

  • Scuole di musica: aiutano i loro studenti a diventare maestri dei loro rispettivi strumenti. Cerca la scuola che ti interessa di più su Internet e preparati ad entrare in questo mondo.
  • Conservatori: il conservatorio ti preparerà a diventare un vero professionista del pianoforte. Cosa li rende diversi dalle scuole? Quando finirai il conservatorio, potrai avere una laurea ufficiale in musica!

E se sei una di quelle persone indipendenti e autodidatte, benvenuto

  • Internet! Su YouTube puoi trovare numerosi video di insegnanti che ti insegneranno da zero ciò che devi sapere. Puoi anche trovare tutorial su canzoni specifiche, quindi se vuoi imparare a suonare le tue canzoni preferite, non è mai stato così facile!

Appartiene alla famiglia degli strumenti a corda percussivi, ma al giorno d’oggi troviamo pianoforti che non hanno bisogno di un meccanismo di corde per suonare. (Fonte: Zhemchugova: 139344020/ 123rf.com)

Quali sono le differenze tra la tastiera, il pianoforte e l’organo?

La confusione tra questi tre strumenti è relativamente comune. Ma in realtà, ci sono delle differenze che rendono le esperienze che offrono totalmente disparate.

Piano Organo Tastiera
Produzione del suono Stringa percussiva Vento Digitale
Numero di tasti 88 Può avere più di una fila di tasti 49, 61, 73 o 88
Sensibilità dei tasti Contrappeso Contrappeso Soft

Po Questo li rende strumenti completamente diversi.

Qual è la differenza tra la tastiera arranger e la tastiera sintetizzatore?

Entrambe sono tastiere che sono impostate per emettere suoni in modo digitale. Tuttavia, differiscono nelle possibilità che offrono

  • Tastiera Arranger: ha lo scopo di agire come un pianoforte. I suoi tasti e le sue funzioni sono preparati e orientati all’apprendimento del pianoforte. Possono offrire registrazione e accompagnamento musicale, ma il loro scopo è quello di introdurre il futuro musicista al mondo del pianoforte.
  • Tastiera sintetizzatore: è preparata per imitare i suoni di qualsiasi altro strumento, o anche per produrre suoni che non provengono o assomigliano a nessuno strumento. I suoni di questa tastiera possono essere creati e modificati. Possono elaborare il suono in modo analogico o digitale.

Criteri di acquisto

Quando si acquista un pianoforte, ci sono diverse caratteristiche che possono fare la differenza. Queste sono caratteristiche che ogni pianista, sia principiante che veterano, dovrebbe considerare se sta cercando la migliore qualità e il miglior suono. Ecco a quali fattori dovresti prestare attenzione se vuoi fare la scelta migliore.

Livello di conoscenza

Se hai appena iniziato a suonare il pianoforte, dovresti considerare quali sono i tuoi obiettivi con questo strumento. Dovresti pensare, tra le altre cose, a che tipo di musica vuoi suonare e quanto tempo ci dedicherai alla settimana. Queste sono domande che dovrebbero essere nella tua mente per capire se vale la pena fare un grande investimento o no.

Per un principiante, una tastiera è di solito la scelta migliore. Per il suo prezzo, portabilità e dimensioni, e perché il suono è più che accettabile, se sappiamo quale scegliere.

Numero di tasti

Un pianoforte organizza i suoi suoni dal basso all’alto e da sinistra a destra. Ogni tasto rappresenta uno di questi suoni e, quindi, capiamo che più tasti ha, più gamma di toni permette di esplorare. La nostra prima decisione dovrebbe essere con quale gamma di toni vogliamo lavorare.

Un pianoforte ha generalmente 88 tasti

.
Questi pianoforti offrono una gamma di 7 ottave diverse, cioè ogni nota può essere suonata in 7 toni diversi. Tuttavia, ci sono modelli con variazioni su questa figura

  • Alcune tastiere elettroniche hanno 61 tasti: questo può essere un fattore favorevole per i principianti, anche se non dobbiamo dimenticare che è solo un primo contatto. Queste tastiere offrono 5 ottave. Altri consistono anche in 49 o 73-76.
  • Ci sono anche pianoforti moderni con più tasti: il Bösendorfer 225 ha 92 tasti, mentre il Bösendorfer 290 Imperial ha 97 tasti.

La tua decisione dipenderà dai servizi che stai cercando dal tuo pianoforte.

È importante conoscere i tipi di pianoforte che esistono e le loro caratteristiche se vogliamo fare la nostra migliore scelta al momento dell’acquisto. (Fonte: Vietrov: 54285991/ 123rf.com)

Digitale o acustico?

La principale classificazione dei tipi di pianoforte è data dal modo in cui producono il suono. A seconda del suo funzionamento interno, troverai due opzioni:

Piano acustico Piano digitale
Funziona attraverso un martello che colpisce le corde quando viene premuto un tasto. La vibrazione delle corde viene poi trasmessa alla tavola armonica e viene prodotto il suono Crea i suoni da generatori elettronici e li emette attraverso un altoparlante
Permette una grande espressività e naturalezza nel suono L’espressività dipende dalla sensibilità dei suoi tasti
Può variare il timbro del suono con i pedali Elaborazione del suono. Può imitare molti strumenti, registrare e controllare il volume
Pesante Leggero
Può durare per molti anni La sua durata dipende dal suo produttore e dai componenti elettronici

Ancora una volta, la tua scelta dipenderà da quali sono i tuoi obiettivi con l’acquisto del tuo pianoforte.

Sensibilità della tastiera

La sensibilità dei tasti di un pianoforte può essere un fattore determinante nel suono risultante. Inoltre, il tocco e la sensazione per il pianista influenzano anche il modo in cui suona. I pianoforti acustici hanno tasti pesati, che tornano in posizione dopo essere stati rilasciati.

Tuttavia, una tastiera digitale domestica ha spesso tasti morbidi, specialmente quelli con 61 tasti. In questo caso, dovresti cercare una tastiera che sia il più sensibile possibile. Questo è ciò che assicurerà che il volume della pressione dei tasti venga captato, proprio come su un pianoforte tradizionale. La sensibilità dei tasti determinerà quanto dinamico può essere il tuo pianoforte e quindi la tua musica.

Hai anche la possibilità di usare pianoforti digitali con tasti pesati, che si avvicinano alla sensazione di suonare un pianoforte acustico.

Il livello che desideri raggiungere nei tuoi pezzi musicali dovrebbe determinare la tua scelta in questo criterio. Un principiante dovrebbe forse optare per le tastiere digitali o i pianoforti digitali, in quanto forniscono un servizio più che soddisfacente per coloro che non sono ancora abili nel campo.

Dimensioni

Naturalmente, uno dei criteri principali da prendere in considerazione sarà lo spazio che hai, o lo spazio che vuoi utilizzare, per posizionare il tuo pianoforte. Per questo, dovresti prestare attenzione alle dimensioni dello strumento.

Fortunatamente, al giorno d’oggi si trovano dimensioni per soddisfare tutti i gusti e gli spazi. Troverai di tutto, da tastiere singole a pianoforti acustici o digitali completi, incluso un robusto supporto.

Ogni tipo di pianoforte offre possibilità completamente diverse che potrebbero fare la differenza. (Fonte: Geckophotos: 130485352/ 123rf.com)

Peso

Il peso di un pianoforte è davvero importante. Può essere una questione di praticità, di dove posizionarlo o anche di come trasportarlo dove vuoi tu

  • I pianoforti acustici più leggeri possono pesare tra i 180 e i 270 kg, mentre quelli più pesanti possono pesare fino a 500 kg.
  • Per i pianoforti digitali, il peso di solito non è un problema. Se compri la tastiera da sola o con il supporto incluso sarà sicuramente il fattore più determinante.

Portabilità

Concentrandoti sulle tue abitudini e desideri, saprai se il tuo pianoforte ha bisogno di essere più o meno portatile. I pianoforti a muro o a coda, ovviamente, difficilmente permettono la portabilità.

Tuttavia, i pianoforti digitali e, soprattutto, le tastiere, i pianoforti per bambini e i pianoforti roll-up sono i più adatti alla mobilità. Se pensi che ti piacerà o avrai bisogno di portare il tuo pianoforte con te, questi pianoforti offrono la possibilità di trasportarlo in una custodia.

Ci sono alcune cose che dovresti considerare prima di comprare un pianoforte. (Fonte: Dryuchenko: 123857094/ 123rf.com)

Pedali

Ultimo ma non meno importante, vale la pena menzionare i pedali. I pedali di un pianoforte danno la possibilità di modulare e modificare il suono. Un pianoforte può avere fino a tre pedali

  1. Ilpedale giusto è il più importante. Serve a sostenere il suono di una nota finché non smettiamo di calpestarla.
  2. Il pedale sinistro attenua il suono.
  3. Il pedale centrale rilascia gli ammortizzatori dei tasti che vengono premuti, senza influenzare i tasti che vengono premuti successivamente. È il più recente.

Ci sono pianoforti con tutti e tre i pedali, altri con quello destro e sinistro, altri con solo quello destro e altri ancora senza. Tuttavia, c’è anche la possibilità di acquistare pedali separati per i pianoforti digitali. Conoscere la funzione di questi elementi ti aiuterà a sapere se la loro presenza sarà rilevante per te in base all’uso che vuoi fare di questo meraviglioso strumento.

Sintesi

Sicuramente, trovare un pianoforte è quasi come trovare l’amore. C’è un pianoforte perfetto per ognuno di noi a seconda di chi siamo e cosa stiamo cercando. I modi di apprendimento, le possibilità di suono, la forma del pianoforte. Tutte queste caratteristiche sono adattabili alle nostre esigenze, e qui sta la magia.

Un suono così diffuso come il pianoforte è riuscito ad adattarsi a tutti coloro che vogliono provare ad imparare. E tu? Hai già deciso?

(Fonte dell’immagine in evidenza: Alyukhin: 11658401/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni