immagine in evidenza
Ultimo aggiornamento: 21/09/2020

Il nostro metodo

13Prodotti analizzati

29Ore di lavoro

8Fonti e riferimenti usati

77Commenti valutati

Benvenuto sul nostro articolo dedicato al radiatore elettrico. Quando arriva il freddo dell’inverno, non c’è niente di più piacevole che tornare a casa o in ufficio e scoprire che è alla giusta temperatura. Tuttavia, perché questo avvenga, a volte bisogna pagare un prezzo molto alto, e quando poi arriva la bolletta dell’elettricità o del gas a molti arrivano anche i sudori freddi.

Per fortuna, oggi esistono sempre più soluzioni per riscaldarsi in maniera ottimizzata consumando meno energia. Uno dei più diffusi sono i radiatori elettrici ad inerzia, progettati per mantenere il caldo più a lungo e per farlo con un consumo energetico notevolmente inferiore rispetto ad altri sistemi di radiatore elettrico.




Le cose più importanti in breve

  • Chiamato spesso semplicemente radiatore elettrico, il radiatore ad inerzia si basa sul principio dell’inerzia termica, quindi è in grado di conservare il calore più a lungo e di produrlo con un minor consumo di elettricità.
  • Si possono distinguere principalmente tre tipi di radiatori elettrici ad inerzia: radiatore elettrico in alluminio, ad inerzia fluida e ceramica.
  • Il tempo in cui lo utilizzerai, la casa o l’ufficio in cui verrò installato, la potenza o le modalità di funzionamento, sono alcuni dei criteri di acquisto che devi seguire quando scegli un radiatore elettrico. Ne parleremo meglio nella sezione finale dell’articolo.

I migliori radiatori elettrici sul mercato: la nostra selezione

Considerando le varie tipologie di radiatore elettrico esistenti sul mercato, sappiamo quanto sia difficile fare una scelta appropriata. In particolar modo, quando si vuole trovare il miglior equilibrio tra efficienza e risparmio energetico. Per questo nell’articolo di oggi abbiamo voluto soffermarci sul radiatore ad inerzia, e abbiamo preparato una selezione completa e variegata di questa tipologia di radiatore elettrico. Prova a dargli un’ occhiata!

Altre Raccomandazioni

Il miglior radiatore elettrico in alluminio

Radiatore elettrico in alluminio, con otto moduli e una potenza totale di 1.200 W (watt). È in grado di riscaldare in modo rapido ed efficiente una stanza fino a 15 m². Ha un timer per programmarlo 24 ore e sette giorni alla settimana. E ha un pratico schermo a LED.

Ha una griglia di sicurezza che impedisce l’accesso allo sporco nel radiatore e una protezione contro il surriscaldamento, arrestandosi automaticamente per evitare danni.

Il radiatore elettrico preferito dagli utenti online

Radiatore elettrico ad inerzia con corpo in alluminio, 1.300 W di potenza e con telecomando. La sua installazione è molto semplice, poiché incorpora sia piedi di appoggio che supporto a muro. Dispone di tre sistemi operativi: economico, comfort e antigelo.

Ha uno schermo LCD ed è programmabile, potendo impostare un orario e una temperatura differenti per ogni giorno della settimana. Viene fornito con un limitatore termico di sicurezza.

Il miglior radiatore elettrico ad inerzia ceramica

Radiatore elettrico ad inerzia ceramica della ditta CHEMIN ARTE dal design ultracompatto, con soli 5 cm di spessore. Ha un termostato elettronico digitale per programmazione oraria e giornaliera. Ha una potenza di 1.000 W, che lo rende ideale per stanze piccole.

Trattandosi di un radiatore ad inerzia ceramica, è ideale per un uso prolungato di oltre otto ore. Inoltre, con la funzione anti sporco dei muri, elimina gli aloni che solitamente compaiono sulla parete su cui viene installato.

Il radiatore elettrico con il miglior rapporto qualità prezzo

Radiatore elettrico ad inerzia Haverland da 1.200 W di potenza, con otto elementi e dal design ultra sottile. Ideale per stanze da 12 m² a 15 m². Ha un termostato LCD configurabile che ha diverse modalità: comfort, economia, antigelo e automatica.

È dotato di supporti da pavimento, quindi è possibile spostarlo tra stanze diverse. Inoltre, incorpora un pratico telecomando. E ha un limitatore di sicurezza termica.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul radiatore elettrico

Prima di acquistare un radiatore elettrico è importante che tu risolva eventuali dubbi su questo tipo di impianto di riscaldamento. Abbiamo creato una sezione in cui cerchiamo di rispondere alle domande più comuni che si pongono gli acquirenti al momento dell’acquisto di questo prodotto. Non dimenticare di dare una lettura a tutte le domande che abbiamo raccolto.

Ragazzo seduto in poltrona a leggere

I radiatori ad inerzia possono essere utilizzati come impianti di riscaldamento in abitazioni, aziende e uffici di medie dimensioni e che non hanno grandi esigenze di riscaldamento. (Fonte: Ozerova: 133614542/ 123rf.com)

Cos’è esattamente un radiatore elettrico ad inerzia?

Il radiatore elettrico ad inerzia, chiamato spesso solo radiatore elettrico, è un sistema di riscaldamento elettrico che funziona sul principio dell’inerzia termica. Per questo motivo è in grado di conservare il calore più a lungo e, quindi, il suo consumo di energia elettrica è notevolmente inferiore. Com’è logico questo minor consumo finisce per comportare un risparmio sulla bolletta elettrica.

Quali applicazioni ha un radiatore elettrico?

I radiatori elettrici ad inerzia possono essere utilizzati come sistemi di riscaldamento in abitazioni, attività commerciali e uffici di medie dimensioni e che non hanno elevate esigenze di riscaldamento. Sono particolarmente adatti per abitazioni con un isolamento termico ottimale. Sono ideali per zone geografiche con freddo non molto intenso.

Un altro uso abbastanza comune dei radiatori elettrici ad inerzia è come complemento ai sistemi di riscaldamento precedentemente installati, come i termosifoni a gas. A tal fine, sono migliori quelli con dei supporti che possono essere spostati ovunque ci sia una presa. In questo modo, puoi portare il radiatore elettrico nella stanza che richiede una fornitura extra di calore più a lungo.

José Manuel MorenoProfessore di ecologia presso l’Università di Castilla-La Mancha.
“Non è necessario arrivare a 27 ºC o 28 ºC gradi, con 21 ºC è sufficiente”.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del radiatore elettrico ad inerzia?

Nel caso dei radiatori elettrici ad inerzia, i vantaggi superano di gran lunga gli svantaggi. Puoi verificarlo consultando la seguente tabella in cui li abbiamo riassunti entrambi per te.

Vantaggi
  • Hanno un costo inferiore rispetto ad altri sistemi di riscaldamento elettrico
  • Trattengono il calore più a lungo
  • Permettono di risparmiare sulla bolletta della luce
  • Si possono programmare
  • Sono più rispettosi dell”ambiente
  • Non richiedono revisioni periodiche
  • Consentono di regolare la temperatura in modo indipendente in ogni stanza
  • La loro installazione è davvero semplice
  • Non seccano l”ambiente, non generano odori e non producono fumo
  • Producono un calore più confortevole rispetto ad altri sistemi
  • Sono sistemi di riscaldamento molto sicuri, non bruciano al contatto
Svantaggi
  • Richiedono più tempo per riscaldarsi rispetto ad altri sistemi di riscaldamento
  • In generale, l”elettricità è più costosa del gas
  • Non sono adatti a regioni molto fredde

A che temperatura è consigliabile programmare un radiatore elettrico ad inerzia?

Gli esperti normalmente consigliano di mantenere tutti i corpi scaldanti a una temperatura ambiente compresa tra 19 ° C e 21 ° C. In particolare, si consiglia di non superare i 22 ° C di giorno oi 17 ° C di notte. Secondo alcune stime, ogni grado in più comporta il 7% in più di consumo energetico.

Guanti su un radiatore

Consentono di regolare la temperatura in modo indipendente in ogni stanza. (Fonte: Honcharuk: 89751532/ 123rf.com)

Quali tipi di radiatore elettrico ad inerzia esistono?

Normalmente, i tre tipi di radiatori elettrici ad inerzia esistenti si differenziano in base alla resistenza interna che integrano. Quindi, parliamo di radiatore elettrico ad inerzia a secco, radiatore elettrico ad inerzia fluida e radiatore ad inerzia ceramica. Nella tabella seguente abbiamo riassunto alcune delle loro principali caratteristiche.

Radiatore ad inerzia a secco (principalmente, radiatore elettrico di aluminio) Radiatore ad inerzia fluida (principalmente, radiatore elettrico con olio o glicole) Radiatore ad inerzia ceramica
Tipo di resistenza La struttura è di alluminio. Il sistema che emette il calore è un liquido situato all’interno del radiatore elettrico. La resistenza del radiatore elettrico è di materiale ceramico.
Vantaggi Si scalda rapidamente. Il calore viene mantenuto più a lungo, circa otto ore, e viene rilasciato più gradualmente. Attualmente sono i più efficienti. Hanno una grande conduttività e un’elevata inerzia termica. Il calore si conserva per più di otto ore.
Svantaggi Il calore dura meno tempo, circa cinque ore. Sono quelli che consumano di più. Sono più lenti a scaldarsi. Sono il tipo di radiatore elettrico ad inerzia che impiega più tempo a scaldarsi.

Qual è la differenza tra un radiante, un convettore e un radiatore ad inerzia?

È abbastanza comune che molti utenti non distinguano completamente tra i diversi sistemi di riscaldamento. In generale, siamo tutti abbastanza chiari su cosa siano le stufe a gas tradizionali. Tuttavia, potremmo non essere così sicuri di termini come convettore o radiatore elettrico. Nella tabella seguente puoi conoscerne le principali caratteristiche.

Convettore Radiante Radiatore ad inerzia
Sistema per produrre e trasmettere il calore Riscalda l’aria che passa al suo interno attraverso un sistema di resistenze. Trasmette il calore mediante raggi infrarossi. Esite una grande varietà di modelli. Si basano nel principio dell’ inerzia termica.
Consumo Molto elevato. Elevato. Il suo consumo è molto più basso.
Tempo che impiega a produrre calore Impiega pochissimo tempo per riscaldare una piccola stanza. Riscalda molto velocemente ma la sua azione termina con il distacco dalla rete elettrica. È più lento a scaldarsi, però il calore si conserva molto più tempo.
Aplicazioni È ideale per piccoli ambienti, come il bagno o la cucina. Stanze leggermente più grandi. Può essere utilizzato in stanze di medie dimensioni o come supporto per altri sistemi di riscaldamento.
Installazione Nessuna installazione richiesta. Ci sono modelli che non la richiedono e altri che si avvitano al muro. Richiedono l’installazione, ma è abbastanza semplice.
Prezzo Economico. Economico. Dipende dal modello. Un poco più elevato.

Criteri di acquisto

In REVIEWBOX.it siamo consapevoli della difficoltà di scegliere un radiatore elettrico ad inerzia. Inoltre, riteniamo che per fare la scelta migliore sia importante che tu tenga conto di una serie di criteri di acquisto. Pertanto, di seguito, ti offriamo un elenco dei cinque che consideriamo più importanti.

Tempo di utilizzo

A seconda del momento in cui lo utilizzerai, ti servirà un tipo di radiatore ad inerzia o un altro. Come non avrai bisogno dello stesso radiatore elettrico ad inerzia per usarlo sporadicamente o come se lo usassi molto frequentemente. Ecco alcuni consigli al riguardo.

  • Meno di una ora al giorno: in questo caso, un radiatore ad inerzia a secco.
  • Tra cinque e otto ore al giorno: l’opzione migliore è un radiatore ad inerzia fluida.
  • Più di otto ore al giorno: dovresti puntare sul radiatore ad inerzia ceramica.

Donna che tocca un radiatore

Si possono distinguere principalmente tre tipi di radiatore elettrico ad inerzia: radiatore elettrico in alluminio, ad inerzia fluida e ceramica. (Fonte: Honcharuk: 89751531/ 123rf.com)

Casa o ufficio in cui lo installerai

La dimensione e l’organizzazione del locale in cui andrai ad installare il radiatore elettrico è un aspetto fondamentale nella scelta di quale acquistare. Spesso il produttore indicherà quali sono le dimensioni massime consentite, espresse in metri quadri, per le quali l’emettitore offre prestazioni ottimali.

È importante che tu li tenga in considerazione, altrimenti può accadere che la stanza non si riscaldi abbastanza e tu ti senta deluso dal radiatore ad inerzia. Inoltre, ti consigliamo di verificare di avere spazio sufficiente e un luogo adatto per la sua installazione. E non dimenticare che è conveniente che la stanza abbia un buon isolamento termico.

Potenza

La potenza del radiatore elettrico ti dà una buona idea della sua capacità di lavoro e, quindi, di quanto sarà in grado di riscaldare. Inoltre, indica anche il tuo consumo di energia e con esso il suo contributo alla bolletta elettrica. Un calcolo approssimativo per determinare la potenza necessaria è dell’ordine di 100 W per metro quadrato per stanze alte 2,5 metri.

Ad ogni modo, come puoi immaginare, ci sono molti fattori che includono sulla potenza di cui potresti aver bisogno. Pertanto, è necessario considerare se il sole entra o meno nella stanza, in quale zona climatica vivi e il tipo di stanza in cui si trova (un corridoio normalmente richiede meno energia), tra gli altri.

Particolare su un radiatore

I radiatori elettrici ad inerzia si basano sul principio dell’inerzia termica, quindi sono in grado di conservare il calore più a lungo e di produrlo con un minor consumo di elettricità. (Fonte: Tiumentseva: 120614388/ 123rf.com)

Programmi e modalità operative

La maggior parte dei radiatori elettrici consente di impostare diversi programmi a seconda del giorno della settimana. Alcuni hanno anche diverse modalità: comfort, risparmio e persino antigelo. Ci sono quelli che hanno anche un pulsante o la modalità di spegnimento completo per ridurre a zero il consumo di energia.

Formato

Esiste una grande varietà di formati e design di radiatori elettrici ad inerzia. In questo modo possono essere adattati a diversi usi e tipologie di ambienti. Per riassumere, presentiamo quelli più comuni.

  • Orizzontali: sono quelli in cui la larghezza è molto maggiore dell’altezza.
  • Verticali: in cui avviene il contrario e sono più alti che larghi.
  • Portatili: possono essere spostati e di solito sono ad inerzia fluida.
  • Termoarredo: sono progettati per l’installazione nei bagni.

Conclusioni

Al giorno d’oggi, ci sono sempre più sistemi di riscaldamento con prestazioni migliori. Ci sono a gas, elettrici, legna e pellet, tra gli altri. In generale, uno degli aspetti su cui i produttori pongono maggiormente l’accento è il consumo e l’efficienza energetica. Indubbiamente, una conseguenza della maggiore preoccupazione degli utenti su questo problema.

Tra quelli elettrici, i radiatori elettri ad inerzia sono senza dubbio una delle migliori opzioni per la loro grande efficienza energetica, la facilità di installazione e la possibilità di essere programmati. Sono particolarmente adatti per abitazioni di piccole o medie dimensioni. Inoltre, sono spesso utilizzati come complemento ad altri sistemi di riscaldamento.

Infine, se ritieni che questa guida sia stata utile nel tuo processo di selezione, puoi scriverci un commento o condividerlo attraverso i diversi social network. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Bilanol: 91625786/ 123rf.com)

Recensioni