Quando hai fatto l’ultima escursione sulla neve o sul ghiaccio? Camminare in questo tipo di situazioni non è un’attività facile: il freddo, il terreno instabile e le altre condizioni climatiche e del suolo possono causare gravi incidenti se non si prendono le giuste precauzioni. Tra queste, una delle più importanti èe dotarsi di un buon paio di ramponi.

Sai che cosa sono e a cosa servono? I loro utilizzatori in inverno aumentano sempre di più. Se non sei molto pratico riguardo al loro utilizzo ed alla loro funzione, non ti preoccupare: sei nel posto giusto! L’articolo che stai leggendo è stato pensato esattamente per fornirti tutte le informazioni necessarie riguardo a questo tipo di accessori.

Le cose più importanti in breve

  • I ramponi sono degli accessori a trazione da utilizzare sotto le suole di alcuni tipi di stivali per facilitarne l’aderenza alla neve e alle superfici ghiacciate. Essenziali per chi pratica alpinismo, trekking e arrampicata, sono super efficienti grazie alle punte affilate che penetrano nel ghiaccio.
  • Ce ne sono di vari tipi e materiali e per diversi scopi, attività e sport invernali. Si differenziano per la struttura, le punte e il sistema di fissaggio. I ramponi necessitano di una particolare manutenzione per garantire una percorrenza sicura di strade innevate o ghiacciate.
  • Scegliere un buon paio di ramponi può fare la differenza durante un’escursione o una scalata. Per questo, bisogna tenere in conto alcuni criteri come il materiale di fabbricazione della struttura, la quantità di punte, la facilità di utilizzo, il peso e la comodità una volta indossati e, soprattutto, le misure di sicurezza di cui dispongono.

I migliori ramponi sul mercato: la nostra selezione

Che tu pratichi alpinismo, sci di montagna, ti prepari a scalare una parete ghiacciata o semplicemente ti piaccia fare trekking sulla neve, avrai bisogno di un buon paio di ramponi. Non si tratta solo di un accessorio indispensabile per la tua sicurezza, ma anche per facilitarti il percorso e ridurne lo sforzo. Dai un’occhiata alla nostra selezione che include i migliori prodotti attualmente in vendita.

Il miglior rapporto qualità-prezzo

Questi ramponi sono realizzati in silicone solido e flessibile, testato per reggere temperature fino a -60 ° C con catena in acciaio inossidabile per aumentarne la resistenza. Dispongono di 18 punte, sempre in acciaio, con angolo pronunciato e distribuzione uniforme sulla suola. Sono venduti in taglie dalla M alla XL, sia per donna che per uomo, e si adatta alla maggior parte delle calzature: scarpe da ginnastica, stivali, scarpe casual e eleganti. Include un sacchetto per riporli.

I migliori per arrampicata tecnica

Ramponi semiautomatici in acciaio temperato, con attacco frontale, dotati di piastre antibott specifiche per crinali e pareti nordiche. Sono a 12 punte e dispongono di un bilanciere sul retro che li rende molto adatti agli scarponi da arrampicata tecnica. L’attacco frontale è in materiale flessibile, per adattarsi a vari tipi di scarpe, purché predisposte per ramponi semiautomatici. Sono in taglia unica, pesano meno di 900 grammi e misurano 37 x 13,5 x 12 cm.

I più flessibili

Ramponi a 18 punte in acciaio inossidabile al manganese, con catena in acciaio inossidabile e cinghia in lattice altamente elastico, di colore nero. Hanno una trazione aggressiva e sono di 5 mm più spessi della gomma normale. Resistono fino a -40℃. Adatti a vari tipi di scarpe sportive, scarpe da montagna e stivali, includono una borsa in nylon per il trasporto. Disponibili nelle taglie S (35-40), M (40.5-44) ed L (44.5-48).

I più versatili

Ramponi modulabili per l’arrampicata su ghiaccio e mista, con attacco LEVERLOCK UNIVERSEL (universale, funzionante con tutti gli scarponi da escursionismo d’alta quota e alpinismo, con e senza bordo posteriore). Con 14 punte anteriori intercambiabili e a lunghezza modulabile (monopunta, bipunta asimmetrica e bipunta corta, a seconda dell’attività) tramite un’unica vite. Dispongono di antibott e sono forniti con un astuccio per il trasporto. Disponibili in bianco, nero e arancione.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui ramponi

L’uso dei ramponi per sport invernali o attività su terreni innevati o ghiacciati è praticamente obbligatorio per una questione di sicurezza, comodità e stabilità. Se ancora non ne hai un paio, è opportuno che tu conosca i vari modelli esistenti prima di sceglierne uno. In questa sezione proveremo a chiarire i dubbi più frequenti su questo prodotto.

Ramponi sulla neve

Il materiale di cui sono fatti i ramponi è fondamentale affinché garantiscano la massima sicurezza durante attività o sport rischiosi. (Fonte: Ian Iankovskii: 86667565/ 123rf.com)

Cosa sono esattamente i ramponi?

I ramponi sono degli accessori metallici a trazione da posizionare sotto la suola di alcuni tipi di stivali e che, grazie alle punte affilate, o “denti”, che si trovano nella parte inferiore, facilitano l’aderenza a superfici innevate o ghiacciate. Usandoli, possiamo camminare in sicurezza tra i ghiacciai e persino arrampicarsi su pareti verticali di ghiaccio.

Per quali attività ho bisogno di utilizzare i ramponi?

Praticamente per tutte le attività che si svolgono su superfici con neve indurita o ghiaccio. Le punte dei ramponi penetrano in questo tipo di terreno e assicurano stabilità e sicurezza mentre camminiamo. Proprio per questo sono obbligatori in molti casi, al fine di prevenire incidenti. Inoltre, facilitano gli spostamenti. Alcuni esempi di sport o attività in cui si usano sono:

  • Escursioni in montagna o trekking
  • Alpinismo
  • Arrampicata su ghiaccio
  • Arrampicata su terreno misto o dry-tooling
  • Corsa in montagna o trail running
  • Sci alpino

Com’è fatta la struttura dei ramponi?

La struttura dei ramponi è molto semplice. Sono composti da quattro elementi: lo scheletro di base, sopra il quale metteremo gli stivali che abbiamo scelto di utilizzare; le punte affilate o denti, che si incastrano sul ghiaccio; gli antibott o antizoccoli, per evitare di accumulare mentre si cammina o ci si arrampica; il sistema di fissaggio, che assicura i ramponi agli stivali.

Javier GonzálezCoordinatore dello speciale «Sci di montagna» sulla rivista Oxígeno

“Quando la montagna si imbianca, i ramponi offrono un enorme aiuto per gli alpinisti che vogliono avanzare sulla neve indurita, le pareti ghiacciate o i terreni pericolosi”.

Di che materiale sono fatti solitamente i ramponi?

Il materiale di cui i ramponi sono fatti è essenziale affinché garantiscano la massima sicurezza durante lo svolgimento di attività o sport a rischio, e anche per assicurarci che siano resistenti e non debbano essere cambiati troppo spesso. Tra i materiali professionali utilizzati per fabbricarli, troviamo l’acciaio, l’acciaio inossidabile, l’acciaio forgiato a caldo e l’alluminio.

MaterialE Tipo Resistenza
Acciaio I più usati sono l’acciaio al carbonio, il nichelcromo e il cromolito. Hanno una resistenza piuttosto simile, ma il cromolito è più leggero e resiste meglio all’impatto con il terreno.
Acciaio inossidabile Lega di acciaio che può contenere altri metalli, quali ad esempio il molibdeno, il nichel e il tungsteno. Resiste alla corrosione e le finiture sono più raffinate esteticamente. Non resiste molto al trekking o alle salite ripide.
Acciaio forgiato a caldo L’acciaio viene fabbricato ad alte temperature: la struttura interna del metallo cambia, diventando più resistente. Ultraresistente. Si usa soprattutto per la parte frontale dei ramponi.
Alluminio I più leggeri, ideali per lunghe traversate nella neve o per escursioni rapide e di livello non professioniste. Non sono molto resistenti, si rovinano molto più rapidamente dell’acciaio.

Quanto importanti sono le punte dei ramponi?

Sono l’elemento più importante, poiché sono quelle che effettivamente penetrano nella neve indurita o nel ghiaccio e facilitano lo spostamento senza incidenti. Possono essere distribuite in diversi modi e quantità sui ramponi, a seconda dei quali ne distinguiamo vari tipi:

  • Punte frontali orizzontali o piane: La lunghezza e la larghezza possono variare molto. Quelle più lunghe sono le più polivalenti, efficaci sia sulla neve morbida che su quella indurita o sul ghiaccio; le più corte sono invece più difficili da far aderire e da mantenere fisse in salite su ghiaccio duro, dunque il loro uso è limitato a camminate e arrampicate su salite a pendenza moderata.
  • Punte frontali verticali angolari: Pensate per terreni verticali con ghiaccio o per arrampicata mista. La punta ha un angolo molto pronunciato ed è molto affilata, per penetrare nel ghiaccio duro o nella roccia.
  • Punte frontali a «T»: Un mix dei due tipi di punte precedenti, si tratta di punte verticali che si allargano nella parte superiore per migliorare le loro prestazioni sulla neve.
  • Punte frontali intercambiabili mono-punta: Questo tipi di ramponi hanno una sola punta frontale per assicurare la massima precisione su spazi di appoggio ridotti. I modelli bipunta possono passare alla modalità ad una punta; sono versatili e permettono di utilizzare le punte a lungo prima di doverle cambiare.

Come si fissano i ramponi agli stivali?

Esistono vari sistemi per fissare i ramponi agli stivali. Questo è un dettaglio importante, perché se il sistema non funziona perfettamente i ramponi potrebbero sganciarsi, creando situazioni rischiose e pericolose. Oggigiorno, gran parte delle marche propongono uno dei seguenti quattro sistemi di fissaggio:

  • Automatico: I ramponi dispongono di due elementi attraverso i quali essere agganciati agli stivali: una barra metallica arcuata nella parte anteriore, dove si incastra la punta, e un tallonetto sul retro, in corrispondenza del tacco dello stivale.
  • Con cinghie, o universale: Sistema polivalente in cui una cinghia viene posizionata dal tallone del rampone fino alla punta e poi di nuovo fino alla parte posteriore passando attraverso un anello a forma di briglia, nella parte anteriore. Infine, circonda la caviglia e si chiude tramite un nodo o una fibbia. In questo modo, il rampone è agganciato alla suola dei nostri stivali.
  • Semiautomatico: Sistema ibrido tra i due illustrati in precedenza. Combina un’imbracatura anteriore con rivestimento in plastica, simile a quelle delle cinture, con un inserto posteriore a cui agganciare il tallone dello stivale.
  • Integrato: Lo dice la parola stessa: le punte sono conficcate nella suola stessa dello stivale. Non è un modello molto comune, ma viene utilizzato da molti scalatori professionali.
    Ramponi in dettaglio

    I ramponi sono molto utilizzati per attività quali le escursioni di montagna o il trekking.
    (Fonte: Patrick Schneider: YplGypVvbcs/ Unsplash.com)

Esistono delle tecniche specifiche per camminare con i ramponi?

Si, esistono alcune tecniche ed è consigliabile apprenderle se siamo completamente inesperti. La regola base consiste nel camminare cercando di conficcare nel terreno tutte le punte dei ramponi. Ricorda che ci sono tecniche diverse a seconda dell’attività che vogliamo svolgere, ma possiamo nominarne tre, che sono le tecniche basiche:

Tecnica Consiste in Superfici o terreni
A piedi piatti Mantenere i piedi piatti sul suolo in pendenza, con tutte le punte verticali a contatto con il ghiaccio. Molto vantaggiosa su ghiaccio sciolto o ammorbidito, sul quale distribuire il peso su più punte garantisce maggior stabilità.
Frontale Affrontare una salita frontale usando le punte anteriori. Per superfici verticali, per le quali sono necessari degli stivali rigidi o semi rigidi.
Mista Combinare le due tecniche precedenti: un piede avanza con tecnica frontale, l’altro è piatto sul ghiaccio in posizione perpendicolare rispetto al primo. Molto pratica per terreni con pendenza moderata e sicuri.

Quanto sono importanti gli antibott nei ramponi?

Gli antizoccoli, più conosciuti con la versione inglese del loro nome, antibott, anti-ball o anti-snow, sono una parte essenziale dei ramponi per quanto riguarda la sicurezza, poiché garantiscono la trazione totale sulla superficie. Si agganciano alla parte inferiore dei ramponi per evitare che la neve si accumuli al di sotto di essi.

Grazie agli antibott, si evita di scivolare o di perdere drasticamente aderenza al terreno. Attualmente sono venduti dagli stessi produttori di ramponi e, quasi sempre, inclusi nella confezione di questi ultimi. Possono essere in plastica, gomma o lattice e durano diversi anni. La sostituzione non è comunque difficile, in quanto molti dei brand vendono separatamente pezzi di ricambio.

Uomo su una vetta

I ramponi sono dispositivi metallici a trazione che si collocano sulla suola di alcuni specifici stivali. (Fonte: Aleksandrs Kendenkovs: 105057347/ 123rf.com)

Come sapere di quale tipo di ramponi ho bisogno per una specifica attività?

Come abbiamo visto, i ramponi sono diversi tra loro per materiale, sistema di fissaggio, punte e scheletro. Spesso, questo comporta una certa difficoltà nella scelta del modello adatto. Sebbene ciascuna attività o sport invernale abbia dei requisiti specifici, la tabella che segue può essere generalmente utile ad orientarsi meglio.

Attività Materiale Punte Quantità di punte Sistema di fissaggio
Escursionismo Alluminio. Orizzontali. Fino a 10. Con cinghie.
Alpinismo Acciaio o acciaio inossidabile. Orizzontali o a “T”. da 10 a 12. Automatico o semiautomatico.
Arrampicata su ghiaccio Acciaio o acciaio forgiato a caldo. Verticali o monopunta. 12. Semiautomatico, automatico o integrato.
Arrampicata mista Acciaio o acciaio forgiato a caldo per le punte frontali. Verticali e monopunta. 12 o più. Semiautomatico, automatico o integrato.

Criteri di acquisto

Quando in montagna la neve continua ad accumularsi e il ghiaccio si forma — e speriamo sia sempre così!—, sappiamo che avremo bisogno di ramponi per muoverci su queste superfici delicate. Se stai già pensando al prossimo modello da acquistare, eccoti una lista di quelli che riteniamo i criteri di acquisto più importanti da tenere in considerazione per una perfetta esperienza invernale.

  • Materiale e peso
  • Sistema de fissaggio e stivali
  • Tipo de punte e quantità
  • Presenza di antibott
  • Attività

Materiale e peso

I ramponi devono essere di buona qualità per assolvere pienamente alla loro funzione. Per questo, non possiamo prendere in considerazione i modelli in plastica o metalli non rinforzati. Quelli migliori sono in acciaio e le sue varianti, per la loro durata nel tempo e resistenza. L’alluminio è un’altra opzione, ma solo per le attività meno esigenti.

Insieme di scarponi con ramponi

Questi accessori sono composti da quattro parti: uno scheletro di base, le punte affilate o “denti”, gli antibott o antizoccolo e il sistema di fissaggio. (Fonte: Pavel Bernshtam: 121004931/ 123rf.com)

Sistema di fissaggio e stivali

Se vogliamo che i ramponi ci proteggano su terreni innevati o ghiacciati, dovremo assicurarci di agganciarli bene ai nostri stivali. Dunque, prima di tutto bisogna scegliere un modello che sia compatibile con il paio che possediamo. Poi, in base all’attività che andremo a praticare, sceglieremo uno dei sistemi di fissaggio tra quelli di cui abbiamo parlato. Quello a cinghie è sicuramente il più universale.

Tipo di punte e quantità

Le punte sono l’elemento che aderisce al terreno per garantirci stabilità. Una quantità inferiore a 8 è sconsigliata, poiché i ramponi non avranno molti punti di appoggio. A seconda dell’attività che ci prepariamo a svolgere, dovremo controllare anche la distribuzione delle punte su tutta la pianta del piede e di che tipo sono (verticali, orizzontali o monopunta).

Presenza di antibott

Gli antibott sono la più importante misura di sicurezza dei ramponi. Evitano che la neve si accumuli sotto le suole e che si scivoli o si cada. Non sono inclusi in tutti i modelli, anche se possono essere acquistati separatamente; sarà quindi meglio comprarne un paio in cui siano già incorporati, per non correre rischi.

Attività

Infine, l’efficienza dei nostri ramponi dipenderà anche dalla scelta che abbiamo fatto a seconda dell’attività o dello sport che svolgeremo. Dei ramponi a 12 punte verticali per escursioni su terreno innevato piano saranno scomodi ed inadatti. Perciò, prima di comprarne un paio, dobbiamo informarci bene su quale specifico modello sia opportuno per ciascuna attività.

Conclusioni

I ramponi sono un accessorio a trazione da inserire sugli stivali per muoversi agevolmente sulla neve e sul ghiaccio, assicurandosi stabilità e sicurezza su questo genere di superfici. Consistono in punte affilate che penetrano il terreno, e sono molto usati per attività e sport invernali come escursionismo, sci alpino o arrampicata su ghiaccio.

I ramponi sono molto diversi tra loro, a seconda della quantità e del tipo di punte che hanno, del loro sistema di fissaggio e del materiale con cui sono fabbricati. In genere, sono in acciaio o alluminio, perfetti per resistere a condizioni climatiche rigide. È importante tenere in considerazione lo scopo per cui ne abbiamo bisogno prima di scegliere un modello specifico, così da poterli sfruttare al meglio.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici per fargli conoscere tutto quello che c’è da sapere sui ramponi!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Jaroslav Moravcik: 72952354/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
45 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...