Ultimo aggiornamento: 01/10/2021

La pubblicità di retargeting è una nuova tecnica utilizzata nel marketing online. Negli ultimi anni, la pubblicità di retargeting è stata utilizzata nella pubblicità online. Si trattava di guardare le informazioni sui prodotti per i visitatori e di concentrare la spesa pubblicitaria sulle persone che hanno già familiarità con un marchio e che hanno mostrato interesse di recente.

Nel nostro articolo sul retargeting, spieghiamo il termine in dettaglio e rispondiamo anche alle domande frequenti in modo che anche tu possa familiarizzare con il retargeting senza problemi.

Sommario

  • Il retargeting è un nuovo tipo di marketing online in cui la pubblicità è mirata alle azioni precedenti dei consumatori su internet.
  • Il retargeting funziona attraverso i cosiddetti cookie. Questi cookie registrano informazioni come i clic sui prodotti o le visite ad altri siti web e le trasmettono al server pubblicitario, che coordina la consegna della pubblicità.
  • Il retargeting è conveniente e offre un ROI significativo. La cosa più importante è fornire pubblicità personalizzata al momento giusto per assicurare la migliore interazione.

Voce del glossario: Il termine retargeting spiegato in dettaglio

In questa sezione spieghiamo il termine retargeting in dettaglio. Risponderemo anche alle domande più importanti e frequenti sul retargeting.

Cos’è il retargeting?

Il marketing di retargeting è una forma di pubblicità online mirata in cui gli annunci online sono indirizzati ai consumatori in base a precedenti azioni su internet in situazioni in cui quelle azioni non hanno portato ad una vendita o conversione. Il retargeting può aiutare le aziende a fare pubblicità ai visitatori del sito web che lasciano il sito senza una conversione – questo rappresenta circa il 98% di tutto il traffico web. (1)

Come funziona il retargeting?

Il retargeting è solitamente implementato utilizzando i cookie. Per questo motivo, i cosiddetti “pixel” sono incorporati nel codice sorgente della pagina di destinazione. Questo è un piccolo codice che può impostare un cookie sul computer dell’utente immediatamente dopo che il client (browser) carica la pagina corrispondente. Questo cookie registra informazioni come i clic sui prodotti o le visite ad altri siti web e le trasmette al server pubblicitario, che coordina la consegna della pubblicità.

Se ora l’utente visita un altro sito web che partecipa allo stesso programma pubblicitario dell’ad server, viene visualizzata un’offerta pubblicitaria corrispondente. Il tagging e la profilazione degli utenti possono essere fatti anche accedendo ai dispositivi appropriati per le offerte online.
Il Retargeting

è solitamente utilizzato principalmente nell’e-commerce per incoraggiare i clienti ad effettuare acquisti.

Perché si dovrebbe usare il retargeting?

Il Retargeting è una strategia efficace per diverse ragioni.

Il Retargeting è un modo intelligente per convertire gli acquirenti interessati. Se stanno solo visitando un sito web o aggiungendo prodotti al loro carrello, questi acquirenti sono già interessati all’offerta esistente. Pertanto, hanno molto meno sforzo per convertire rispetto a qualcuno che non ha mai visitato un sito web prima. Le soluzioni di riposizionamento intelligente possono aiutare a trattare con questi acquirenti al momento giusto e con i prodotti giusti. In questo modo, non solo si possono massimizzare le vendite, ma si possono anche aumentare i profitti.

Il riposizionamento può migliorare la prima impressione e tenere a mente i potenziali clienti.

Redirection è una soluzione omni-channel attraverso canali e dispositivi. Oggi gli acquirenti possono passare facilmente da un dispositivo all’altro e da un canale all’altro. Per continuare a rivolgersi a loro con successo, gli inserzionisti devono stare al passo con loro. Alcuni fornitori di retargeting possono permettere agli acquirenti di passare tra desktop, dispositivi mobili e app.

In questo modo, i bisogni dei potenziali clienti possono essere soddisfatti con una messaggistica coerente indipendentemente da dove si trovano. Altri fornitori possono anche utilizzare i dati offline: per esempio, possono determinare quando un acquirente ha comprato un prodotto in un negozio e smettere di servire annunci.

Con il retargeting, l’inserzionista deve registrare molti dati e questi vengono poi utilizzati. (Fonti: Carlos Musa / unsplash)

Il retargeting è conveniente e offre un ROI significativo. Se si seguono le migliori pratiche di base, il retargeting è una strategia molto redditizia. La pubblicità personalizzata viene consegnata al momento giusto per garantire la migliore interazione. Con un modello di prezzo basato sul costo per clic (prezzo utilizzato da alcuni fornitori di servizi di retargeting), paghi solo quando qualcuno clicca su un annuncio. Questo è il modo migliore per utilizzare bene il budget.

Qual è la differenza tra retargeting statico e dinamico?
Raggiungere i consumatori con il marketing nel clima digitale di oggi richiede una pubblicità altamente accurata e rilevante. I consumatori sono in un costante stato di bombardamento di informazioni e la concorrenza sempre più agguerrita rende sempre più difficile raggiungere i clienti target che vogliono vedere e ottenere ciò che vogliono, quando lo vogliono.

Il Retargeting Dinamico è altamente intelligente e utilizza la più recente tecnologia di performance marketing, consentendo annunci che sono altamente accurati e rilevanti attraverso la personalizzazione, efficaci in termini di costi e generatori di reddito. Questo è possibile grazie agli algoritmi che mirano agli obiettivi di conversione più probabili (azioni preziose post-ad click definite dall’azienda) e al momento giusto nel loro funnel di acquisto. (2)

Il retargeting statico è migliore per le aziende B2B. Questa è anche una buona strategia quando ci si rivolge ad un pubblico specifico piuttosto che agli individui, o quando si promuove un prodotto o una merce specifica. (3)

Qual è la differenza tra retargeting e remarketing?

Remarketing e retargeting sono spesso usati come sinonimi. In linea di massima, entrambe le espressioni descrivono lo stesso principio: l’obiettivo qui è quello di riattivare gli utenti che hanno visitato il nostro sito web ed eseguito determinate azioni, riportandoli al sito web. (4)

Il retargeting può spingere i visitatori a tornare tramite annunci display o annunci nativi su altri siti web o altre app.

Il retargeting assicura che gli utenti ricevano annunci perfettamente mirati e quindi l’esperienza dell’utente è migliore. (Fonti: Brooke Cagle / unsplash)

D’altra parte, il remarketing utilizza le email per questo scopo: tali email ricordano all’utente gli acquisti non terminati, per esempio. Mostrano anche ai potenziali clienti cosa li aspetta nel loro carrello, o offrono prodotti di upselling o cross-selling. In questo modo, ai clienti vengono proposti gli acquisti precedenti.

Quali sono i benefici del retargeting?

Il retargeting può cercare di trasformare i potenziali clienti indecisi in acquirenti soddisfatti. Quando gli utenti si trovano di fronte a materiale promozionale anche dopo aver visitato la pagina vera e propria, il marchio o l’azienda viene visualizzato ripetutamente. Questo aumenta la visibilità e l’attrattiva del marchio. Il controllo mirato della pubblicità porta a meno sprechi, costi medi più bassi e, in definitiva, un più alto tasso di click-through (CTR).

Perché il retargeting è spesso criticato?

Il Retargeting è spesso criticato per la raccolta di molti dati e la creazione di profili utente per rendere la pubblicità il più efficace possibile. Questi dati possono essere collegati ad altri database per creare Big Data e costruire un profilo che può essere esteso alla privacy dell’utente in pochi semplici passi. Gli utenti comuni non possono capire quali aziende stanno usando i loro cookie o dispositivi per creare profili.

La pratica del retargeting spesso sembra sospetta agli utenti di internet, che non riescono a spiegare perché il negozio online visitato in precedenza viene visualizzato sui banner pubblicitari. Dal punto di vista di un responsabile della protezione dei dati, il retargeting è pericoloso perché i criminali possono anche utilizzare i dati personali degli utenti attraverso il furto di dati o l’hacking. Inoltre, gli utenti generalmente non possono annullare l’iscrizione. Per esempio, quando si utilizza un browser, i cookie di terze parti non sono ammessi.

Quali altre forme di retargeting esistono?

Il processo di spiegazione non viene utilizzato solo per il marketing online e per il display marketing del sito web. Ci sono altri modelli oltre al targeting del sito web (5)

  • Search retargeting: il focus qui è sulle parole chiave che gli utenti hanno inserito nei motori di ricerca in passato. Il search retargeting è utilizzato principalmente per attrarre nuovi clienti.
  • Reindirizzamento e-mail: qui, gli utenti che hanno ricevuto newsletter o altre e-mail possono essere indirizzati direttamente tramite i canali e-mail.
  • Reindirizzamento CRM: il reindirizzamento CRM utilizza i dati CRM esistenti (come l’indirizzo e-mail o il codice postale) per contattare i clienti online.
  • Trasferimento sociale: il trasferimento sociale permette ai marketer di localizzare gli utenti dei social network (come Facebook o Twitter).

Cosa bisogna considerare nel retargeting?

Gli utenti possono rapidamente notare l’effetto opposto del retargeting. Se visitano frequentemente diverse pagine per finire a vedere offerte online pubblicizzate da siti web visitati in precedenza, lo considereranno invadente e fastidioso ed eviteranno il sito web in futuro. Pertanto, gli annunci dovrebbero essere inseriti con cautela e il design dovrebbe essere il più creativo possibile e non invadente.

Conclusione

Lo scopo del retargeting è quello di utilizzare la pubblicità mirata che corrisponde alle attività degli utenti ed è quindi rilevante per loro al fine di raggiungere potenziali clienti sul web e sui dispositivi mobili. Lo scopo è quello di convincere gli utenti del sito web persi a tornare e a fare un’altra transazione.

Creando materiale promozionale nell’interesse degli utenti, si dovrebbero ottenere tassi di conversione più alti. Tuttavia, gli inserzionisti dovrebbero fare attenzione quando fanno retargeting, per esempio, per assicurarsi che solo una frequenza limitata di annunci venga mostrata a certi utenti.

Fonte dell’immagine: pixabay / fancycrave1

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni