Ultimo aggiornamento: 04/08/2021

Il nostro metodo

10Prodotti analizzati

20Ore di lavoro

4Fonti e riferimenti usati

45Commenti valutati

I riscaldatori sono dispositivi domestici che offrono una grande varietà di modelli e stili per aumentare la temperatura delle stanze della tua casa. Dai riscaldatori a risparmio energetico ai riscaldatori a pannello e ai ventilatori in ceramica, ci sono molte opzioni. Ecco perché è consigliabile controllare la loro qualità e capacità di riscaldamento prima dell’acquisto, in modo che si adattino esattamente a ciò che vogliamo. Sul mercato oggi troviamo prodotti come il Pro Breeze PB-H01-EU; un riscaldatore di dimensioni compatte, ma abbastanza potente da riscaldare intere stanze in poco tempo. Offre diverse impostazioni di temperatura e ha un sistema di sicurezza integrato, per disattivare l’attrezzatura quando necessario. Qualcosa di simile a quello che offre il modello Taurus 946.903, dato che ha anche piccole dimensioni e un peso relativamente leggero, ma che non diminuisce la sua potenza, essendo in grado di generare il calore necessario per aumentare la temperatura della stanza.




Riscaldatore: la nostra selezione

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul Riscaldatore

Tra le diverse proposte che abbiamo per riscaldare la nostra casa quando il freddo è pungente, i riscaldatori sono una delle proposte più interessanti. La varietà di modelli, design e potenze è tale che è difficile non trovare un modello adatto a quello che stiamo cercando.

Se non vuoi perderti in questa giungla di opzioni, ti offriamo i consigli della nostra guida all’acquisto del miglior riscaldatore sul mercato, secondo le tue preferenze, ovviamente. Una guida con le linee guida chiave che manterranno la tua casa calda e le tue tasche non troppo fredde.

(Fonte: belchonock :166503695 / 123rf.com )

Tipo di riscaldatore

In qualsiasi confronto di riscaldatori che vediamo in rete o in qualsiasi brochure troveremo diversi modelli o sistemi, ognuno applicato ad un uso specifico. Tra i modelli più versatili ci sono i riscaldatori ad aria, che includono un elemento riscaldante e un ventilatore che soffia l’aria nella stanza. Sono le opzioni più economiche e versatili perché possono essere posizionate ovunque.

Tra i riscaldatori d’aria, non possiamo dimenticare i modelli in ceramica, che includono elementi che trattengono il calore e, quindi, riducono il consumo. Non possiamo nemmeno dimenticare i modelli sospesi, progettati per bagni e camere da letto, che di solito includono barre di quarzo per il riscaldamento, offrendo risultati molto favorevoli.

L’ultima tendenza nei riscaldatori sono nuove opzioni come i riscaldatori a pannello. In questo caso viene utilizzato il calore a infrarossi che, grazie alla disposizione dei pannelli, viene immesso direttamente nella stanza, riducendo il consumo di energia e l’inconveniente di un getto diretto. Sono quindi più efficienti e consumano meno energia di altri modelli.

Consumo di energia e potenza

L’uso di stufe o di qualsiasi altro prodotto basato sull’elettricità per riscaldare la casa comporta un notevole consumo di energia. Visti i prezzi dell’elettricità, vale la pena dare un’occhiata al consumo e alla potenza del prodotto in anticipo, per regolare questi parametri ed evitare di surriscaldare la nostra bolletta del riscaldamento.

Per quanto riguarda la potenza, questa dovrebbe essere regolata in base alla stanza che intendiamo riscaldare. Non avrebbe senso utilizzare un prodotto da 2000 watt per riscaldare un bagno, perché probabilmente ne avremo troppo. È vero anche il contrario, dato che non otterremo mai un riscaldamento adeguato in stanze grandi con poca potenza.

Di regola, 1000 watt sono sufficienti per queste piccole stanze, mentre per spazi di più di 20 metri quadrati è consigliabile considerare di andare fino a 2000 watt.

Per quanto riguarda il consumo, abbiamo già visto che ci sono modelli come la ceramica o i pannelli, che risparmiano più energia perché sono più efficienti. Se non possiamo scegliere questi prodotti, dovremmo optare per riscaldatori che includono un termostato, con il quale possiamo regolare il calore a ciò di cui abbiamo bisogno, risparmiando energia quando non è necessario riscaldare la stanza. In verità, non c’è molta differenza nel costo di questi extra e a lungo termine è qualcosa che ci farà risparmiare denaro.

Controllo e sicurezza

Come ultimo aspetto della nostra guida, parliamo del controllo del calore e della sicurezza del prodotto, questioni importanti sia per il risparmio energetico che per evitare incidenti in casa quando si riscalda qualsiasi stanza.

Il controllo di un riscaldatore è solitamente fatto attraverso il termostato incluso nel prodotto. Inoltre, alcuni modelli includono un selettore di potenza e quindi regolano il termostato nella gamma di questa potenza.

Questa è probabilmente l’opzione migliore in quanto è quella che permette una regolazione più precisa del calore generato. In ogni caso, non optare mai per modelli che non includono un termostato, poiché non sarai in grado di controllare il calore che generano.

Per quanto riguarda la sicurezza, è necessario che i prodotti siano stati certificati con i sigilli CE. Se includono sigilli aggiuntivi o certificati di garanzia, ancora meglio. Questi prodotti dovrebbero anche includere caratteristiche di sicurezza, come un protettore di surriscaldamento, che interrompe il funzionamento quando il prodotto si surriscalda.

E se si tratta di prodotti per riscaldare bagni o zone umide, non dimenticare di scegliere riscaldatori specificamente progettati per queste stanze.

Come usare Riscaldatore: la guida definitiva

Nella stagione invernale, le temperature scendono improvvisamente e questo si sente anche nelle nostre case. Un modo semplice per riscaldare le tue stanze è l’uso di stufe per ambienti. Poiché molti utenti inesperti non sanno come utilizzare questi prodotti, ecco 8 passi che ti mostreranno come utilizzare correttamente una stufa per ambienti.

(Fonte: rusyach :147749020/ 123rf.com)

Condiziona lo spazio da riscaldare

I riscaldatori portatili sono oggetti ideali per riscaldare gli spazi domestici per mantenere una temperatura confortevole per le persone. Dopo aver acquistato il riscaldatore giusto per le tue esigenze, dovresti preparare lo spazio dove sarà in funzione. La stanza dovrebbe essere tenuta con le finestre e le porte chiuse in modo che il calore possa essere concentrato più facilmente.

Allontana l’oggetto da qualsiasi oggetto

Una volta che hai messo bene in sicurezza la stanza, allontana da essa qualsiasi oggetto vicino al riscaldatore. Questa è una regola di sicurezza fondamentale per l’utilizzo del prodotto. Quindi, ci dovrebbe essere almeno 1 metro di distanza tra mobili, sedie, tavoli e armadi, tra gli altri. Il contatto diretto con il calore emesso può causare danni e incidenti agli oggetti.

Collega il riscaldatore a una fonte di alimentazione

Avendo coperto il passo precedente, procedi a collegare il riscaldatore. Assicurati che quando maneggi il cavo sia in buone condizioni e che non ci sia la possibilità di un cortocircuito quando viene a contatto con l’elettricità. Inoltre, fai attenzione quando maneggi il cavo con l’acqua nelle vicinanze, perché è un buon conduttore elettrico e la persona che lo maneggia può subire gravi incidenti.

Accendi il riscaldatore

Il prossimo passo per utilizzare il tuo riscaldatore è accenderlo. Premi il pulsante on/off e aspetta qualche minuto fino a quando appare il menu di avvio. Leggi attentamente le istruzioni del manuale e imposta il tempo, la frequenza e la potenza di utilizzo del riscaldatore secondo le tue esigenze.

Imposta la temperatura sul termostato

La temperatura delle onde di calore emesse dal riscaldatore deve essere adeguata allo spazio in cui si trova. Si raccomanda di iniziare con temperature miti e di aumentare gradualmente la temperatura della stanza, aumentandola gradualmente.

Non tenerlo acceso per molto tempo

Anche se è un oggetto pratico e semplice da installare, non dovresti superare il suo tempo di lavoro. L’uso eccessivo e prolungato del riscaldatore può generare grandi aumenti nel consumo di energia domestica, incidendo economicamente sulla famiglia. Inoltre, questo può causare un deterioramento prematuro dell’articolo, compromettendone la durata.

Scollegalo e lascialo raffreddare

Tutti i riscaldatori mantengono il calore per diverse ore dopo essere stati spenti. È importante scollegare il riscaldatore immediatamente dopo averlo spento per evitare un eccessivo consumo di elettricità. Dovresti anche lasciarlo raffreddare all’aria aperta prima di conservarlo.

Conservarlo dopo l’uso

Dopo aver controllato che il prodotto sia freddo, conservalo nella sua scatola originale insieme ai suoi cavi e altri accessori. Posiziona la scatola in un luogo isolato dal pavimento, preferibilmente in alto, soprattutto dove è asciutto e dove circola l’aria.

FAQ Riscaldatore: le domande più pressanti

Come pulire un riscaldatore

Come qualsiasi altro elettrodomestico, anche i riscaldatori accumulano sporco e impurità dall’ambiente; soprattutto, è importante ricordare che a causa dell’ossidazione naturale che avviene durante la combustione, lasciano residui interni, che potrebbero ostruire l’uscita dell’aria. Per questo motivo, è essenziale effettuare una pulizia periodica per prolungare la vita utile dell’apparecchio.

Per pulire l’apparecchio, avrai bisogno di un compressore d’aria, poiché l’aria pressurizzata è l’opzione migliore per eliminare efficacemente ogni traccia di sporco. Inizia spegnendo l’apparecchio e aspetta che si raffreddi completamente. Poi procedi a pulire la zona pilota e la zona del bruciatore principale, prestando particolare attenzione ai fori dove entra l’aria e dove si accumula la maggior quantità di residui.

Quando un riscaldatore è un riscaldatore a fumi bilanciati

I riscaldatori a fumi bilanciati sono apparecchi efficienti e funzionali, che garantiscono sicurezza e forniscono calore alle stanze senza alcun rischio. A differenza dei modelli a infrarossi o catalitici, che generano gas di combustione e hanno problemi di mancanza di ossigeno e umidità,; questi prodotti sono in grado di prendere l’ossigeno dall’esterno ed eliminare i gas di combustione, grazie alla loro camera integrata. In questo modo, si evita la contaminazione delle stanze e inoltre, questo tipo di riscaldatore è raccomandato per l’installazione in qualsiasi stanza, comprese le camere da letto e i bagni.

Dove posizionare il pannello del riscaldatore

Per una prestazione ottimale dell’attrezzatura, dovresti posizionare il pannello su una parete rivolta (se possibile) verso l’esterno della casa, puoi anche montarlo vicino alle finestre o sotto di esse. Questo favorisce il corretto funzionamento del dispositivo, poiché queste sono le superfici più fredde presenti nelle stanze.

Si consiglia di installarlo in piano sulla parete, evitando ostruzioni come mobili o tende, davanti o sopra il pannello, che potrebbero impedire un’adeguata circolazione dell’aria. Idealmente, dovrebbe essere montato ad un’altezza di 15-20 cm dal pavimento, e per questo, devi solo fissarlo al muro con delle viti e poi collegarlo ad una presa di corrente.

Grazie alla sua facile installazione, è da salutare il fatto che non è necessario assumere manodopera specializzata, né è necessario rompere muri, pavimenti o soffitti, e non richiede l’installazione di tubi o griglie di ventilazione. Inoltre, è un apparecchio che può facilmente fornire calore a stanze fino a 10 m2.

Perché il riscaldatore fa rumore?

Il rumore è un problema associato a questi sistemi di riscaldamento e in alcuni casi, quando l’apparecchio viene lasciato acceso durante notti molto fredde, è possibile che il sonno venga interrotto da questo fastidio. La causa principale è di solito il cambiamento di temperatura nei tubi, che spesso sono fatti di rame, quindi quando si raffreddano questi tubi si espandono e poi causano il rumore quando si riscaldano di nuovo.

Un’altra probabile causa del rumore nei riscaldatori è dovuta al taglio dell’ingresso dell’aria primaria al bruciatore. Per risolvere facilmente questo problema, gli esperti raccomandano che hai solo bisogno di regolare o modificare un po’ i dispositivi di dosaggio dell’aria.

Riscaldatore vs radiatore

I radiatori sono un sistema di riscaldamento efficiente e sono i più utilizzati per l’aria condizionata in qualsiasi casa situata in climi freddi. Questo dispositivo fornisce comfort e calore alle stanze in un tempo massimo di un’ora, fornendo ambienti piacevoli e caldi. Il suo principale svantaggio è che la sua installazione richiede lavori edili e personale specializzato.

Il radiatore funziona con una caldaia, che deve essere installata in una zona ventilata. La funzione di questa caldaia è quella di riscaldare l’acqua, che viene condotta attraverso i tubi a ciascuno dei radiatori della casa.; L’acqua in questi sistemi circola più e più volte, in modo da mantenere una temperatura costante nella caldaia.

I riscaldatori, invece, sono apparecchiature che funzionano con l’elettricità e sono molto efficienti, poiché tutta l’energia che consumano viene trasformata in calore. Sono anche molto facili da usare e non richiedono l’installazione;. Inoltre, riscaldano le stanze in cui è necessario più calore velocemente e in modo tempestivo. Sono raccomandati come complemento al sistema di riscaldamento principale.

Riscaldatore elettrico vs olio

I riscaldatori d’aria elettrici sono di solito piccoli dispositivi il cui scopo è quello di espellere aria calda velocemente e in modo mirato per riscaldare stanze fredde. A seconda del modello, puoi trovare riscaldatori da tavolo, da pavimento, verticali e da parete. Hanno un termostato che regola la temperatura e alcuni assomigliano a un ventilatore con la sua testa oscillante.

Questo tipo di riscaldatore è utilizzato per riscaldare stanze più piccole e come complemento al sistema di riscaldamento principale. La sua qualità principale è che può fornire aria calda quasi istantaneamente ed è un sistema di riscaldamento che non utilizza carburante o gas, quindi non inquina ed è ecologico. Inoltre, sono dispositivi economici e convenienti.

I modelli che funzionano con olio sono anche conosciuti come radiatori elettrici e il loro funzionamento consiste nell’emissione di calore per convezione. Sono raccomandati per stanze grandi e spaziose, anche se vengono utilizzati anche in stanze piccole; per questo scopo, a seconda della potenza fornita dall’attrezzatura.

Questo dispositivo può essere montato in modo fisso sulla parete e offre anche una presentazione in formato portatile e con ruote, così puoi trasportarlo facilmente da una stanza all’altra.

(Fonte dell’immagine in evidenza: rusyach: 147753686/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni