Un robot pulisci piscina giallo
Ultimo aggiornamento: 26/06/2020

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

7Fonti e riferimenti usati

77Commenti valutati

L’acqua delle piscine, soprattutto se si tratta di quelle all’aperto, è continuamente soggetta a polvere, particelle, foglie e altri detriti. Anche se gran parte di tutto questo rimane a galla, è normale che un’altra parte finisca per attaccarsi alle pareti e al fondo, rendendoli sporchi e scivolosi. Per risolvere questo problema, ti servirà un robot per piscina.

I robot per piscina permettono di avere acqua sempre pulita, così come le pareti e il fondo. Insieme ad un buon sistema di depurazione, l’acqua durerà molto più a lungo, cosa che ti permetterà di risparmiare denaro e utilizzare le risorse in maniera più responsabile. In questo articolo, ti spiegheremo tutto il necessario su questi dispositivi.




Le cose più importanti in breve

  • I robot per piscina hanno il compito di effettuare la pulizia al posto tuo. Questi dispositivi si programmano secondo alcuni parametri grazie ai quali funzioneranno autonomamente mentre tu ti occuperai di altre attività.
  • Affinché la pulizia della piscina sia completa, si raccomanda l’uso di altri dispositivi, insieme al robot. Prima di tutto, è fondamentale disporre di un depuratore e di un raccogli foglie, in modo che la macchina effettui una pulizia più efficace.
  • Le dimensioni e la forma della tua piscina saranno il principale criterio di acquisto di un robot. Devi infatti concentrarti sulle dimensioni e le caratteristiche della tua piscina, oltre a scegliere un modello in grado di svolgere efficacemente le sue funzioni.

I migliori robot per piscina sul mercato: la nostra selezione

Esistono robot per piscina manuali, elettrici, idraulici e automatici. Inoltre, per ogni tipo di robot, troverai modelli diversi, con caratteristiche uniche. Per aiutarti a scegliere la macchina che meglio si adatta alle tue esigenze, abbiamo selezionato i migliori modelli sul mercato:

Il robot per piscina più conveniente

Il Bestway Falcon 58479 è adatto alla pulizia di piscine di grandezza media, con superficie massima da 70 mq e profondità non oltre i 2 m. Pulisce il fondo di piscine a fondo piatto e con pendenza  Ha una capacità di filtraggio pari a circa 20 mq/h ed è dotato di un filtro da 180 µm. È anche possibile scegliere il ciclo di pulizia con durata da 1 ora, 1 ora e 30 minuti oppure 2 ore.

Le recensioni sono piuttosto positive ed il robot sotto esame si dimostra una soluzione economica ma funzionale, buono sia con piscine interrate che fuori terra, anche se in quest’ultimo caso potrebbe risultare meno efficiente.

Il robot per piscina migliore in assoluto

Il Dolphin Poolstyle 35 è un robot di alta gamma prodotto da MAYTRONICS, in grado di pulire fondo, pareti e linea di galleggiamento di piscine lunghe fino a 12 m, indipendentemente da forma e pendenza. Con una potenza da 120 W è adatto a pavimentazioni di ogni tipo, inclusi PVC, piastrelle, poliestere e cemento. È dotato di tecnologia per lo spazzolamento Active Brushing ed è in grado di filtrare 15 mc/h.

Ha un peso di appena 7,5 kg, cavo da 18 m, ed include una serie di filtri extra. Per gli acquirenti si tratta di un prodotto di grande qualità, capace di pulire autonomamente una piscina interrata in ogni suo angolo.

Il miglior robot per piscine fuori terra

L’Intex 28001 è un aspiratore automatico sviluppato per la pulizia di piscine Intex, che necessita di essere collegato ad una pompa filtrante con potenza compresa fra 6000 e 13000 L/h. È dotato di un tubo da 7,5 m con diametro da 38 mm. Il successo e la convenienza delle piscine Intex ha reso questo robot il più venduto in assoluto, con acquirenti che esprimono il loro apprezzamento per un dispositivo che si dimostra, a dispetto del prezzo, piuttosto efficiente.

Sebbene possa funzionare con pompe per piscine che non siano prodotte da Intex, la compatibilità non è garantita e viene perciò suggerito di usarlo solo con pompe del suddetto produttore. Limitata è anche la compatibilità con piscine interrate, ma funziona benissimo con la maggior parte delle soluzioni fuori terra.

Il robot per piscina più completo

Il Vortex AV35050 è un robot per la pulizia automatizzata di piscine medio-grandi, con ampiezza massima di 12×6 m, dotato di aspirazione ciclonica. Questo specifico modello è compatibile con fondali di ogni tipo con pendenza lieve, e pulisce anche pareti e linea di galleggiamento. A rendere ancora più completo il prodotto vi è un telecomando tramite il quale azionare il robot, un pratico carrello per il trasporto, e 6 diversi cicli di pulizia.

Il filtro incluso ha un volume di 5 L ed una rete da 100 µm, e stando agli acquirenti è molto facile da rimuovere e pulire.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui robot per piscina

Mantenere la piscina pulita è un compito impegnativo. Non solo occorre depurare l’acqua ed eliminare alghe e impurità, ma bisogna anche eliminare i residui dalla superficie e mantenere le pareti e il fondo puliti. I robot per piscina renderanno questo lavoro molto più semplice ma, prima di sceglierne uno, è necessario conoscerli bene.

Tecnico con robot pulisci piscina

I robot per piscina hanno il compito di effettuare la pulizia al posto tuo. (Fonte: Welcomia: 100766024/ 123rf.com)

Cos’è un robot per piscina?

Il robot per piscina è un dispositivo la cui funzione è quella di rimuovere tutta la sporcizia che si trova sul fondo delle piscine. In alcuni casi, questi dispositivi sono anche in grado di pulire le pareti. Il funzionamento è molto semplice, dato che solitamente sono dispositivi autonomi, che non richiedono, cioè, di essere maneggiati dall’utente.

Questi dispositivi funzionano in maniera indipendente dal depuratore. In tal modo, la pulizia si suddivide in due parti: acqua e superficie. Il depuratore pulisce e filtra l’acqua della piscina, mentre il robot rimuove la sporcizia e i residui attaccati alle pareti e al fondo. Per una pulizia completa, dovrai utilizzare anche un raccogli foglie.

Come funziona un robot per piscina?

Questi dispositivi funzionano in maniera indipendente, vale a dire che sono autonomi: per questo si chiamano «robot». Presentano un lato di suzione e un altro di pressione, prodotta da una pompa che viene usata anche per alimentare e far funzionare il robot.
Assorbono le impurità mentre si muovono sul fondo.

La maggior parte di questi dispositivi presenta un sistema di configurazione che permette di impostare un proprio programma. Ciò significa che è possibile programmare i robot per pulire una determinata superficie, negli orari indicati. Sono autosufficienti, dato che dispongono di filtro e sistema di autopropulsione che ne migliora la mobilità.

Perché dovrei usare un robot per piscina?

Principalmente, perché la pulizia della piscina è un compito faticoso. Per piscine di grandi dimensioni, la manutenzione può risultare molto pesante. È uno sforzo che implica la perdita di varie ore che potresti utilizzare per altre faccende domestiche o, semplicemente, per riposare.

I robot per piscina, insieme ai depuratori e ad altri sistemi di pulizia, ti permetteranno di goderti di più la tua piscina. L’acqua rimarrà pulita per più tempo, quindi non dovrai cambiarla troppo spesso. In tal modo, risparmierai denaro e consumerai le tue risorse in maniera più responsabile.

Quali vantaggi offre un robot per piscina?

A tutti quanti piace godersi la piscina fuoriterra o meno, in estate. È il nostro luogo preferito, dove trascorriamo momenti piacevoli e riposanti con i nostri familiari e amici. Ma, man mano che la si usa, la piscina tende a sporcarsi, quindi sarà necessario pulirla frequentemente. Un robot per piscina offre alcuni vantaggi, come:

  • Pulisce meglio le pareti e le zone difficili da raggiungere, come i gradini o le parti posteriori delle scalette. Ciò evita che si accumulino detriti che finiscono con l’intaccare l’acqua.
  • Disinfetta efficacemente la piscina.
  • È in grado di eliminare ogni tipo di rifiuti: foglie, terra, alghe, rami e pietre.
    Permette di risparmiare tempo nella pulizia.
  • È possibile programmarlo, quindi effettua il lavoro in maniera autonoma, senza che tu debba essere presente.
  • Permette di risparmiare energia.
  • È in grado di pulire la superficie, assicurando un risultato molto più igienico.
  • Si installa facilmente e alcuni modelli eseguono trattamenti chimici sul fondo.
  • Esiste una grande varietà di modelli, con dimensioni e caratteristiche per tutti i budget e per tutte le esigenze.
Primo piano su un robot per piscina

Le dimensioni e la forma della tua piscina saranno il principale criterio di acquisto di un robot. (Fonte: Ka2shka: 88213973/ 123rf.com)

Quali tipi di robot per piscina esistono?

Sul mercato, troverai una grande varietà di robot per piscina, ognuno pensato per soddisfare esigenze particolari. È per questo motivo che è necessario conoscere i diversi tipi esistenti, per scegliere così quello più adatto alle tue esigenze. Sul mercato, troverai robot per piscina:

  • Manuali: La scelta più economica. Questi modelli richiedono più tempo e fatica al compratore, dato che dovrà effettuare personalmente la pulizia. Anche il consumo è maggiore, perché, usandoli, la piscina perde acqua. In questi modelli, la prima pulizia della stagione va effettuata inviando l’acqua allo scarico, per evitare che lo sporco otturi il filtro. Funzionano collegandoli al depuratore e azionando la modalità aspirazione.
  • Idraulici: I robot per piscina idraulici sono automatici e utilizzano l’energia del sistema di depurazione della piscina stessa. Sono pensati per piscine piatte o con poca pendenza. Si collegano alla presa dello skimmer e vengono alimentati dal sistema di filtrazione. Non richiedono installazione.
  • Elettrici: Sono autonomi e programmabili. Si collegano alla rete elettrica, sono silenziosi e adatti ad ogni tipo di piscina. Si muovono sul fondo mediante ruote e si attaccano per aspirazione alle pareti. Alcuni modelli includono cicli e programmi a seconda delle dimensioni e del livello di sporcizia della piscina.
  • A batteria: Questi dispositivi sono più piccoli e pratici. Sono pensati per piscine alte e senza depuratore, come le piscine gonfiabili o smontabili. Come quelli elettrici, una volta aspirata l’acqua, la riversano di nuovo nella piscina.

Come effettuare la manutenzione di un robot per piscina?

I robot per piscina sono dispositivi resistenti. Sono realizzati per lavorare in immersione e trascorrere più tempo possibile sott’acqua. Il rivestimento sopporta bene i prodotti aggressivi come il cloro. Tuttavia, se desideri che il robot duri il più possibile, dovrai tenere in considerazione alcuni aspetti:

  1. Rimuovilo dopo ogni ciclo di pulizia: I prodotti chimici che si usano per mantenere l’acqua pulita possono danneggiare il dispositivo, se viene lasciato immerso per molto tempo.
  2. Pulisci il robot: Dopo ogni utilizzo, è consigliabile pulire l’apparecchio. Rimuovi il sacco in cui si raccoglie lo sporco. Con uno spruzzatore a pressione, elimina la sporcizia da tutto il dispositivo.
  3. Motore: Controlla le parti interne. Il motore, i rulli e le ruote devono essere sempre puliti e privi di ogni tipo di impurità.
  4. Livelli di pH e cloro: Affinché il robot per piscina possa salire lungo le pareti, dovrai assicurarti di mantenere un buon livello di pH e cloro nella piscina, dato che, se si formeranno alghe, non riuscirà a salire.

Robot pulisci piscina sul bordo

Questi dispositivi funzionano in modo indipendente, vale a dire che sono autonomi, per questo si chiamano «robot». (Fonte: Radosa: 109005571/ 123rf.com)

Che cosa succede se il robot per piscina non funziona correttamente?

Ad eccezione dei robot manuali, che solitamente non presentano problemi, gli altri modelli possono subire malfunzionamenti. Se, in qualche momento, il dispositivo smette di funzionare o non funziona come dovrebbe, può darsi che si sia verificato qualche problema che ne impedisce il corretto funzionamento:

  • Poca potenza del depuratore: Per aspirare, il robot prende forza dal depuratore. Se è insufficiente, non potrà svolgere il suo compito in modo adeguato.
  • Filtro: I depuratori sono dotati di filtri. I filtri più comuni sono a cartuccia o a sabbia ed eliminano le particelle e le impurità dall’acqua. Se non funzionano bene, l’acqua rimarrà sporca, intaccando la capacità di assorbimento del depuratore.
  • Ostruzione: Può capitare che il tubo sia ostruito da qualche oggetto che il robot ha aspirato. Controlla il tubo.
  • Diametro: Il diametro del tubo deve coincidere con quello di entrata e uscita del depuratore. Se non è così, la capacità di assorbimento verrà meno.
  • Lunghezza: Il tubo deve essere un metro più lungo della piscina. In caso contrario, la pulizia non verrà effettuata adeguatamente.
  • Chiusure sbagliate: I raccordi devono essere ben chiusi, altrimenti sarà necessario stringere le filettature con nastri di teflon e serrare il tubo.
  • Perdite: Le perdite dal tubo si possono individuare solo fuori dalla piscina. Controlla periodicamente il tubo per evitare questo tipo di problemi.
  • Aria nel tubo: L’aria ostacola l’aspirazione. Per evitare questo problema, devi immergere il tubo nella piscina con il robot acceso, così che si riempia completamente d’acqua.
  • Posizione del depuratore: Il depuratore deve trovarsi allo stesso livello della piscina, altrimenti dovrà effettuare uno sforzo maggiore, che si ripercuoterà sulla potenza di aspirazione.
  • Basso livello dell’acqua: Se l’acqua è al di sotto dello skimmer, il circuito si riempirà d’aria e smetterà di funzionare. Il livello dell’acqua deve trovarsi a ¾ dalla bocca dello skimmer.

Criteri di acquisto

Ora che sai tutto il necessario sui robot per piscina, è arrivato il momento di concentrarsi sui criteri di acquisto. Nella sezione seguente, ti spiegheremo nei dettagli i fattori che fanno la differenza e su cui dovrai concentrarti se desideri scegliere il miglior modello per la tua piscina. Ci fai compagnia?

Dimensioni e forma della piscina

Al momento di acquistare un robot per piscina, devi concentrarti sulle caratteristiche della tua piscina. Prima di tutto, devi conoscerne bene le dimensioni, dato che, a seconda di questo fattore, avrai bisogno di un dispositivo più o meno potente. È evidente che più grande sarà la piscina, più potenza servirà per pulirla in maniera efficace.

Devi anche concentrarti sulla forma della piscina, se, cioè, è diritta o presenta delle curve, dislivelli o gradini. Per esempio, se la piscina è uniforme, puoi acquistare un robot grande e robusto, mentre, se presenta dislivelli, l’ideale è un dispositivo piccolo che si possa collegare al sistema di filtrazione, dato che si muoverà più facilmente.

Uomo che prepara un robot per piscina

I robot, insieme al depuratore e ad altri sistemi di pulizia, ti permetteranno di goderti di più la tua piscina. (Fonte: Svershinsky: 100101893/ 123rf.com)

Rivestimento della piscina

Questo aspetto è legato direttamente al precedente. Tuttavia, ha più a che vedere con le finiture del fondo e con le pareti. La maggior parte dei robot per piscina si adatta ad ogni tipo di superfici, come PVC, gresite, liner, poliestere e cemento verniciato.

È importante sapere che alcuni materiali richiedono una potenza maggiore.

Se la tua piscina è in grès o mosaico, non ti servirà un dispositivo troppo potente, dato che si muoverà facilmente e trascinerà la sporcizia senza problemi. Invece, materiali come il cemento, essendo porosi e rugosi, risultano più difficili da pulire e richiedono dispositivi con una maggiore potenza di aspirazione.

Autonomia

Questo fattore avrà importanza solo nei dispositivi elettrici o a batteria. Quelli, cioè, che richiedono soltanto un minimo intervento manuale. Al momento di acquistare uno di questi dispositivi, è consigliabile che siano dotati della funzione di ciclo automatico, così da poterli accendere e lasciarli funzionare.

Alcuni robot per piscina dispongono di due funzioni, con cicli diversi, e altri di un selettore di cicli configurabili. Questi dispositivi sono ancora migliori, dato che permettono di effettuare operazioni di pulizia veloci.

Funzionalità

I robot per piscina sono prodotti costosi e quindi, se hai deciso di effettuare l’investimento, il nostro consiglio è quello di scegliere un modello che sia il più funzionale possibile. Sotto questo aspetto, è importante verificare il sistema di filtrazione, che deve essere facile da estrarre e pulire.

È anche consigliabile che il robot sia dotato di spazzole girevoli, che aiutano a pulire meglio le superfici.

Un’altra funzione importante è quella che permette di pulire le pareti fino alla linea dell’acqua. È consigliabile anche un cavo lungo, che permetta di manovrare il robot senza limitazioni.

Un robot pulisci piscina in azione

Questi robot si installano facilmente e alcuni modelli applicano trattamenti chimici sul fondo. (Fonte: Heim: 61804249/ 123rf.com)

Conclusioni

I robot per piscina sono diventati, in tutto il mondo, i migliori amici di chi possiede una piscina. Sono ideali per pulire impianti di ogni tipo, dai più grandi a quelli portatili. Sul mercato, inoltre, è possibile trovare modelli per tutti i budget, con caratteristiche uniche che si adatteranno alle tue esigenze particolari.

Prima di acquistare, conviene concentrarsi bene sulle caratteristiche di ciascun modello, sulle sue funzioni, sul suo prezzo, sulle dimensioni della piscina e anche sul modo in cui il dispositivo lavora. In questo articolo, ti abbiamo spiegato tutto ciò che devi sapere su questi robot e su come acquistare il più adatto. Ora, tocca a te.

Se l’articolo ti è piaciuto, lasciaci un commento e condividilo con i tuoi amici e familiari, così che anche loro possano trovare i migliori robot per piscina sul mercato.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Radosa: 109005563/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Claudio Scrittore e traduttore
Sono una persona solare, che ama tutto ciò che riguarda la natura, ma amo anche la tecnologia e il fai da te. Sono un tipo sportivo, ma allo stesso tempo mi piace starmene seduto a leggere. Una volta laureato, vorrei insegnare.
Jaume Scrittore
Mi dedico alla scrittura di testi per diversi siti web. Adoro scrivere e sono un maniaco del SEO e del marketing digitale (sono appassionato di Inbound Marketing e Content Marketing). Le mia specialità sono gli attrezzi e i prodotti tecnologici.