Un roner e della carne sottovuoto
Ultimo aggiornamento: 08/01/2021

Il nostro metodo

14Prodotti analizzati

22Ore di lavoro

8Fonti e riferimenti usati

72Commenti valutati

Gli esperti di gastronomia conoscono bene i benefici della cottura lenta degli alimenti. Utensili come il Roner o le slow-cooker rendono questo compito più semplice, poiché consentono una cottura lenta e graduale. Grazie a questo, si ottengono piatti succosi e teneri con tutto il loro sapore. Ritorna la cottura tradizionale lenta, ma migliorata con le nuove tecnologie.

I Roner, chiamati anche “sous vide” (sottovuoto, in francese), sono apparecchi progettati per cucinare cibi sottovuoto e a bagnomaria. Sebbene vengano utilizzati principalmente nei ristoranti, negli ultimi anni stanno raggiungendo sempre più cucine casalinghe. La loro versatilità consente di preparare una vasta gamma di ricette. Vuoi saperne di più? Continua a leggere la nostra guida sui Roner!




Sommario

  • Creato nel 1999 da due grandi chef spagnoli, il Roner è diventato uno degli utensili da cucina più popolari negli ultimi anni. Con questo piccolo elettrodomestico è possibile cuocere gli alimenti sotto vuoto in modo che mantengano tutta la loro consistenza e sapore. Ne esistono di diversi tipi, sebbene il più venduto sia il termocircolatore ad immersione o il Roner clip.
  • Il Roner è un dispositivo con molteplici vantaggi. È facile da usare ed è in grado di preparare il cibo quasi senza il nostro intervento. A volte vengono scambiati per pentole a cottura lenta, ma hanno poco a che vedere con queste. Per utilizzarlo è essenziale utilizzare specifici sacchetti sottovuoto la cottura di questo tipo.
  • Se prevedi di acquistare un Roner, devi tenere conto di fattori importanti come la precisione, la potenza o il numero di litri d’acqua che è in grado di riscaldare. È inoltre necessario valutare se dispone di una connessione wireless, nonché misure di sicurezza importanti come avvisi acustici o disconnessione automatica.

Roner: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Cucinare a casa le ricette dei grandi chef non deve essere per forza proibitivo. Utensili come il Roner non sono più esclusivi dei cuochi professionisti e vengono già utilizzati in molte case. Di seguito, abbiamo scelto i migliori Roner sul mercato in base alle valutazioni dei loro utenti. Prova a vedere se tra questi ce n’è qualcuno adatto alle tue esigenze!

Altre Raccomandazioni

Il Roner più venduto

Quello di VPCOK è attualmente il roner più venduto in assoluto, merito di un prezzo accessibile e della buona qualità del prodotto. La temperatura di esercizio ha un range di 0-99 °C ed ha una potenza di 1000 W, che consente di far raggiungere i 60 °C ad 8 litri d’acqua in un appena quarto d’ora. Il timer è impostabile fino a 99 ore e 59 minuti, ed un display mostra la temperatura corrente ed il tempo rimanente, mentre un segnale sonoro richiama l’attenzione in caso di eventi rilevanti.

Il miglior Roner per rapporto qualità-prezzo

Il Klarstein Tastemaker Compact è un roner da 1100 W che combina solidità ed affidabilità, rappresentando uno strumento adatto tanto ai principianti quanto ai cuoi provetti, grazie all’ottimo rapporto qualità-prezzo che lo contraddistingue. La temperatura è regolabile fino a 99 °C ed il timer fino a 99 ore, ed è in grado di smuovere fino a 12 litri d’acqua al minuto per una cottura più uniforme. Il corpo è rivestito interamente in acciaio inossidabile, con un display in cima allo strumento che ne consente la programmazione.

Il miglior Roner con controllo remoto tramite app

Il roner proposto da Inkbird è il meglio recensito nonché uno fra i più economici fra quelli che ne consentono il controllo remoto, anche al di fuori delle mura domestiche, reso possibile tramite l’app gratuita disponibile per smartphone Android e iOS,. Ha una potenza di 1000 W con temperatura impostabile a 25-99 °C, mentre il timer arriva fino a 99 ore e 59 minuti. Un segnale acustico notifica l’utente che la cottura è ultimata, o che il livello dell’acqua è troppo basso. È adatto volumi d’acqua fra i 5 ed i 15 litri.

Il miglior Roner professionale

Il Lacor 69192 è un roner professionale che garantisce la massima affidabilità e qualità costruttiva, destinato ai cuochi più esigenti. Il timer è impostabile fino a 99 ore, mentre la temperatura viene mantenuta fra i 5 °C ed i 99 °C, con uno scarto non superiore a 0,1 °C. Ha una potenza di 1400 W ed è realizzato in acciaio inossidabile. Una turbina muove 6 litri d’acqua al minuto, assicurando una cottura più eterogenea. Un display LCD mostra le informazioni più importanti e permette di configurare lo strumento, il quale può essere impiegato con pentole contenenti fino a 20 litri d’acqua.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul Roner

Da un po’ di tempo la tendenza prevalente in cucina è di tornare alle tecniche culinarie delle nostre nonne. La cottura a fuoco lento, senza fretta, offre sempre risultati migliori. I Roner sono utensili da cucina progettati per preparare il cibo lentamente, in modo che mantenga tutto il suo sapore, aroma e consistenza. Scopri di più in questa sezione!

Donna che taglia la carne

Il Roner è un dispositivo con molteplici vantaggi. È facile da usare ed è in grado di preparare il cibo quasi senza il nostro intervento. (Fonte: Shebeko: 121749164/ 123rf.com)

Come funziona un Roner?

I Roner sono progettati per cucinare a basse temperature, motivo per cui la maggior parte non supera i 100 °C. In questo modo, è possibile preparare il cibo in modo molto simile al cottura a fuoco lento del passato, solo con risultati ancora più spettacolari. Anche con il Roner più economico saremo in grado di ottenere sapori e consistenze impossibili in modo tradizionale.

Per preparare un cibo con il Roner, devi prima metterlo in un sacchetto e metterlo sotto vuoto. Il sacchetto deve essere poi immerso in un contenitore con acqua a cui avremo fissato il Roner. Questo riscalderà l’acqua alla temperatura desiderata, mentre la fa ricircolare in modo che il cibo si cuocia uniformemente all’interno del sacchetto.

Per cuocere con il Roner si consiglia di utilizzare sacchetti sottovuoto in plastica. Se si utilizzano contenitori rigidi in plastica o vetro, occuperanno troppo spazio nel contenitore.

Quali vantaggi ha la cottura sotto vuoto fatta con il Roner?

Qui di seguito abbiamo preparato una lista dei molti vantaggi che ha la cottura sous-vide fatta con un Roner:

  • Preserva il sapore degli alimenti. Quando si cuociono gli alimenti sotto vuoto, questi mantengono tutto il loro succo e sapore. Hai mai notato che la carne si restringe nella padella? Questo accade perché si ‘asciuga’, perdendo la sua consistenza e il sapore originali. Cucinandola con un Roner non accadrà.
  • Conserva tutti i nutrienti. Gli alimenti preparati con un Roner non solo non perdono la loro consistenza, odore e sapore, ma mantengono anche le loro proprietà nutritive. Questo perché non è necessario raggiungere temperature elevate, che influiscono maggiormente sui nutrienti.
  • Cucina sana. Cucinare sottovuoto ti permetterà di usare molto meno olio e sale. Le verdure, ad esempio, manterranno tutte le loro vitamine e minerali e saranno naturalmente condite e più saporite.
  • Si conservano per più tempo. Carne, pesce e verdure preparati sottovuoto possono essere conservati nella busta in cui sono stati cotti. Inoltre, possono essere congelati per diversi mesi, a seconda del cibo.
  • Risparmio di utensili da cucina. Con un Roner hai solo bisogno di un contenitore per l’acqua e una macchina per il sottovuoto per preparare piatti gustosi.
  • Affidabilità. I Roner consentono un controllo estremamente preciso della temperatura e dei tempi di cottura degli alimenti. Grazie a questo, la stessa ricetta avrà sempre lo stesso gustoso sapore finché mentieni lo stesso tempo e la stessa temperatura.
  • Risparmio di tempo. Mentre il Roner prepara il cibo, puoi svolgere altre attività. Non è necessario mescolare, aggiungere ingredienti o stare attenti alla cottura. E se il roner ha una connessione wireless, puoi controllarlo anche quando sei fuori casa.
  • È conveniente. Al giorno d’oggi puoi trovare un buon Roner per meno di € 70. Per quanto riguarda le confezionatrici sottovuoto, arrivano a costare anche meno di € 40.

Quanti tipi di Roner esistono?

Fondamentalmente esistono tre tipi di Roner. Il primo tipo – quello domestico – è un dispositivo che mantiene la temperatura dell’acqua controllata da un termostato, mentre fa ricircolare l’acqua nel contenitore. Il cibo viene così cucinato in modo omogeneo.

È conosciuto come termocircolatore ad immersione.

I forni “sous-vide” invece integrano una teglia e a differenza dei termocircolatori ad immersione, è il cibo ad essere immerso all’interno dell’apparecchio. In genere, sono più facili da usare rispetto ai Roner ad immersione, ma la loro capacità è inferiore, occupano più spazio e sono più costosi. Di solito sono destinati all’uso in ristoranti e simili.

Il Rocook è il terzo tipo di Roner. È un piccolo fornello a induzione con due termometri: uno per misurare la temperatura dell’acqua, o un altro liquido, e l’altro per misurare la temperatura del cibo. Con questo utensile non è obbligatorio cucinare alimenti sottovuoto.

Carne sottovuoto

Creato nel 1999 da due grandi chef spagnoli, il Roner è diventato uno degli utensili da cucina più popolari negli ultimi anni. (Fonte: Bigacs: 65497728/ 123rf.com)

Quali accessori servono per cucinare con un Roner?

Per preparare il cibo con un Roner avrai bisogno di un contenitore adatto. Puoi usare qualsiasi pentola o casseruola purché sia ​​possibile fissare il Roner alle pareti in modo sicuro. Tutti i Roner hanno due segni: il livello minimo e massimo dell’acqua. Il contenitore, pertanto, deve essere abbastanza profondo da immergere il Roner tra i due livelli.

Esistono recipienti specialmente progettati per la cottura “sous vide”.

 Di solito sono contenitori di plastica di diverse capacità, dotati di un coperchio con una fessura per inserire il Roner. Si trovano anche utensili per posizionare i sacchetti all’interno di questi contenitori, in modo che siano completamente immersi e cucinano correttamente.

La confezionatrice sottovuoto è l’unico accessorio essenziale per cucinare con il Roner. Le migliori sono quelle elettriche, ma se ne trovano anche di manuali sufficientemente efficaci. In ogni caso, avrai bisogno di sacchetti o rotoli di plastica di grado alimentare per introdurvi il cibo. Devono essere speciali per il Roner ed essere privi di sostanze dannose per la salute, come il BPA (bisfenolo A).

Quale recipiente è più adeguato per cucinare con il Roner?

Quando acquisti un Roner, è normale usare una delle pentole o padelle di metallo che hai a casa. Tuttavia, non queste non sono l’ideale. Il metallo è un ottimo conduttore di calore, motivo per cui buona parte di esso si irradia dal contenitore che stiamo utilizzando. Inoltre, di solito questo pentolame non ha molta capacità, quindi dopo aver introdotto il Roner non rimane molto spazio per gli alimenti.

Gli esperti di cottura sottovuoto consigliano di usare contenitori di policarbonato.

Sono progettati per essere utilizzati con un Roner e di solito non sono costosi. La loro capacità è molto maggiore di quella di una pentola da casa e, inoltre, potrai osservare come il cibo si cuoce, poiché sono trasparenti. Alcuni hanno griglie e divisori per posizionare le borse.

Che tipo di mantenimento richiede un Roner?

Essendo in contatto con acqua calda e vapore, i Roner sono tra gli elettrodomestici che più possono risentire dell’impatto di questi. Man mano che l’acqua evapora, il calcare che contiene aderisce gradualmente all’apparecchio e può causare il rallentamento o il blocco della turbina. Per evitare questo dobbiamo sottoporre il Roner alle periodiche decalcificazioni consigliate dal produttore.

Criteri di acquisto

I Roner sono utensili relativamente recenti, quindi è piuttosto normale essere ancora un po’ confusi sulle loro caratteristiche. Per non sbagliare acquistando un prodotto non adatto alle tue necessità, abbiamo selezionato alcuni dei criteri che riteniamo più importanti nella scelta di un Roner.

Uso domestico o professionale

La maggior parte dei Roner attualmente venduti sono per uso domestico. Esistono modelli appositamente progettati per ristoranti e simili, ma sono notevolmente più costosi, a parte il fatto che di solito occupano molto spazio in cucina. I modelli domestici possono essere efficaci quanto un Roner professionale, motivo per cui vengono utilizzati da molti chef.

Due Roner in funzione

Per preparare il cibo con un roner avrai bisogno di un contenitore adatto. Puoi usare qualsiasi pentola o casseruola purché sia ​​possibile fissare il roner alle pareti in modo sicuro. (Fonte: Pedro Serna/ Creativecommons.org)

Tipo di Roner

Dei tre tipi di Roner esistenti – termocircolatori ad immersione, sous vide e forni Rocook – il primo è il più versatile e facile da usare. I termocircolatori ad immersione sono dispositivi di facile utilizzo in grado di riscaldare fino a 20 litri di acqua. È il tipo di roner più adatto a chi inizia a muovere i primi passi nella cottura sottovuoto.

I forni sous vide hanno generalmente una capacità inferiore rispetto agli apparecchi ad immersione. Inoltre, hanno prezzi molto più alti. La fascia di prezzo dei termocircolatori a immersione è generalmente compresa tra 70 e 250 euro. Il prezzo di un forno “sous vide” invece può facilmente superare i 300 euro, così come il Rocook, la nuova invenzione di Joan Roca.

Potenza

La potenza di un Roner determina il tempo che impiega l’apparecchio per riscaldare l’acqua alla temperatura desiderata, nonché la capacità di mantenerla costante. Normalmente, la maggior parte dei modelli ha tra 800 e 1500 W, anche se i Roner di fascia più alta hanno più potenza.

I modelli meno potenti impiegano più tempo a riscaldare l’acqua. Consumano anche più energia per mantenere la temperatura di cottura rispetto ai modelli con più watt di potenza. Pertanto, lavorano più a lungo alle massime prestazioni, aumentando il consumo elettrico e contribuendo a ridurre la vita del roner.

Precisione

Il più grande vantaggio dei Roner è che i piatti saranno sempre altrettanto buoni, non importa quante volte li ripeti. Tuttavia, questo è possibile solo se l’apparecchio è in grado di regolare con precisione la temperatura. Più precisa è l’impostazione della temperatura, migliori saranno i risultati. È possibile trovare Roner con una precisione di ± 1ºC, ± 0,5ºC e ± 0,1ºC.

Intervallo di temperature

In genere, i roner domestici raggiungono solo un massimo di 99 ºC. Questo è dovuto al fatto che i sacchetti di plastica per alimenti utilizzati per la cottura sottovuoto iniziano a deteriorarsi al di sopra di quella temperatura. Tuttavia, il limite inferiore di temperatura è un’altra questione.

Esistono modelli l’intervallo delle temperature è compreso tra 0 e 99ºC. In altri, detto range è compreso tra 5 e 90ºC, 25 e 99ºC e anche 50 e 99ºC, per citare solo alcuni esempi. Tieni presente che più stretto è questo intervallo, minore sarà il numero di ricette che potrai preparare con il Roner.

Connettività

Alcuni modelli di Roner hanno connettività wifi o bluetooth. Grazie a questa, possiamo controllare il dispositivo da remoto, anche quando siamo lontani da casa. Questo è possibile grazie a un’applicazione mobile, che ci informa in ogni momento della temperatura, del tempo trascorso o del livello dell’acqua, tra gli altri parametri.

Sebbene non sia una funzionalità indispensabile, la connettività wireless è estremamente utile per la cottura in remoto. Grazie a questa funzionalità puoi lasciare il Roner al lavoro mentre sei lontano da casa. Questo ti darà la tranquillità dl conoscere in ogni momento lo stato dell’apparecchio e del cibo che viene preparato.

Misure di sicurezza

È importante che il Roner che scegli abbia determinate misure di sicurezza. Uno è l’avvertimento acustico quando il livello dell’acqua si abbassa troppo a causa dell’evaporazione. Alcuni modelli, oltre a emettere un segnale acustico, si spengono se la quantità di acqua è molto bassa. Altri hanno anche lo spegnimento automatico in caso di surriscaldamento o a fine cottura. Scegli sempre il Roner che ti offre più misure di sicurezza.

Conclusioni

Dall’essere un utensile curioso, il Roner è diventato in pochi anni un elettrodomestico indispensabile per gli amanti della cucina sana. I suoi benefici sono molti, ma tra questi spiccano la grande varietà di ricette che possiamo preparare e gli straordinari risultati che offre in quanto a sapore e proprietà. Chiunque abbia provato carne o pesce cucinati con un Roner non vorrà tornare alla cottura normale.

In questo articolo abbiamo spiegato in cosa consiste la cottura sottovuoto, come funziona un Roner e le diverse tipologie disponibili. Abbiamo anche esaminato quali contenitori sono i più adatti per questo tipo di preparazione, tra le altre questioni. Infine, ti abbiamo offerto una semplice guida in modo che l’acquisto di un Roner non sia un rompicapo per te.

Puoi aiutare altre persone a conoscere meglio il Roner condividendo il nostro articolo sui tuoi social network. Allo stesso tempo ricompenserai anche il nostro lavoro. E se vuoi lasciare un tuo contributo, puoi farlo qui di seguito, nella sezione commenti.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Anova Culinary/ Creativecommons.org)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni