Saldatrice mig in primo piano
Ultimo aggiornamento: 01/04/2020

Il nostro metodo

14Prodotti analizzati

28Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

62Commenti valutati

Forse non hai pensato di dover saldare qualcosa, o ancora meno, di doverlo fare da solo. Tuttavia, se hai deciso di imparare a farlo, o se hai già qualche conoscenza sul funzionamento, ma non sai quale attrezzo usare o con quale procedimento iniziare, questa guida è giusta per te. La saldatura può anche essere divertente e soddisfacente, anche se comporta delle difficoltà.

La saldatura ad arco metallico sotto protezione a gas (GMAW) è uno dei procedimenti più comunemente utilizzato al giorno d’oggi. Si distingue in due tipi: MIG e MAG, anche se generalmente è conosciuto semplicemente come MIG. Queste saldatrici sono note per la loro efficienza nella fusione di tutti i tipi di metalli, sia per uso domestico che industriale. La buona notizia è che impararne il funzionamento è molto semplice.




Le cose più importanti in breve

  • La saldatura MIG rientra tra le più antiche e professionali della categoria. Non spaventarti: il procedimento è facile e veloce da imparare, e opera in molto meno tempo rispetto ad altri apparecchi. Ecco perché è la preferita non solo da molti esperti, ma anche dai principianti.
  • La saldatura ha vari procedimenti da eseguire. La saldatura MIG è una delle preferite e più utilizzate perché ha enormi vantaggi. Uno di questi è la possibilità di poter essere utilizzata come saldatrice per altre modalità come MAG o per altri procedimenti come FCAW.
  • Prima di comprare una saldatrice MIG, devi informarti tantissimo sull’argomento. Ricorda che fattori come i materiali su cui utilizzerai questo strumento, e l’ambiente in cui lavorerai, determineranno il tipo di apparecchio giusto per te. Se studi bene i criteri di acquisto, siamo certi che farai un corretto investimento.

Le migliori saldatrici MIG sul mercato: la nostra selezione

Se non sei molto informato sull’argomento, acquistare una saldatrice non ti sembrerà tanto facile. Si tratta di apparecchiature complesse con molti aspetti da tenere in considerazione. Per aiutarti nella scelta, abbiamo preparato un piccolo elenco dei migliori modelli di saldatrici MIG presenti sul mercato. Per far questo, abbiamo basato la nostra selezione sulla loro popolarità e sulle migliori recensioni.

La saldatrice MIG più facile da usare

Questa saldatrice a filo continuo della MVPower è molto compatta e resistente al trasporto. È dotata di un kit di accessori che comprende una maschera per la protezione degli occhi, una bobina di filo animato, una spazzola. La potenza di 3,6 Kw. Il ciclo di lavoro è di 100% (45 A), 60% (55 A), 15% (100 A). Si raccomanda un filo animato da 0.9 mm. È stata progettata per un utilizzo semplice ed è adatta per qualsiasi tipo di operatore, per chi è più esperto e per chi non ha mai utilizzato una saldatrice.

La saldatrice MIG più leggera

La saldatrice Royal Power Mig-100 a filo continuo funziona anche senza gas e ha una potenza massima di 130 Ampere. È un modello compatto che misura solo 47×22×40 cm e pesa soltanto 13,2 Kg. Può saldare diversi elementi come l’acciaio e il ferro senza l’ausilio del gas. È fornita di accessori come una maschera per proteggere viso e occhi, la pinza di massa e la torcia.

La miglior saldatrice MIG per rapporto qualità-prezzo

Modello di saldatrice con tecnologia inverter IGBT, che garantisce leggerezza e robustezza per un saldatura efficiente. Trasportabile grazie al manico integrato, e molto efficiente anche con un basso consumo di energia, questa saldatrice può essere usata anche a casa col contatore a 3 Kw. Ha una grande capacità di compensazione della potenza che la rende resistente agli sbalzi di tensione. Il diametro dei fili utilizzabili è di 0.8-1.2 mm.

La saldatrice MIG più pratica

Questa saldatrice è leggera, compatta e raffinata, realizzata in acciaio inossidabile. Ha una velocità di saldatura regolabile a quattro livelli. È ideale per la saldatura di acciaio sottile e ferro, perfetta per il fai-da-te e per diversi lavori di riparazione. Sistema di raffreddamento interno della ventola unito alle due prese d’aria, favoriscono la dissipazione del calore. Viene fornita con una bobina di filo da 0.9 mm, una maschera di protezione, una spazzola, caricamento bobina da 0,45 kg, un morsetto di terra da 1.5 m, torcia di saldatura da 1,9 m e un manuale. Fattore di potenza: 0,9.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle saldatrici MIG

Forse, hai già un’idea di come funzionano le saldatrici. Tuttavia, oggi parleremo di un procedimento particolare grazie al quale potrai svolgere tale attività. Per questo motivo, è necessario tener conto delle tante peculiarità, rispondendo alle domande più frequenti e basilari, e riuscire così a comprendere la tecnologia di saldatura.

Uomo che salda

I gas a protezione usati per la saldatura MIG possono essere inerti al 100%, attivi al 100%, o una miscela di gas inerti e attivi. (Fonte: Vitalij Sova: 82746234/ 123rf.com)

Che cosa è la saldatura MIG?

La saldatura ad arco metallico e gas inerte (MIG, dalla sigla in inglese), è quella che utilizza il gas a protezione. I gas utilizzati variano. Tuttavia, i più usati sono l’elio, l’anidride carbonica, l’argon e una miscela di questi ultimi due gas. Quest’ultima opzione è la preferita da molti poiché offre una maggiore qualità di fusione.

È un tipo di saldatura comune e più diffusa grazie al suo basso costo, velocità e facilità d’uso. Come funziona? In breve, quando si tiene premuto il grilletto della saldatrice, viene continuamente alimentato un filo metallico e si emette un gas a protezione. Questi elementi si fondono con il calore e saldano i due metalli.

La saldatura con elettrodo a filo su un rullo che si alimenta automaticamente a una velocità preselezionata costante. L’arco, creato da una corrente elettrica tra il metallo di base e il cavo, fonde il cavo e lo unisce alla base, producendo una bella saldatura ad alta resistenza che necessita di poca pulitura.

Che cosa è la saldatura MAG?

Anche la saldatura ad arco metallico e gas attivo (MAG, dalla sigla in inglese) fa parte del procedimento GTAW (GMAW in inglese), e funziona nello stesso modo della saldatura MIG. Si differenzia dal tipo di gas utilizzato, ma il procedimento rimane lo stesso. Generalmente si usa una miscela di argon, anidride carbonica e ossigeno, ideale per l’acciaio.

Una saldatrice MIG

Dovrai cercare un tipo di saldatrice in base ai materiali su cui dovrai lavorare e in particolare allo spessore dei metalli. (Fonte: Андрей Радченко: 108369527/ 123rf.com)

Come si monta una saldatrice MIG?

Per far funzionare al meglio la saldatrice MIG, è importante conoscere alcuni parametri sul procedimento da seguire per montare l’apparecchio. Abbiamo così preparato una piccola guida con cui ti indichiamo ogni passaggio, in particolare, di come configurare la bombola del gas, poiché può essere la parte più difficile.

  • Passo 1: Se hai un estrattore di fumo, mettilo sopra l’area dove devi saldare.
  • Passo 2: Fissa la pinza di massa a qualcosa di metallico per evitare che si urtino.
  • Passo 3: Assicurati che la vite di regolazione della bombola di gas sia allentata.
  • Passo 4: Poi, apri la bombola con il volante nella parte superiore.
  • Passo 5: Leggi il contatore e assicurati di averlo regolato alla giusta pressione.
  • Passo 6: Dopo, gira la vite di regolazione affinché il contatore legga 4.7 a 7.1 lpm (litri per minuto) o se il contatore è in inglese (EE.UU) 10 a 15 cfh (piedi cubi all’ora).
  • Passo 7: Alla fine, determina la configurazione della saldatura con l’aiuto di un cuadro che forse sarà fornita con la saldatrice.

Oltre a seguire questi passaggi, ci sono alcune domande che occorre porsi prima di saldare insieme due pezzi di metallo: che tipo di metallo deve essere saldato? E qual è lo spessore del materiale metallico? In base alla risposta, il saldatore MIG sarà in grado di farlo o, in alcuni casi, sarà necessario utilizzare un altro tipo di procedimento.

Che cosa posso saldare con la mia saldatrice MIG?

Esiste uno svantaggio, o per meglio dire un limite, in questo tipo di saldatrice: si possono saldare solo metalli di spessore da sottile a medio. In questa guida all’acquisto vedrai che queste saldatrici possono fondere metalli che vanno da uno spessore di 0,8 mm a un massimo di 12 mm (anche se la maggior parte può fondersi solo con uno spessore di circa 10 mm).

Questa saldatura si usa di più per riparare auto, moto e altri veicoli. Inoltre, si utilizza molto nell’edilizia per lavori minori. Infine, dato che la saldatura dei metalli con gas inerte è economica e veloce, spesso si utilizza per la produzione di massa di parti dei computer, ad esempio.

Una saldatrice mig al lavoro

Dopo aver saputo il tipo di materiale che prevedi di saldare, dovrai calcolare quanta potenza avrai bisogno per la tua saldatrice MIG. (Fonte: Vitalij Sova: 82746235/ 123rf.com)

Quali pericoli si possono presentare durante i lavori di saldatura?

Oltre ai normali rischi che possono presentarsi durante la normale saldatura, come ad esempio, le scariche elettriche, l’esposizione a rumori forti e prolungati, le ustioni e le radiazioni UV, ci sono dei rischi specifici connessi alla saldatura MIG. Stiamo parlando del fumo e dei gas compressi di cui questi apparecchi hanno bisogno per funzionare. Ti spieghiamo meglio:

Gas compressi:

I gas a protezione usati per la saldatura MIG possono essere inerti al 100%, attivi al 100%, o una miscela di gas inerti e attivi. Qualunque sia la sua composizione, il rischio principale delle saldatrici e di altre con gas a protezione, è respiratorio. I gas inerti non sono tossici, ma non durano molto.

Suggerimenti:

  • Utilizza sempre il regolatore giusto per il gas e assicurati che sia adatto per la pressione contenuta nella bombola
  • Non modificare mai un regolatore per usarlo con un altro prodotto

Gas e fumi della saldatura:

Il fumo di saldatura è un sottoprodotto inevitabile legato alla saldatura MIG, sebbene sia generalmente basso. Tuttavia, dovrai essere a conoscenza di che fumo potrebbe generarsi durante il lavoro di saldatura e dei possibili rischi di esposizione al fumo di saldatura.

Praticamente ci sono due tipi di fumi:

Fumo particolato: si forma principalmente dall’evaporazione di materiali di consumo della saldatura.

  • Il fumo dell’alluminio è principalmente ossido di alluminio.
  • Il fumo dell’acciaio è principalmente ossido di ferro più una piccola quantità di ossido di magnese e altri elementi in lega.

Fumo gassoso: si forma per azione dei raggi ultravioletti e del calore sull’ossigeno e sull’azoto atmosferico. I principali fattori che ne controllano la produzione sono:

  • I gas a protezione ricchi di argon hanno più probabilità di creare la produzione di ozono rispetto ai gas a protezione ricchi di elio o del 100% di monossido di carbonio.

Assicurati di leggere la nostra guida sulle saldatrici inverter, dove spieghiamo nel dettaglio i principali rischi e pericoli connessi alla saldatura, oltre a quelli indicati qui e anche le misure di sicurezza necessarie per ridurre i rischi e gli eventuali incidenti sul posto di lavoro.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della saldatura MIG?

Forse, penserai che la saldatura MIG sia il miglior procedimento, soprattutto per i vantaggi che offre. Purtroppo non è oro tutto ciò che luccica. Tutti gli strumenti elettrici hanno dei limiti che possono rivelarsi degli svantaggi. Nella seguente tabella ti mostriamo un bilancio tra pregi e difetti.

Vantaggi
  • Saldature di alta qualità molto più veloci
  • Saldatura pulita quando non si utilizza la fusione
  • La protezione del gas protegge l”arco
  • Minima perdita di elementi in lega
  • Genera piccoli schizzi di saldatura
  • Si può usare con una varietà di metalli e leghe
  • Può funzionare in diversi modi (incluso semi automatico e completamente automatico)
Svantaggi
  • Funziona solo con metalli sottili
  • Non può essere utilizzata per saldature in verticale o in esterna a causa dell”elevata entrata di calore e della fluidità del bagno di fusione
  • La strumentazione è complessa

Criteri di acquisto

Saldare non è così facile, non si tratta di mettere un chiodo alla parete, o fare un buco nel muro, o levigare il legno, giusto per fare alcuni esempi. L’arte della saldatura comporta una conoscenza di molto aspetti, ricorda che stai fondendo due materiali. In questa sezione ti spiegheremo brevemente i criteri da valutare prima di comprare una saldatrice MIG.

  • Materiali da lavoro
  • Potenza
  • Ciclo di lavoro
  • Meccanismi di sicurezza
  • Versatilità
  • Accessori

Materiali da lavoro

A seconda dei materiali su cui lavorerai e più precisamente dello spessore di questi metalli, dovresti cercare una saldatrice che ti fornisca amperaggio e potenza in uscita sufficienti. Ricorda che la saldatura MIG ha dei limiti in questo senso e dipende dal materiale. Potresti anche aver bisogno di un altro tipo di saldatrice.

Questo è il primo criterio che devi considerare, poiché da questo ne derivano o hanno origine altri. Oltre all’amperaggio e alla potenza in uscita, il materiale determinerà il ciclo di lavoro minimo richiesto dalla saldatrice. Se non valuti questo criterio, potresti non ottenere i risultati desiderati.

Uomo con saldatrice mig all'opera

La saldatura ad arco metallico e gas inerte (MIG, dalla sigla in inglese), è quella che utilizza il gas a protezione. (Fonte: Dmitry Kalinovsky: 27626502/ 123rf.com)

Potenza

Dopo aver saputo il tipo di materiale che prevedi di saldare, dovrai calcolare quanta potenza avrai bisogno per la tua una saldatrice MIG. Per saldare metallo spesso 3 mm potrai usare un’unità da 115 V, ma se inizi a lavorare con un metallo spesso 9,5 mm, forse devi considerare di comprare una saldatrice MIG con maggiore potenza.

Normalmente, una saldatrice MIG da 115 V non avrà abbastanza potenza per saldare un metallo spesso 10 mm, neanche se fai più “passaggi” sul materiale, anche se chiaramente ci puoi provare. D’altra parte, un’unità da 230 V avrà abbastanza potenza per fondere efficacemente i metalli.

Ciclo di lavoro

Il ciclo di lavoro è il tempo in cui la saldatrice funziona prima di spegnersi e viene calcolato con una percentuale di dieci minuti. Ad esempio, una saldatrice con un ciclo di lavoro del 60% può saldare ininterrottamente per 6 minuti consecutivi prima di doversi riavviare. In altre parole, deve avere un tempo di pausa per almeno 4 minuti prima dell’accensione successiva.

Molti saldatori non capiscono che la qualità della loro saldatura può diminuire quando raggiungono il limite di tempo del ciclo di lavoro. A seconda del procedimento, la saldatura potrebbe diventare sempre più rigida e difficile. Se si osserva una diminuzione della qualità e della rigidità, metti in pausa la saldatrice per alcuni minuti.

Meccanismi di sicurezza

In genere, ogni saldatrice MIG decente offre almeno un meccanismo di sicurezza. Sono stati integrati proprio per evitare un uso abusivo o più prolungato di quanto la saldatrice possa garantire. Parliamo di protezione da alta tensione o da surriscaldamento e se la saldatrice lo avverte, si spegne. Senza questo, il tuo apparecchio potrebbe prendere fuoco.

Versatilità

Come regola generale, quando si compra una saldatrice MIG vuol dire che puoi anche utilizzare il procedimento MAG, poiché funziona nello stesso modo, basta cambiare solo il tipo di gas da utilizzare. Tuttavia, molte saldatrici MIG funzionano anche con un’altra modalità di saldatura, offrendo una maggiore versatilità nell’utilizzo.

Parliamo del procedimento FCAW, meglio nota come saldatura a filo animato. Si basa sullo stesso principio, ma invece di utilizzare il gas, ha bisogno di un filo speciale. Alcune consentono anche l’uso della saldatura a barra. Ovviamente, avere queste funzioni sarà come avere due o tre saldatrici in una.

Accessori

Gli accessori non incidono direttamente sulla qualità dell’apparecchio e sono molto apprezzati, poiché possono farti risparmiare centinaia di euro quando compri la saldatrice. Inoltre questo criterio di acquisto può anche servire come fattore “decisivo”, se non sei in dubbio tra due modelli della stessa qualità.

Conclusioni

La saldatura ad arco metallico e gas inerte è, forse, il metodo più diffuso per saldare, scelto da molti esperti, ma anche da principianti. Inoltre non è da trascurare la facilità di apprendimento del suo funzionamento, la pulizia con cui lavora, e il suo alto grado di produttività dato dalla velocità, fattori che la rendono molto apprezzata dai consumatori. Certo, solo se hai la saldatrice giusta.

Per ottenere i migliori risultati possibili dalla tua saldatrice MIG, è fondamentale sapere quali tipi di funzionamento sono raccomandati, o per meglio dire, più adatti. Se lavori all’esterno e su materiali non compatibili, il lavoro sarà inefficiente. Informati il più possibile e ricorda di prendere sempre le giuste precauzioni!

Se questa guida ti è piaciuta e ti è sembrata informativa, condividila per farla arrivare ad altre persone interessate alla saldatura. Puoi anche lasciarci un commento con la tua opinione, se lo ritieni opportuno, e ti risponderemo con piacere. Grazie per la lettura!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Doniyer Yakhshibayev: 115634336/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Camilla Scrittrice e traduttrice
Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari, attualmente mi occupo di Regulatory Affairs per una multinazionale del Food. Freelancer nel tempo libero, mi dedico per lo più a traduzioni e scrittura di testi e i miei argomenti preferiti sono salute e benessere, fai da te, ma non solo! Inoltre adoro viaggiare con lo "zaino in spalla" per conoscere nuove persone, nuove culture e nuove lingue!