Ultimo aggiornamento: 23/08/2021

Il nostro metodo

13Prodotti analizzati

24Ore di lavoro

5Fonti e riferimenti usati

78Commenti valutati

Ciao, ti diamo il benvenuto in questo, il tuo spazio su ReviewBox, e speriamo che come in ogni articolo presentato, tutte le informazioni ti saranno di grande utilità per fare acquisti sicuri e soddisfacenti. Questa volta parleremo di un elemento che ti permette di sviluppare un’espressione artistica storica, le scarpe da ballo.

Il balletto, un’arte sviluppata da ballerini sia nel classico che nel contemporaneo richiede l’uso assoluto delle scarpe, sia per esercitarsi che per esibirsi, è il loro strumento di lavoro, l’equivalente di una chitarra per un chitarrista, o un martello per un muratore.

Per comprare il tuo primo o terzo paio di scarpe è di estrema importanza sapere tutto sul prodotto, specialmente se siamo agli inizi; spesso succede che ci entusiasmiamo comprando ciò che pensiamo possa andare bene per noi, ma commettiamo degli errori a causa della mancanza di conoscenza. Per questo, ti spiegheremo tutto ciò che riguarda questo prodotto.




La cosa più importante

  • Le scarpe da ballo sono gli strumenti di lavoro che un ballerino usa per allenare i suoi piedi con l’aiuto di una tecnica di insegnamento. Abbracciano il piede con il loro design, permettendo alla persona di sviluppare le abilità necessarie per svilupparsi in quest’arte.
  • In base al loro design e funzionalità, le scarpe si dividono in due: mezze punte o scarpe da punta. A seconda dei progressi della ballerina nel suo livello accademico e professionale, verrà scelta la scarpa giusta.
  • Per scegliere la scarpa giusta dobbiamo usare le nostre conoscenze precedenti e prendere in considerazione qualsiasi fattore che ci aiuti a prendere le decisioni giuste, in questo caso per esempio: le parti della scarpa, il materiale, le gomme, la suola spaccata o da corsa, ecc.

Scarpe da ballo: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sulle scarpe da ballo

Come abbiamo avvertito stiamo per entrare nel mondo delle scarpe per soddisfare lo scopo di conoscerle a fondo, toccheremo i punti più rilevanti in tutto il testo e questo ti permetterà di agire e prendere le decisioni che più ti si addicono senza sprecare i tuoi soldi

Le scarpe da ballo sono uno degli strumenti più importanti per ogni ballerino. (Foto: lynnea / pixabay.com)

Cosa sono le scarpe da ballo e quali sono i loro vantaggi?

Le scarpe da ballo sono una scarpa morbida e leggera che si adatta a diversi tipi di piedi di ragazze e ragazzi, uomini e donne. Sono un accessorio chiave per l’esecuzione pratica e professionale della danza classica o contemporanea.

Raggiungere le abilità tecniche richieste in quest’arte richiede molta dedizione da parte del ballerino, cioè molta pratica, impegno e sforzo, tutto questo va di pari passo con l’avere le scarpe giuste per il livello a cui si trovano.

Sono fatte di pelle, tela o morbido raso. Anche se il colore più comune è il rosa, sono attualmente disponibili in altri colori e dimensioni. A seconda del modello, possono avere elastici o nastri che, oltre ad aggiungere un tocco di eleganza, aiutano a mantenere il piede saldamente fissato alla scarpa.

Vantaggi
  • Opzioni per ogni tipo di piede
  • Diversi colori, modelli, marche e misure
  • Facilita il movimento e i passi
  • Previene lo scivolamento
  • Aiuta a migliorare la tecnica
Svantaggi
  • Una scelta sbagliata fa male e schiaccia il piede
  • Provoca cadute e vesciche
  • Deforma le dita dei piedi e colpisce la spina dorsale
  • È difficile comprare questo prodotto online

Scarpe con mezza punta o punta – A cosa dovresti prestare attenzione?

Ogni elemento che compone la scarpa è importante e ha una funzione: la scatola, le ali, le pieghe o la suola esterna sono alcuni di essi e ce ne sono altri (ne vedremo alcuni in seguito), allo stesso tempo, queste qualità fisiche danno loro la categorizzazione dividendole in due tipi: le scarpe a mezza punta e le scarpe a punta.

HALF TOE. Queste sono le prime scarpe di chiunque inizi a ballare e con le quali inizieranno ad allenare i loro piedi. Questa scarpa ti permette di abituarti alla sensazione di una scarpa prima di passare alle scarpe da punta.

La loro principale caratteristica e differenza è che il loro toe box (dove atterrano le dita dei piedi) è morbido e flessibile con una suola completamente in pelle e la loro punta è curva. Aiutano a rafforzare l’arco e il collo del piede prima di passare alle scarpe da punta. Le scarpe da punta non dovrebbero mai essere usate nelle posizioni di punta.

Le scarpeda punta sono usate da ballerini esperti con anni di allenamento. Per usarli, è essenziale avere le dita dei piedi allenate e una grande tecnica e forza nei piedi. Queste scarpe sono rigide, fatte di strati di carta e tessuti induriti o plastica.

Queste scarpe, anche se variano a seconda del tipo di piede (e a differenza delle mezze punte), hanno un riquadro piatto dove poggiano le dita, con un rinforzo che permette ai piedi di sostenere il peso della ballerina quando questa sta sulle punte.

MEZZI PUNTI SUI PUNTI
Target Principianti Avanzato
Caratteristiche Morbido, leggero e flessibile Duro e rigido
Supporto Corsa o croce elastica Elastico o nastro

Quali sono le parti delle scarpe da ballo?

Come menzionato in questo articolo, hanno elementi con una funzione precisa. Non sono come qualsiasi altra calzatura che ti sembra bella, comoda e la compri. Questo accessorio ha un’importanza vitale che ti permetterà di avere prestazioni migliori se lo scegli correttamente, quindi è importante conoscere le parti principali.

Box. È la parte dove cadranno le nostre dita dei piedi, che sarebbe la punta della scarpa. Ci sono diverse forme per adattarsi ai diversi tipi di piedi che esistono, sia cono, colonna, cono ovale o colonna ovale. La cosa più importante è che le dita dei piedi non si pieghino, si appiattiscano o lascino spazio tra loro.

Ali. Questi sono i lati della scatola, possono essere più alti o più bassi a seconda del modello. Se sono alti e anche rinforzati, aiutano a mantenere il piede in posizione eretta più facilmente, dato che risulta in un rinforzo per il piede.

Corona e collo del piede. La corona si riferisce all’altezza del collo del piede quando il piede è sopra il terreno ed è strettamente legata alla pronazione dell’arco. La corona della scarpa non dovrebbe essere né così alta da lasciare spazio tra la scarpa e il piede, né così corta da schiacciare il piede. Il collo del piede può avere 3 lunghezze: corto, medio o lungo che è legato alla lunghezza delle dita dei piedi.

Scollatura. Chiamato anche superiore. È la parte della scarpa che abbraccia il collo del piede, può avere una forma a V o a U ed è dove molti modelli mettono un laccio sottile che permette di stringere un po’ la scarpa per darle una migliore vestibilità contro il piede.

Criteri di acquisto

Abbiamo quasi finito, ma non possiamo lasciarti andare senza parlare dei fattori di acquisto che ti daranno una guida più sicura su cosa c’è sul mercato e cosa potresti scegliere, sapendo in anticipo che dovrai prendere decisioni su certi criteri. L’obiettivo è sempre quello di ottenere un prodotto eccellente ad un prezzo giusto

  • Materiale
  • Caso
  • Gomma
  • Suola spaccata o completa
  • Dimensione

Materiale

Le scarpe da ginnastica possono essere realizzate con una varietà di materiali. Il migliore per lo studente o il professionista sarà quello in cui si sentirà a suo agio, a cui i suoi piedi si adatteranno e che riuscirà ad attutire qualsiasi dolore che potrà sentire. Tra i più disponibili in commercio ci sono:

Canvas. Questi sono apparentemente il materiale preferito dagli uomini, ma sono utilizzati anche dalle donne, permettono alla pelle di respirare, costano meno della pelle, ma si consumano più facilmente. Quando vengono lavati, possono restringersi leggermente ma non in lunghezza.

Pelle. È uno dei materiali più utilizzati da anni, è resistente, anche se con il passare del tempo la pelle diventa dura e rigida, il che la rende meno confortevole, d’altra parte, lavarle non è così fattibile perché il materiale si rovina. Aiutano a mantenere i piedi caldi.

Satin. Sono i preferiti dalle donne perché sono fatti di un tessuto di seta o di cotone che si caratterizza per avere una lucentezza che gli conferisce distinzione oltre ad essere morbido. Possono essere facilmente tinti per modificare il colore secondo il gusto dell’utente.

Box

Abbiamo già parlato di questo punto. Ricordiamoci che il toe box è il posto dove le dita dei piedi riposano e può variare in lunghezza e/o larghezza a seconda della lunghezza delle dita. Si dice che ogni piede è diverso e quindi non esistono due scarpe identiche, tuttavia ci sono riferimenti che danno una guida in base alla sua forma:

Cone. È caratterizzato dall’avere la punta simile ad un piccolo cerchio e la parte posteriore più larga, proprio come un cono. È utile per i piedi greci (il secondo dito del piede è più lungo degli altri), dita coniche, arco alto e per i piedi egiziani (l’alluce è più lungo), dita coniche e arco alto.

Colonna. Forma circolare equivalente alla punta e alla parte posteriore, simile a una colonna. La sua inclinazione è minima dalla punta al collo del piede. È raccomandato per tutti i tipi di piedi che hanno un arco alto.

Cono ovale. Simile al cono, la piattaforma è ovale, con una leggera inclinazione dalla punta al collo del piede che può essere notata se vista di lato. Sono indicate per i piedi con un arco basso, conosciuto anche come corona bassa.

Spina ovale. La loro piattaforma ha una forma ovale. Se vista di lato, si può notare che ha un minimo grado di inclinazione dalla punta al collo del piede. È adatto ai piedi quadrati o di tipo Giselle (dove tutte le dita sono della stessa misura) con un arco basso.

Gomas

Si tratta di lacci e nastri di raso che fanno parte della scarpa e che abbracciano meglio il piede, evitando che scivoli fuori quando inizi a ballare. Ce ne sono diversi tipi, possono essere lacci per regolare la larghezza o bande elastiche sottili o spesse attaccate al tallone, oppure possono essere fissate a forma di croce sul collo del piede.

Questo tipo di bande hanno il compito di dare sicurezza al piede, di tenerlo in posizione senza che scivoli fuori dal suo posto, ma non dovrebbero essere troppo strette perché invece di aiutare, causano danni, per esempio al tendine d’Achille.

Suola spaccata o piena

La suola è un’altra parte importante delle scarpe, puoi trovarle configurate in una suola da corsa o in una suola spaccata posta in due parti, una davanti e una dietro. Ogni ballerino può scegliere quello che più gli si addice.

La suola divisa è composta da due parti, una parte è posizionata sul metatarso e l’altra sul tallone, la zona dell’arco è lasciata libera. Le aiuta ad adattarsi meglio al piede e facilita il lavoro preciso dando libertà all’arco.
La suola piena invece è un pezzo unico che corre lungo il piede dalla punta al tallone.

Questo tipo di suola è raccomandato per le persone che stanno iniziando, in quanto le aiuta a creare forza nei loro piedi e fornisce una maggiore resistenza.

Taglia

Per scegliere la taglia giusta sarà necessario provare il numero necessario di scarpe fino a trovare quella più adatta alla tua forma. Ogni marca ha i suoi modelli e possono variare in larghezza. Per iniziare, si suggerisce di misurare il tuo piede e provare il numero che risulta dalla misurazione.

Per trovare la misura giusta, dovresti fare un plié per verificare che la punta più lunga tocchi la piattaforma senza piegarsi o appiattirsi. Poi, mettendo il piede sulla punta, puoi vedere se una punta si inserisce tra il tallone e la scarpa, se lo fa, allora è troppo lunga e non è della misura giusta. Un buon risultato è se il tacco pizzica un po’ il tessuto.

(Foto dell’immagine in evidenza: Bjorn Beheydt/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni