Particolare di un amplificatore

Le schede audio USB sono le più utilizzate in vari ambiti perché sfruttano una tipologia di connessione largamente diffusa. Per questa ragione, si tratta di dispositivi molto versatili che consentono di collegare microfoni e strumenti musicali (come chitarre o bassi elettrici) al computer ma anche realizzare registrazioni di grande qualità.

Inoltre, il loro prezzo è solitamente più basso rispetto agli altri modelli che non si basano su connessioni di tipo USB. In ogni caso, scegliere la giusta scheda audio non è sempre facile, perché sul mercato esistono varie marche e tipologie: di conseguenza, è molto importante aver ben chiaro l’uso che se ne andrà a fare.

Le cose più importanti in breve

  • Le schede audio USB sono dei dispositivi elettronici che vanno collegati al computer o ad altri tipi di dispositivi elettronici tramite una porta USB, e svolgono le stesse funzioni delle schede audio integrate, offrendo prestazioni migliori soprattutto a livello di registrazione.
  • Le schede audio esterne sono disegnate appositamente per coloro che si occupano di musica, e sono quindi un elemento indispensabile soprattutto per composizioni e registrazioni. In sostanza, sono degli apparecchi che fungono da “intermediario” tra lo strumento musicale e il computer.
  • Il tipo di utilizzo è il primo criterio di acquisto da tenere in considerazione quando si vuole acquistare una qualsiasi scheda audio USB. Oltretutto, questo fattore va di pari passo con il budget, altro criterio essenziale, perché a migliori prestazioni corrisponde anche un prezzo più elevato.

Le migliori schede audio USB del mercato: la nostra selezione

A seguire, ti presentiamo una selezione di schede audio USB che abbiamo preparato appositamente per te. Abbiamo cercato di includere articoli molto vari, dal preferito dagli utenti a quello della gamma più alta. In ogni caso, tutte le schede offrono un buon rapporto qualità-prezzo.

La preferita dagli utenti

La scheda audio USB CSL possiede un equalizzatore con quattro preimpostazioni (standard, musica, film e gaming) che consentono di ottenere il timbro sonoro perfetto per ogni esigenza. Grazie alle due uscite jack per il collegamento di due diverse paia di cuffie (di cui una con supporto 4 poli), l’articolo riesce a registrare suoni di altissima qualità; dei led blu segnaleranno il livello del volume.

La più venduta

La scheda audio Behringer possiede due interfacce audio USB da 48 kHz per microfoni e vari strumenti di registrazione. Nonostante il prezzo relativamente contenuto, si tratta di un articolo perfettamente in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza (anche professionale) grazie ai due input e output con una latenza molto bassa. L’articolo è compatibile con i sistemi operativi MacOS e con Windows a partire da XP.

La più facile da trasportare

Scarlett Solo è una scheda audio USB con un’interfaccia semplice e compatta che consente di iniziare a registrare già quando si collega il cavo USB. Perfetto sia per cantanti sia per chitarristi, questo articolo possiede delle dimensioni davvero compatte che lo rendono perfetto per portarlo praticamente ovunque. C’è inoltre la possibilità di applicare dei filtri alla voce o al suono che si registra.

La migliore qualità audio

La scheda audio USB Presonus iTwo è per computer ed iPad è dotata di 2 preamplificatori microfonici combo con phantom 48V, di un’uscita MIDI In/Out e di due uscite bilanciate che possono essere regolate con una manopola. L’articolo è perfetto per registrare suoni in 24 bit e, grazie all’uscita per jack cuffie, consente di ottenere una qualità molto buona.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle schede audio USB

Quando si deve acquistare una scheda audio USB, è fondamentale tenere in considerazione una serie di fattori estremamente importanti. Non dimenticare infatti che esistono vari modelli di tali articoli che offrono prestazioni diverse e studiate per un tipo di utilizzo ben preciso. Nella sezione che segue, andremo a fugare i principali dubbi che potrebbero sorgere al momento dell’acquisto.

Regolazione audio

Le schede audio esterne sono l’intermediario tra lo strumento (o gli strumenti) musicale e il computer, permettendoti di collegare anche un microfono a condensatore e di utilizzarlo come strumento musicale. (Fonte: Prathan Nakdontree: 82121801/ 123rf.com)

Cosa sono esattamente le schede audio USB?

Le schede audio USB sono dei dispositivi elettronici che vanno collegati al computer attraverso una porta USB; svolgono le stesse funzioni delle normali schede audio integrate nei computer, ma offrendo delle migliori prestazioni e un rendimento generale superiore, soprattutto a livello di registrazione.

In fin dei conti, le schede audio integrate non sono ottimizzate per registrare musica, quindi occorre affidarsi ad un’apparecchiatura di migliore qualità. In tal senso, le schede audio esterne sono l’intermediario tra lo strumento (o gli strumenti) musicale e il computer, permettendo di collegare anche un microfono a condensatore e di utilizzarlo come “strumento musicale”.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle schede audio USB?

Oggi, le porte USB sono estremamente diffuse, quindi optare per una scheda audio USB significherebbe investire su una compatibilità enorme con una moltitudine di dispositivi. Inoltre, si tratta di apparecchiature che sono solitamente molto compatte, che possono essere trasportate facilmente e con un prezzo decisamente più basso rispetto alla concorrenza. A seguire, puoi trovare i vantaggi e gli svantaggi delle schede audio USB.

Vantaggi
  • Oggi, praticamente ogni dispositivo è dotato di almeno una porta USB
  • Il prezzo è normalmente più basso rispetto ad altre alternative
  • Consentono di registrare suoni e voci in una qualità davvero alta
  • Consentono di registrare tutti gli strumenti in un sequencer
  • Solitamente, sono più compatte e facili da trasportare
Svantaggi
  • Le attrezzature professionali possono avere un prezzo abbastanza alto.

Come possono essere utilizzate le schede audio USB?

In base al tipo di scheda audio che si possiede o si acquista, la si potrà utilizzare per applicazioni professionali o ci si dovrà accontentare di prestazioni non così eccellenti: in ogni caso, questi apparecchi consentono di collegare ad un computer vari strumenti musicali, microfoni a condensatore, mixer, tastiere MIDI e amplificatori.

In questo modo, le schede audio possono essere utilizzate anche per realizzare registrazioni sia audio sia video di altissima qualità, collegando auricolari, casse e monitor. Si tratta di un elemento indispensabile se si vuole creare il proprio piccolo studio musicale a casa; oltretutto, è possibile portare con sé la scheda audio per fare registrazioni dal vivo.

Posteriore di un amplificatore

Esistono varie tipologie di schede audio USB: ognuna di esse possiede varie entrate ed uscite sia digitali sia analogiche. (Fonte: Roman Gorielov: 33619525/ 123rf.com)

Quali tipologie di entrate ed uscite sono più comuni nelle schede audio USB?

Ovviamente, esistono varie tipologie di schede audio USB: ognuna di esse possiede varie entrate ed uscite sia digitali sia analogiche. Per questo motivo, è importante conoscere le tipologie più diffuse e a quali dispositivi possono essere collegate. Troverai le più importanti nella lista che segue:

  • Entrata per microfono: Si tratta di una connessione di audio analogico alla quale è possibile collegare il microfono tramite un cavo cannon XLR o jack.
  • Entrata per strumento: Va collegata direttamente ad un basso o ad una chitarra elettrica o acustica attraverso un semplice cavo jack.
  • Entrata (nota anche come ingresso) di linea: Consente di collegare qualsiasi dispositivo dotato di uscita di linea come pianoforti elettrici, sintetizzatori e lettori MP3 attraverso un cavo jack.
  • Entrata/uscita S/PDIF: Connessione di audio digitale S/PDIF attraverso un cavo RCA.
  • Entrata/uscita MIDI: Consente di collegare apparecchiature che utilizzano il protocollo MIDI, come sintetizzatori e tastiere MIDI e controller. Ovviamente, la connessione è possibile tramite cavo MIDI.
  • Uscita per auricolari: Come dice anche il nome, si tratta di un’uscita che consente di collegare auricolari tramite un cavo jack.
  • Uscita per monitor: Collegando un cavo jack a questo tipo di uscita, è possibile collegare monitor.
  • USB: Connessione al computer tramite porta USB.

Qual è la risoluzione del suono delle schede audio USB?

Esattamente come per la risoluzione dell’immagine, anche la risoluzione del suono influisce sulla qualità della registrazione del suono: può essere definita come il numero di valori entro il quale è possibile realizzare la codificazione del suono in dati numerici. Ciò viene espresso in bit e può oscillare tra i 16 e i 24 bit.

Logicamente, più il numero è alto, con più precisione verrà riprodotto il suono: un valore di 16 bit può essere già considerato accettabile, ma la risoluzione utilizzata più frequentemente dai formati audio di alta risoluzione è di 24 bit. Succede una cosa simile anche con la frequenza di campionamento: allo stesso modo, più è alta, migliore sarà la qualità del suono.

Frank Zappacompositore e chitarrista statunitense

“Senza la musica per decorarlo, il tempo sarebbe solo una noiosa sequela di scadenze produttive e di date in cui pagare le bollette.”.

Criteri di acquisto

Se hai bisogno di acquistare una scheda audio USB, è importante tenere in considerazione una serie di criteri di acquisto: per alleggerirti il lavoro e allo stesso tempo aiutarti a trarre il massimo profitto dal tuo acquisto, abbiamo preparato i fattori a nostro parere più importanti. In questo modo, potrai trovare l’articolo perfetto per le tue necessità senza dover per forza spendere un patrimonio.

  • Uso a cui è destinato l’acquisto
  • Numero e tipologia di entrate
  • Numero e tipologia di uscite
  • Compatibilità
  • Fonte di alimentazione

Uso a cui è destinato l’acquisto

Come puoi immaginare, non avrai bisogno dello stesso tipo di scheda audio per realizzare registrazioni professionali e per farlo a livello amatoriale: ovviamente, nel primo caso, dovrai avere a tua disposizione un budget maggiore. Inoltre, una scheda audio da utilizzare a casa o in studio non sarà la stessa se si ha bisogno di un modello da trasportare che, quindi, deve essere molto resistente agli urti.

Un altro aspetto molto importante è il numero di strumenti da registrare e la frequenza con cui si ha bisogno di farlo: se suoni da solo ogni tanto con la tua amata chitarra elettrica, non puoi utilizzare la stessa scheda audio USB che utilizzerebbe una band composta da vari componenti che suonano vari strumenti: infatti, loro avranno bisogno di un modello con varie entrate.

Particolare di scheda audio USB

Come puoi immaginare, non avrai bisogno dello stesso tipo di scheda audio per realizzare registrazioni professionali e per farlo a livello amatoriale. (Fonte: Dmitrimaruta: 95685279/ 123rf.com)

Numero e tipologia di entrate

In base al tipo e al numero di strumenti da registrare, si potrebbe aver bisogno di una tipologia di entrate piuttosto che di un’altra; inoltre, è di fondamentale importanza sapere anche se si dovranno registrare strumenti che suonano allo stesso tempo o separatamente. Ad esempio, per registrare in diretta, serve una scheda audio che abbia tante entrate quanti sono i componenti o gli strumenti che compongono il gruppo musicale.

Allo stesso modo, servono vari strumenti a seconda del compito che si deve svolgere: se si ha bisogno di registrare la voce utilizzando il microfono, serve un’entrata XLR; per un sintetizzatore, un amplificatore o una batteria elettronica, serve invece un’entrata di livello di linea; per registrare il suono di un basso o di una chitarra elettrici, serve un jack di livello di strumento; infine, per una tastiera MIDI, serve un’entrata che utilizza lo stesso protocollo.

Numero e tipologia di uscite

Nel caso in cui si voglia utilizzare la scheda audio in uno studio di registrazione, un’unica uscita per le casse potrebbe non essere sufficiente; se invece si vuole utilizzare il dispositivo in casa, potrebbe essere utile avere a propria disposizione un’uscita per auricolari. In questo modo, è possibile suonare in ogni momento senza infastidire i vicini.

Se vuoi utilizzare la scheda audio “in live”, potresti aver bisogno anche di un’uscita stereo extra per collegare i monitor; allo stesso modo, se vuoi fare registrazioni in più sessioni in diretta, sarebbe utile possedere un’uscita per i monitor. Infine, un’uscita MIDI è utile se si lavora utilizzando apparecchiature che utilizzano questa tipologia di protocollo.

Antonio EscobarProduttore e compositore musicale

“Gli strumenti di registrazione, oltre ad aver permesso di cantare e suonare a persone che in altre circostanze non avrebbe potuto, hanno dato un grande impulso anche al modo di registrare. Di conseguenza, tempi e budget sono diminuiti”.

Compatibilità

Altro aspetto chiave: alcune schede sono compatibili esclusivamente con i sistemi operativi Windows o MacOS, mentre altri, più “aperti”, lo sono con entrambi; ci sono poi schede audio che invece funzionano perfettamente anche con sistemi basati su Linux. Di conseguenza, occorre assicurarsi anche con quali software di editing musicale è compatibile la scheda acquistata.

Fonte di alimentazione

Alcune schede audio non hanno bisogno di una fonte di alimentazione esterna per funzionare. L’unica cosa che occorre fare è collegarle al computer ed iniziare ad utilizzarle. Questo tipo di schede è utile se si viaggia molto frequentemente e si ha bisogno di averle sempre con sé; altri modelli, inoltre, possiedono l’opzione di alimentazione elettrica opzionale, conosciuta come phantom, utilizzata per i microfoni a condensatore.

Conclusioni

Se sei un appassionato di musica e vuoi collegare al tuo microfono a condensatore o i tuoi strumenti musicali al computer, una scheda audio esterna è esattamente ciò che fa per te: oggi, il modo migliore per farlo è tramite una porta USB. Fortunatamente, sul mercato sono disponibili molte opzioni, quindi sicuramente potrai trovare il modello che rispetti perfettamente le tue necessità.

Siamo arrivati alla fine di questo articolo, ed avrai sicuramente capito che, in base all’uso che dovrai fare del dispositivo, avrai bisogno di una scheda audio USB con certi tipi di entrate piuttosto che altri; ovviamente, devi anche assicurarti che sia compatibile con il dispositivo con cui la utilizzerai. A questo punto, non ti resta che goderti la possibilità di fare registrazioni di grande qualità.

Se questa guida ti è risultata utile nel processo di scelta, ti preghiamo di lasciarci un commento o di condividerla sui tuoi profili social: fai conoscere anche ai tuoi amici i vantaggi delle schede audio USB!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Heiko Schneider: 92496450/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX
REVIEWBOX
Redazione
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.