Se sei un amante o professionista del bricolage e hai bisogno di nuovi attrezzi per il tuo lavoro, sei capitato nel posto giusto. La sega a nastro non può mancare in nessuna bottega o falegnameria. Di seguito, ti presentiamo una guida completa che ne mette a confronto vari tipi, in questo modo potrai scegliere tra i migliori modelli di sega a nastro sul mercato.

Le seghe a nastro sono strumenti ideali per tagliare il legno e il metallo. Ovviamente, si possono anche usare per altri tipi di materiali. La particolarità di questo tipo di attrezzi è che possono fare tagli curvi e di forma irregolare. Si tratta di strumenti pesanti, indispensabili per qualsiasi professionista del metallo o del legno.

Le cose più importanti in breve

  • Esistono due tipi di seghe elettriche: quelle da tavolo e quelle manuali. Le seghe da tavolo sono più potenti, ma sono anche più costose e non si possono spostare. Tieni in considerazione l’uso che dovrai farne prima di scegliere tra le due.
  • Le seghe a nastro sono specialmente utili per realizzare tagli curvi e di forma irregolare. Se non devi fare questi tipi di tagli, potresti decidere di scegliere un altro tipo di sega, ad esempio un seghetto alternativo o una sega circolare.
  • Le seghe sono strumenti pericolosi, per questo devi sempre fare attenzione alle avvertenze per la sicurezza. Non ignorare i protocolli di sicurezza e utilizza tutti gli elementi di protezione necessari.

Classifica: Le migliori seghe a nastro sul mercato

Di seguito, ti presentiamo le migliori seghe a nastro sul mercato. In questa parte scoprirai qual è la più adatta a te e alle tue esigenze. In più, potrai anche scoprire qualcosa sulla cura che ne devi avere e sulle indicazioni di sicurezza.

Posto nº1: Femi 780XL

Questa sega a nastro è considerata come la migliore per il taglio del metallo a livello amatoriale. È uno attrezzo molto versatile che consente di eseguire tagli regolabili da 0 a 45º. È autolubrificante, ha una potenza di 850 W e 2 velocità di commutazione elettronica tra 60 e 80 m/min.

Il nastro da 1330 mm offre una capacità di taglio di 105 mm. Con un peso di 17 kg, non risulta eccessivamente pesante. Benché non sia adatta per uso professionale, le opinioni dicono che è capace di offrire prestazioni eccellenti e che è robusta e precisa.

Posto nº2: Bosch Professional GCB 18 V-LI (a batteria)

La GCB 18V-LI funziona con batteria al litio (da acquistare a parte) ed è una delle seghe a nastro più compatte e leggere (solo 3,8kg) della sua categoria. La profondità di taglio è fino a 63,5 mm e il numero di giri a vuoto è di 162 m/min. L’area di lavoro viene illuminata tramite un pratico LED integrato. La sega ha in dotazione 2 lame e la valigetta.

La prima qualità messa in evidenza dagli acquirenti è la sua maneggevolezza. Si rivela pratico e leggero, senza vibrazioni e, senza bisogno di calibrazione, ma dopo averci preso un po’ la mano, i tagli vengono perfetto.

Posto nº3: Einhell TC-SB 200/1

Il nastro di questa sega a nastro Einhell è adatto soprattutto per tagliare il legno, con un motore da 240 W. Ha una velocità della lama di 900 m/min e un’altezza di taglio massima di 80 mm. Ha uno stabilizzatore che riduce la vibrazione della lama ed è regolabile in altezza per tagli precisi e sicuri.

È una sega base, essenziale per ogni appassionato di bricolage. Secondo le opinioni è facilmente regolabile, silenziosa, non vibra ed effettua tagli precisi. Il rapporto qualità prezzo è tra i migliori, anche se alcune recensioni la giudicano una sega a nastro solo per lavori basilari.

Posto nº4: Silverline 441563

Una sega a nastro versatile, potente e con un prezzo accessibile. È un modello compatto e leggero, pesa solo 15 kg. Con motore a induzione da 350 W, fornisce potenza ideale, ma è anche silenzioso. Ha una profondità di taglio di 80 mm e una larghezza di 190 mm. Il tavolo da taglio è di 300 x 300 cm e ha diverse guide per i tagli di precisione.

Secondo le recensioni, la lama che incorpora la sega non è eccezionale, quindi potrebbe essere necessario cambiarla. Per il resto viene consigliata per tutti i lavori di fai-da-te, perché ritenuta perfetta in quello che fa. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Posto nº5: Makita LB1200F

Il motore della sega Makita LB1200F è uno dei più potenti sul mercato con 900 W. Ha un angolo di inclinazione del taglio sin/destra da -2 a -45º, con una capacità di taglio massima di 305 mm. Il taglio ad alta velocità è di 800 m/min e a bassa velocità di 400 m/min. Per il legno, la sua capacità di taglio a 90° è di 165 mm.

Secondo le recensioni, non solo italiane, fa tagli ad alta precisione ed è ideale per tagli curvi e obliqui. Il prezzo è un po’ alto, anche se può essere considerata una sega a nastro semi-professionale. Una volta tarata risulta silenziosa, stabile e precisa.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle seghe a nastro

Ci sono molti modelli di seghe a nastro, per questo devi conoscere tutte le loro caratteristiche prima di scegliere il modello adatto a te. È importante che tu capisca come funzionano e che cosa sono questi strumenti prima di comprarne uno. Di seguito, ti mostriamo una lista di domande frequenti tra gli utenti che desiderano realizzare un buon acquisto.

Le seghe a nastro si utilizzano per lavorare il legno, i metalli e altri materiali.
(Fonte: Guerriero: 81498220/ 123rf.com)

Cos’è una sega a nastro?

La sega a nastro, chiamata anche bindella, è una sega a pedale o elettrica. Possiede un nastro metallico dentato, lungo, stretto e flessibile. Questo nastro si sposta su due volani che si trovano sullo stesso piano verticale, ma sono distanziate tra di loro. Questo nastro è ciò che realizza i tagli. Il pedale serve per regolare la velocità di taglio.

Le seghe a nastro si utilizzano per tagliare metallo e legno. Sono molto utili per realizzare tagli irregolari. Le seghe a nastro sono specialmente utilizzate per dare forme curve ai materiali. Per il metallo si utilizza un tipo di sega speciale, dal momento che questa deve somministrare un refrigerante per evitare il sovra riscaldamento.

Come funziona una sega a nastro?

Le seghe a nastro tagliano i materiali grazie a una lama di metallo dentata e affilata. Le più moderne usano leghe di metallo di lunga durata ed elevata resistenza. La lama è montata su due o tre volani che girano a grande velocità grazie al motore. Si utilizzano per fare tagli precisi nel campo delle produzioni industriali e della falegnameria.

Perché una sega a nastro è migliore di una circolare?

Esistono altri tipi di seghe elettriche con funzioni simili a quelle a nastro, per esempio, le seghe circolari o quelle a disco. Senza dubbio, la maggior parte dei professionisti preferiscono utilizzare le seghe a nastro per tagliare il legno. Le preferiscono anche per i metalli più morbidi come l’alluminio. Andiamo a scoprire il perché:

  • Potenza del taglio: Le seghe a nastro tagliano pezzi di uno spessore superiore rispetto alle seghe circolari normali.
  • Versatilità: Con le seghe a nastro si possono tagliare facilmente elementi curvi e motivi più elaborati.
  • Silenziose: Al contrario delle seghe circolari, quelle a nastro sono relativamente silenziose. Questo è un fattore importante quando si lavora in un laboratorio o in un luogo con molto rumore.
  • Ecologiche: Le seghe a nastro riducono lo spreco di legno. Le lame sono strette e, di conseguenza, il taglio è più fino e si genera meno segatura.
  • Costo: Le seghe a nastro sono più economiche di quelle a disco.
  • Spazio: Sono più compatte. Occupano una superficie minore e alcuni modelli si possono spostare.
  • Sicurezza: L’impugnatura verso il basso della lama abbassa il rischio che il pezzo colpisca chi la sta usando.

Avere cura della sega a nastro è essenziale per il suo buon funzionamento.
(Fonte: 61351380/ 123rf.com)

Come prendersi cura della propria sega a nastro?

Come qualsiasi tipo di dispositivo elettrico, le seghe a nastro richiedono alcune attenzioni. Con l’usura, tanto il motore quanto le lame della sega si consumano. Se desideri che il tuo prodotto abbia una durata più lunga possibile, dovrai fare attenzione ad alcuni accorgimenti.

Di seguito ti elenchiamo alcuni di essi:

  • Se andremo a tagliare del metallo, dobbiamo assicurarci che la lama della sega sia sempre lubrificata. Il liquido refrigerante impedirà che la lama si surriscaldi e si spezzi. È importante lubrificare continuamente la lama in modo che non si scaldi.
  • Quando finiamo di utilizzare la nostra sega è importante assicurarci di scollegarla.
  • Prima di cambiare la lama della sega, pulisci bene la zona. Togli tutti i trucioli e la segatura e pulisci l’area con attenzione. Se la lama non si inserisce bene a causa dello sporco, potrebbe staccarsi durante l’ utilizzo.
  • Quando finisci di utilizzare la sega, aspetta almeno 3 minuti prima di iniziare un nuovo taglio. Lascia che la lama si raffreddi prima di usarla nuovamente.
foco

Sapevi che le seghe a nastro sono utilizzate per compiere tagli di precisione nella produzione industriale e nella falegnameria?

  • Utilizza sempre lame adatte alla tua sega. Se si utilizzassero lame differenti, queste potrebbero non inserirsi correttamente. Ciò potrebbe provocare incidenti gravi.
  • Quando cambi la lama, ricorda di posizionare i denti della sega correttamente. Se inserisci la lama al contrario, potresti andare incontro a degli incidenti.
  • Mantieni la superficie di taglio pulita. Tra un taglio e l’altro, togli i trucioli e la segatura. Lo puoi fare utilizzando ventilatori o pistole ad aria compressa.
  • Mantieni lubrificati i pezzi mobili. Sia il tavolo sia la testina permettono di cambiare l’inclinazione della sega. È importante che siano pulite e lubrificate per garantire la massima precisione nel taglio.

Che tipo di seghe a nastro esistono?

Possiamo trovare due tipi di sega a nastro che si differenziano per il sistema di appoggio. Così, da un lato, troviamo le seghe chiamate a pavimento, che sono più grandi, e sono direttamente posate a terra. Queste rimangono fisse nello stesso punto, dal momento che il loro trasporto è complicato a causa del loro enorme peso. Solitamente sono modelli professionali.

Gli altri tipi di seghe a nastro sono quelle chiamate da tavolo. Queste seghe devono appoggiarsi su una superficie piana. Sono molto più piccole e leggere e, inoltre, sono portatili. Hanno una stabilità minore, però sono più versatili, dal momento che si possono spostare e portarle fuori dal laboratorio. Inoltre sono meno pesanti rispetto a quelle da pavimento.

Che accorgimenti bisogna seguire per evitare incidenti quando si usa una sega a nastro?

Come sempre conviene rispettare le regole di protezione base che vengono applicate in qualsiasi lavoro e ogni volta che si utilizza un dispositivo elettrico. Una sega è uno strumento pericoloso, quindi vediamo insieme alcune norme specifiche di sicurezza da prendere in considerazione quando si usa una sega a nastro :

  • Non accompagnare mai con la mano il pezzo lungo la lama. Per impugnare o guidare i pezzi piccoli aiutati con un altro pezzo di legno.
  • Fissa le guide superiori e i dischi il più vicino possibile al pezzo da tagliare. Non tirare indietro i pezzi grezzi di legno mentre li stai tagliando. La lama può staccarsi e uscire dai volani.
  • Se il nastro esce dai volani o si rompe, allontanati immediatamente dalla macchina e scollegala dalla corrente. Il nastro, quando si rompe, salterà e lancerà frammenti di metallo affilati.
  • Non aprire mai le porte dei volani del motore quando il macchinario è in funzione.
  • Non stringere al massimo la vite che tiene la lama. Sostituiscila non appena inizia ad allentarsi.
  • Utilizza sempre dei guanti di protezione quando stai usando il macchinario. Usali anche per manipolare, montare o smontare la lama della sega a nastro.
  • Utilizza occhiali protettivi non solo per evitare che ti arrivi della segatura negli occhi, ma anche per proteggerti da qualsiasi altro incidente.

Criteri d’acquisto

È importante tenere a mente alcuni aspetti che faciliteranno il tuo acquisto. In questa sezione ti mostreremo quali fattori tenere in considerazione prima di prendere la tua decisione. In questo modo potrai contare su una piccola guida per comparare qualità e prezzo. Gli elementi che devi tenere a mente e che andremo a trattare di seguito sono i seguenti:

  • Altezza e larghezza del taglio
  • Velocità di taglio
  • Volani
  • Tavolo e guida della lama
  • Interruttori e freno
  • Dimensione dei denti della sega
  • Capacità e cornice di taglio

Altezza e larghezza del taglio

I modelli base di sega a nastro possono tagliare il legno fino a 15 cm di spessore. I modelli industriali e le seghe a nastro da pavimento possono arrivare a tagliare pezzi di legno fino a 30 cm. Gli stessi valori si applicano al taglio del metallo. Questa è una caratteristica importante, dal momento che definirà i materiali con i quali andremo a lavorare.

La larghezza del taglio corrisponde alla distanza presente tra la lama e l’elemento verticale più vicino. Questi elementi solitamente sono i protettori. Questa distanza determinerà la larghezza massima del taglio. Generalmente, una sega di gamma medio-bassa può tagliare pezzi di circa 35 cm. I modelli professionali, invece, hanno una maggiore ampiezza.

Velocità di taglio

La velocità si riferisce ai metri (o piedi) che la lama percorre in un minuto. Viene rappresentata con la sigla m/min. Questa velocità varia significativamente da un modello all’altro. Per approssimare, possiamo dire che la velocità di taglio dei modelli base varia dai 200 m/min ai 1500 m/min.

Le seghe a nastro di più alta qualità ci permettono di variare maggiormente la velocità. Questa opzione è ideale per adattare il taglio ai vari materiali. Aumentando o riducendo la velocità secondo la resistenza del materiale si otterranno tagli più precisi. Si raccomanda di lavorare con la velocità più alta, a meno che la sega non incontri troppa resistenza.

Le seghe a nastro sono anche conosciute come “bindelle”.
(Fonte: Aunmuang: 107453078/ 123rf.com)

Volani

Le seghe a nastro possiedono due o tre volani che sono incaricati di far girare il nastro. Nei modelli con due volani, uno è sempre situato sopra all’altro. Il volano inferiore è quello che è collegato al motore e che lo fa funzionare. In queste seghe, l’ampiezza del taglio non può essere maggiore del diametro dei due volani.

Per poter realizzare tagli di pezzi di maggiore larghezza, sarà necessario utilizzare una sega a tre volani. Anche se, in questo tipo di seghe, il nastro scorre con più difficoltà ed è solito rompersi più facilmente. Sarebbe consigliabile che i volani montassero un sistema di autopulizia, per esempio una spazzola che eviti l’accumulo di segatura nel sistema.

Tavolo e guida della lama

I tavoli sono solitamente in lamiera, ferro battuto, acciaio o alluminio. Quelli in alluminio sono tarati meglio e sono più bilanciati. I tavoli per le seghe devono avere delle fessure per prevenire l’accumulo di segatura e di trucioli. Inoltre, dovrebbero poter inclinarsi fino a 45 gradi in modo da poter realizzare smussature e augnature.

Quando si comincia a tagliare, il nastro ha la tendenza ad uscire dai volani. Questo si evita mediante l’uso di alcuni cuscinetti e guide che vengono posizionati su entrambi i lati del nastro da taglio. I volani montati su cuscinetti ermetici sono meno propensi a bloccarsi o a cedere. Si usano le guide anche sopra il tavolo per aggiustare l’ampiezza di taglio del pezzo.

Interruttori e freno

Per sicurezza, l’avviamento e lo spegnimento del motore del nastro deve essere controllato e automatico. È consigliabile che il nastro si fermi automaticamente quando si aprono le porte di accesso ai volani. In certi ambienti, come nei laboratori, la sega può richiedere l’utilizzo di una chiave per avviarsi.

Dimensione dei denti della sega

La dimensione dei denti si misura contando il numero di denti per pollice. Un pollice corrisponde a 2,54 cm. Questa relazione si denomina TPI. Tanto più grosso è il pezzo, maggiore sarà il numero di denti (TPI) necessario per segarlo. Per questo, il legno per non rompersi ha bisogno di un maggior TPI rispetto ai legni trattati industrialmente come il compensato.

Capacità e cornice di taglio

La capacità di taglio ha a che fare con la quantità di materiale che si riesce a segare con una sola passata. Solitamente va dai 6 ai 36 pollici. Questo fattore dipende dalla dimensione della sega. Bisogna tenere in considerazione il materiale con cui si andrà a lavorare prima di decidere il modello da acquistare.

La cornice è la larghezza massima che si può tagliare. Questa “gola” può misurare dai 12 e 14 pollici nel caso di una sega a nastro da tavolo. Le seghe che hanno una base propria sono più grandi e, pertanto, consentono ampiezze maggiori. Se ne farai un uso domestico, le più adatte sono quelle da tavolo.

Conclusioni

Comprare una sega a nastro è sempre un buon investimento per il tuo laboratorio o per la tua casa. Con questo macchinario potrai portare a termine tutti i progetti di bricolage in minor tempo e con meno fatica. Devi solo tenere in considerazione le tue necessità e i materiali con i quali andrai a lavorare prima di scegliere il modello adatto a te.

Se hai intenzione di comprare una sega a nastro devi tenere presente gli aspetti che puoi trovare nell’ultima parte di questo articolo. I materiali, i pezzi di ricambio o la sicurezza sono importanti, però lo sono anche la batteria e il rapporto qualità/prezzo. Considera tutte le caratteristiche!

Se ti è piaciuto l’articolo, lascia un commento o condividilo con i tuoi amici e familiari così che anche loro possano comprare la migliore sega a nastro sul mercato.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Ujjin: 94289943/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.