TV spento
Ultimo aggiornamento: 12/08/2020

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

14Fonti e riferimenti usati

70Commenti valutati

Una Smart TV da 28 pollici è la soluzione ideale per portare un po’ di modernità in stanze da letto, studi e cucine, o soggiorni il cui spazio è molto limitato. Sono elettrodomestici che garantiscono un supporto ad applicazioni e tecnologie di nuova generazione, senza occupare molto spazio né costare tanto. Possono inoltre essere usate come monitor per un PC, ed hanno schermi ad alta risoluzione.

I televisori sono spesso gli elettrodomestici protagonisti dell’ambiente in cui si trovano, ma ciò non vuol dire che devono necessariamente essere grandi e costosi: quando la stanza è piccola, che sia un soggiorno o una camera da letto, è normale cercare un televisore di dimensioni consone, come nel caso di Smart TV da 28 pollici.




Le cose più importanti in breve

  • Un televisore da 28″ si trova a suo agio in uno studio, in camera da letto, in cucina, in un salotto o in un piccolo soggiorno, e può essere usato come monitor  per un PC.
  • Un televisore che si fregia dell’appellativo Smart indica la possibilità di collegarsi ad Internet, e di utilizzare applicazioni avanzate.
  • I televisori differiscono fra loro per il tipo di schermo, la risoluzione, il comparto audio, il sistema operativo e tanto altro, e questo vale anche per i TV da 28″, sebbene la scelta di modelli sia un po’ limitata.

Le migliori Smart TV da 28 pollici sul mercato: la nostra selezione

Sebbene molte persone continuino ad acquistare TV da 28″ o anche più piccoli, pochi sono i produttori che continuano a produrre televisioni di dimensioni così ridotte, perciò le proposte del mercato sono esigue. Nonostante questo, di seguito verranno elencate le migliori opzioni del mercato per quanto riguarda Smart TV da 28″.

La miglior Smart TV 28 pollici con HDR

Il Samsung N4300 è un televisore da 28″ con risoluzione HD e supporto per la tecnologia HDR10. Dispone di due porte HDMI, una AV, una USB, una per cuffie, una S/PDIF, e infine LAN e Wi-Fi. Il comparto sonoro è composto da due altoparlanti per una potenza complessiva di 10 W (RMS). È inoltre compatibile con la tecnologia per lo smart living di Samsung, SmartThings, e per lo streaming di videogiochi da PC con Steam Link.

La miglior Smart TV 28 pollici da usare come monitor PC

La Smart TV da 28″ più venduta è il modello 28TL510S-PZ proposto da LG, caratterizzato da una risoluzione HD ed un tempo di risposta di 8 ms, rendendola anche un ottimo monitor per PC. Per l’audio offre due altoparlanti da 5 W ciascuno. È dotata di due porte USB e due HDMI, AV, S/PDIF, LAN e Wi-Fi. Può inoltre essere agganciata ad una staffa di supporto VESA da 100×100.

La Smart TV 28 pollici con la migliore connettività / La Smart TV 28 pollici con l’audio più potente

In questo momento il prodotto menzionato non è disponibile presso il fornitore. Per questo motivo lo abbiamo sostituito con un altro dalle caratteristiche simili. Segnala un problema.

Das Problem mit diesem Produkt wurde gemeldet. Danke!

Il TELE System Smart28 LS09 è un televisore con risoluzione HD caratterizzato da un’ampia gamma di collegamenti possibili, fra cui USB, SCART, VGA, uscita audio 3,5 mm e tre porte HDMI. Per quanto concerne l’audio offre invece due altoparlanti da 10 W l’uno. Si collega ad Internet tramite cavo LAN o Wi-Fi, e supporta staffe VESA da 200×100.

La Smart TV 28 pollici con il miglior design

La Smart TV LG 28TL520S-PZ è caratterizzata da un design elegante e più consono a quello di un televisore moderno. A differenza del modello TL510S, questa occupa poco meno spazio ed è più leggera; offre inoltre connettività ridotte, con una sola porta HDMI, una USB ed AV composito, mentre il collegamento ad Internet è garantito dal solo Wi-Fi, essendo priva di porta LAN. Per l’audio dispone di una coppia di altoparlanti da 5 W l’uno, ed ha un attacco VESA 100×100.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle Smart TV 28 pollici

Sempre più persone puntano ormai ad acquistare una Smart TV, anche se di dimensioni piccole come nel caso di TV da 28″. Questo perché offrono tecnologie moderne come il collegamento ad Internet, la riproduzione di file da memorie esterne e l’uso di applicazioni come YouTube e Netflix. Nei prossimi paragrafi verrà fatta una migliore chiarezza sulle potenzialità delle Smart TV.

Padre e figlio davanti a una TV esultando

Una Smart TV da 28″ è ottima in camera da letto ed altre stanze dove lo spazio è ridotto. (Fonte: Belchonock: 91470322/ 123rf.com)

Cos’è esattamente una Smart TV?

Per Smart TV, che letteralmente vuol dire televisione intelligente, s’intende una TV che implementa un sistema operativo avanzato che include diverse applicazioni. Tali applicazioni, o app, possono usufruire di contenuti direttamente da Internet: è il caso del browser Web, Netflix, Spotify, RaiPlay, YouTube e così via.

Naturalmente, per fare ciò, una Smart TV va connessa ad Internet tramite cavo Ethernet o Wi-Fi, a seconda del modello o della disponibilità in casa. Queste televisori sono anche più performanti delle alternative tradizionali, con processori più potenti e in grado di affrontare le richieste delle varie applicazioni. A volte includono anche una piccola memoria interna a disposizione dell’utente.

Quali sono vantaggi e svantaggi di una Smart TV da 28 pollici?

Le televisioni da 28″ comportano determinati pregi e difetti, così come le Smart TV in generale offrono numerosi vantaggi. La seguente tabella riassume .

Vantaggi
  • Sono economici.
  • Occupano poco spazio.
  • Le dimensioni sono ideali anche per un monitor PC.
  • Hanno un discreto rapporto qualità-prezzo.
  • Si connettono ad Internet.
  • Possono usare diverse applicazioni.
Svantaggi
  • Non vengono dotati di altoparlanti potenti.
  • Sul mercato ci sono pochi modelli disponibili..

A chi è adatta Smart TV da 28 pollici?

Smart TV con schermi piccoli vengono impiegate in cucine, camere da letto, studi, o più in generale in stanze o case meno grandi, come monolocali e piccoli appartamenti. Rappresentano l’opzione migliore anche in ambito lavorativo, come nel caso di uffici o stanze di alberghi e bed & breakfast.

Le dimensioni contenute rendono i televisori da 28″ anche facili da sistemare su scrivanie, mobiletti o piccole porzioni di muro: vengono di conseguenza usati molto spesso come monitor per PC, per console da gioco, o per monitorare le telecamere di sicurezza.

Se si vuole appendere un televisore al muro o al soffitto, bisogna acquistarne uno compatibile con i supporti VESA.

Che sistemi operativi utilizzano le Smart TV?

Come si è già visto, le Smart TV si differenziano dalle alternative tradizionali per un sistema operativo più complesso, che consente di installare applicazioni e di connettersi ad Internet per usufruire di contenuti multimediali. Ogni produttore equipaggia i propri televisori con sistemi operativi personalizzati, ma in linea generale il mercato è popolato da tre grandi varianti:

  • Android TV: È il sistema operativo di Google, ed è quello maggiormente usato perché adottato da diversi produttori, fra cui Philips, Hisense e Sony. È caratterizzato da un’interfaccia più affollata e dalla presenza del Play Store per scaricare le varie applicazioni. È compatibile con tecnologie Google come Chromecast, Android Cast e Assistant.
  • Tizen: Viene utilizzato da Samsung sulla maggior parte dei propri televisori, ed è caratterizzato da un’interfaccia semplice ed intuitiva. Garantisce il supporto ai servizi di streaming più popolari come Netflix e Spotify, ed offre funzionalità aggiuntive specifiche per i cellulari Samsung.
  • WebOS: Sviluppato da LG per i propri televisori, viene considerato un sistema operativo facile da usare e completo. L’app store di LG offre numerose applicazioni da scaricare, le principali delle quali si trovano già installate sui televisori.

Soggiorno moderno

Consentendo loro di accedere ad Internet, le Smart TV offrono una gran quantità di contenuti multimediali aggiuntivi grazie alle app dedicate. (Fonte: Carli: 131735098/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

L’acquisto di una Smart TV da 28″ andrebbe fatto sulla base di criteri ben precisi, in base soprattutto al proprio budget e all’uso che si vuole farne; è anche importante ricordarsi che, data la scarsa offerta di modelli per questa fascia di televisori, alcuni criteri diventano più difficile da applicare rispetto ad altri. Fatta questa premessa, di seguito verranno analizzati i principali criteri d’acquisto che determineranno la scelta ideale di un televisore da 28″.

L’uso che si vuole farne

L’uso che si vuole fare di una TV determinerà il particolare set di caratteristiche da ricercare. In linea generale, quando si cerca un prodotto con qualità specifiche, ci si può accontentare del televisore più vicino al proprio budget, o di una marca della quale si ha già familiarità con il sistema operativo. In alternativa, la tabella che segue riassume cosa cercare in base all’uso principale a cui è destinato il televisore.

Se si utilizzerà la Smart TV da 28 per Conviene acquistarne uno
Videogiochi Con tempi di risposta bassi e frequenza d’aggiornamento alta, specialmente se si tratta di giochi online o sparatutto, e magari che abbia anche un buon comparto audio.
Vedere film e serie Buona risoluzione e buona qualità del pannello, ancora meglio se include casse potenti e il supporto per l’HDR.
Stanze d’hotel Quasi tutti hanno già la modalità hotel, ma l’importante è che sia economico e magari facile da usare e configurare.
Monitor PC Che abbia una risoluzione alta e che disponga di connettività adeguata, come una porta VGA e almeno una HDMI.
Appenderla a muro o soffitto Che abbia un supporto VESA.

Tipo di pannello

I televisori di queste dimensioni vengono prodotti con pannelli a cristalli liquidi retroilluminati con LED, e possono essere di tre tipologie: IPS, (In-Plane Switching), VA (Vertical Alignment) e TN (Twisted Nematic). Come vedremo, ogni tipo di pannello offre vantaggi e svantaggi rispetto agli altri, non ce n’è uno migliore degli altri. Inoltre, alcuni produttori prediligono uno specifico tipo di pannello per i propri modelli, come nel caso di LG che monta spesso pannelli IPS o Samsung che preferisce i VA.

I pannelli TN sono i più vecchi ed economici, hanno un angolo di visuale piuttosto scarso e vengono generalmente usati come monitor. I pannelli VA hanno anch’essi un angolo di visuale mediocre, ma in compenso godono di un eccellente contrasto e di neri profondi, e sono adatti soprattutto a film e serie. I pannelli IPS sono infine quelli più equilibrati, con un ottimo angolo di visione ed una buona resa cromatica.

Persona che interagisce con smart TV

Le Smart TV sono anche in grado di effettuare il mirroring dello schermo di uno smartphone compatibile, trasmettendo cioè contenuti dal proprio cellulare direttamente sulla TV. (Fonte: Melnikov: 107310374/ 123rf.com)

Risoluzione dello schermo

La risoluzione dello schermo indica la quantità di pixel di cui è composto il pannello, e di conseguenza quanto nitida può essere l’immagine visualizzata. Viene espressa indicando il numero di pixel su base e altezza, o per meglio dire viene indicato il numero di colonne e di righe di pixel che ha lo schermo.

In genere gli schermi di un televisore da 28″ hanno una risoluzione minima di 1280×720 pixel, meglio nota come HD (High Definition) o 720p (720 linee in formato progressivo); in realtà, spesso saranno di poco più grandi, con risoluzioni di 1366×786. Talvolta si trovano anche TV da 28″ con risoluzione Full HD (1080p), mentre è ormai impossibile trovare schermi con risoluzioni inferiore all’HD.

Connettività

La connettività può essere molto importante in base all’utilizzo che si deve fare della Smart TV. Sul retro e sul fianco di una TV è possibile trovare numerose porte per connettere console, lettori di dischi, PC, mouse, tastiera e tanto altro, oltre a moduli interni per collegamenti wireless. A seguire c’è una lista di cosa potrebbe offrire una TV in fatto di connettività.

  • HDMI: È sicuramente una porte fra le più usate e versatili, e più ce ne sono meglio è. Si possono collegare lettori Blu-Ray e lettori DVD, console di giochi, PC e sistemi di videosorveglianza.
  • USB: Anch’essa una porta versatile, si usa per connettere unità di memoria esterne come dischi rigidi e chiavette USB, così da riprodurre film e musica al loro interno direttamente sulla TV. In genere è anche possibile usarli per connettere mouse e tastiere.
  • Wi-Fi: Non ha bisogno di presentazioni, in quanto ogni Smart TV sarà certamente dotata di collegamento a reti Wi-Fi per accedere ad Internet.
  • Ethernet: Trattasi di una porta per il collegamento ad Internet con cavo, non sempre disponibile sui modelli più economici.
  • Bluetooth: È possibile trovare televisori che supportino collegamenti di questo tipo per connettere smartphone o dispositivi di riproduzione musicale.
  • Uscita audio digitale: Nota come S/PDIF, è l’uscita audio maggiormente presente su televisori di nuova generazione e consente di collegare impianti audio surround.
  • Uscita audio da 3,5 mm: Questa è invece l’uscita audio maggiormente usata, quella per jack da 3,5 mm, sebbene alcuni televisori moderni non l’abbiano a corredo. È un’uscita analogica ed è possibile collegarci altoparlanti e cuffie.
  • RCA: Note anche come AV, sono le classiche tre porte analogiche di colore rosso, giallo e bianco, utili per collegare vecchi modelli di console e DVR.
Neal MohanChief Product Officer per YouTube
“In futuro, guardare la TV sarà un’esperienza differente per ogni utente, perché ognuno apprezza contenuti diversi”.

Sonoro

Il sonoro della TV è composto da una coppia di altoparlanti, e chiaramente non è possibile verificarne la qualità tramite la mera descrizione di un prodotto. In compenso le specifiche del televisore indicano la potenza di tali altoparlanti, il cui minimo è generalmente di 10 W (RMS) complessivi, cioè 2 da 5 W. Per quanto concerne le Smart TV da 28″ è normale trovare comparti audio da 10 W, ma il mercato offre anche pochi prodotti da 12 W o addirittura 20 W, il che significa un suono più alto ed in grado di diffondersi meglio nella stanza.

Conclusioni

Passiamo molte ore davanti la TV, e non solo in soggiorno: ormai è facile avere una TV in ogni camera da letto, visti i prezzi che hanno raggiunto. Si trovano TV anche in uffici e studi, spesso usati come TV ma anche come monitor per PC e DVR. Nel caso di un soggiorno è normale puntare a schermi da 40″, da 50″ o anche più; tuttavia, negli esempi a cui si è accennato poc’anzi, è più solito trovare display da 24″ o 28″.

Il vantaggio più ovvio di questi schermi è che occupano meno spazio e costano relativamente poco, ma vale la pena considerare anche il loro consumo energetico ridotto. Inoltre oggigiorno è facile trovare Smart TV anche di dimensioni così piccole, che in quanto a funzioni non hanno nulla da invidiare alle controparti più grandi.

Per concludere, se la guida ti ha aiutato nella scelta, faccelo sapere con un commento. Sentiti libero anche di farci domande, i nostri esperti saranno lieti di risponderti, e non dimenticare di condividere l’articolo sui tuoi social preferiti.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Sergeenkov: 93974275/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni