Una smerigliatrice a batteria può risultare molto utile sia per gli amanti del bricolage che per i professionisti di diversi settori. Si tratta di un dispositivo molto versatile che permette di tagliare, levigare e rifinire attraverso la rotazione di un disco, con risultati di alta qualità. Il fatto di funzionare tramite batteria rappresenta un vantaggio in più.

La tecnologia, infatti, continua a progredire e gli strumenti elettrici beneficiano di nuovi materiali e design. Oggi possiamo così disporre di attrezzi senza cavi che concedono maggiore libertà all’utilizzatore. È il caso, appunto, delle smerigliatrici a batteria: in questo articolo ti spiegheremo tutto ciò che devi sapere al riguardo, per poter scegliere il modello migliore.

Le cose più importanti in breve

  • Anche se dispongono di motori sempre più potenti, le smerigliatrici a batteria non offrono la stessa velocità di rotazione di quelle dotate di cavi, quindi non potrai affrontare lavori particolarmente complessi, altrimenti potresti bruciare il motore.
  • Le smerigliatrici a batteria sono solitamente dispositivi compatti. Ricorda che sono attrezzi portatili che potrai spostare e portare ovunque, quindi dovrai evitare di scegliere un modello troppo pesante.
  • Solitamente, tra gli accessori inclusi nell’acquisto delle smerigliatrici a batteria, sono previste delle batterie di ricambio. Se non è così, l’ideale è comprare una batteria presso i punti vendita del produttore, così avrai certezza della compatibilità e potrai lavorare più a lungo senza doverti fermare per ricaricarla.

Le migliori smerigliatrici a batteria sul mercato: la nostra selezione

Le smerigliatrici a batteria sono strumenti che servono per tagliare, smerigliare, levigare e ogni tipo di operazione legata al bricolage o all’edilizia. Per questo motivo, sono dispositivi molto diffusi sia nel mondo professionale che nel fai da te domestico. Qui di seguito, ti presentiamo i quattro migliori modelli sul mercato:

La migliore pronta all’uso

La Einhell 4431119 è una smerigliatrice piccola ma potente, con impugnatura supplementare montabile in tre posizioni. Il disco ha un diametro di 115 mm e raggiunge una velocità di 8500 giri per minuto a vuoto, mentre la profondità di taglio massima è di 28 mm. Si tratta di un prodotto poco costoso, semplice da utilizzare e pronto all’uso, che include una robusta valigetta, una batteria Power X-Change da 3,0 Ah ed un caricabatterie.

La migliore per rapporto qualità-prezzo

La Makita DGA511Z è una smerigliatrice angolare con batteria da 18 V non inclusa. Monta un disco da 125 mm con velocità regolabile fra i 3000 e gli 8500 giri al minuto, e supporta il soft start e la regolazione automatica della velocità di rotazione. Per gli acquirenti si tratta di un prodotto robusto e affidabile, che ha poco da invidiare ai modelli con filo, e venduto ad un prezzo molto equilibrato.

La più potente

Con una potenza assorbita di 1000 W ed una resa di 800 W, la DeWalt DCG405 N è una delle smerigliatrici a batteria più potenti della sua categoria, qualità che i recensori non tardano a confermare, ed è in grado di raggiungere i 9000 giri al minuto. Supporta dischi fino a 125 mm ed ha un peso netto di 1,75 kg. Monta batterie da 18 V, da acquistare separatamente; per prestazioni ottimali, viene suggerito l’impiego di batterie da almeno 5,0 Ah.

La più maneggevole

Con un peso di appena 1,2 kg, la Bosch Professional GWS 12V-76 è una smerigliatrice dalle dimensioni compatte, che fa di leggerezza e maneggevolezza i suoi punti chiave. Essendo piuttosto piccola, è sprovvista di un’impugnatura secondaria. Il diametro del disco è di 76 mm e la profondità di taglio non supera i 10 mm. È alimentata da una batteria a 12 V, non inclusa nel prezzo, che consente al disco di raggiungere i 19500 giri al minuto.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle smerigliatrici a batteria

La smerigliatrice è uno strumento molto versatile che ti permetterà di effettuare una grande varietà di lavori. Se a questo aggiungiamo la libertà che deriva dal fatto di non dover avere a che fare con i cavi, allora le possibilità diventano infinite. Qui di seguito abbiamo preparato una completa guida all’acquisto per farti conoscere le smerigliatrici a batteria prima di sceglierne una.

Le smerigliatrici a batteria diritte sono una combinazione tra le mole e le classiche radiali.
(Fonte: Sasin Tipchai: 19143626/ 123rf.com)

Vale la pena acquistare una smerigliatrice a batteria?

Le smerigliatrici a batteria sono leggermente più costose di quelle normali e, dato l’uso di batterie esterne, la loro potenza è leggermente inferiore. Di conseguenza, è logico che tu ti possa domandare se acquistarne una sia conveniente o meno. Per decidere se ne vale la pena, ci sono alcuni fattori da tenere in considerazione, e sono i seguenti:

Domande Risposte
Gli accessori sono inclusi nel prezzo di vendita? Varrà la pena acquistare una smerigliatrice a batteria se nel prezzo saranno incluse le batterie e i caricabatterie.

Alcuni modelli, con un prezzo ridotto, non includono le batterie: in questo caso, forse l’acquisto non vale la pena, dato che sarebbe poi necessario un investimento extra.

Dovrai effettuare lavori professionali o impegnativi? Se pensi di utilizzarla in modo professionale, la smerigliatrice a batteria può risultare un po’ limitante.

Allo stesso prezzo, potresti magari trovare un modello tradizionale ad alimentazione elettrica, in questo caso sicuramente più indicato.

Conti di lavorare per molto tempo? Se pensi di utilizzarla per lavori di lunga durata, dovrai optare per una smerigliatrice tradizionale.

Se decidi comunque di scegliere una smerigliatrice a batteria, accertati che disponga di una batteria di ricambio, così da non essere costretto ad interrompere il lavoro.

In sintesi, i produttori si concentrano sempre di più sugli strumenti a batteria. Le smerigliatrici non fanno eccezione ed è sempre più facile trovare questi attrezzi portatili nelle officine e nei cantieri edili, poiché sono particolarmente comode e versatili.

Smerigliatrici a batteria diritte o angolari?

Le smerigliatrici a batteria diritte sono una combinazione tra le mole e le classiche radiali. La posizione del disco è parallela rispetto all’asse, a differenza delle radiali, che hanno posizione orizzontale e sono portatili. Normalmente, le macchine diritte sono più piccole di quelle angolari e anche più economiche, perché i dischi sono più piccoli.

Le smerigliatrici angolari sono simili a quelle radiali. La differenza principale è il fatto che il disco, nel caso delle angolari, è sempre rivolto verso il basso, mentre quello delle radiali è laterale. Normalmente, le smerigliatrici angolari incorporano un qualche tipo di asse aggiuntivo.

La smerigliatrice è un attrezzo molto versatile che ti permetterà di effettuare una grande varietà di lavori.
(Fonte: Bogdan Mircea Hoda: 21727758/ 123rf.com)

Quali sono le dimensioni di una smerigliatrice a batteria?

Generalmente, si possono trovare due dimensioni standard di smerigliatrici a batteria: le smerigliatrici grandi e le mini-smerigliatrici. La differenza principale è data dal diametro dei dischi. Nel caso delle mini-smerigliatrici, che sono le smerigliatrici a batteria più diffuse, vengono utilizzati dischi di diametro compreso tra 115 e 125 mm.

Dall’altra parte, le smerigliatrici più grandi presentano dischi con un diametro tra i 180 e i 230 mm. Queste sono macchine più potenti e dotate di diverse funzioni, poiché non solo possono tagliare diversi materiali, ma sono anche in grado di levigare il metallo. Questi dischi possono effettuare anche tagli nei tubi in maniera rapida e precisa.

Come scegliere il disco per la smerigliatrice a batteria?

I dischi sono importanti quanto la smerigliatrice stessa. Il rendimento dell’attrezzo e la sicurezza con cui lavorerai dipenderà in larga misura dalla qualità della smerigliatrice. La durata del disco, come di ogni materiale di consumo per il bricolage, dipenderà dall’uso che ne farai. Ogni produttore consiglia l’uso dei suoi personali dischi.

Prima di acquistare un disco per la tua smerigliatrice a batteria, dovrai fare attenzione al numero di giri: questi non dovranno superare i giri massimi indicati nelle istruzioni dell’attrezzo. I dischi che girano più velocemente di quanto la smerigliatrice non sia in grado di sopportare, possono arrivare a rompersi e staccarsi, provocando ferite.

Qui di seguito, ti presentiamo una tabella con i tipi di dischi consigliati per ciascun lavoro:

Materiale da tagliare Materiale del disco
Pietra Carburo di silicio.
Metallo Ossido di alluminio.
Materiali duri, come granito, gres porcellanato, ardesia Polvere di diamante.
Mattone, graniglia Polvere di diamante.
Utilizzo generale Tungsteno, polvere di diamante.

Come cambiare il disco della smerigliatrice a batteria?

I dischi delle smerigliatrici a batteria sono molto semplici da cambiare. È sempre più facile trovare modelli dotati di blocco automatico dell’asse e cambio del disco che non richiede alcun attrezzo, da effettuare mediante un mandrino a molla, che permette di cambiare il disco semplicemente premendo il pulsante di sicurezza incorporato.

Qui di seguito, ti spieghiamo come cambiare il disco della tua smerigliatrice:

  • Blocca l’asse, così che non giri mentre sostituisci il disco.
  • Svita il pezzo che regge il disco.
  • Posiziona il disco. Ricorda che ci sono dischi che richiedono una particolare posizione di taglio. La posizione è indicata da una freccia serigrafata o incisa.
  • Stringi il mandrino, con la chiave o con il sistema a pressione.
  • Ora puoi utilizzare la tua smerigliatrice a batteria.

Quali raccomandazioni di sicurezza prevedono le smerigliatrici a batteria?

Prima di tutto, ti raccomandiamo di non scegliere mai una smerigliatrice che non disponga di certificazione di qualità europea CE. Devi tenere in considerazione che né la smerigliatrice, né i suoi accessori sono adatti ad ogni tipo di lavoro e neppure per lavorare su qualsiasi materiale. Ricorda sempre di scegliere in base alle tue esigenze.

Non devi mai usare la smerigliatrice a batteria senza la copertura di sicurezza del disco. Inoltre, se possibile, dovrai utilizzarla con un’impugnatura aggiuntiva. Se attorno a te ci sono altre persone che potrebbero essere colpite da frammenti di materiale generati dalla smerigliatrice, si dovrà procedere alla schermatura della zona di lavoro.

Come si usa una smerigliatrice a batteria?

La prima cosa da tenere in considerazione, come abbiamo appena finito di spiegare, è la sicurezza. Ricorda che, essendo uno strumento da taglio, può provocare incidenti. Qui di seguito, ti presentiamo nei dettagli, attraverso una tabella, i principali consigli e raccomandazioni d’uso delle smerigliatrici a batteria:

Condizioni di utilizzo Raccomandazioni
Superfici piane È importantissimo lavorare sempre su superfici piane.

Senza alcun dislivello e orizzontalmente.

Anche se l’inclinazione può sembrare comoda per lavorare, può provocare incidenti.

Cavo o batteria Le smerigliatrici a batteria permettono di lavorare nella maniera più sicura.

Le smerigliatrici con cavo possono risultare molto fastidiose per lavorare su materiali e superfici grandi.

Fissare il materiale Il materiale su cui si lavora deve essere sempre fissato, per evitare che salti via.

Si sconsiglia di tenere fermo il materiale con le mani, perché potrebbero verificarsi incidenti.

Seguire le istruzioni Le smerigliatrici dispongono di alcuni elementi di sicurezza incorporati.

Occorre seguire sempre le istruzioni del produttore relativamente ad elementi e misure di sicurezza.

Impugnatura Disporre di un’impugnatura aggiuntiva è utile, soprattutto nel caso delle smerigliatrici a batteria angolari.

Le smerigliatrici diritte possono essere comodamente usate con una sola mano.

Pressione La pressione che la smerigliatrice deve esercitare dipende dal materiale su cui si lavora.

Troppa pressione su materiali sottili provocherà deformazioni, crepe e rotture.

Esercitare poca pressione sui materiali duri ti costringerà a lavorare per più tempo del necessario.

Tempo È importante, soprattutto nelle smerigliatrici a batteria, non lavorare per troppo tempo.

Il motore si surriscalda, con l’uso.

Un utilizzo troppo prolungato può provocare lesioni o ferite a mani e braccia.

Criteri di acquisto

Ora che sai che cosa sono le smerigliatrici e come funzionano, è arrivato il momento di scegliere quella che meglio si adatta alle tue esigenze. Tuttavia, se non sei un esperto, scegliere risulterà complicato. Per aiutarti, abbiamo creato questa completa guida, con i criteri di acquisto su cui dovrai concentrarti al momento di comprare la tua smerigliatrice a batteria:

  • Velocità
  • Potenza
  • Accessori
  • Autonomia

Velocità

Il principio delle smerigliatrici a batteria è un disco rotante collegato ad un’asse che gira ad alta velocità. È proprio la velocità di rotazione a permettere all’attrezzo di svolgere il suo lavoro. Per esempio, se scegli una smerigliatrice a bassa velocità di rotazione, sarà difficile effettuare qualsiasi operazione e, se lavori su materiali duri, potresti rischiare di bruciare il motore.

Il nostro consiglio è quello di scegliere sempre sulla base delle tue esigenze. Tieni in considerazione che le smerigliatrici a batteria non sono potenti quanto quelle dotate di cavo, quindi non potrai usarle per effettuare determinati lavori. Detto questo, esistono attrezzi con velocità superiori a 15.000 rpm e altri al di sotto di 8.000 rpm.

Varrà la pena acquistare una smerigliatrice a batteria se nel prezzo sono incluse le batterie e i caricabatterie.
(Fonte: Byrdyak: 37167808/ 123rf.com)

Potenza

La potenza, insieme alla velocità di rotazione, ha il compito di muovere il disco. I dischi sono un elemento fondamentale di qualsiasi smerigliatrice a batteria, di pari passo con la potenza. Maggiore è la potenza, maggiore è la capacità dell’attrezzo di utilizzare grani più duri per la levigatura o di tagliare materiali più spessi. Ovviamente, la potenza si rifletterà sul prezzo della smerigliatrice.

Scegli sempre modelli a partire da 750 W e fino a 1500 W: sono i classici strumenti che puoi trovare nelle officine e nei cantieri. I modelli al di sopra dei 1500 W sono specializzati e permettono di ottenere risultati professionali in meno tempo, ma sono anche molto più costosi.

Accessori

Gli accessori, per una smerigliatrice a batteria, sono indispensabili. Oltre agli accessori di sicurezza di cui abbiamo parlato nella sezione precedente, dovresti cercare modelli che dispongano di una batteria di ricambio. Ciò ti permetterà di continuare a lavorare mentre l’altra batteria si ricarica, così non sarai mai costretto a fermarti.

Altri accessori che non dovrebbero mai mancare sono i dischi, da taglio o da smerigliatura, e una borsa o una valigetta per il trasporto. Nel caso delle smerigliatrici a batteria che richiedono attrezzi per il cambio dei dischi, tra gli accessori dovrà essere inclusa una chiave per cambiare il disco senza problemi.

Autonomia

Dato che stiamo parlando di un modello di smerigliatrice senza cavo, l’energia deriverà dalle batterie. Queste devono essere adeguate al livello di potenza di funzionamento della smerigliatrice. Devono permetterti un prolungato tempo di utilizzo, poiché alcune operazioni, come la levigatura o la lucidatura, solitamente sono piuttosto lunghe.

Per evitare di rimanere senza batteria mentre lavori, molti modelli includono una batteria di ricambio e, se il modello scelto non la prevede tra i suoi accessori, sarà utile acquistarne una. Per quanto riguarda la ricarica, ti consigliamo modelli a ricarica rapida che garantiscano una ricarica completa in un’ora.

La vita utile di una smerigliatrice a batteria dipenderà in larga misura dalla manutenzione a cui la sottoporrai.
(Fonte: Bubutu: 84513234/ 123rf.com)

Conclusioni

Una smerigliatrice a batteria è la compagna di lavoro ideale per molti professionisti. Se hai un’officina meccanica o una carpenteria metallica, oppure ti dedichi all’edilizia o al fai da te domestico, questi potenti attrezzi risultano davvero utili. Inoltre, non essendo dotati di cavi, potrai lavorare in totale libertà e muoverti senza alcuna preoccupazione.

Prima di scegliere una smerigliatrice a batteria per la tua casa o officina, è importante analizzare il mercato e confrontare i diversi modelli. Noi abbiamo realizzato questo articolo per aiutarti a trovare il migliore, confrontando diverse smerigliatrici e spiegandoti i principali criteri di acquisto. Ora, la decisione spetta a te.

Se l’articolo ti è piaciuto, lasciaci un commento o condividilo con i tuoi amici e familiari per trovare la miglior smerigliatrice a batteria sul mercato.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Tanasan Sungkaew: 70659426/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Erika Cecchetto Redattrice e traduttrice
Erika Cecchetto
Lavoro prevalentemente come traduttrice, professione iniziata quasi per caso ma che si è poi rivelata la mia grande passione. Amo leggere e scrivere e, quando si presenta l’occasione, mi dedico alla scrittura di articoli e testi di vario genere, avendo cura di renderli sempre scorrevoli e di gradevole lettura.
Jaume Vicent Redattore
Jaume Vicent
Mi dedico alla scrittura di testi per diversi siti web. Adoro scrivere e sono un maniaco del SEO e del marketing digitale (sono appassionato di Inbound Marketing e Content Marketing). Le mia specialità sono gli attrezzi e i prodotti tecnologici.