Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Sapevi che un buon spazzolino da denti è il tuo miglior alleato per evitare di dover visitare il dentista più spesso di quanto vorresti? Usare lo spazzolino fa parte della nostra routine quotidiana. Da qui l’importanza di scegliere quello più adatto alle nostre esigenze di salute orale.

Tuttavia, scegliere lo spazzolino giusto può essere noioso. Questo è dovuto all’enorme numero di modelli attualmente disponibili sul mercato. Pertanto, in questa guida all’acquisto, esamineremo i vantaggi di questo prodotto. Ti parleremo anche dei diversi tipi e di come scegliere quello giusto.




Le cose più importante in breve

  • Uno spazzolino da denti è indispensabile per mantenere una buona salute orale. Tuttavia, non tutti hanno gli stessi bisogni. Pertanto, ogni persona deve prendere in considerazione diversi fattori quando sceglie il suo spazzolino ideale.
  • Sappiamo che scegliere lo spazzolino ideale può essere complicato. Questo è dovuto all’enorme scelta disponibile. Ecco perché ti parleremo dei vantaggi di ogni tipo.
  • Per ottenere il massimo dal tuo spazzolino, ci sono alcune cose importanti da considerare. Per esempio, quanto spesso usarlo e quando cambiarlo. Anche come disinfettarlo e come usarlo correttamente.

Spazzolino da denti: la nostra selezione

Di seguito, abbiamo messo insieme una lista dei cinque migliori spazzolini da denti sul mercato. Questo ti aiuterà a decidere quale sia il migliore per la tua salute orale in base alle tue esigenze.

Guida all’acquisto spazzolino da denti: Tutto quello che devi sapere

Se sei consapevole dell’importanza della tua salute orale, non puoi perdere le seguenti informazioni. Scoprirai tutto quello che devi sapere per decidere su un particolare tipo di spazzolino.

Uno spazzolino da denti è essenziale per una buona salute orale. (Fonte: Dolgachov: 54867700/ 123rf.com)

Quali sono i benefici dell’uso dello spazzolino da denti?

Anche se può sembrare incredibile, l’uso corretto dello spazzolino da denti non fornisce solo benefici legati alla salute di denti e gengive. Va molto oltre. Previene patologie che, a prima vista, potremmo pensare non abbiano nulla a che fare con esso. Questi sono i benefici

  • Previene le malattie orali come la carie, l’infiammazione delle gengive (gengivite). Anche la distruzione dei legamenti e delle ossa che sostengono i denti (parodontite) o l’alito cattivo (alitosi), tra gli altri.
  • Previene le malattie respiratorie: la parodontite, generata dai batteri nella placca formata intorno ai denti, può portare alla polmonite o alla malattia polmonare ostruttiva. Ciò è dovuto all’ingresso di questi batteri nel tratto respiratorio inferiore.
  • Previene il rischio di sviluppare il diabete.
  • Riduce le possibilità di parto prematuro: le donne incinte sono spesso più inclini alla gengivite. Questo può essere l’inizio della parodontite, se aggravata. Gli studi dimostrano che c’è un legame tra la malattia parodontale cronica e la nascita prematura o il basso peso alla nascita.
  • Aumenta la funzione cognitiva: è stato dimostrato che la malattia parodontale è collegata alla disfunzione cognitiva.
  • Riduce i problemi sessuali negli uomini: gli studi mostrano un legame tra la malattia parodontale e la disfunzione erettile. La placca batterica può entrare nel flusso sanguigno, riducendo così i vasi sanguigni. Questo ha un impatto diretto sull’erezione.
  • Ti aiuta a perdere peso: dopo aver lavato i denti, il cibo non ha un sapore così appetitoso, vero? Inoltre, lavarsi i denti fa sì che il nostro cervello interpreti che abbiamo finito di mangiare. Sapevi che in un anno, lavarsi i denti 3 volte al giorno per 2 minuti brucia circa 3500 calorie?

I benefici dello spazzolamento dei denti vanno oltre la salute dei denti. (Fonte: Zidar: 54345994/ 123rf.com)

Tipi di spazzolino

Esiste attualmente un numero enorme di modelli di spazzolino sul mercato. Variano in base alle loro diverse caratteristiche. Di seguito, sviluppiamo le diverse tipologie che possiamo trovare secondo i seguenti fattori:

Secondo il loro funzionamento

  • Manuale: Siamo noi che facciamo i movimenti ed esercitiamo la pressione e la velocità che vogliamo durante la spazzolatura.
  • Elettrico: Motorizzato. Possono eseguire vari tipi di movimenti di pulizia: rotatorio-oscillante o vibrante. Possono avere caratteristiche interessanti e utili come un sensore di pressione, un rilevatore di posizione, un timer o una connessione Bluetooth.

Secondo la loro durezza

  • Duro: hanno filamenti molto rigidi. Non sono raccomandati, perché possono danneggiare i denti e le gengive a causa del loro alto livello di durezza.
  • Medio: Sono meno rigidi dei precedenti. Pertanto, sono raccomandati per le persone con denti e gengive completamente sani.
  • Morbido: hanno filamenti più morbidi. Sono raccomandati per le persone con denti e gengive sensibili o danneggiati.
  • Extra-morbido/post-chirurgico: sono utilizzati quando c’è un’estrema infiammazione gengivale o dopo un intervento chirurgico.

Secondo il loro scopo

  • Bambini: con filamenti più morbidi, dimensioni più piccole, manici più maneggevoli per poterli tenere correttamente. Sono anche disegnati per renderli più attraenti.
  • Interdentale: con forme diritte o angolate. Hanno un piccolo filo per pulire la placca tra le fessure dei denti, dove i filamenti di uno spazzolino normale a volte non riescono ad arrivare.
  • Parodontali: hanno due fili di setole e sono adatti alle persone con malattie gengivali
  • Ortodontico: Queste spazzole hanno filamenti più corti nella fila centrale per adattarsi meglio alle staffe. Inoltre, non sono troppo dure, in modo che non si stacchino.

Nella seguente tabella, puoi vedere un riassunto dei diversi tipi di spazzolini disponibili sul mercato:

Tipi di spazzolini
A seconda di come funzionano

Manuale: con motore

Elettrico: senza motore

A seconda della loro durezza

Duro: filamenti molto rigidi

Medio: filamenti meno rigidi

Morbido: setole morbide

Extra-morbido/post-chirurgico: setole molto morbide

Secondo lo scopo

Bambini: setole morbide, testa piccola, manico pratico e modellato

Interdentale: forme diritte o angolate con diversi diametri di filo

Parodontale: due strisce di setole morbide

Per ortodonzia: setole corte nella fila centrale

Manuale vs. elettrico: qual è meglio?

Sono sicuro che quando si tratta di comprare uno spazzolino da denti, hai pensato: qual è meglio per me, uno spazzolino manuale o uno elettrico?

È vero che la decisione diventa complicata quando ci si ferma a guardare il gran numero di opzioni disponibili. Non preoccuparti, ecco una tabella che confronta i vantaggi degli spazzolini manuali ed elettrici:

Spazzolino manuale Spazzolino elettrico
– Sono più facili e sicuri da controllare se hai subito un intervento chirurgico e hai una zona dolente o dei punti

– Sono i più raccomandati per i bambini per imparare la tecnica corretta di spazzolamento

– Sono i più raccomandati per le persone con l’ortodonzia, come con gli spazzolini elettrici possono correre il rischio di distacco di fili o staffe

– Sono più economici degli spazzolini elettrici

– Il loro manico lungo e la testina stretta li rendono più maneggevoli e accessibili a tutti gli angoli della bocca

– La loro testina (che di solito è rotonda) riesce a circondare ogni dente, spazzolando praticamente tutti i denti allo stesso tempo, specialmente i molari

– Grazie alla loro varietà di movimenti e velocità, lo spazzolamento è molto più efficace, spazzolare è molto più efficace e veloce

– La maggior parte ha un sensore che ferma il movimento nel caso in cui stiamo esercitando troppa pressione, evitando così il rischio di danneggiare lo smalto e le gengive

– Grazie al timer, ci assicuriamo di spazzolare per il tempo necessario

– Possono avere un sensore di posizione e la connessione Bluetooth che ci permetterà di collegarlo al nostro smartphone e monitorare i nostri schemi di spazzolamento

– È molto versatile, dato che possiamo comprare diverse testine e cambiarle secondo le nostre esigenze

– Sono raccomandati per le persone con diversità funzionale, che hanno limitazioni di movimento per mantenere la loro igiene personale

Secondo diversi studi, non ci sono differenze significative tra l’uso di uno spazzolino manuale e uno spazzolino elettrico in termini di rimozione della placca. Ciò che è notevole, nel caso dei modelli elettrici, è la loro versatilità e comodità d’uso.

Come usare correttamente uno spazzolino da denti

Anche se può sembrare un compito semplice, usare correttamente uno spazzolino da denti richiede tecnica. E non tutti sanno cos’è. Ti consigliamo di seguire questi semplici passi:

Dividi i tuoi denti nei seguenti gruppi e sottogruppi, seguendo sempre lo stesso ordine per essere più accurato ed evitare di dimenticare: Denti superiori

  • Superfici esterne: lo spazzolino dovrebbe essere posizionato perpendicolarmente al dente, inclinandolo leggermente verso le gengive (senza esercitare pressione su di esse). Si dovrebbero fare delicati movimenti circolari, coprendo i denti e le gengive.
  • Lati interni: inizia dalla parte posteriore della bocca, usando la parte anteriore dello spazzolino. Fai dei movimenti circolari. Poi devi spazzolare da una zanna all’altra, facendo un movimento “sweeping”, usando tutto il pennello.
  • Superfici dimacinazione (superficie con cui mastichiamo): su cui facciamo movimenti orizzontali di spazzamento.

Denti inferiori: Esegui la stessa tecnica spiegata sopra, ma questa volta sui denti inferiori.

Lingua: È importante non dimenticare di spazzolare questa zona. Dovrebbe essere fatto da dietro a davanti, da un lato all’altro, indietro e in avanti. Una leggera pressione dovrebbe essere esercitata con il pennello. Ci sono spazzole con la parte posteriore della testa appositamente progettata per pulire quest’area.

Quando usare lo spazzolino

In generale, gli esperti raccomandano di usare lo spazzolino dopo ogni pasto. I nutrizionisti raccomandano 5 pasti al giorno. Per questo motivo, a volte può essere difficile rispettare lo spazzolamento dopo ogni pasto.

Per questo motivo, si raccomanda di utilizzare uno spazzolino almeno due volte al giorno. È essenziale farlo la mattina, dopo la colazione, e la sera, prima di andare a letto. Questo è il momento in cui la maggior parte dei batteri può accumularsi ed essere prodotta nella bocca, dato che viene generata meno saliva mentre dormiamo.

Si raccomanda di spazzolare i denti per almeno due minuti per sessione.

Quanto spesso si dovrebbe cambiare lo spazzolino?

I dentisti raccomandano di sostituire lo spazzolino ogni tre o quattro mesi circa. Possiamo cambiarlo prima se le setole sono consumate o sfilacciate. Questo perché perdono la loro efficacia nel rimuovere la placca.

Si raccomanda anche di sostituirlo se hai avuto l’influenza o qualsiasi tipo di infezione alla bocca o alla gola. I germi potrebbero rimanere sullo spazzolino e riattivare l’infezione.

Ci sono molti modelli diversi di spazzolini disponibili sul mercato. (Fonte: Guzhva: 36818159/ 123rf.com)

Come disinfettare il nostro spazzolino da denti

Molte persone pensano che sciacquare lo spazzolino con acqua sia sufficiente dopo l’uso. Tuttavia, la verità è che, in questo modo, diversi residui si accumulano sui filamenti. Questi finiranno nella nostra bocca se non eseguiamo una buona routine di disinfezione.

Questi sono i diversi metodi di disinfezione che puoi utilizzare

  • Aceto e bicarbonato: immergi la parte dei filamenti in un bicchiere d’acqua con due cucchiai di aceto bianco e due cucchiai di bicarbonato. Lascialo riposare per mezz’ora e poi sciacqualo con acqua fredda.
  • Perossido di idrogeno: riempi metà di un bicchiere con perossido di idrogeno e il resto con acqua di rubinetto. Immergi la spazzola per un paio d’ore, poi risciacqua con acqua.
  • Compressa disinfettante: Immergi lo spazzolino in un bicchiere d’acqua con una di queste compresse usate per pulire dentiere e apparecchi ortodontici. Lascia che abbia effetto
  • Collutorio alla clorexidina: questo antisettico, con azione battericida e fungicida, insieme all’alcol che i collutori di solito contengono, avrà un grande effetto disinfettante. Immergi il tuo spazzolino da denti per circa 30 minuti.

Non dimenticare di lavarti le mani con acqua e sapone prima di usare lo spazzolino per evitare di contaminarlo.

Dove e come conservare lo spazzolino

Il posto più comune dove teniamo il nostro spazzolino è il bagno. Tuttavia, gli esperti lo sconsigliano, in quanto è un luogo totalmente esposto ai microrganismi intestinali.

Se vuoi tenerlo in bagno, è meglio riporlo all’interno di un mobile. Tuttavia, sempre in un contenitore aperto e pulito, in posizione verticale. In questo modo le setole rimarranno in cima.

In nessun caso dovresti conservare lo spazzolino in un contenitore chiuso e umido. Questo è un ambiente ideale per la proliferazione dei microrganismi. Non è nemmeno una buona idea tenere diversi spazzolini da denti nello stesso contenitore. I batteri potrebbero essere trasferiti tra di loro.

Dovrei optare per uno spazzolino manuale o uno spazzolino elettrico? (Fonte: Mistac: 25015970/ 123rf.com)

Qual è lo spazzolino giusto secondo gli esperti?

Oggigiorno può sembrare difficile scegliere un particolare modello di spazzolino. Questo è dovuto alla vasta gamma di spazzolini sul mercato. Ecco perché vogliamo darti le chiavi per scegliere lo spazzolino giusto per te

  • Gli specialisti raccomandano uno spazzolino a filamento morbido o medio duro per evitare di danneggiare lo smalto dei tuoi denti e delle tue gengive. Tuttavia, è consigliabile consultare il tuo dentista se hai esigenze particolari. Per esempio, protesi, ortodonzia o gengivite, tra gli altri. In questo modo, lui/lei sarà in grado di raccomandare quello più adatto a noi in questi casi.
  • Opta per quelli con la testa piccola o media. Questi possono raggiungere le aree meno accessibili della bocca più facilmente.
  • È meglio usare quelli con un manico antiscivolo. Questo per essere in grado di tenerli bene e avere un migliore controllo dei movimenti.
  • Dovrebbero essere fatti di materiali che permettono la flessibilità. In questo modo saremo in grado di accedere a tutti gli angoli della nostra bocca.

Senza dubbio, la nostra raccomandazione è di parlare direttamente con il tuo dentista. Lui o lei ti dirà quale spazzolino soddisfa meglio le tue esigenze orali.

Criteri di acquisto

Quando dobbiamo scegliere un prodotto, specialmente uno da cui dipende la nostra salute, è molto importante analizzarne tutti gli aspetti. In questo modo possiamo essere sicuri di fare la scelta giusta per le nostre esigenze. Questi sono i diversi criteri di acquisto che dovremmo prendere in considerazione quando compriamo uno spazzolino da denti.

Funzionalità

Per quanto riguarda questo criterio, ci sono due gruppi principali: “manuale” o “elettrico”. Al giorno d’oggi, gli utenti sono più inclini a scegliere gli spazzolini elettrici. Questo è dovuto alla vasta gamma di teste intercambiabili disponibili. Ognuno di loro ha uno scopo diverso a seconda delle esigenze dell’acquirente

  • Manuale. Questi sono i “tradizionali”. È l’utente stesso che esegue i movimenti di pulizia, la velocità e la pressione esercitata sui denti.
  • Elettrico. La testina esegue automaticamente un modello di movimento, sia rotante che sonico. Inoltre, un certo tipo di carica è necessaria per il suo funzionamento.

Ci sono diversi metodi per disinfettare il tuo spazzolino da denti. (Fonte: Subbotina: 14306302/ 123rf.com)

Durezza dei filamenti

Questo è un fattore da prendere in considerazione in base alle condizioni dei nostri denti e delle gengive. A seconda del tipo che scegliamo, l’attrito può essere maggiore o minore

  • Difficile. Come regola generale, il suo uso non è raccomandato, a causa del suo alto livello di durezza. Tuttavia, può essere utilizzato da adulti con gengive sane e senza alterazioni dentali o gengivali significative. Se inizi a usare questo tipo di spazzolino e vedi che dopo qualche settimana i suoi filamenti sono consumati, è meglio smettere di usarlo. È un segno che sta facendo troppa pressione sui tuoi denti e potrebbe danneggiare il tuo smalto.
  • Medio. Questo è il più adatto per le persone che non hanno grossi problemi con i loro denti o le loro gengive.
  • Delicato. Raccomandato per le persone con problemi alle gengive o sensibilità ai denti. Ha dei filamenti che sono più flessibili, quindi non generano un attrito eccessivo sul dente. Puliscono efficacemente, ma con meno rischi di danneggiare lo smalto.
  • Extra-morbido/post-chirurgico. Sono ideali per le persone con tessuti orali estremamente sensibili. Anche con malattie gengivali, estrazioni, impianti, innesti o dopo la chirurgia orale.

Materiale

Al giorno d’oggi, siamo più consapevoli dell’uso e dell’abuso di materiali inquinanti. Questa tendenza ha anche influenzato l’uso di nuovi materiali nella fabbricazione degli spazzolini da denti. Possiamo trovare sul mercato spazzolini fatti dei seguenti materiali

  • Plastica. Il materiale più comune e precisamente il più inquinante in questo caso. Nello specifico, il polipropilene è il più comunemente usato per produrre il manico e il nylon per i filamenti.
  • Bambù. Negli ultimi anni, il numero di aziende dedicate alla produzione di spazzolini da denti con questo materiale è cresciuto notevolmente. Così come la domanda dei consumatori. Tuttavia, anche gli spazzolini fatti di bambù non sono biodegradabili al 100%, perché possono contenere filamenti di nylon. Tuttavia, è certamente un’alternativa migliore della precedente.
  • Miswak. Probabilmente il più sconosciuto. È letteralmente un bastone estratto dall’albero “Salvadora Pérsica”. Ha proprietà antiplacca, antibatteriche, antimicotiche, antivirali, antiossidanti, analgesiche e antinfiammatorie. È uno spazzolino biodegradabile al 100%.

Età

Quando siamo neonati o bambini, i nostri denti e le nostre gengive non hanno le stesse caratteristiche e necessità di quando siamo adulti. Per questo motivo, possiamo trovare sul mercato diversi tipi di spazzolini in base alla nostra età

  • Per i bambini. Questi pennelli devono avere una testa piccola e compatta. Questo in modo che si adatti alle dimensioni della bocca del bambino. La maniglia deve essere antiscivolo ed ergonomica, in modo che sia il bambino che noi stessi possiamo impugnarla per aiutarlo e dirigerlo. Inoltre, i suoi filamenti devono essere molto morbidi per non danneggiare le gengive e i denti, che non sono ancora molto sviluppati.
  • Neonato. Hanno praticamente le stesse caratteristiche dei precedenti. Tuttavia, la dimensione si adatta alla crescita del bambino (il manico è più lungo e più spesso). Man mano che padroneggiano la tecnica di spazzolamento con l’età, possiamo optare per spazzole con filamenti leggermente più duri e persino per quelle elettriche.
  • Adulti. La maggior parte degli spazzolini sul mercato sono per questo segmento. Possiamo trovare una gamma molto ampia in base alle esigenze del consumatore.

Per scoprire qual è l’opzione migliore per te, consulta direttamente uno specialista. (Fonte: Rh2010: 143234192/ 123rf.com)

Movimenti di pulizia

Quando usiamo uno spazzolino manuale, sta a noi decidere quali movimenti usare per pulire i nostri denti. Tuttavia, se optiamo per uno spazzolino elettrico, possiamo trovare diverse varietà di schemi di movimento che esegue automaticamente

  • Rotary. Hanno una testina rotonda che, come suggerisce il nome, ruota i suoi filamenti sui denti. Inoltre, possono anche oscillare lateralmente. Per questo motivo, sono anche chiamate rotative-oscillanti. Possono raggiungere tra 5600 e 8800 movimenti di rotazione/oscillazione al minuto.
  • Sonico. Questo tipo di spazzola è caratterizzato dal suo doppio meccanismo di pulizia. Esegue la pulizia meccanica con i filamenti, per mezzo della vibrazione ad alta frequenza. Allo stesso tempo, genera un’azione idrodinamica che muove il dentifricio e la saliva. In questo modo, genera minuscole bolle di ossigeno che penetrano in aree dove i filamenti della spazzola non possono arrivare.

Tipo di carica

Affinché uno spazzolino elettrico funzioni automaticamente, è essenziale che abbia un certo tipo di carica. Sono disponibili i seguenti tipi

  • Batterie. Gli spazzolini con questo tipo di carica tendono ad avere un aspetto più compatto. Sono anche più convenienti quando si viaggia. Richiedono solo un semplice cambio di batteria quando la carica si esaurisce. Tuttavia, le loro prestazioni sono solitamente inferiori a quelle di una spazzola a batteria.
  • Batteria. Tendono ad essere meno maneggevoli dei precedenti. Questo perché non possiamo dimenticare il caricatore. Tuttavia, la durata della batteria è solitamente lunga. Come regola generale, hanno prestazioni migliori rispetto alle spazzole a batteria, così come una maggiore durata.

La base di una buona salute orale sta nella corretta pulizia dei nostri denti. (Fonte: Roger: 25111367/ 123rf.com)

Bisogni speciali

Ci sono occasioni in cui una persona ha bisogno di uno spazzolino “più speciale” per una situazione specifica. Per esempio, nei seguenti casi

  • Per le protesi. Queste spazzole hanno filamenti di nylon arrotondati. Questo per evitare di graffiare le parti protesiche. Hanno anche due teste. Uno è più grande e più piatto, per le superfici esterne. L’altro è più piccolo, a forma di cuneo, per raggiungere gli spazi interni della protesi che sono di difficile accesso.
  • Per l’ortodonzia. Combina filamenti morbidi e medi. L’aspetto più caratteristico di questo tipo di spazzolino è il suo profilo di setole a forma di V, per essere in grado di pulire gengive, denti e ortodonzia allo stesso tempo.
  • Interdentale. Raccomandato per le persone con impianti o malattie parodontali. Queste patologie di solito significano che gli spazi interdentali sono più grandi. Pertanto, l’uso del filo interdentale è insufficiente per raggiungere questi spazi, rendendo necessario questo tipo di spazzolino. È molto più piccolo di uno spazzolino manuale convenzionale e ha una testina cilindrica.

Conclusioni

La base di una buona salute orale sta nella corretta pulizia dei nostri denti. Lo strumento chiave per questo compito quotidiano è un buon spazzolino da denti. Non dobbiamo dimenticare che è anche importante sapere come usarlo.

C’è una grande varietà di spazzolini da denti sul mercato. Per questo motivo, dovremmo controllare che le caratteristiche del prodotto si adattino il più possibile alle nostre esigenze orali e dentali. Per fare questo, prenderemo in considerazione criteri di acquisto come la funzionalità, l’età dell’utente, la durezza dei suoi filamenti e il materiale, tra gli altri.

Se hai trovato utile questo articolo, non dimenticare di lasciarci la tua opinione. E condividilo sui tuoi social network con altri utenti.

(Featured image source: Merzlyakova: 36645248/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni