Si dice che il sorriso sia lo specchio dell’anima… o forse erano gli occhi? Poco importa: ad ogni modo, il sorriso resta il nostro biglietto da visita. Come sostenuto da tutti i dentisti, presentarsi con un bel sorriso ed una dentatura in ordine può risultare utile per affrontare meglio la nostra quotidianità e sentirci più sicuri di noi stessi.

Non si tratta esclusivamente di estetica, comunque: un’ottima igiene dentale ci garantisce anche una corretta funzione orale e una buona salute in generale. In questo articolo ti parleremo di uno strumento che può aiutarti ad ottenere quel sorriso perfetto che tutti desideriamo: lo spazzolino da denti elettrico!

Le cose più importanti in breve

  • Una buona igiene orale ci aiuta a mantenere denti e gengive sane molto più a lungo, cosi da garantirne le corrette funzioni per molti anni.
  • Vari studi indipendenti hanno dimostrato, negli ultimi anni, che gli spazzolini elettrici sono i più efficaci per combattere la placca batterica che si accumula tra i denti.
  • Al momento di comprare uno spazzolino elettrico, devi tenere in considerazione alcuni criteri di acquisto, tra i quali, ad esempio, le testine con le quali è compatibile, come si ricarica e quanto dura la sua batteria.

I migliori spazzolini elettrici sul mercato: la nostra selezione

Oggigiorno, né il prezzo né la mancanza di opzioni tra cui scegliere sono scuse per non acquistare uno spazzolino elettrico. Ce ne sono per tutte le tasche e tutte le età, di vari colori e con funzioni cosi avanzate che li rendono più simili a piccole navicelle spaziali. In questa sezione, ti proponiamo la nostra selezione dei migliori modelli in commercio, basandoci innanzitutto sul rapporto qualità-prezzo.

Lo spazzolino elettrico più apprezzato

Questo modello Oral-B svolge un’azione pulente tridimensionale grazie ad una combinazione di movimenti di oscillazione, rotazione e pulsazione per rompere e rimuovere la placca. Dispone di una modalità di pulizia per l’uso quotidiano ed è ricaricabile tramite l’alimentatore incluso nella confezione. Le setole della testina sono angolate di 16 gradi. Il prodotto ha un timer per il tempo consigliato di spazzolamento e la confezione include una custodia da viaggio.

Lo spazzolino elettrico più venduto

Questo spazzolino ad ultrasuoni raggiunge i 40.000 movimenti al minuto. Si ricarica in 4 ore e dura circa 30 giorni. Dispone di timer dopo 2 minuti di lavaggio. Impermeabile, può essere usato sotto la doccia. Include 5 modalità di pulizia, tra cui sbiancante, lucidante e massaggiate. Pesa 55 grammi, quindi è molto semplice da portare in viaggio. Le setole in nylon si adattano a qualunque area del cavo orale e il manico è antiscivolo.

Lo spazzolino elettrico con maggior numero di movimenti al minuto

Questo modello Philips include una testina con tecnologia Sonicare, che si muove ad alta frequenza ma delicatamente, fino a 62.000 movimenti al minuto. Ha due programmi di pulizia: Clean per la pulizia quotidiana, Clean&White per la rimozione delle macchie di caffè, tè, tabacco e vino rosso. Include un timer di 2 minuti a intervalli di 30 secondi e aumenta gradualmente la potenza dopo i primi 14 utilizzi. La batteria dura fino a 3 settimane.

Il set di spazzolini elettrici più conveniente

Questi due spazzolini sonici, uno in rosa e uno in nero, hanno una vibrazione fino a 40.000 movimenti al minuto e 5 modalità di pulizia per sbiancare, pulire e massaggiare denti e gengive. Dispongono di timer integrato con spegnimento automatico dopo 2 minuti e intervallo ogni 30 secondi. Si ricaricano via USB in tempi brevissimi: 5 minuti di carica assicurano il pieno utilizzo per un giorno intero. Includono 8 testine con setole ondulate in Nylon.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sugli spazzolini elettrici

La salute dentale è un tema che coinvolge quasi tutti. Sappiamo già quanto sia essenziale lavarsi i denti più volte al giorno, ma spesso non sappiamo farlo bene e rischiamo di peggiorare le condizioni sia dei nostri denti che delle nostre gengive. Di seguito, cercheremo di risolvere i dubbi più comuni sugli spazzolini elettrici.

Gli spazzolini elettrici eliminano più placca batterica di uno spazzolino manuale. (Fonte: Citalliance: 19392888/ 123rf.com)

Uno spazzolino da denti elettrico è migliore di uno manuale?

Molti si chiedono se vale davvero la pena investire in uno spazzolino elettrico. La nostra risposta è ovviamente si. Secondo uno studio pubblicato nel 2014 dall’organizzazione indipendente Cochrane, nei primi tre mesi di uso la placca batterica migliora, in media, dell’11%, e sul lungo termine, dopo i tre mesi, del 21%.

Questi dati non implicano necessariamente che con uno spazzolino manuale non sia possibile ottenere buoni risultati, visto che la maggior efficacia dei modelli elettrici può anche dipendere dal fatto che siano più semplici da usare. In ogni caso, è un dato di fatto che un’alta percentuale della popolazione non sa lavarsi correttamente i denti con uno spazzolino tradizionale.

Uno studio del Consiglio Farmaceutico Generale, pubblicato nel 2007, ha concluso che un 80% della popolazione ha un’igiene orale scorretta. Grazie alle sue funzioni di timer, potenza regolabile, movimenti al minuto e sensori di pressione, lavarsi bene i denti con uno spazzolino elettrico è molto più facile, il che lo rende una scommessa già vinta.

Sul mercato troviamo molti modelli a batterie ricaricabili, solitamente al litio, e a pile. (Fonte: Iliamani: YvwFvNzb0J4/ Unsplash.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di uno spazzolino elettrico?

L’uso di uno spazzolino da denti elettrico, come abbiamo già menzionato in precedenza, ha tanti vantaggi, molti dei quali hanno a che fare con la sua semplicità di utilizzo. Tuttavia, come ogni cosa, presenta anche degli svantaggi. Eccoti tutte le informazioni da mettere a confronto per decidere se questo prodotto fa al caso tuo.

Vantaggi
  • Elimina più placca batterica che uno spazzolino manuale
  • Lo sforzo di spazzolarsi i denti è minore, visto che lo spazzolino lavora per te
  • Meno abrasivo sullo smalto dei denti
  • Migliora la gengivite e la periodontite
  • Le varie testine si adattano alle necessità di ciascuno
  • Ti avvisa quando passano i due minuti di “spazzolamento” consigliati
Svantaggi
  • Il budget da spendere all’inizio è maggiore
  • Bisogna acquistare testine di ricambio e usarne una nuova ogni tre mesi
  • Puoi riutilizzare lo spazzolino quante volte vuoi, ma sempre cambiando le testine, il che presuppone una produzione di residui plastici da smaltire
  • Dipenderai dalla batteria, o dall’elettricità, per usarlo

Come funziona uno spazzolino elettrico?

Dipende molto dai vari brand: non tutti gli spazzolini lavorano allo stesso modo. Tutti, comunque, funzionano grazie ad un motore che produce una vibrazione, la quale si traduce in un certo movimento che viene canalizzato fino alle setole della testina. I movimenti possono essere oscillatori, rotatori, pulsanti o varie combinazioni di queste tipologie.

Oggigiorno esistono anche spazzolini che incorporano una tecnologia sonica o ultrasonica, di cui spiegheremo meglio in seguito. Le setole di questo genere di spazzolini effettuano movimenti micro-oscillanti ad una frequenza molto alta (varie migliaia di movimenti al minuto). Nello stesso momento, iniettano liquido tra i denti con il quale eliminare la placca batterica.

Quali sono le differenze tra lo spazzolino elettrico standard, quello sonico e quello ultrasonico?

Per evitare confusione, dobbiamo avere prima di tutto chiaro che tutte e tre le varianti sono spazzolini elettrici che funzionano grazie al motore che muove le testine. Tutti e tre sono pensati per eliminare quanto più possibile la placca, ma lavorano in modo diverso. Attualmente, anche il prezzo è diverso: gli spazzolini sonici ed ultrasonici saranno più cari degli spazzolini elettrici standard.

  • Spazzolino elettrico standard: Può raggiungere i 12000 movimenti al minuto, sebbene normalmente lavora a circa 6000. Ruota e oscilla intorno a ciascun dente.
  • Spazzolino sonico: Questo tipo di spazzolino ha dei livelli di velocità da oltre 30.000 movimenti al minuto. Le onde raggiungono la cavità orale tramite la saliva ed eliminano cosi i batteri, anche quelli annidati nei punti più nascosti della bocca.
  • Spazzolino ultrasonico: Arriva fino a 192.000.000 movimenti al minuto e supera la soglia dell’udito umano. Benché il primo spazzolino ultrasonico fu patentato nel 1992, fu solo nel 2013 che iniziò a diventare popolare sul mercato.

Pulire uno spazzolino elettrico è semplice tanto quanto per quello manuale. (Fonte: Kal Visuals: b1Hg7QIzcc/ Unsplash.com)

Con quale frequenza vanno sostituite le testine dello spazzolino elettrico?

Gli specialisti consigliano di cambiare la testina con la stessa frequenza con cui sostituiresti il tuo spazzolino da denti manuale, vale a dire circa ogni tre mesi. Ci sono testine, infatti, che dispongono di filamenti colorati con una tinta particolare, che perde colore per indicarti il momento di rimpiazzarle, ovvero quando il colore sarà scomparso del tutto.

Ovviamente, è anche una questione di buon senso, e in più la durata delle testine dipenderà anche dal produttore, dalla durezza delle setole e dall’uso che ne fai – non è lo stesso usare lo spazzolino elettrico due volte al giorno invece che una sola. Ti consigliamo di acquistare varie testine di ricambio alla volta, per ridurre la spesa.

Come pulire uno spazzolino elettrico?

Pulire uno spazzolino elettrico è semplice tanto quanto quello manuale. La prima cosa da fare è pulire le setole della testina. Visto che, di solito, il manico non è impermeabile, ti raccomandiamo di separarlo dalla testina, per poterla lavare sotto l’acqua corrente. Puoi pulire il manico con un panno umido una volta a settimana.

Un’altra buona idea è quella di lasciare le testine in ammollo nel collutorio, o in una soluzione di acqua e pastiglie per la pulizia di dentiere o apparecchi ortodontici, per qualche tempo. Come abbiamo già spiegato prima, la semplice acqua fredda non dissolve completamente il dentifricio, quindi, almeno una volta a settimana, è il caso di lavare le testine con acqua tiepida o calda.

Meglio uno spazzolino con irrigatore orale incluso oppure acquistare i due prodotti separatamente?

Non possiamo rispondere con certezza a questa domanda. Di certo, un modello di spazzolino elettrico con un irrigatore orale già incluso sarà molto più pratico, e avrai tutto insieme in un solo oggetto: spazzolino, irrigatore e scomparto per l’acqua. Se invece compri i prodotti separatamente, avrai una gamma più ampia di alternative tra cui scegliere.

Gli spazzolini elettrici sono meno abrasivi sullo smalto dei denti. (Fonte: Alena Ozerova: 116758149/ 123rf.com)

A partire da che età può essere usato lo spazzolino elettrico?

Non c’è un’età specifica per proporre ai bambini di iniziare ad usare uno spazzolino elettrico. Normalmente, si consiglia di aspettare il momento in cui siano capaci di usarlo, vale a dire, in genere, tra i sette e gli otto anni di età. Gli spazzolini elettrici, soprattutto quelli che dispongono di un sensore di pressione, non hanno alcuna controindicazione per i più piccoli.

In tutti i casi, se il bambino è davvero piccolo, è meglio se un genitore o una persona adulta sia presente mentre si lava i denti. L’ideale, visto che i bimbi tendono ad imitare il comportamento di chi gli sta intorno, sarebbe di lavarsi i denti insieme, affinché possa prendere esempio ed imparare ad utilizzare correttamente il suo spazzolino elettrico.

Criteri di acquisto

Lo hai appurato durante la lettura di questo articolo: esistono molti tipi di spazzolino elettrico. Le prestazioni di ciascun modello variano abbastanza tra loro, ed allo stesso modo il prezzo. Come scegliere quale acquistare senza perdersi tra tutte le alternative in commercio? Non abbiamo dubbi: basta tenere presenti alcuni specifici criteri. Quelli che riteniamo essere i più importanti sono i seguenti:

  • Testine
  • Alimentazione e autonomia
  • Funzioni
  • Design
  • Accessori

Testine

Al momento di scegliere uno spazzolino elettrico, è importante dedicare dell’attenzione alle sue testine. In commercio c’è un’enorme varietà di spazzolini che si differenziano quasi esclusivamente per il tipo di testina che hanno in dotazione, dunque tieni presente che puoi acquistare testine compatibili che rispondano al meglio alle tue esigenze specifiche.

Un aspetto essenziale è che lo spazzolino che scegli sia compatibile con varie testine, o comunque che sia semplice trovare i ricambi. In caso contrario, non potrai più utilizzare lo spazzolino quando le testine incluse nella confezione finiranno. Tra i modelli della nostra selezione, ce ne sono alcuni di marchi che producono spazzolini e testine facilmente reperibili in vari negozi.

Alimentazione e autonomia

Troviamo in commercio molti modelli alimentati con batterie ricaricabili, normalmente al litio, e modelli a pile, anche se sempre meno comuni. La batteria ti obbliga a dipendere dalle prese di corrente, mentre invece le pile possono essere acquistate un po’ ovunque. Esistono anche modelli con filo, anche se oggigiorno sono davvero rari.

È molto comune, nei modelli di spazzolini elettrici più moderni, che dispongono di una base per carica induttiva o che si possano ricaricare direttamente tramite corrente elettrica, o addirittura USB. L’autonomia è un altro elemento da tenere in considerazione. Un’autonomia ottimale dovrebbe superare le due settimane di uso normale, ovvero tre volte al giorno da circa tre minuti ciascuna.

Funzioni

La gran parte degli spazzolini elettrici che si possono acquistare oggi offrono funzionalità extra che li rendono molti più che semplici spazzolini: ne fanno degli accessori efficaci oppure facilitano ulteriormente il loro impiego. Ovviamente, questi “plus” aumentano il costo del prodotto, ma è sempre bene conoscerli per prendere una decisione informata:

  • Timer: Il timer ti avvisa o blocca la vibrazione dello spazzolino dopo i due minuti, cioè il tempo di durata ideale del lavaggio completo dei denti.
  • Allarme di settore: Questo allarme suona all’incirca ogni trenta secondi, per avvisarti che devi passare a spazzolare un’altra area della bocca.
  • Sensore di pressione: Questa funzione evita che ti lavi i denti esercitando una pressione eccessiva sulle gengive. In tal modo, non rischierai sanguinamenti o che le gengive si ritirino.
  • Modalità di pulizia: Servono ad adattare il lavaggio alle specifiche necessità della tua bocca.
  • Schermo: Sul piccolo schermo di cui sono dotati alcuni modelli di spazzolino, potrai leggere le informazioni sulla modalità di pulizia scelta e il tempo di spazzolamento.
  • Bluetooth e applicazioni: I modelli più moderni permettono anche la connessione ad uno smartphone per monitorare la pulizia orale.

Gli specialisti consigliano di cambiare la testina con la stessa frequenza con cui sostituiresti il tuo spazzolino da denti manuale, vale a dire circa ogni tre mesi. (Fonte: Ian Allenden: 81939661/ 123rf.com)

Design

La struttura dello spazzolino elettrico dev’essere un criterio decisivo prima che tu ne acquisti uno specifico, poiché influisce sull’uso che potrai fare dell’apparecchio. Ci riferiamo non tanto a colori e forme accattivanti, quanto più alla funzionalità del manico e alla sua ergonomia. Non sono da sottovalutare neanche le versioni antiscivolo, che evitano sfortunati incidenti di percorso.

Controlla, inoltre, che sia lo spazzolino sia la base di carica siano solidi, robusti e di buona fattura. Devono disporre di uno scompartimento per riporre le testine che, in alcuni modelli, può essere anche sterilizzante. Esiste, in più, la possibilità di fissare il dispositivo alla parete, affinché occupi meno spazio.

Accessori

Gli spazzolini elettrici più completi includono accessori extra, come ad esempio un astuccio per riporlo e portarlo con sé in viaggio, oppure delle testine di riserva. Il modello più semplice riesce a pulire i denti perfettamente, ma è comunque gradevole quando, inclusi nella confezione, troviamo dei complementi che facilitano il processo di igiene orale.

Quanti più accessori include uno spazzolino da dente, tanto più costoso sarà. Se questo non è un problema per te, il nostro consiglio è di fare particolarmente attenzione all’astuccio da viaggio, le testine di ricambio o l’irrigatore orale di cui abbiamo parlato in precedenza, che inietta acqua a pressione negli spazi e cavità interdentali.

Conclusioni

L’igiene orale è un aspetto che interessa sempre di più nella società in cui viviamo. Un bel sorriso è una delle caratteristiche più desiderate e meglio considerate, dunque non è strano che scegliamo di prenderci cura dei nostri denti sempre di più. Un buon metodo quotidiano per lavare i denti è usare uno spazzolino elettrico, come quelli di cui ti abbiamo parlato finora.

Speriamo che questa guida sia stata per te utile ed interessante. Non dimenticare che, qualunque tipo di spazzolino tu usi, elettrico o manuale che sia, è importante che lavi i denti almeno due volte al giorno – anche se l’ideale sarebbe tre – e che il processo del lavaggio duri circa due minuti, come consigliato dai dentisti. In tal modo manterrai i tuoi denti sani più a lungo.

E tu, usi già uno spazzolino da denti elettrico? Raccontacelo nei commenti e non dimenticare di condividere questo articolo sui tuoi social, se ti è piaciuto.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Sergey Kolesnikov: 57045204/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
37 Voto(i), Media: 4,00 di 5
Loading...