Sterilizzatore
Ultimo aggiornamento: 21/10/2020

Il nostro metodo

10Prodotti analizzati

12Ore di lavoro

23Fonti e riferimenti usati

35Commenti valutati

Sebbene per molto tempo il suo uso più comune in casa sia stato quello di sterilizzare i biberon,in realtà lo sterilizzatore ha molti più impieghi. Sono infatti popolari anche i modelli che possono essere utilizzati con bottiglie, barattoli e vari utensili da cucina. Inoltre, negli ultimi tempi è diventato molto diffuso l’uso di sterilizzatori a luce ultravioletta.

Questi ultimi sono ideali per eliminare i germi da qualsiasi tipo di oggetto, anche se servono soprattutto per sterilizzare cellulari, carte di credito, chiavi e altri piccoli oggetti. In generale, gli sterilizzatori domestici sono molto efficaci, abbastanza economici, facilmente trasportabili e molto sicuri. Vuoi trovare un buon sterilizzatore e sfruttarlo al meglio? Continua a leggere la nostra guida completa!




Le cose più importanti in breve

  • Lo sterilizzatore domestico utilizza principalmente calore umido, luce ultravioletta o microonde.
  • Gli sterilizzatori sono comunemente usati per sterilizzare biberon, ciucci, barattoli, posate, telefoni cellulari e chiavi, tra le altre cose.
  • Il primo criterio di acquisto che devi considerare nella scelta di uno sterilizzatore è l’uso che ne farai. Poi puoi considerare questioni come la sua capacità, il suo design e le funzioni aggiuntive che può svolgere. Ne parleremo meglio nella sezione finale dell’articolo.

I migliori sterilizzatori sul mercato: la nostra selezione

Se stai pensando di acquistare uno sterilizzatore, potresti essere interessato a dare un’occhiata alla selezione che ti proponiamo qui sotto. In essa abbiamo incluso quelli che, a nostro avviso, sono i migliori sterilizzatori attualmente in vendita in Italia.

Il miglior sterilizzatore a luce UV

Lo sterilizzatore a luce ultravioletta 59S è ideale per sterilizzare cellulari, chiavi, carte di credito, spazzolini da denti e, in generale, qualsiasi piccolo oggetto. È facile da usare, sicuro e rispettoso dell’ambiente.

Date le sue piccole dimensioni, puoi portarlo con te ovunque. Inoltre, devi solo premere un pulsante per accenderlo o spegnerlo. Ha un sensore di sicurezza, quindi se il coperchio viene aperto si disconnette automaticamente. Ed è privo di mercurio.

Lo sterilizzatore il miglior rapporto qualità-prezzo

Lo sterilizzatore a luce ultravioletta di ELUTO è progettato per soddisfare anche le persone più esigenti. Dispone di doppie lampade UV per garantire un livello di disinfezione del 99%. Si presenta in un design pulito ed elegante che combina bellezza e funzionalità in egual misura. E tutto questo ad un ottimo prezzo.

Inoltre, come se non bastasse, consente la ricarica wireless di telefoni cellulari abilitati. Ah, dispone anche di ha un sistema di spegnimento automatico se il coperchio si apre.

Il miglior sterilizzatore per giocattoli

Munchkin propone uno sterilizzatore UV particolarmente adatto per i giocattoli dei bambini. Ha 21 luci led uvc (come gli sterilizzatori usati negli ospedali) e disinfetta giocattoli, peluche e bambole in cinque minuti. È a forma di borsa e non richiede l’uso di prodotti chimici.

Può essere usato sia a corrente, collegandolo tramite USB, o con la batteria a ioni di litio in dotazione. Ovviamente può anche essere usato per sterilizzare cellulari, chiavi e tanti oggetti simili.

Il miglior sterilizzatore per i centri di estetica

Piccolo sterilizzatore professionale che funziona a microsfere di quarzo. È stato progettato specificatamente per sterilizzare gli strumenti utilizzati nei centri di estetica. La temperatura si autoregola ed è molto semplice da usare.

Ha solo due luci che avvisano quando la temperatura massima viene raggiunta. Secondo le recensioni è ottimo per il suo scopo, anche se bisogna fare attenzione a non bruciarsi.

Il miglior sterilizzatore per biberon e affini

Eccomum propone uno sterilizzatore multifunzione che combina più funzioni in una: sterilizzazione, asciugatura, riscaldamento del latte e disidratatore di alimenti. Ha una potenza di 600 W e attiva automaticamente la modalità di asciugatura dopo la sterilizzazione.

Oltre ai biberon può sterilizzare ciucci, giocattoli, tiralatte e altro relativo al mondo del neonato. Il materiale non contiene BPA e per quello che riguarda la sicurezza, passa automaticamente alla modalità di asciugatura per evitare danni da calore secco alla macchina.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sullo sterilizzatore

Sebbene lo sterilizzatore faccia parte dell’ambiente domestico, il suo funzionamento e le sue applicazioni potrebbero non essere chiari per tutti. In questa sezione puoi trovare le nostre risposte alle domande più comuni sulle sue caratteristiche e vantaggi. Speriamo così di dissipare ogni tuo eventuale dubbio sullo sterilizzatore.

Uno sterilizzatore per oggetti

Lo sterilizzatore domestico utilizza principalmente calore umido, luci ultraviolette o microonde. (Fonte: Hengthabthim: 148425764/ 123rf.com)

Cos’è uno sterilizzatore esattamente?

Gli sterilizzatori sono piccoli elettrodomestici che vengono utilizzati per eliminare tutti i tipi di microrganismi da contenitori, biberon, cellulari e un’ampia varietà di oggetti. In ambito sanitario, gli sterilizzatori vengono utilizzati in ospedali, piccoli ambulatori, laboratori e studi odontoiatrici, anche se in questo caso vengono solitamente chiamati autoclave.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di avere uno sterilizzatore?

Di questi tempi gli sterilizzatori hanno raggiunto una grande popolarità nell’ambiente domestico, e vengono utilizzati per sempre più cose e non più solo per sterilizzare biberon e ciucci. Non è certo sorprendente data la miriade di vantaggi che offrono. Qui sotto alcuni dei motivi per cui vengono apprezzati, insieme ai loro ‘difetti’.

Vantaggi
  • Possono essere usati per sterilizzare molteplici prodotti.
  • Sono facili da usare.
  • Non occupano molto spazio.
  • Hanno un prezzo contenuto.
  • Hanno diverse applicazioni.
  • Sono sicuri
  • Si trasportano facilmente.
  • La maggior parte non utilizza prodotti chimici.
Svantaggi
  • In generale, richiedono il collegamento alla rete elettrica o le batterie.

Dove viene usato di solito uno sterilizzatore?

Gli sterilizzatori sono utilizzati sia per applicazioni professionali che domestiche. In quest’ultimo caso vengono utilizzati per sterilizzare cellulari, barattoli, biberon, contenitori, giocattoli e, ovviamente, biberon. A livello professionale, vengono utilizzati:

  • Nelle cliniche dentali.
  • Nei centri medici e veterinari.
  • Nei negozi dove si effettuano tatuaggi.
  • In alcuni saloni di bellezza.
  • Negli ospedali.
  • Nei laboratori.
Serie di biberon

Gli sterilizzatori sono comunemente usati per sterilizzare biberon, ciucci, barattoli, posate, telefoni cellulari e chiavi, tra le altre cose. (Fonte: Kaewsai: 93056641/ 123rf.com)

Quanti processi di sterilizzazione esistono?

A seconda dell’ambito di applicazione e del materiale o dell’oggetto da sterilizzare, vengono utilizzate alcune procedure di sterilizzazione o altre. Le più importanti sono:

  • Sterilizzazione a vapore o calore umido: è un metodo molto affidabile, economico e non inquinante. Gli sterilizzatori più diffusi nell’ambiente domestico sono quelli da microonde e a vapore elettrico.
  • Sterilizzazione a calore secco: viene utilizzata principalmente per le attrezzature professionali. È comunque una procedura che è sempre meno utilizzata.
  • Sterilizzazione a luce UV: è spesso utilizzata per la conservazione degli alimenti o per la purificazione dell’acqua. Viene anche usata per sterilizzare telefoni cellulari, orologi o altri piccoli oggetti.
  • Sterilizzazione a infrarossi: si usa nell’industria alimentaria per trattare gli alimenti a secco.

Perché vale la pena comprare uno sterilizzatore a luce UV?

Spesso, gli oggetti che usiamo nella nostra quotidianità, come telefoni cellulari, chiavi e carte, possono accumulare batteri e altri organismi che possono causare infezioni e malattie. Questi oggetti ci accompagnano quasi sempre e ovunque. In effetti, alcuni di essi li maneggiamo in continuazione. E non solo noi, ma anche ci sta vicino, come i familiari e gli amici.

Per questo è essenziale disinfettarli correttamente e regolarmente. Un buon modo per farlo è utilizzare la luce UV di tipo C. La luce UV di tipo C può uccidere i microrganismi, come batteri, virus e altri agenti patogeni. E soprattutto, non è necessario utilizzare sostanze chimiche per la sterilizzazione.

Uno sterilizzatore a vapore elettrico

Gli sterilizzatori sono piccoli elettrodomestici che vengono utilizzati per eliminare tutti i tipi di microrganismi da contenitori, biberon, cellulari e un’ampia varietà di oggetti. (Fonte: Taranovska: 126420346/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Attualmente esiste un’ampia varietà di modelli di sterilizzatori. Tuttavia, non tutti offrono le stesse funzionalità o sono progettati per gli stessi usi. Per questo motivo è fondamentale che, nella scelta del prodotto più adatto a te, tu tenga conto di alcuni fattori essenziali per fare un ottimo acquisto. Noi di REVIEWBOX.it, abbiamo preparato per te i criteri che seguono:

Uso che farai dello sterilizzatore

Non hai bisogno dello stesso sterilizzatore per sterilizzare barattoli, posate o biberon rispetto a doverlo fare ad un telefono cellulare o una carta di credito. Quindi, il primo criterio di acquisto che devi considerare è questo. Nella tabella seguente ti diamo alcune indicazioni al riguardo.

Uso che farai dello sterilizzatore Tipo di sterilizzatore adeguato
Per biberon Uno sterilizzatore per biberon specifico e meglio se a vapore elettrico.
Per cellulari, chiavi e altri oggetti di piccole dimensioni. Uno sterilizzatore a luce UV.
Per giocattoli. Uno sterilizzatore a luce UV di grandi dimensioni. Esistono comunque alcuni prodotti specifici per i giocattoli.
Per una clinica dentale o un centro tatuaggi. Un’autoclave.

Design e capacità

Qualunque sia l’uso che farai dello sterilizzatore e a seconda delle tue esigenze, te ne servirà uno con capacità maggiore o minore. Gli sterilizzatori per biberon di solito indicano la capacità con il numero di biberon che supportano. Quelli a luce ultravioletta sono di solito usati nei modelli portatili o in altri di dimensioni maggiori progettati per oggetti più grandi.

Per quanto riguarda i modelli portatili a luce UV, di solito hanno un design che ne consente l’utilizzo anche come custodia per il trasporto, perché sono a forma di scatola. Tuttavia, altri si presentano sotto forma di borsa o borsellino. Pur essendo portatili, tendono ad essere piuttosto grandi.

Sterilizzatore di biberon

Gli sterilizzatori sono utilizzati sia per applicazioni professionali che domestiche. (Fonte: Kaewsai: 93342655/ 123rf.com)

Sicurezza

Alcuni sterilizzatori per biberon a vapore elettrico hanno una funzione di asciugatura. Questo non è solo estremamente pratico, ma può anche impedirti di bruciarti quando rimuovi il biberon. È altresì importante che lo sterilizzatore disponga di un sistema di spegnimento automatico al termine del processo e che questo sia indicato da un segnale luminoso o acustico.

Nel caso degli sterilizzatori a luce UV, praticamente tutti hanno sensori che spengono le luci quando il coperchio o lo sportello vengono aperti, o anche se si verifica un qualche tipo di infiltrazione. Questi sistemi di sicurezza sono essenziali, poiché il tipo di luce ultravioletta che usano può essere dannoso per la pelle umana.

Dan ArnoldSpecialista dell’azienda UV Light Technology

“La luce ultravioletta B può richiedere ore per bruciare, ma la luce UV C lo fa in pochi secondi”.

Funzioni aggiuntive

Gli sterilizzatori a luce ultravioletta possono avere alcune interessanti funzioni aggiuntive, come la possibilità di caricare i telefoni cellulari, sia tramite una porta USB che in modalità wireless. È comune anche che gli oggetti vengano profumati. A tal fine, di solito è necessario solo aggiungere poche gocce di aroma.

D’altra parte, alcuni modelli per biberon possono essere utilizzati anche per riscaldare il latte, per disidratare cibi, come la frutta per ottenere la frutta essiccata o anche per cuocere a vapore. Senza dubbio, queste sono funzioni che possono essere di grande aiuto.

Conclusioni

Negli ultimi anni l’uso di uno sterilizzatore è diventato sempre più popolare. In ambito domestico, usare sterilizzatori a calore umido era già (ed è) frequente per sterilizzare soprattutto biberon e ciucci. È un sistema molto efficace e più veloce rispetto all’utilizzo di una pentola con acqua bollente.

La grande novità è stata il più recente uso di sterilizzatori a luce UV. Ad oggi l’uso di sacche e scatole per la sterilizzazione sono sempre più usati per sterilizzare cellulari, chiavi e altri piccoli oggetti. Sono sistemi molto facili da usare e molto sicuri. Inoltre, in generale, sono solitamente piuttosto economici.

Se ritieni che questa guida sia stata utile nel tuo processo di scelta di uno sterilizzatore, puoi scriverci un commento o condividerla sui diversi social network. Se hia dubbi, puoi farci una domanda e noi ti risponderemo quanto prima. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Kaewsai: 93294975/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?