Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

14Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

7Fonti e riferimenti usati

73Commenti valutati

I fornelli a gas sono strumenti di cottura molto utili in caso di un’interruzione prolungata della corrente in casa. Sono anche molto popolari tra i campeggiatori, perché ti permettono di mangiare pasti caldi in qualsiasi luogo, non importa quanto remoto. Questi utensili versatili sono anche conosciuti come stufe a gas, bruciatori a gas e bruciatori a gas, tra gli altri nomi.

Ci sono molti tipi di cucine a gas, a seconda del loro uso previsto o del tipo di gas utilizzato, tra gli altri fattori. Le più comuni sono cucine a gas portatili a due o tre fuochi, adatte all’uso quotidiano. All’altro estremo ci sono i fornelli da campeggio di alta montagna, che stanno in una tasca.




La cosa più importante da sapere

  • Le attività all’aperto, come il trekking, il campeggio o l’alpinismo, richiedono di non trascurare la nostra dieta. I fornelli a gas sono progettati per mangiare cibo caldo in qualsiasi luogo, per quanto remoto o accidentato possa essere. Ci sono molti tipi: a cartuccia, da tasca, con gambe o paelleros, tra gli altri.
  • I fornelli portatili usano butano, propano, isobutano o una loro miscela come combustibile. Le ricariche sono economiche e facili da trovare. Ci sono molti vantaggi nell’utilizzarli, come la facilità d’uso e l’emissione di calore. Le cucine a gas sono molto sicure, ma le regole minime di sicurezza dovrebbero essere seguite.
  • Quando scegliamo una cucina a gas, dobbiamo prendere in considerazione il tipo di utilizzo che ne faremo. Dovremmo anche prestare attenzione al fatto che sia un modello compatibile con i contenitori di gas universali. Anche altri fattori, come il potere calorifico o il diametro del bruciatore, sono importanti.

Stufa a gas: la nostra selezione

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sulle cucine a gas

Mangiare caldo, soprattutto quando si praticano attività all’aperto, è fondamentale per ricaricare le batterie. Ecco perché non dovresti dimenticare di mettere in valigia un buon fornello a gas nel tuo zaino se vai in campeggio per diversi giorni. Hai qualche dubbio su come usarlo o su quanto sia sicuro? Qui rispondiamo a queste e altre domande.

Le attività all’aperto, come il trekking, il campeggio o l’alpinismo, richiedono che tu non trascuri la tua dieta. I fornelli a gas sono progettati per mangiare cibo caldo ovunque, non importa quanto remoto o accidentato possa essere. (Fonte: Wesidetrip: lsoldjcvoqq/ Unsplash.com)

Cos’è una cucina a gas?

Una cucina a gas è un utensile portatile utilizzato per riscaldare e cucinare il cibo quando sei fuori casa. Sono normalmente utilizzati in campeggio, nell’arrampicata, sulle spiagge e in qualsiasi altro luogo dove non c’è la possibilità di utilizzare un fornello convenzionale. Sono anche conosciuti come anafes, infiernillos o fornelli portatili.

La loro struttura è molto semplice. Sono composti da uno o più bruciatori, un supporto su cui posizionare il contenitore e un regolatore di gas, che può essere butano, propano, isopropano o una miscela dei tre. Normalmente, usano piccole bombole di gas o cartucce, anche se ci sono cucine, come quelle per la paella, che accettano solo grandi bombole di gas.

Che combustibile usano le cucine a gas?

A seconda del combustibile usato, ci sono tre tipi di cucine a gas: butano, propano e isobutano. Ogni gas offre una prestazione diversa e una diversa resa termica.

I diversi tipi di cucine a gas sono elencati qui sotto.

  • Fornelli a gas butano. Questo è il gas più economico e facile da trovare. È commercializzato in cilindri di grande capacità e in cartucce e bottiglie più piccole. A causa del fatto che la sua fiamma perde potenza quando fa freddo, è raccomandata per l’uso ad altitudini inferiori ai 1700 metri e sopra i 4 ºC.
  • Fornelli a gas propano. Il propano ha una potenza termica maggiore rispetto al gas butano, il che lo rende adatto a cucinare anche quando fa molto freddo. È il carburante preferito dalle persone che svolgono attività in alta montagna.
  • Fornelli a gas isobutano. L’isobutano è un composto organico che viene utilizzato non solo come carburante ma anche come gas refrigerante. Le bombole di isobutano per fornelli portatili contengono una miscela di isobutano e propano, solitamente in un rapporto di 80/20.

La maggior parte dei fornelli portatili sono in grado di funzionare con uno qualsiasi di questi gas. Tuttavia, è sempre consigliabile controllare le specifiche tecniche del produttore. La maggior parte delle cartucce e delle bombole di gas contengono una miscela di due o tre di questi gas, in proporzioni variabili.

Coprire il contenitore mentre cucini con la tua pentola accorcia il tempo di preparazione.

Perché comprare una pentola a gas?

Le pentole a gas sono principalmente associate ad attività all’aperto, come il campeggio. Tuttavia, hanno molti altri usi e vantaggi, come indicato di seguito.

  • Cucinare nei campeggi. I fornelli a gas da tavolo con due o più bruciatori sono ideali per cucinare mentre ti godi qualche giorno in campeggio. Se hai una roulotte o un camper, questo tipo di fornello portatile è il più adatto.
  • Cucinare su patii e terrazze. Se hai un patio, un giardino o una grande terrazza, puoi preparare una cena all’aperto cucinando su un fornello a gas portatile.
  • Ideale per gli escursionisti. Fare escursioni non significa per forza mangiare caldo. Dimentica i tipici panini freddi e prepara un piatto gustoso su una di queste pratiche stufe.
  • Pulito. Poiché utilizzano il gas, i fornelli portatili sono più puliti di quelli che utilizzano combustibili liquidi come l’alcol o il diesel.
  • Alta capacità di riscaldamento. Le cucine a gas hanno un alto potere calorifico, superiore a quello di altri tipi di combustibili. Pertanto, sono in grado di riscaldare il cibo più velocemente.
  • Economico. Le bombole di gas sono abbastanza economiche e facili da trovare, specialmente se scegli un modello di cucina che utilizza bombole standardizzate.
  • Facile da usare. I fuochi a gas di oggi sono molto facili da usare. La maggior parte ha accenditori piezoelettrici, quindi non hai bisogno di accendini o fiammiferi. Inoltre, la fiamma è molto facile da regolare.

Ci sono degli svantaggi nelle cucine a gas?

I vantaggi delle cucine a gas superano gli svantaggi. Tuttavia, non possiamo trascurare alcuni svantaggi, come l’uso da parte di alcuni produttori di cilindri non standardizzati. Questi sono più difficili da trovare rispetto ai contenitori standardizzati, il che può essere un problema in alcune zone.

Un altro svantaggio dei fornelli a gas è che è molto difficile sapere quanto carburante è rimasto nella bombola. Pertanto, dovresti sempre portare un ricambio, che aumenterà ancora di più il peso del tuo zaino. Tieni anche presente che dovrai portare con te le cartucce di gas usate, a meno che tu non trovi un posto dove smaltirle.

I fornelli portatili usano butano, propano, isobutano o una miscela di questi come combustibile. Le ricariche sono economiche e facili da trovare. (Fonte: Redd: xsmw-ho3rx4/ Unsplash.com)

Quanti tipi di cucine a gas esistono?

Le cucine a gas sono caratterizzate dall’utilizzo di butano, propano, isobutano o una combinazione di questi composti come carburante. Tuttavia, c’è una grande varietà di stufe a seconda del loro design e del tipo di utilizzo a cui sono destinate. Vediamo quali sono.

  • Cucine a cartuccia a gas. I modelli di questo tipo hanno generalmente un bruciatore e un vano per la cartuccia del gas. Sono molto versatili e facili da usare, adatti al trasporto in camper, camion o piccole barche.
  • Fornelli con bombole di gas ricaricabili. Per intenderci, sono quelli che usano le tipiche bombole di gas blu o arancioni. Hanno più capacità delle cartucce di gas, sono ricaricabili e sono più facili da trovare rispetto ad altri tipi di contenitori.
  • Cucine a gas tascabili. Sono ideali per il campeggio o l’alpinismo. Molti sono anche pieghevoli e stanno in una sola mano. Possono essere dotati di un’ampia varietà di cartucce e bombole di gas. I migliori? Quelli fatti in lega di titanio.
  • Cucine a gas con gambe. Questo tipo di fornello ha tre gambe – alcuni modelli hanno gambe pieghevoli – e un tubo per collegare la bombola del gas.
  • Stufe portatili. Questi fornelli hanno fino a quattro bruciatori e, normalmente, un coperchio che funge da frangivento. Sono i fornelli che assomigliano di più a un fornello a gas convenzionale, quindi sono spesso utilizzati nelle case di campagna o negli appartamenti sulla spiaggia.
  • Paelleros. Questi fornelli sono utilizzati per cucinare in grandi contenitori, come pentole, grandi padelle e padelle da paella. Consistono in uno o più bruciatori concentrici regolabili indipendentemente, che sono alimentati con il gas attraverso un tubo. La maggior parte di essi sono progettati per essere dotati di gambe.

Come maneggiare un fornello a gas in sicurezza?

Prima di accendere qualsiasi fornello a gas dovresti leggere le istruzioni fornite dal produttore. Familiarizza con le sue parti e con il modo corretto di collegare il serbatoio della benzina. Una volta fatto questo, assicurati di posizionarlo su una superficie stabile. Questo ridurrà al minimo il rischio che il contenitore con il cibo si rovesci accidentalmente.

Prima di attaccare la bombola del gas, assicurati di sapere come fare.

Alcuni modelli richiedono che la bombola sia avvitata; altri, invece, sono pressurizzati nella valvola. Nel primo caso, cerca di non stringerlo troppo alla pentola, perché potresti infilarlo troppo.

Una volta fatto questo, accendi la pentola con una fiamma esterna o con il suo accendino incorporato, se ne ha uno.

Una volta che la pentola è accesa, regola la fiamma all’intensità desiderata. Alcuni hanno uno schermo antivento per evitare che la fiamma si spenga. Altri modelli non lo includono, ma non è difficile trovarne uno a buon prezzo nei negozi specializzati. Infine, ti consigliamo di portare sempre con te una bombola di gas di riserva, dato che è difficile sapere quanto gas è rimasto.

I fornelli a gas sono utensili da cucina molto utili se hai un’interruzione prolungata della corrente in casa.
(Fonte: Friedman: n561dz3nfvm/ Unsplash.com)

Quanto dura una bombola di gas?

La durata di una bombola di gas dipende, innanzitutto, dalla sua capacità. C’è una vasta gamma di confezioni per cucine a gas, dalle cartucce con una capacità di 250 g di gas alle bombole di gas più grandi fino a 3 kg. Una cartuccia B250, per esempio, può durare un’ora o un’ora e mezza, a seconda dell’intensità della fiamma.

Anche le condizioni atmosferiche influenzano la durata della cartuccia di gas.

Per esempio, far bollire un litro d’acqua a livello del mare a 20°C può richiedere dai tre ai sei minuti. Tuttavia, più fa freddo, più gas ti servirà. Anche l’altitudine gioca un ruolo, poiché più bassa è la pressione atmosferica, meglio funzionerà la pentola.

Per sapere quanto durerà la bombola del gas, dovresti consultare le specifiche tecniche della pentola e controllare la portata del gas. La maggior parte dei fornelli consuma circa 150 grammi di gas all’ora. Conoscendo la capacità della bombola del gas, possiamo quindi facilmente stimare quanto durerà in condizioni normali di utilizzo.

Quali precauzioni si dovrebbero prendere con i fornelli a gas?

La combustione del gas consuma ossigeno, quindi dovresti evitare di cucinare in luoghi non ventilati. Naturalmente, non pensare nemmeno di cucinare all’interno della tenda. Quando hai finito di usare il fornello, separa la bombola del gas dal fornello – se è un sistema a vite – e conservali entrambi fuori dalla tenda. Questo eviterà possibili avvelenamenti in caso di perdite di gas.

I fornelli a gas sono solitamente progettati per contenitori con un diametro inferiore a 20 cm e una capacità non superiore a un litro. Se usi una padella più grande, c’è il rischio che si rovesci e che tu rimanga senza cibo o che si bruci. Quando cucini, assicurati che il fornello e la pentola siano lontani da qualsiasi tessuto, come una tenda o un sacco a pelo.

Ci sono molti tipi di cucine a gas, a seconda della loro destinazione d’uso e del tipo di gas utilizzato, tra gli altri fattori. (Fonte: Sariya: 121755191/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Le attività all’aperto, specialmente quelle che durano diversi giorni o quelle in montagna, ci richiedono di mangiare cibo caldo. Questo è possibile con i fornelli a gas portatili, che sono semplici utensili da cucina, ma devono essere scelti tenendo a mente alcuni fattori chiave.

Tipo di utilizzo

Questo non è il primo fattore per caso: è il più importante quando si sceglie un fornello a gas. Se stai cercando un fornello portatile per il tuo viaggio in camper o in campeggio

per qualche giorno, è meglio optare per un fornello da tavolo. Sono apparecchi pesanti, di solito con diversi bruciatori, ma più versatili e potenti dei modelli più piccoli.

Tuttavia, se stai cercando una soluzione per il campeggio o l’alpinismo, le stufe portatili dovrebbero essere la tua scelta. Hanno un solo bruciatore e sono più lenti dei modelli da tavolo, ma offrono comunque buoni risultati se usati all’aperto. Alcuni sono pieghevoli e stanno in qualsiasi tasca dello zaino.

Un fornello a gas è un utensile portatile usato per riscaldare e cucinare il cibo quando sei fuori casa. (Fonte: Vladmax: 21431710 / 123rf.com)

Potenza di riscaldamento

Le stufe portatili sono progettate per riscaldare acqua e cibo e per cucinare ricette semplici come zuppa o pasta. La maggior parte di loro danno la loro potenza termica nelle loro specifiche, il che può aiutarti a farti un’idea di quanto tempo ci vorrà per riscaldare il tuo cibo.

In genere, il tempo necessario per far bollire un litro d’acqua è dato come riferimento.

Tuttavia, la potenza del fornello può essere influenzata dalle condizioni atmosferiche e dall’altitudine. Anche il tipo di gas utilizzato influenza la potenza della fiamma. Con il bel tempo possiamo usare bombole di gas butano e propano.

Nei mesi freddi avremo bisogno di più potenza e dovremo utilizzare bombole con una miscela di propano e isobutano.

Bombole compatibili

Quando si acquista una cucina a gas è importante sapere se è compatibile con le bombole di gas standard. Alcuni fornelli portatili accettano solo bombole di gas della propria marca perché non hanno un sistema standardizzato.

Per questo motivo, non potrai utilizzare i contenitori di gas universali, che di solito sono più economici e facili da trovare rispetto a quelli non standardizzati.

I fornelli a gas sono solitamente progettati per contenitori con un diametro inferiore a 20 cm e una capacità non superiore a un litro. (Fonte: Kaninstudio: 42657632/ 123rf.com)

Collegamento del contenitore del gas

Fondamentalmente, ci sono due sistemi di collegamento tra la pentola e il contenitore del gas: tramite foratura e tramite avvitamento. Il primo è comune nelle stufe che utilizzano le cartucce.

Gli apparecchi dotati di questo sistema hanno un ago che perfora il contenitore del gas, che non può essere rimosso fino a quando non è stato completamente consumato.

Il sistema a vite è comune nei modelli di cucina che incorporano una bombola. Per collegare il bruciatore, viene semplicemente avvitato sulla valvola della bombola del gas. A differenza del sistema precedente, questo ti permette di separare la bombola anche se c’è ancora del gas all’interno.

È il sistema più pratico ed è preferito dagli scalatori e dagli escursionisti.

Stabilità

I fornelli a gas stretti e allungati sono i più instabili, specialmente se sono avvitati direttamente alla bombola del gas. Questo tipo di stufa può essere utilizzata per un giorno o due, ma non per periodi di tempo più lunghi.

Le più stabili sono le cucine dotate di gambe che sono collegate alla bombola per mezzo di un tubo.

Dimensione del bruciatore

Un altro elemento da considerare quando si sceglie una cucina a gas è la diffusione della fiamma. Questo è determinato dalla dimensione del bruciatore: più grande è il bruciatore, più la fiamma si aprirà. Tieni presente che più la fiamma è concentrata – come quando il bruciatore è molto piccolo – più è facile che il cibo si bruci se non lo mescoli.

Quando cucini all’aperto, il vento può far saltare la fiamma del tuo fornello. Questo è più difficile che accada quando la fiamma è molto concentrata, cioè quando il bruciatore è piccolo. Esistono degli accessori, chiamati frangivento, che servono ad evitare che la fiamma del fornello si spenga quando c’è molta aria.

Sommario

Mangiare caldo quando si fanno attività all’aperto, come l’alpinismo o il campeggio, è di estrema importanza. I fornelli a gas sono lo strumento ideale per cucinare in qualsiasi luogo, non importa quanto remoto e isolato dalla civiltà. Sono disponibili in molti modelli, ognuno adatto ad un diverso tipo di attività.

Nel nostro articolo abbiamo cercato di chiarire quanti tipi di cucine a gas ci sono, così come i loro possibili usi. Ti abbiamo detto come si usano e gli standard minimi di sicurezza da osservare. Infine, abbiamo proposto una serie di raccomandazioni per scegliere il più adatto tra tutti i tipi esistenti.

Se hai trovato il nostro articolo utile e divertente, condividilo sui tuoi social network. In questo modo premierai anche il nostro lavoro. E se hai qualcosa da contribuire, sentiti libero di lasciarci i tuoi commenti.

(Featured image source: Dmitry: 22194238/ 123rf.com)

Recensioni