Ultimo aggiornamento: 29/07/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Oltre alla sua funzione estetica, il tappeto dà comfort alla tua casa e serve come isolante termico e acustico. Ci sono molti stili, materiali e colori, ma se vuoi essere originale, c’è un tipo di zerbino che si distingue. Stiamo parlando del tappeto rotondo, quella grande novità in un mondo dove predominano quadrati e rettangoli. Se vuoi saperne di più, leggi questo articolo, chi lo sa? Forse scoprirai la soluzione che stai cercando.




La cosa più importante

  • All’inizio, la stuoia era uno strumento portato dai nomadi per sdraiarsi al riparo. Più tardi, divenne un pezzo estetico e una forma d’arte che avanzava nel design e nei materiali.
  • Serve a diversi scopi: dà una sensazione più accogliente alla casa e allo stesso tempo funge da isolante.
  • Il tappeto rotondo può essere fatto di diversi materiali. Questi includono lana, iuta, cotone e vinile.

I migliori tappeti rotondi sul mercato: i nostri consigli

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sui tappeti rotondi

Originariamente utilizzato per la sua funzionalità, il tappeto è ora anche una forma d’arte che svolge soprattutto una funzione estetica. Il tappeto rotondo è l’epitome dell’aspetto decorativo che possiamo portare in casa. Diamo un’occhiata a quello che possiamo imparare su di esso.

Quali sono i suoi vantaggi?

I tappeti quadrati o rettangolari hanno un modello rigido quando si tratta di adattarsi all’ambiente e all’arredamento. D’altra parte, i tappeti rotondi rompono questa gerarchia di regole, aprendo lo spazio ad altre possibilità. In breve, sono più versatili. Tuttavia, questo non significa che possiamo metterli ovunque e in qualsiasi forma. Allo stesso modo, dovremo cercare dove si adatterebbero, quali dimensioni, design e materiali sono adatti a noi.

Una questione di forma e spazio

Questo punto potrebbe essere chiamato “la composizione del quadro”, dove la tela sarebbe la nostra casa o la stanza specifica. In altre parole, faremo attenzione al peso visivo degli oggetti nello spazio. Lo stile generale, la distribuzione degli elementi, i colori predominanti e la luce sono più importanti.

Per quanto riguarda la forma, il tappeto rotondo è un elemento innovativo e molto originale nella nostra composizione. Se ci fai caso, la maggior parte degli spazi sono quadrati o rettangolari. L’aggiunta di un componente circolare porta freschezza, relax, aria e rilassa la rigidità di una geometria prevalentemente quadriforme.

Alfombra y cojines

I tappeti possono essere un elemento confortevole nella tua casa (Fonte: Julien Lanoy: jV5Jqlgp4h0/unsplash.com)

Dove serve un tappeto rotondo?

Un buon posto dove metterlo è il soggiorno, per portare calore e vicinanza. Ha il vantaggio di essere una stanza tranquilla, a priori senza molto traffico e quindi non si sporcherebbe troppo. L’equidistanza di tutti i punti dal centro trasmette un senso di uguaglianza ed equilibrio tra le persone riunite. La forma circolare distribuisce visivamente lo spazio in tutte le direzioni. Ecco perché l’ingresso o l’entrata di una casa ci sembra un altro luogo di grande successo. Permette l’accesso a tutti i percorsi possibili.

Qualche uso particolare?

Come extra, proporremo alcune idee originali utilizzando il tappeto rotondo. Se hai una stanza piccola e poco illuminata, metti un tappeto chiaro per creare una sensazione di spazio e di luce. D’altra parte, se hai intenzione di decorare una stanza grande e luminosa, scegli un tappeto con un colore forte e intenso. In generale, si tratta di giocare con i contrasti. Se vivi in un ambiente classico, puoi provare un tappeto rotondo con uno stile audace e provocatorio.

Se hai un pavimento scuro, illumina l’area con un tappeto chiaro o scegline uno colorato se la superficie è chiara. Infine, prova un tappeto a fantasia se la stanza ha una varietà di colori. Cerca di mantenere la linea cromatica in modo da non sovrasaturare.

Come si misurano i tappeti rotondi?

La misura di questi tappeti è un unico numero, a differenza dei tappeti quadrati che sono due. Questo valore non è il perimetro esterno del tappeto, ma il diametro. Cioè, è la linea retta che, attraversando il tappeto al centro, lo dividerebbe in due semicerchi uguali. I tappeti piccoli di solito hanno un diametro di 60 centimetri, mentre quelli più grandi hanno un diametro fino a 300.

Fai attenzione a questo punto: è intuitivo visualizzare le misure con due dimensioni, ma non è così facile farlo se hai solo un valore. Un metodo facile è immaginare di mettere un tappetino quadrato. Ora immagina di tagliare gli angoli, lasciando una forma circolare. Il tappeto rotondo di cui hai bisogno ha un diametro equivalente ai lati del quadrato iniziale.

Origine della fibra

La grande divisione che possiamo stabilire in termini di materiali sono: naturale, cioè di origine animale o vegetale, e artificiale. Vediamo una generalizzazione delle loro caratteristiche, tenendo sempre presente che ci sono delle eccezioni.

Naturale Artificiale
Maggiore delicatezza Maggiore resistenza.
Edizioni uniche Produzione standardizzata.
Meno varietà Una più ampia gamma di modelli.
Maggiore costo. Prezzo più basso.

Algodon planta

I tappeti possono essere una comoda aggiunta alla tua casa (Fonte: Nancy Yang:yvmg-tuc7es/unsplash.com)

Quali materiali posso trovare?

Ecco i materiali di cui può essere fatto un tappeto rotondo.

  • Lana: è spessa, calda e resistente. Isola termicamente, acusticamente e regola l’umidità. È adatto a qualsiasi spazio interno, ma non è facilmente lavabile a causa della sua capacità di assorbimento. Sono un’ottima opzione antiallergica e antiacaro, migliorando la qualità dell’aria.
  • Juta: è una pianta che fornisce una fibra rigida, stabile, dall’aspetto naturale e grezza. Per questo motivo, è leggermente ruvido. È facile da pulire. È un tipico materiale da interno poiché non tollera bene l’acqua. Può deteriorarsi facilmente in un luogo con molto traffico.
  • Cotone: è molto resistente alla temperatura e assorbe l’umidità, quindi è molto adatto al bagno. Inoltre, può essere lavato in lavatrice se le sue dimensioni lo permettono.
  • Vinile: Entriamo nelle fibre artificiali. Questo materiale è diventato popolare grazie alla sua durata, ideale per aree di transito o aree come la cucina. Non è l’opzione più comoda, poiché non ha la consistenza morbida dei materiali naturali. È molto facile da pulire e può anche essere strofinata. Non assorbe l’umidità, è antiallergico e antibatterico.
  • Poliestere: una fibra sintetica molto forte che di solito si trova nei tappeti a pelo lungo. È flessibile, molto piacevole al tatto e lavabile in lavatrice. Spesso combinato con il cotone.
  • Polipropilene: materiale flessibile, resistente e durevole. Non assorbono acqua. Sono tappeti porosi con una sensazione più piacevole rispetto ad altri tappeti in fibra sintetica come il vinile. Le sue caratteristiche e il basso costo lo rendono un concorrente degli ingredienti naturali.
  • Poliammide. Questo materiale è uno dei più resistenti ed è per questo che viene spesso utilizzato per produrre tappeti personalizzati per grandi spazi dove c’è molto traffico.

Criteri di acquisto

Ecco le variabili che pensiamo tu debba considerare quando acquisti il tuo nuovo tappeto rotondo. I criteri qui riportati sono essenzialmente estetici e funzionali.

Dimensione

Crediamo che questo sia, senza dubbio, il primo criterio che dovrebbe essere molto chiaro quando cerchi il tuo tappeto. Non è solo una questione di essere più piccolo o uguale allo spazio da occupare. Dovresti considerare se vuoi che il tuo tappeto rotondo sia sgombro o parzialmente coperto da una poltrona o un letto. Il tappeto delimita anche la zona d’azione di un’area. Sotto un tavolo rotondo, il tappeto dovrebbe anche coprire lo spazio delle sedie quando le togli per alzarsi o sedersi.

Posizione

Ci sono diversi aspetti cruciali che riguardano la posizione. Lo stile e i colori del tappeto dovrebbero abbinarsi agli altri elementi della stanza. Oltre a questo, considera se si tratta di un’area interna o esterna. Considera quanto e che tipo di traffico avrà l’area. A seconda della quantità di traffico che l’area avrà, avrai bisogno di un materiale o di un altro per prolungare la vita del tappeto.

È anche molto importante il tipo di attività che si svolgerà in quell’area e quanto confortevole vuoi che sia il tappeto. Una sala di lettura non è la stessa cosa di un bagno o di un tavolo da pranzo. Questo ci porta al prossimo criterio.

Materiale

Il materiale dello zerbino è collegato al punto precedente e a quello successivo. Se stai cercando una piacevole sensazione sui tuoi piedi, calore e accoglienza, le fibre naturali faranno al caso tuo. Naturalmente ci sono delle eccezioni, come la juta, che è un po’ grossolana. Un’altra considerazione è la lunghezza del pelo: più corto è, meglio è per la pulizia, ma meno confortevole.

Anche se tutto dipende dai tuoi gusti. Se dai la priorità alla durata, alla forza e alla facilità di pulizia, ti consigliamo di guardare le opzioni in fibra artificiale. Di nuovo, questa è una generalizzazione, dato che il cotone, per esempio, non è difficile da pulire. Anche se ci sono materiali sintetici che hanno un’ottima finitura che è piacevole al tatto, sono generalmente utilizzati per superfici dove ci sarà molta attività.

Durata e igiene

Se il tuo obiettivo è che il tappeto duri a lungo, potresti voler guardare al polipropilene, al vinile o alla lana. Anche in aree trafficate, questi materiali avranno una lunga durata. Sono anche la scelta migliore se qualcuno in casa ha problemi di allergie. I tappeti di lana hanno lo svantaggio di non essere facili da lavare. Doverli portare in tintoria sarà un costo aggiuntivo.

Le opzioni in vinile e polipropilene sono perfette se ti aspetti che il tappetino venga macchiato regolarmente. Un’altra opzione se vuoi una sensazione calda, naturale e confortevole è il tappeto di cotone. Puoi lavarlo in lavatrice finché le dimensioni lo permettono.

Riassunto

Ti incoraggiamo ad aggiungere un tappeto rotondo alla tua casa. Rompi gli schemi tradizionali e apri lo spazio all’originalità. Considera il posto che occuperà. Pensa a come sarà disposto accanto al resto dei mobili. Ricorda tutti i consigli per l’uso e la combinazione che ti abbiamo dato. Infine, non dimenticare le domande chiave: voglio il comfort, voglio un contributo estetico, voglio un isolamento termico? Se c’è qualcuno in casa con problemi di allergia, cerca i materiali più adatti. Speriamo di esserti stati utili e se è così, sentiti libero di condividere le informazioni con i tuoi amici e familiari.

(Fonte dell’immagine in evidenza: shche_ team: PFi1uWHh2dQ/unsplash.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni