Ultimo aggiornamento: 29/07/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

È molto fastidioso impiegare il tempo per preparare un caffè e, quando ti siedi, trovarlo freddo. O andare ad allenarsi in un pomeriggio d’estate e bere un bicchiere d’acqua calda. Per questo, abbiamo il prodotto ideale per risolvere questo problema: la tazza termica.

Mantenere la temperatura della nostra bevanda alle condizioni desiderate non è un compito facile. Le condizioni meteorologiche spesso rendono la missione piuttosto complicata. Una tazza termica metterà fine a tutti questi impedimenti, garantendoti di bere alla temperatura che desideri. Nel seguente articolo ti diremo qualcosa di più su questo prodotto. Iniziamo!




La cosa più importante

  • Questi sono contenitori che mantengono le bevande ad una temperatura stabile per un certo periodo di tempo. Le bevande fredde si conservano più a lungo di quelle calde.
  • Questi contenitori riescono a mantenere la temperatura grazie all’isolamento termico fornito da due pareti separate l’una dall’altra.
  • A prima vista, sembra un prodotto semplice. Tuttavia, c’è molta tecnologia e design dietro questo prodotto per mantenere la temperatura per molto tempo.

Tazza termica: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere su una tazza termica

Quando acquisti una tazza termica, potresti avere molte domande su come funziona. Per scegliere quello giusto per te, devi prima sapere come funziona e a quali utenze dovresti dare la priorità. Ecco alcune delle domande più frequenti degli utenti sulle tazze termiche.

 taza-termica-

Questi contenitori riescono a mantenere la temperatura grazie all’isolamento termico fornito da due pareti separate

Cos’è una tazza termica?

Non lo diresti mai, ma questi contenitori sono stati inventati nel 1892 dal chimico e scienziato scozzese James Dewar. Dewar utilizzò questa invenzione come uno strumento importante per gli esperimenti chimici. Tuttavia, non ha mai voluto brevettare la sua invenzione. Fu solo nel 1904 che Reinhold Burger e Albert Aschenbrenner progettarono un prodotto simile adatto all’uso quotidiano.

Questo contenitore è anche conosciuto come fiasco Dewar. L’importante è che sia un contenitore capace di mantenere la temperatura, sia calda che fredda, per un tempo molto più lungo che in circostanze normali. Questo si ottiene in modo semplice, grazie all’isolamento e alla composizione di materiali speciali che ti spiegheremo più avanti.

Come funziona una tazza termica?

Per il corretto funzionamento di una termocupola, sono necessari tre elementi fisici: conduzione, radiazione e convezione. Questo dipende da un isolamento adeguato, con due pareti separate da un vuoto. Questa doppia parete impedirà alla membrana interna di entrare in contatto con l’esterno.

La parete interna è dipinta con un materiale riflettente, che influenza i tre elementi fisici della trasmissione del calore. A volte una schiuma isolante viene riempita tra i due strati. Questa schiuma amplifica l’effetto isolante, riducendo i possibili effetti di trasferimento di calore tra i due strati.

Quali sono i vantaggi?

Il vantaggio principale è quello di mantenere una bevanda ad una temperatura diversa da quella esterna per un periodo di tempo più lungo. Possiamo trovare tazze termiche in una grande varietà di design e dimensioni. Sono molto pratici da portare ovunque senza doversi preoccupare del peso o delle dimensioni.

Anche se nella vita di tutti i giorni lo vediamo per l’uso del caffè o per mantenere le bevande fredde alla loro temperatura per molto tempo, ci sono anche molti prodotti termici per lo stoccaggio di elio, azoto e ossigeno liquido.

Per quanto tempo la tazza termica mantiene il caldo e il freddo?

Il tempo come misura della qualità di una tazza termica è solitamente efficiente. Il tempo è senza dubbio influenzato dai materiali delle pareti isolanti che compongono il pallone (almeno due), e dal componente che funge da riempimento tra le membrane.

Con una struttura a due strati e con un riempimento sotto vuoto tra di essi, un thermos è in grado di mantenere la temperatura tra le 4 e le 24 ore. Tutto questo, tenendo conto che il calore si conserva meglio del freddo.

Com’è la manutenzione ottimale della coppa termica?

Bene, la prima cosa da mantenere è la pulizia di routine, assicurandosi che la tazza termica non accumuli detriti e sporco. Si consiglia di sciacquarlo in acqua, insieme a un bagno profondo di aceto bianco distillato con bicarbonato. Questo set, con il suo effetto effervescente, assicura una pulizia completa in circa quindici minuti preservando la capacità di mantenere la temperatura del thermos.

Oltre alla pulizia, evita di mettere il thermos su fonti di calore eccessivo come il fornello o il microonde. Evita anche di bussare, poiché questo potrebbe influire sull’isolamento e sulla capacità di mantenere la temperatura.

La tazza termica può essere utilizzata ogni giorno, a casa, in ufficio o in viaggio. (Fonte: Fermín Rodríguez: fEBLgkfmUDM/ Unsplash)

Come fai a sapere se la tua tazza è termica?

È comune pensare che molti contenitori o fiaschi siano in grado di trattenere la temperatura in misura minore o maggiore. Il fattore chiave per definire una tazza come termica è il materiale di cui è fatta.

Tuttavia, per qualificarsi veramente come “tazza termica”, deve avere un isolamento concreto di almeno due strati che forniscono un isolamento termico dall’interno all’esterno. Questa distinzione è importante perché spesso è difficile da identificare ad occhio nudo. Ci sono molte fiaschette che imitano questa funzione, ma non sono così efficaci.

Criteri di acquisto

Quando acquisti una tazza termica, è molto importante assicurarsi che adempia alla funzione per cui la stai comprando. Di seguito, abbiamo selezionato i criteri di acquisto più importanti per aiutarti a scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze. Ti invitiamo ad analizzarli attentamente per poter definire meglio le tue preferenze di acquisto.

Tipo di isolamento e sigillatura

L’isolamento di una tazza thermos è essenziale affinché sia il freddo che il calore possano essere mantenuti all’interno delle tazze per un periodo di tempo più lungo. Ci sono diversi tipi di isolamento che variano in qualità e prezzo. Ecco alcuni dei tipi di isolamento che puoi trovare sul mercato:

  • Vuoto
  • Schiuma
  • Aria
  • Rame sottovuoto
  • Placcato in rame e rivestito in porcellana

Coperchio

Il tipo di sigillatura del coperchio, oltre a preservare la temperatura desiderata delle tue bevande per un periodo di tempo più lungo, eviterà incidenti di fuoriuscita. Come è noto, la tazza thermos ha un meccanismo per cui l’unico punto di perdita di calore sono le guarnizioni e il coperchio stesso. Questi sono gli unici punti di contatto con l’esterno dove gli effetti fisici del trasferimento di calore possono avere effetto.

D’altra parte, è importante acquistare un thermos con un coperchio ermetico. Il tipo tradizionale di coperchio è di solito un tipo a vite, dove viene assicurata la tenuta. Tuttavia, quelli più moderni optano per altri metodi come il flip-top (push-on) o lo snap-on (push-button). Qualunque sia il tipo di coperchio, la cosa importante è il tipo di guarnizione e la funzionalità che fornisce.

Alcuni hanno dei coperchi che puoi usare per metterci dentro la tua bevanda e berla facilmente. (Fonte: Roman Poberezhnik: GKPyxGjJccc/ Unsplash)

Materiale

Data la caratteristica e la funzionalità della coppa termica di preservare la temperatura, più il materiale è isolante, più sarà utile. Qui è importante considerare che lo strato interno e quello esterno hanno funzioni diverse e dovresti considerare quanto segue quando acquisti:

  • Lo strato esterno: si raccomanda che sia di un materiale isolante oltre ad avere un certo livello di resistenza, evitando possibili cadute. Tuttavia, in termini di prezzo, la porcellana, per esempio, è più costosa e meno resistente.
  • Lo strato interno: questo è solitamente fatto di acciaio o vetro. Se è vetro, è meno resistente e non conduce tanto calore, a differenza dell’acciaio. Pertanto, per gli usi più intensi, si raccomanda l’acciaio, ma per gli usi in cui non ci sono impatti eccessivi, si raccomanda il vetro.

Capacità

La capacità del thermos è un aspetto significativo. Questa grandezza è diretta all’ambiente in cui il thermos è destinato ad essere utilizzato. Cioè, se è per uso domestico, una capacità maggiore è appropriata. Se invece deve essere usato fuori casa e trasportato da un posto all’altro, si raccomanda una dimensione più piccola.

Per completare questo, la maggior parte della capacità disponibile in commercio è per uso non domestico. La sua funzionalità è la capacità di tenere e contenere liquidi ad una certa temperatura quando non sono disponibili mezzi di riscaldamento/raffreddamento facili.

Tempo di mantenimento della temperatura

Alcuni produttori di solito menzionano un’approssimazione di ore di conservazione della temperatura. Ma anche questo tempo dipenderà dai fenomeni esterni e dal mantenimento del vaso termico.

Molti esperti dicono che l’acciaio inossidabile è solitamente il materiale più efficace quando si tratta di mantenere la temperatura. L’acciaio inossidabile resiste meglio alla prova del tempo e mantiene gli effetti della trasmissione del calore.

Le tazze più avanzate sul mercato garantiscono un isolamento termico massimo di 24 ore. I modelli della gamma media offrono una protezione della temperatura di 6, 8 e fino a 12 ore.

Riassunto

Ora che hai imparato un po’ di più su come funziona la tazza termica, puoi trovarne una adatta alle tue esigenze per il tuo prossimo acquisto. Vale la pena ricordare che sono anche un ottimo regalo che non manca mai e che può adattarsi a qualsiasi budget.

Valuta i tuoi bisogni e abbina le caratteristiche della tua tazza ideale: capacità, tempo di mantenimento della temperatura e materiale di fabbricazione, tra gli altri. Per certi ambienti, potresti aver bisogno di una tazza più o meno sviluppata per la conservazione della temperatura.

Se ti è piaciuto questo articolo, per favore condividilo con i tuoi amici e conoscenti. Vorremmo anche sentire cosa ne pensi nei commenti che puoi darci.

(Fonte dell’immagine: Siraphol: 69507525/ 123rf)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni