Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

La grande compagna dei bei momenti con la famiglia e gli amici è la famosa bevanda alcolica messicana, la tequila. Da solo o in un cocktail, è una bevanda caratterizzata da un sapore, un aroma e un colore distinti, che piace a tutti i tipi di persone, da quelle che preferiscono sapori dolci, morbidi e freschi a quelle che preferiscono sapori più intensi e di quercia.

Spesso può essere difficile scegliere la bottiglia giusta. Tuttavia, in questo articolo, ti aiuteremo a rendere questo compito più facile, e potrai scoprire la migliore bevanda che si adatta alle tue esigenze e a ciò che vuoi consumare in quel momento. Troviamola!




Sommario

  • Ci sono diversi tipi di tequila che sono: Tequila Blanco (Silver), Tequila Reposado, Tequila Añejo, Tequila Extra Añejo e Tequila Joven/Oro. Ognuno si differenzia per il suo invecchiamento e per il tempo di distillazione.
  • Assaggiando correttamente la tequila, puoi sentire i sapori, i colori e gli aromi. Ci sono molti benefici nel bere tequila, come la riduzione dei livelli di colesterolo alto.
  • Per scegliere la migliore tequila per te, devi conoscere la sua origine, la dimensione, l’aroma, il sapore, il vegetariano (se sei vegetariano), l’intensità e il suo tempo nelle botti. In questo modo saprai quale scegliere.

Le migliori tequile sul mercato: le nostre raccomandazioni

Di seguito ti mostreremo le tequile più squisite che dovresti provare e che siamo sicuri si adatteranno a ciò che stai cercando e che desideri provare. Includiamo anche alcuni suggerimenti per i cocktail con cui berla, andiamo a conoscerli!

Tequila: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Quando si compra una bottiglia di tequila, è necessario prendere in considerazione alcune domande importanti che possono guidarci a prendere una decisione migliore. Dal processo di distillazione e il modo in cui viene distillato, al modo corretto di berlo. Inoltre, per poter conoscere e identificare tutti i benefici che stanno dietro a questa bevanda messicana ancestrale, risolviamo i tuoi dubbi!

L’Agave Tequilana Wever varietà blu, è l’unica pianta che può produrre tequila. (Fonte: tequila: mwHw-Cc6IOE/ Unsplash)

Qual è il processo di produzione della tequila?

Il processo per ottenere la tequila non è semplice, poiché richiede dai 7 ai 9 anni, ovvero quando l’Agave Tequilana Webervarietà blu (pianta usata come materia prima) raggiunge la maturità, e fino a questo punto il lavoro deve iniziare sulla sua produzione, non prima. Pertanto, devono essere seguiti alcuni passi perché questo processo abbia successo, che sono i seguenti

  • Passo 1: Taglia l’agave blu dopo che ha superato il suo periodo di maturazione.
  • Fase 2: Fai il jima (separa tutte le foglie e i gambi dall’agave e lascia solo l’”ananas”, che viene utilizzato per la sua produzione).
  • Fase 3: macina il maguey per l’estrazione degli zuccheri, dove il principale carboidrato è l’insulina (ormone coinvolto nell’uso dei nutrienti).
  • Passo 4: Cuocere gli zuccheri estratti.
  • Fase 5: fermenta in grandi serbatoi e regola la loro temperatura.
  • Passo 6: Distillazione per rimuovere l’acqua e un’altra distillazione per concentrare tutto l’alcol.
  • Passo 7: Filtra tutto il liquido per rimuovere le impurità e renderlo trasparente.
  • Fase 8: Riposo in botti di quercia, la sua durata in esse varia a seconda del tipo di tequila da fare.
  • Passo 9: Imbottigliamento e corretta etichettatura.

Qual è la composizione della tequila?

Ci sono centinaia di componenti che possono essere visibili solo attraverso un microscopio. Tuttavia, grazie a vari studi, esiste una tecnica chiamata “Gas Cromatografia con Spettrometria di Massa”, che viene utilizzata per separare i composti nella tequila in modo che possano essere identificati attraverso le loro molecole in base alla loro massa.

Inoltre, deve essere eseguita una tecnica chiamata liquido-liquido, che viene utilizzata per concentrare tutti i composti. In questo modo, si può ottenere un’analisi chimica della tequila e ogni componente può essere identificato.

Quali tipi di tequila esistono?

Ci sono due categorie di tequila:

Tequila 100% agave: Qui non c’è fermentazione e perché riceva questo nome, deve essere imbottigliata nello stesso luogo dove viene prodotta.

Tequila: Qui c’è la fermentazione e le miscele con altri zuccheri, da qui nascono i diversi tipi di tequila, da diversi processi di distillazione, dove, ognuno avrà le sue caratteristiche differenzianti, sono le seguenti

  • Tequila blanco (Argento): non essendo concentrata nelle botti, non cambia il suo colore, è considerata la tequila più pura, quindi è forte. La sua gradazione va da un minimo di 35° a un massimo di 55°.
  • Tequila reposado: è la più venduta, ha un colore dorato, poiché riposa solo per alcuni mesi nelle botti, la sua gradazione alcolica è anche tra i 35° minimi e i 55° massimi.
  • Tequila añejo: è considerata una delle migliori, ha un colore ambrato scuro, dovuto al tempo più lungo nelle botti. La sua gradazione alcolica è di 40°.
  • Tequila extra añejo: è la più costosa, il suo colore è ambrato scuro e a volte con toni rossastri. La sua gradazione alcolica è di 70°.
  • Tequila joven/oro: il suo colore è dorato e la sua gradazione alcolica va da un minimo di 38° a un massimo di 40°.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del consumo di tequila?

Ci sono grandi benefici nell’ingerire questa bevanda messicana ancestrale, tuttavia, possiamo anche trovare alcuni svantaggi, che devi conoscere. Ecco alcuni punti da rivedere, sono i seguenti:

Vantaggi
  • Funziona come rilassante muscolare
  • Ha 100 calorie in meno di un bicchiere di vino
  • Eccellente riduttore dei livelli alti di colesterolo
  • Aiuta ad avere un sonno migliore
  • Rapido assorbimento di calcio e magnesio
  • Previene i raffreddori
  • Aiuta con problemi intestinali come la colite
  • Aiuta a contrastare il diabete, riducendo lo zucchero nel sangue
  • Se hai una ferita, può funzionare come disinfettante
Svantaggi
  • Provoca disidratazione
  • Bere alcol in eccesso causa postumi in alcune persone

Perché alcune bottiglie di tequila hanno un verme dentro?

Se hai mai sentito questa frase, dobbiamo dirti che è totalmente falsa!

Molte persone affermano di aver visto un verme dentro le bottiglie di tequila, ma la verità è che non si tratta di tequila, ma di mezcal. Il Mezcal è un’altra bevanda ancestrale di origine messicana e molte persone spesso confondono le due bevande, poiché entrambe sono fatte con l’agave.

Quando un verme è stato osservato nelle bottiglie, è il famoso “Gusano de Maguey”, che alcune bottiglie di mezcal hanno fino al fondo della bottiglia, e all’inizio, questa idea era quella di differenziarsi dalla concorrenza e comprare di più, in quanto era più gustosa la bottiglia con il verme all’interno. In questo senso, molte catene di mezcal hanno deciso di fare lo stesso, dato che aveva funzionato e le loro vendite sono salite.

Qual è la differenza tra tequila e mezcal?

C’è molta confusione con entrambe le bevande, perché anche se hanno diverse somiglianze, non sono la stessa cosa. Qui spiegheremo alcune delle differenze e renderemo più facile differenziarle:

Bevanda Agave Stati consentiti per la sua produzione Verme Maguey
Tequila Si usa solo Agave Tequilana Weber varietà blu Jalisco, Guanajuato, Nayarit, Michoacán e Tamaulipas Non in bottiglia
Mezcal Più di una dozzina di varietà di agave possono essere utilizzate, e le più comuni sono Agustifolia o Espadin Oaxaca, Guerrero, Durango, San Luis Potosi, Zacatecas, Guanajuato, Tamaulipas, Michoacan e Puebla Se disponibile in alcune bottiglie

Qual è il modo corretto di bere la tequila?

Ci sono diversi modi di bere la tequila, qui te ne mostreremo alcuni:

Tradizionale; accompagnato da limone e sale, questo è quello che la maggior parte delle persone usa di solito, e devi seguire questi passaggi

  1. Servi la tequila in un caballito o in un piccolo bicchiere con una capacità di 1 oncia.
  2. Leccati il pollice e l’indice e metti il sale tra di loro.
  3. Taglia un lime a metà e tienilo in una mano, con l’altra mano tieni il tuo caballito.
  4. Leccati il sale dalle dita e prendi immediatamente il cavaliere.
  5. Succhia il limone quando hai finito di bere il caballito.

Per godere dei sapori; accompagna la tua tequila con un piatto, e se non sei ancora abituato al suo sapore, puoi berla con un chaser, che è la combinazione di una bevanda forte, con una più leggera.

Degustazione; più tardi ti insegneremo come degustare per distinguere tutti i suoi colori e aromi e scegliere la tequila che più ti piace.

È vero che quando si beve tequila non si hanno i postumi di una sbornia?

Molte volte, quando beviamo troppe bevande alcoliche, il giorno dopo ci viene la famosa “sbornia”, che ci fa sentire molto male.
Tuttavia,

se bevi tequila della categoria 100% agave, non ci saranno postumi.

Ma perché è così? Poiché non è fermentato e non subisce un processo chimico aggiuntivo, non provoca disagio. Tuttavia, questo è relativo, in quanto dipende anche da quanto alcol si consuma e quanto spesso.

Come si prepara un cocktail alla tequila?

Ci sono molte ricette di cocktail alla tequila, qui ti mostrerò le più popolari:

Tequila Sunrise: Questo cocktail è abbastanza popolare per i suoi tocchi fruttati e il colore distinto, è semplice da fare ed è abbastanza fresco, un cocktail ideale per una giornata di sole. Facciamolo!

Ingredienti

  • 2 oz di tequila (qualsiasi tipo).
  • 4 1/2 oz di succo d’arancia.
  • 1 1/2 oz di sciroppo di granatina.
  • 1 ciliegia.
  • 1 fetta di arancia.
  • Cubetti di ghiaccio (a piacere).

Preparazione

  • Metti i cubetti di ghiaccio che vuoi in un bicchiere alto.
  • Versa la tequila e poi il succo d’arancia.
  • Inclina il bicchiere e versa lentamente tutta la granatina.
  • Guarnire il drink con la fetta in cima e la ciliegia.
  • Pronto, goditi il tuo Tequila Sunrise!

Margarita: una bevanda molto popolare e amata da tutti per la sua freschezza. Facciamola!

Ingredienti

  • 70 ml di Tequila Blanco o Reposado.
  • 35 ml di triple seco o liquore all’arancia.
  • 55 ml di succo di lime.
  • Fetta di lime.
  • Sale (a piacere).
  • Ghiaccio (a piacere).

Preparazione

  • Bagna un po’ il bicchiere e metti il sale su un piatto, capovolgi il bicchiere e gela il bicchiere.
  • Versa il succo di lime, la tequila e il triple sec o il liquore all’arancia in uno shaker (misurino per fare cocktail).
  • Aggiungi i cubetti di ghiaccio nello shaker, chiudilo e agitalo per 10-15 secondi.
  • Versa la bevanda nel bicchiere utilizzando un colino.
  • Metti la fetta di limone sul lato del bicchiere per decorarlo.
  • Pronto, goditi il tuo Margarita!

Frozen Blackberry Tequila: Questa deliziosa bevanda è amata per i suoi sapori dolci e il suo colore caratteristico. Andiamo a conoscerla!

Ingredienti

  • 2 oz di tequila bianca.
  • 2/3 once di liquore alle more.
  • 1 oz di succo di lime.
  • 1 fetta di lime.
  • Filo a piacere.

Preparazione

  • Aggiungi dei cubetti di ghiaccio nello shaker (misurino per preparare i cocktail).
  • Versa la tequila bianca, il liquore di more e il succo di lime nello shaker.
  • Agita e filtra la miscela.
  • Versa il drink nel bicchiere e metti la fetta di lime in cima per guarnire.
  • Pronto, goditi la tua Tequila ghiacciata alle more!

Assaggiando correttamente la tequila, puoi gustare sapori, colori e aromi. Ci sono molti benefici nel consumarlo, come la riduzione degli alti livelli di colesterolo. (Fonte: The pop d Shop: dXqJK3aoQFM/ Unsplash)

Criteri di acquisto

Quando ti trovi in un negozio di liquori e non riesci a decidere quale bottiglia prendere, dovresti considerare i seguenti criteri per rendere la tua decisione molto più facile e consapevole, così da poter scegliere la tequila perfetta per te. Questi criteri sono i seguenti:

L’Agave

Tequilana Weber varietà blu (pianta che produce tequila) raggiunge la maturità all’età di 7 anni e può essere coltivata solo in Messico. Tuttavia, ci sono diversi stati e regioni specifiche per la sua coltivazione, che sono

  • Jalisco
  • Guanajuato
  • Nayarit
  • Michoacán
  • Tamaulipas

Quando sentiamo la parola terrior, ci riferiamo al luogo di origine dell’agave da cui è stata prodotta la tequila. Inoltre, è di estrema importanza che quando compriamo una bottiglia, controlliamo che sia sigillata dal NOM (Mexican Official Standards), che convalida che la catena di tequila ha tutte le caratteristiche per l’esportazione, il NOM che possiamo trovare sulle bottiglie è il seguente: NOM-006-SCFI-2012.

Per scegliere la migliore tequila per te, devi conoscere la sua origine, la dimensione, l’aroma, il sapore, il vegetariano (se lo sei), l’intensità e il suo tempo nelle botti. In questo modo saprai quale scegliere. (Fonte: espolon tequila: n7jhQekauy8/ Unsplash)

Dimensione

Ci sono diverse dimensioni e presentazioni in cui possiamo trovare bottiglie di tequila. La dimensione che la maggior parte dei consumatori acquista è di circa 700 – 750 ml. Ma ci sono versioni in miniatura di queste bottiglie, principalmente di quelle più popolari, che vanno dai 30 ai 50 ml, a seconda del caso.

Se stai cercando un’opzione con una capacità maggiore, ti consigliamo quelle bottiglie che sono edizioni speciali, dato che la maggior parte di esse hanno una capacità maggiore, che va dai 3 ai 5 L.

Aroma

La tequila ha circa 600 aromi diversi. Inclinando leggermente il bicchiere e senza muoverlo, possiamo inalare e percepire gli aromi più rappresentativi. Ci sono tre tipi di aromi di tequila che emergono durante il processo di degustazione, questi sono i seguenti

  • Aromi primari: dove si percepisce l’agave cotta o cruda, questo significa che i carboidrati sono pronti per la fermentazione.
  • Aromi secondari: Questi sono gli aromi fruttati che nascono dal processo di distillazione.
  • Aromi terziari: Si percepiscono aromi di legno o dolcezza, dovuti alle botti in cui si trova.

Poi, per sceglierlo in base al suo aroma, assaggiamo e identifichiamo i suoi aromi principali, può essere fatto una seconda volta, per trovare nuovi aromi.

Sapore

Dopo aver percepito tutti i suoi aromi continua la degustazione, per questo punto, gli dai un piccolo sorso, e lo ingerisci lentamente con il bicchiere un po’ inclinato e inizi a distinguere ogni sapore che entra nel tuo palato. Un modo fondamentale per distinguere i sapori è in funzione del processo di distillazione, quindi per scegliere un sapore particolare ti consigliamo di controllare quanto segue

  • Tequila Blanco(Argento): il suo gusto è il più puro e dolce grazie all’agave cotta, perché contiene miele.
  • Tequila Reposado: ha un sapore legnoso e di vaniglia ed è considerata la più liscia di tutte.
  • Tequila Añejo: il suo sapore di legno e vaniglia può diventare più intenso.
  • Tequila Extra Añejo: il suo sapore è esaltato dall’essere quella che è stata nelle botti più a lungo, il che fa salire il suo prezzo, questo tipo ha un sapore tostato.
  • Tequila Joven/Oro: Questa è creata dalla combinazione di bianco con reposado o añejo, il suo sapore è molto morbido e caramellato.

Adatto ai vegetariani

La maggior parte delle bottiglie di tequila sono vegane.

Non è comune trovare liquori fatti con prodotti animali. Tuttavia, ci sono eccezioni in alcune bottiglie, dove uova, latte, sangue, tra gli altri, sono utilizzati nel processo di produzione.

Per questo motivo, è importante che prima di acquistare una tequila, controlli le etichette sulle bottiglie e non sceglierne una che utilizza prodotti animali nel suo processo di produzione.

Intensità

Quando assaggiamo una tequila, a volte può avere un sapore molto morbido, ma non è sempre così. Altre volte, il sapore può essere così intenso che se non sei abituato a consumare tequila periodicamente, può graffiarti un po’ la gola, ma perché questo? La risposta è semplice, questo dipende dal processo di distillazione che stai per consumare, quindi per scegliere una bottiglia con l’intensità che meglio si adatta al tuo palato, osserva quanto segue:

Classi Intensità Sapore Aromi
Tequila Blanco (Argento) Alto Più puro, dolce Primario
Tequila Reposado Basso Legno, dolce Terziario
Tequila Añejo Alto Legnoso, vaniglia Terziario
Tequila Extra Añejo Alto Tostato Terziario
Tequila Joven/Oro Medio Fruttato, caramello Secondario

Barrels

Quando la tequila passa del tempo nelle botti, il suo sapore comincia a cambiare e ad acquisire certi aromi, colori e sapori dovuti al contatto con il legno, se questo tempo aumenta, tutte queste caratteristiche aumentano con esso e si intensificano. Ogni tipo di distillazione si trova in diverse botti di legno, quindi i loro particolari sapori che catturano chiunque sono diversi

  • Tequila blanco: questa è la tequila più pura, quindi non passa il tempo nelle botti.
  • Tequila reposado: da 3 mesi a 1 anno.
  • Tequila joven/oro: da 6 a 8 mesi.
  • Tequila añejo: minimo 1 anno e massimo 3 anni.
  • Tequila extra añejo: minimo 3 anni.

È comune che il legno utilizzato per le botti provenga da foreste francesi come Allier o Tronçais, o dalle montagne Appalanche negli Stati Uniti. Inoltre, il tipo di legno per ogni barile dipende dalla sua classe, ma cambia a seconda di ogni produttore di tequila.

Riassunto

Come possiamo vedere, la tequila è un’eccellente opzione di degustazione, ognuno dei suoi distillati come: Blanco, Reposado, Añejo, Extra Añejo, Joven/Oro, hanno caratteristiche particolari che li rendono speciali, come i sapori dolci, affumicati, fruttati e tostati. Colori ambrati, rossastri, bianchi e non possiamo dimenticare i loro aromi ineguagliabili che attraggono chiunque.

Conoscere il processo di elaborazione è importante per familiarizzare con la bevanda, così come i suoi benefici che porta al consumatore, perché dopo averne conosciuto i criteri, puoi scegliere la bottiglia di tequila che più si adatta a te, ai tuoi gusti, alla tua personalità e soprattutto al tuo palato.

(Fonte dell’immagine: Galarza: hos80gyHotA/ Unsplash)

Recensioni