Mamma con termometro per bambini in mano

Se stai cercando un termometro per bambini, sicuramente sai che la febbre è una reazione dell’organismo contro le infezioni, ma che deve anche essere tenuta sotto controllo, soprattutto nei bimbi più piccoli. Questo utile strumento per misurare la temperatura di tuo figlio infatti ti aiuterà a decidere quando consultare un medico.

Inoltre, ricorda che un modo per prevenire le convulsioni nei bambini predisposti è evitare di superare i 38 °C di febbre. A parte questi casi il pediatra probabilmente ti consiglierà di non somministrare ai tuoi piccoli farmaci antifebbrili o anti-infiammatori (come paracetamolo o ibuprofene) a meno che non abbiano febbre particolarmente alta, disagio o dolore. Ecco perché devi sempre misurare la temperatura con un termometro per bambini! Scopri come scegliere il migliore con la nostra guida.

Le cose più importanti in breve

  • La misurazione della temperatura corporea è una delle fasi essenziali per determinare lo stato di salute di un bambino. Inoltre, considerando che i più piccoli non possono esprimere chiaramente ciò che provano quando sono malati, non dovremmo mai far mancare un termometro in casa per per misurare la febbre dei bambini.
  • Sapere con certezza quando un bambino ha la febbre o no può fare una grande differenza, come anche tracciare l’evoluzione della sua temperatura. Quindi i termometri per i bambini sono decisivi per sapere quando andare dal pediatra, somministrare un antifebbrile o semplicemente fare un bagno al piccolo.
  • Vuoi acquistare il termometro ideale per il tuo bambino? Oltre a esaminare le ultime novità, ti consigliamo di tenere conto di aspetti quali l’età esatta del piccolo, il modo in cui il prodotto scelto prende la temperatura, la sua qualità, il peso e le dimensioni. Infine considera anche la fonte di energia utilizzata (numero e tipo di batterie). Ne parleremo meglio nella sezione dei criteri di acquisto.

I migliori termometri per bambini sul mercato: la nostra selezione

La tecnologia avanza a passi da gigante e con essa aumenta la varietà di strumenti disponibili per prendersi cura della nostra salute. I termometri per bambini non fanno eccezione in questo settore, le innovazioni sono quasi all’ordine del giorno e le aziende non smettono di inventare prodotti più svariati e curiosi. Qui sotto ti presentiamo i migliori attualmente sul mercato.

Il termometro per bambini a infrarossi più venduto

Termometro multifunzione con certificazioni CE, ROHS e FDA che misura la febbre sia via auricolare che frontale. Può essere misurata anche la temperatura dell’ambiente. La lettura avviene in 1 solo secondo. Vengono memorizzate le ultime 20 misurazioni e ha un display LCD con retroilluminazione per leggere il risultato anche al buio. Risulta essere uno dei termometri più venduti e apprezzati sul mercato, anche se i risultati sono poco precisi secondo alcune recensioni. Richiede 2 pile di tipo AAA.

Il termometro con il miglior rapporto qualità prezzo

Semplice termometro digitale dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Emette un segnale acustico quando la lettura della temperatura (sia in °C che °F) è completata (dopo circa 60 secondi) e si spegne dopo 10 minuti di inutilizzo. Tiene in memoria l’ultima misurazione effettuata e ha una custodia che lo protegge da eventuali urti quando si ripone o si trasporta. Richiede una pila LR44 (a bottone). Anche in questo caso ci sono lamentele per risultati poco precisi.

Il termometro per bambini più pratico

Braun ThermoScan è il termometro auricolare probabilmente più famoso. Usa gli infrarossi per misurare il calore generato all’interno dell’orecchio, con tecnologia brevettata Age Precision, che permette di misurare la temperatura in funzione dell’età. Il display permette di leggere il risultato anche di notte e la punta è brevettata affinché non risulti fastidiosa per i bambini.  Funziona con 2 batterie AA ed è dotato di una custodia e 21 cappucci intercambiabili. Buonissime le recensioni degli acquirenti, anche se non mancano anche qui le lamentele per la poca precisione.

Il termometro per bambini più preciso

Questo termometro dal design classico non è a mercurio, come potrebbe sembrare a prima vista, ma a gallio, quindi sicuro per la salute. È in vetro e la misurazione della febbre risulta più precisa rispetto ai modelli precedenti, anche se comunque non è perfetto. Dopo aver letto il risultato infatti, per poter abbassare il liquido e tornare a livelli minimi, è necessario usare un bel po’ di forza scuotendolo, quindi risulta poco pratico.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui termometri per bambini

È noto che i genitori cerchino sempre il meglio per i propri figli. Quindi è normale avere dubbi quando si sceglie qualcosa per loro. Molto di più se si tratta di uno strumento correlato alla loro salute come un termometro per bambini. Qui sotto risponderemo alle domande più frequenti su questo dispositivo, così da chiarire qualsiasi tuo dubbio al riguardo.

Pediatra che misura la febbre a una bambina

Il termometro digitale registra la temperatura in modo ascellare, orale o rettale attraverso un circuito elettrico che invia le informazioni acquisite a un microchip. (Fonte: Ximagination: 101600294/ 123rf.com)

Cos’è esattamente un termometro per bambini?

Secondo la Garzanti Linguistica, il termometro è “uno strumento per misurare la temperatura, basato su diversi effetti termici, costituito da una sostanza termosensibile e da una scala graduata”. In particolare, il termometro per bambini viene costruito pensando alle caratteristiche fisiche dei più piccoli. Questo risulta particolarmente utile, visto che non è facile misurare la febbre a un bimbo piccolo con un modello tradizionale.

Questo strumento è progettato in modo tale da non dover forzare il bambino a rimanere fermo per diversi minuti, tenendo il braccio per misurargli la temperatura. Alcuni termometri per bambini ti fanno sapere se il piccolo ha la febbre anche se è in costante movimento. Altri non hanno bisogno del contatto con il bambino perché usano gli infrarossi.

Quanti tipi di termometri da bambini esistono?

Esistono diversi tipi di termometri per bambini disponibili sul mercato. Ecco quelli più comuni di cui riassumiamo le loro caratteristiche principali:

  • Termometro di vetro: Mostra la temperatura in una scala graduata tramite il livello a cui arriva il liquido (mercurio o alcol), che si dilata o contrae per il calore. La misura si esprime in gradi Celsius o Fahrenheit. Allo stato attuale, questi termometri lavorano con alcool colorato per evitare i rischi di contatto con il mercurio.
  • Termometro senza contatto: Misura la temperatura attraverso la radiazione di calore che emana dai corpi o dagli oggetti. Per usarlo, non è necessario toccare la persona, il che facilita il rilevamento della temperatura quando si muove o si allontana. Con i termometri a infrarossi, la temperatura del bambino viene generalmente misurata puntando il dispositivo verso la fronte.
  • Termometro digitale: È il più comune negli ospedali e nelle case per la sua facilità d’uso, il buon prezzo e la precisione. Registra la temperatura in modo ascellare, orale o rettale attraverso un circuito elettrico che invia le informazioni acquisite a un microchip. Queste vengono elaborate e visualizzate su uno schermo digitale. Alcuni sono a “ciuccio”, altri presentano forme di animali e sono semplici e classici.
  • Termometro adesivo: Funziona in maniera rapida e semplice. Si tratta di adesivi che aderiscono alla pelle e si illuminano per indicare la temperatura corporea dei più piccoli. Sono ideali quando i bambini non smettono di muoversi mentre viene misurata la febbre.
  • Termometro auricolare: Oggi è una delle opzioni più utilizzate e ha ampiamente sostituito il tradizionale termometro digitale. Ha un piccolo tubo (con una custodia protettiva) che viene inserito nell’orecchio del bambino, quindi viene aperto un otturatore che cattura la radiazione emessa dal condotto uditivo.
Termometro per bambini auricolare

Per motivi igienici è meglio non mescolare gli oggetti di tuo figlio con quelli del resto delle persone che vivono nella tua casa. (Fonte: Agsararattananont: 121951831/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei termometri per bambini (senza mercurio)?

Dal 2009 l’Unione Europea ha vietato l’uso del mercurio in tutti i termometri in generale e, soprattutto, in quelli progettati per i bambini, dopo aver verificato che si tratta di una sostanza tossica per l’uomo e l’ambiente. Quando un termometro di vetro si rompe, il liquido interno si sparge e può essere ingerito. È molto pericoloso!

Da allora, l’uso di altri composti come l’alcool colorato o il gallio è stato implementato nei termometri manuali. I termometri al gallio sono i più affidabili in termini di precisione nella misurazione della temperatura. Il problema è che sono sempre in vetro e quindi suscettibili di rottura. Qui hai una tabella di vantaggi e svantaggi.

Termometro Vantaggi Svantaggi
Vetro (gallio) È preciso e affidabile.

Non ha bisogno di pile.

Si pulisce facilmente.

Ci mette di più a misurare la febbre (4 minuti se ascellare, 2 minuti se rettale).

Si rompe facilmente.

Più difficile da usare con un bambino.

Digitale tradizionale Più veloce.

Non si rompe facilmente.

Meno preciso.

Più difficile da usare con i bambini.

Ciuccio Perfetto per i neonati. Meno preciso.

Più fragile.

Auricolare e frontale Facilità d’uso.

Risultati rapidi.

Comodi per i bambini di qualsiasi età.

Meno pericoli di infezione.

Servono le pile.

Costano di più.

Meno precisi.

Quali consigli devo seguire quando uso un termometro per bambini?

Come per la maggior parte delle questioni che riguardano i tuoi figli, ci sono alcune cose che devi tenere a mente quando si utilizza un termometro per bambini:

  • Utilizza un termometro esclusivo per il tuo bambino. Per motivi igienici è meglio non mescolare gli oggetti di tuo figlio con quelli del resto delle persone che vivono nella tua casa. Ancor di più se si tratta di un oggetto legato alla salute. In questo modo, ridurrai il rischio di diffondere infezioni, allergie, tra le altre cose.
  • Pulisci il termometro con alcol o acqua tiepida dopo ogni uso. Anche se il sistema immunitario ha bisogno di rinforzarsi combattendo alcuni batteri e virus, non vuol dire che devi introdurre questi nemici da un attrezzo sporco e mal tenuto!
  • Non misurare la febbre del bambino immediatamente dopo avergli fatto il bagno, quando torna da fuori o se si trova sotto le coperte. E nemmeno se ha pianto molto o ha semplicemente mangiato e bevuto. Si consiglia di attendere fino a 30 minuti per avere una misurazione più obiettiva della temperatura corporea.
  • Assicurati di tenere bene il termometro mentre misuri la febbre al tuo bambino. Per quanto possa sembrare semplice, un po’ di disattenzione può causare la caduta, la rottura o la non configurazione della giusta temperatura.
  • Se stai per utilizzare un termometro rettale, orale o auricolare, devi prevenire i movimenti del tuo bambino per evitare che si faccia mano. È meglio “prevenire che curare”, quindi è importante essere molto attenti a ciò che fa il bambino durante gli misuri la febbre. In questo modo eviterai battute d’arresto!
Cecilia RepettiEditrice di libri scolastici

“Un bambino ha la febbre quando la sua temperatura corporea, presa con un termometro sotto l’ascella, è superiore a 37,5 °C. La febbre non è una malattia, ma un sintomo che qualcosa sta accadendo al corpo. È un processo che facilita l’attività delle difese contro i germi”.

Criteri di acquisto

Esiste una vasta gamma di termometri per bambini sul mercato. Ed esistono molti criteri che possono essere utilizzati per scegliere il più appropriato. Tuttavia, ci sono alcuni aspetti importanti da non sottovalutare. Qui sotto ti spieghiamo ciascuno di essi in modo che tu possa scegliere il termometro più adatto ai tuoi interessi e bisogni.

  • Età del bambino
  • Modalità di misurazione della febbre
  • Qualità
  • Fonte di energia utilizzata

Età del bambino

A seconda dell’età del bambino, un tipo di termometro o un altro sarà più appropriato. Ad esempio, i termometri rettali sono particolarmente raccomandati per i neonati, in quanto sono i più accurati (1). Ad oggi i termometri auricolari sono i più utilizzati per tutte le età, anche se è meglio usarli nei bambini più grandi per evitare lesioni nei loro canali auricolari.

Termometro per bambini in primo piano

Se stai per utilizzare un termometro rettale, orale o auricolare, devi cercare di prevenire i movimenti del tuo bambino per evitare che si faccia male. (Fonte: Adamowicz: 37142135/ 123rf.com)

Modalità di misurazione della febbre

Cos’è che è più difficile nel momento in cui devi misurare la febbre al tuo bambino? È importante pensarci prima di scegliere il tipo di termometro più appropriato e che si adatti meglio alle esigenze del tuo piccolo. Ad esempio, se il tuo bambino si muove molto e non sta fermo, è meglio non acquistare un termometro digitale tradizionale. Sarà molto difficile per te sapere esattamente se ha la febbre.

In questi casi, è preferibile un termometro a infrarossi che non richiede il contatto diretto o anche gli adesivi che mostrano la temperatura del bambino. Inoltre, se si parla di un neonato dovresti evitare i termometri auricolari, visto che può essere complicato inserire il tubicino nel suo orecchio e ci sono più possibilità di fargli male. Lo stesso vale per i bambini altamente sensibili o sensibili.

Qualità

Come per la maggior parte delle cose relative alla salute dei tuoi figli, è molto importante guardare alla qualità e alla sicurezza dei materiali di produzione. Si dice che un termometro con un costo più elevato abbia una qualità migliore; ma, attenzione!, questo non vale sempre. A questo proposito ti consigliamo di leggere un po’ di recensioni sulla durata del prodotto, prima di acquistarlo.

Misurazione della febbre con termometro digitale

A seconda dell’età del bambino, sarà più appropriato un tipo di termometro piuttosto che un altro. (Fonte: Alicephoto: 70851850/ 123rf.com)

Fonte di energia utilizzata

Come già saprai, i termometri in vetro non hanno bisogno di pile. Tuttavia, i termometri digitali che richiedono diversi tipi di batterie sono in piena espansione. Ti consigliamo quindi di leggere attentamente le specifiche del prodotto per sapere esattamente se hai bisogno di pile, quali e quante. A volte è meglio non complicarsi la vita e restare sul tradizionale!

Conclusioni

I termometri per bambini sono strumenti che non possono mancare a un genitore, un pediatra e nel kit di pronto soccorso di qualsiasi casa in cui vivono i bambini piccoli. Sai già che la febbre è un segnale di avvertimento dell’organismo contro le infezioni, quindi devi conoscere di quanto varia la temperatura corporea dei tuoi figli.

Ogni giorno troviamo una maggiore varietà nell’offerta di termometri per bambini, dal classico in vetro ai nuovi adesivi che si posizionano sulla fronte e riflettono la temperatura del bambino. Tuttavia, è importante essere pienamente informati dei vantaggi e degli svantaggi di ciascun tipo di termometro per bambini in modo da non essere sorpresi dopo averne scelto uno.

Ci auguriamo che le informazioni contenute in questa guida all’acquisto siano state utili. Lasciaci la tua opinione e condividi l’articolo con i tuoi contatti sui social network. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Chassenet: 67567659/ 123rf.com)

Riferimenti (1)

1. SHANAHAN, M. Kelly, Guía del embarazo más allá de los 35 años. Todas las respuestas a sus preguntas sobre embarazo, nacimiento y desarrollo de su bebé, Editorial Amat, Barcelona, 2005, pág. 331.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.
Libro
SHANAHAN, M. Kelly, Guía del embarazo más allá de los 35 años. Todas las respuestas a sus preguntas sobre embarazo, nacimiento y desarrollo de su bebé, Editorial Amat, Barcelona, 2005, pág. 331.
Vai alla fonte