Un timer rosso
Ultimo aggiornamento: 26/08/2020

Il nostro metodo

20Prodotti analizzati

25Ore di lavoro

11Fonti e riferimenti usati

75Commenti valutati

Acquistare uno dei migliori timer sul mercato può esserti di grande aiuto in diverse situazioni. Contrariamente a quanto molti pensano, i timer non sono utili solo in cucina. Servono anche, ad esempio, per simulare la presenza in casa quando si è assenti per ferie. Ovviamente tutto dipende dal modello acquistato.

Perché oggi esiste un’ampia varietà di timer sul mercato. Con tutta questa scelta, potrebbe essere difficile per te trovare quello di cui hai veramente bisogno. Pertanto, con questo articolo vogliamo approfondire tutto ciò che riguarda i timer. Perché sebbene le modalità di utilizzo siano simili, ogni opzione può essere diversa. Quindi, 3, 2, 1, iniziamo!




Le cose più importanti in breve

  • I migliori timer, economici o meno, aiutano a risparmiare energia, il che si traduce in una minore spesa per la bolletta elettrica.
  • Hai un timer da cucina e un timer da presa. Sebbene siano concentrati sul calcolo, la loro missione è completamente diversa.
  • Tra i principali criteri di acquisto c’è quello della programmabilità. Più opzioni a per questo proposito, maggiore è la versatilità. Rivediamo questo e altri criteri alla fine dell’articolo.

I migliori timer sul mercato: la nostra selezione

Che si tratti di accendere le luci del tuo giardino o di risparmiare energia quando i tuoi dispositivi elettronici sono in stand-by, hai bisogno di uno dei migliori timer sul mercato. Ma nessuno nasce imparato. Pertanto, di seguito, raccogliamo quattro dei migliori timer attualmente disponibili sul mercato. La scelta è stata frutto della profonda analisi del nostro team:

Il timer più elegante e versatile

Il timer prodotto da Hommini è caratterizzato da un design semplice ed elegante, ed il suo utilizzo è facile e intuitivo; queste qualità lo rendono un’opzione versatile e adattabile ad ogni utilizzo ed ambiente, come in cucina, in palestra, sul luogo di lavoro, come sveglia e altro ancora.

Ruotando la corona è possibile impostare il timer per poi farlo partire, o in alternativa può essere usato come cronometro, con minuti e secondi visualizzati sul display LCD. Sul retro ha un magnete, mentre l’allarme ha due livelli di volume più uno muto.

Il miglior timer da cucina

In questo momento il prodotto menzionato non è disponibile presso il fornitore. Per questo motivo lo abbiamo sostituito con un altro dalle caratteristiche simili. Segnala un problema.

Das Problem mit diesem Produkt wurde gemeldet. Danke!

Il timer da cucina proposto da Sdreamland gode di ottime recensioni in cui viene apprezzato per la sua affidabilità, la semplicità di utilizzo, ed il design in grado di renderlo parte integrante di ogni cucina. Il retro ha un magnete mentre sul davanti ha una manopola con cui caricare e azionare il timer.

Interamente meccanico, non necessita di batterie per funzionare. Il suono allo scadere del tempo è sufficientemente intenso da farsi sentire in condizioni normali.

Il miglior timer sportivo

In questo momento il prodotto menzionato non è disponibile presso il fornitore. Per questo motivo lo abbiamo sostituito con un altro dalle caratteristiche simili. Segnala un problema.

Das Problem mit diesem Produkt wurde gemeldet. Danke!

Il cronometro sportivo con il miglior rapporto qualità-prezzo è realizzato da hicoosee, ed include le funzioni di timer, orologio e sveglia. È caratterizzato da un design ergonomico, 3 pulsanti con cui azionare il cronometro e gestire le altre modalità di funzionamento.

Ha un ampio display LCD con orario in formato da 12 o 24 ore, ed include un cordicina ed un fischietto. Le recensioni sono numerose e molto positive, e lo descrivono come un oggetto robusto e affidabile, nonché versatile.

Il miglior timer da presa

Il Poly Pool PP1412  è un timer per comandare l’accensione e lo spegnimento di una presa della corrente ad esso collegata, su base giornaliera e con intervalli di 15 minuti. È dotato di protezioni contro gli urti accidentali, ed è resistente a polvere e schizzi d’acqua con categoria IP44. È dotato di una spina italiana grande da 16 A, e di una presa da 10/16 A.

È sicuramente uno strumento pratico e funzionale in diverse occasioni, fuori e dentro casa, ben recensito dagli utenti che lo reputano affidabile e di buona qualità. Sono anche disponibili alcune varianti, fra cui una con display digitale e programmazione settimanale.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui Timer

I timer sono gadget versatili. Non solo ti consentono di risparmiare energia, ma anche di gestire qualsiasi dispositivo elettronico a tuo piacimento. E non solo, poiché a seconda del tipo di timer che acquisterai, puoi persino migliorare le tue abilità culinarie. Affinché tu possa scegliere quello più adatto alle tue esigenze, di seguito rispondiamo alle domande più frequenti che sorgono quando si cerca il miglior timer sul mercato.

Un cronometro alla partenza

I migliori timer, economici o no, ti permettono di risparmiare energia. (Fonte: Rawpixel: 83781680/ 123rf.com)

Cos’è un timer?

Un timer, noto anche come temporizzatore, è un piccolo dispositivo che consente anche di aprire e chiudere i circuiti elettrici. Come? Automaticamente e per un periodo di tempo specificato. Tutto questo per il capriccio dell’utente. Naturalmente, quando parliamo di timer da cucina, generalmente ci riferiamo a dispositivi per il conto alla rovescia o cronometro.

Come funziona un timer?

Fondamentalmente, il funzionamento di un timer si basa su impulsi che provocano un cambio di contatti. In questo modo, i dispositivi elettronici passano da essere collegati a scollegati e viceversa. Dovuto alla loro elevata programmabilità, i migliori timer consentono di impostare le ore o anche i minuti in cui si desidera che avvenga la connessione e la disconnessione.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei timer?

Molti utenti non sono ancora consapevoli di quello che possono fare con i loro timer. Ma questo non sarà il tuo caso. A REVIEWBOX.it, prendiamo sul serio l’analisi di ogni prodotto e i timer economici o di fascia alta non fanno eccezione. Pertanto, di seguito, raccogliamo i loro principali vantaggi e svantaggi:

Vantaggi
  • Economici.
  • Versatili.
  • Vari tipi.
  • Durevoli.
  • Permettono di risparmiare energia.
  • Riducono l”importo della bolletta elettrica.
  • Discreti.
  • Facili de installare
  • Altamente programmabili.
  • Resistenti alle interruzioni di corrente.
Svantaggi
  • Se non hanno una batteria, potrebbero richiedere una riprogrammazione periodica.
  • Non tutti i tipi soddisfano le stesse esigenze.

Che tipi di timer esistono?

I timer sono disponibili in un’ampia varietà di modelli. A seconda delle tue esigenze o della tua situazione, dovresti scegliere l’uno o l’altro. Qui abbiamo raccolto i timer da cucina, chiamati anche “conta minuti da cucina”, che possono funzionare anche come un cronometro. D’altra parte, esistono anche i timer da presa. Questi ultimi sono classificati in base alla loro reazione all’impulso:

  • Timer di connessione: il timer conta il tempo programmato quando riceve un impulso di attivazione. Quando il periodo di tempo scelto termina, e a seconda del tipo di timer che abbiamo, disattivano o attivano i contatti.
  • Timer di spegnimento: hanno un impulso attivo continuo. Quando programmati, generano l’interruzione del segnale. Questo viene recuperato al termine del calcolo del tempo impostato dall’utente.
  • Timer a impulso singolo: questa opzione può essere attivata per monitorare il tempo programmato tramite impulsi specifici e molto brevi.

Timer bianco e giallo

Grazie ai timer potrai spremere al meglio il cuoco che è in te. (Fonte: Gnatiuk: 12856949/ 123rf.com)

Come si classificano i timer in base al loro principio di funzionamento?

I migliori timer da presa sul mercato hanno differenze interne a seconda del loro sistema operativo. Questo non rende alcuni timer migliori di altri. Tuttavia, è utile conoscerli, poiché, in caso di acquisto di un modello complesso, potrai capirlo meglio. Questo ti aiuterà in caso di guasto:

  • Timer con motore sincrono: il meccanismo di questi timer è simile a quello utilizzato in orologeria. Tuttavia, invece di utilizzare l’energia meccanica, sono alimentati dall’elettricità dei motori.
  • Timer pneumatico: le opzioni di questo timer funzionano grazie a tre elementi. Stiamo parlando di due valvole e un serbatoio d’aria. Grazie alla forza pneumatica si conta il tempo.
  • Timer termico: l’interno è formato da una bobina fissata a un foglio bimetallico. Il foglio una volta riscaldato modifica la forma della sua curvatura. Questo fa sì che la bobina si colleghi o scolleghi in base al tempo calcolato.
  • Timer elettronico: il suo principio di funzionamento si concentra sul carico e lo scarico. Per fare ciò, utilizza una resistenza elettrica. Sia all’inizio che alla fine del calcolo i contatti sono assicurati da un elettromagnete.

Quali usi posso dare a un timer?

Ovviamente questi dipendono fortemente dal tipo di timer che acquisti. In ogni caso, va notata la sua versatilità. Molti utenti ritengono che anche i migliori timer vengano utilizzati solo per spegnere o accendere determinati dispositivi elettronici in orari specifici. In alcune casi è vero, ma se rifletti un po’, vanno molto oltre:

  • Simulatore di presenza: durante le tue assenze, sia per lavoro che per svago, puoi impostare il timer per accendere alcune luci in determinati orari. Questo darà la sensazione che ci siano persone in casa, scoraggiando i ladri.
  • Cucinare: sia che tu utilizzi uno dei timer più sofisticati o semplicemente quello specifico per la cucina (conta minuti), un timer può essere fondamentale in cucina. E, grazie a loro, puoi controllare il tempo di cottura o persino programmare vari elettrodomestici da accendere o spegnere a piacimento.
  • Risparmio di energia: lo abbiamo già evidenziato nei vantaggi. Questi piccoli dispositivi permettono di eliminare i consumi in stand-by. Per questo motivo risparmierai energia e anche denaro. Se già gli scollegavi prima di avere un timer, con questo non dovrai più preoccuparti di farlo.

Come si installa un timer?

A meno che non tu acquisti un timer industriale complesso, l’installazione di questo dispositivo è molto semplice. Naturalmente, in caso contrario, è molto probabile che tu abbia bisogno dell’aiuto di un professionista. Temporizzatori altamente tecnici devono essere installati nel quadro elettrico e in relazione al circuito da controllare. Per quanto riguarda l’interno:

  • Collega il timer.
  • Collega il dispositivo che desideri gestire.
  • Imposta il timer a tuo piacimento.
  • Segui le istruzioni del prodotto, poiché la programmazione può variare da modello a modello.

Un cronometro

Esistono due tipi di timer: timer da cucina e timer da presa. (Fonte: Wanawattanawong: 45105306/ 123rf.com)

A cosa serve la batteria in un timer?

Alcuni dei migliori timer sul mercato hanno una batteria. Per questo motivo, mantengono le impostazioni. Può sembrare sciocco, ma se si verifica un’interruzione di corrente o si scollega semplicemente il dispositivo, sarà piuttosto complicato doverlo riprogrammare. Con l’alimentazione a batteria, il timer conserva le tue impostazioni indipendentemente da ciò che accade intorno a te.

Criteri di acquisto

Sicuramente hai già capito che i timer sono un ottimo alleato, poiché ti permettono di controllare i tuoi dispositivi elettronici risparmiando energia e denaro. Quelli da cucina invece ti aiutano ad avere tutto sotto controllo quando esalti il ​​cuoco che è in te. Ma per acquistare quello di cui hai veramente bisogno, devi considerare una serie di criteri di acquisto:

Tipo

Abbiamo già sottolineato la differenza tra i due grandi tipi di timer esistenti. Da un lato, hai i timer da presa. Questi ti consentono di programmare per quanto tempo i tuoi dispositivi elettronici saranno attivi. D’altra parte, ci sono i timer da cucina. Questi sono più una sorta di cronometro con una funzione di conto alla rovescia aggiuntiva.

Se vuoi Devi comprare
un timer per risparmiare energia e gestire l’utilizzo di dispositivi elettronici, un’opzione da presa o installabile nel quadro elettrico.
un timer da cucina che ti permetta di far esaltare il cuoco che è in te, un modello tipo cronometro che ha anche un conto alla rovescia.

Batteria

Per i timer dedicati alla gestione dell’elettronica, la batteria può essere un plus importante. Se il modello acquistato lo possiede, la configurazione non andrà persa in caso di mancanza di corrente o in caso di disconnessione dell’apparecchio. Naturalmente, avere una batteria ti costringerà a stare attento che non si esaurisca completamente.

Un timer bianco

I timer sono ideali se si dispone di un sistema di irrigazione e si desidera utilizzarlo a intervalli. (Fonte: Elwell: 37467524/ 123rf.com)

Programmabilità

Non tutti i migliori timer economici o di fascia alta sul mercato consentono gli stessi livelli di programmabilità. Pertanto, se ne stai cercando uno per l’irrigazione, ad esempio, devi assicurarti che il modello che ti interessa permetta di programmare ad intervalli. Inoltre, una maggiore programmabilità consentirà di utilizzare lo stesso timer con dispositivi diversi.

Consumo

Sebbene i migliori timer economici o di fascia alta sul mercato consentano già di risparmiare energia in relazione al dispositivo che colleghi, hanno un consumo tutto loro. Pertanto, è necessario assicurarsi che il modello acquistato sia efficiente dal punto di vista energetico. In caso contrario, i livelli di risparmio diminuiranno e potrebbero anche non diventare reali.

Dimensioni

I timer occupano uno spazio. È necessario valutare questa circostanza al momento dell’acquisto. È vero che la maggior parte delle opzioni sono davvero piccole, ma è meglio assicurarsi prima di poterlo installare senza problemi. Per quanto riguarda i timer da cucina, si trovano sul piano di lavoro, quindi la dimensione non è decisiva come quelli da presa.

Un timer da cucina bianco

Un timer può salvarti da un furto, in quanto ti offre la possibilità di fingere che ci siano persone in casa durante le tue assenze per lavoro o per ferie. (Fonte: Bernard: 37468577/ 123rf.com)

Conclusioni

Stanco di dover passare da una presa all’altra per spegnere tutti gli apparecchi per ridurre i consumi in stand-by? Se questo è il tuo caso, dovresti acquistare uno dei migliori timer, economici o meno, sul mercato. Ma anche se cerchi un dispositivo che ti permetta di controllare i tempi di cottura dei tuoi piatti preferiti. Ma in questo caso, scegli un timer da cucina.

Ovviamente, indipendentemente dal modello, devi considerare una serie di criteri di acquisto. Se ti attieni a loro, sarà più facile avere successo quando si tratta di acquisire il timer perfetto. Alcuni di questi sono la dimensione, il livello di consumo o il suo grado di programmabilità. Se ti comporti in questo modo, potresti presto risparmiare sulla bolletta della luce, cosa che non guasta mai!

E per concludere, se l’articolo ti è stato utile nella scelta di un nuovo timer, lasciaci un commento o condividilo sui tuoi social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Leesch: 48327894/ 123rf.com)

Recensioni