Ultimo aggiornamento: 08/10/2021

Il traffico si riferisce al flusso di visitatori o di dati su Internet. A differenza del traffico stradale, gli operatori dei siti web sono felici di ricevere più traffico possibile. Più visitatori ci sono sul loro sito, più è redditizio per loro come regola.

In questo articolo spieghiamo perché molto traffico è un bene per il tuo business e come vengono valutati i clic su un sito web. Inoltre, imparerai qual è la differenza tra visitatori reali e traffico fasullo e come ottenere più movimento attraverso il traffico a pagamento.




Sommario

  • Il traffico è un indicatore importante per l’attrattiva di un sito web e viene preso in considerazione dai motori di ricerca per il posizionamento.
  • Analizzando il traffico, puoi determinare se la tua campagna pubblicitaria è stata efficace o se c’è margine di miglioramento.
  • Non tutto il traffico è desiderabile. Il traffico falso e il traffico spazzatura non hanno alcun effetto positivo sui tassi di clic del tuo sito web.

Voce del glossario: Il termine traffico spiegato in dettaglio

Se gestisci un sito web o sei interessato al marketing online, hai sicuramente incontrato il termine “traffico”. Il traffico è esattamente questo: traffico su Internet. Per essere sicuri che tu sia completamente informato, abbiamo affrontato le domande più importanti sul traffico nelle sezioni seguenti. In questo modo saprai cosa è importante e cosa significa questo termine per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Cos’è il traffico?

Il termine inglese “traffic” significa “traffico”. Nel marketing online, la parola traffico viene utilizzata per descrivere il volume di utenti su un sito web. In casi più rari, questo termine viene utilizzato per il traffico dati generale su Internet. (1)

Il traffico su un sito web può essere aumentato attraverso vari metodi di ottimizzazione dei motori di ricerca. Più traffico ha una pagina, più sembra essere interessante per i visitatori. Se l’utente rimane più a lungo sulla pagina, questo ha un effetto positivo sul posizionamento nei motori di ricerca.

Come si misura il traffico?

Vari strumenti di valutazione forniscono informazioni su quante volte un sito web è stato aperto e da dove provengono i visitatori. Inoltre, si può valutare se qualcuno ha aperto la pagina più volte e per quanto tempo è rimasto. Un singolo visitatore che ha aperto il sito web più volte in un certo periodo di tempo appartiene alla categoria “visitatore unico”. I singoli visitatori vengono contati solo una volta in questo periodo – indipendentemente da quante volte richiamano la pagina.

La dimensione temporale è molto importante da considerare con il traffico. A seconda dell’attività, ci può essere un basso numero di visitatori nei fine settimana, per esempio, perché i loro clienti non lavorano in quel periodo. Oppure per le imprese stagionali, a seconda del periodo dell’anno, si generano più clic in alcuni mesi che nel resto dell’anno. Pertanto, è anche molto importante capire quando i tuoi clienti arrivano al tuo sito.

Puoi anche determinare approssimativamente il tasso di click-through di altri siti web. Questo può essere eccitante per controllare le prestazioni del sito web dei tuoi concorrenti. Tuttavia, gli strumenti di analisi possono determinare solo valori approssimativi su altri siti e anche questi dovrebbero essere presi con le molle. (2)

Perché il traffico viene analizzato?

Per i motori di ricerca, il traffico di un sito web è un importante fattore di valutazione. Più alto è il numero di visitatori di un sito web, migliore è il posizionamento della pagina nei risultati di ricerca. Se molti visitatori richiamano il sito web e vi rimangono, questo è un’indicazione che la pagina è interessante.

Quando analizziamo il traffico, guardiamo da dove provengono i visitatori. Da questo si deduce quali misure per aumentare il traffico hanno avuto successo. Fornisce anche indicazioni su dove c’è ancora spazio per il miglioramento. Uno degli strumenti più popolari per analizzare il traffico di un sito web è Google Analytics. Il webmaster può richiamare qui vari dati, dal fatturato alle conversioni, alla pubblicità e molto altro. Inoltre, il numero di visite e le impressioni di pagina possono essere visualizzate qui.

Con Google Analytics il traffico può essere analizzato continuamente. Per fare questo, un codice di monitoraggio è integrato nel codice del tuo sito web. (Fonte immagine: Edho Pratama / Unsplash)

Per capire se il traffico sul tuo sito web è sopra la media, sotto la media o nella media, devi conoscere le cifre chiave del tuo settore. Questi numeri non sono facili da ottenere, ma una panoramica approssimativa può essere trovata su Hubspot, per esempio. (6)

Altri strumenti ti danno un’indicazione se stai sfruttando il tuo potenziale di traffico. Qui puoi guardare il click-through rate (CTR). Più clic, più traffico. Se hai un CTR basso, dovresti scoprire perché gli utenti del motore di ricerca non cliccano sui tuoi risultati di ricerca.

Da dove viene il traffico?

In uno strumento di analisi puoi vedere da quale canale provengono i tuoi visitatori. Ci sono diversi termini per il traffico che arriva ad un sito web.

  • Traffico diretto: i visitatori inseriscono l’indirizzo web e vengono portati direttamente al sito web.
  • Traffico di ricerca organico: i visitatori trovano il sito web tramite una ricerca in un motore di ricerca.
  • Trafficoa pagamento: i visitatori sono arrivati al sito web tramite la pubblicità inserita dall’operatore del sito web.
  • Traffico diriferimento: i visitatori sono stati indirizzati al sito web tramite un link su un altro sito web. Traffico sociale: i visitatori arrivano al sito web attraverso un canale di social media come Facebook, Twitter, XING, ecc. (3)

Questa informazione indica in quali canali o fonti potresti investire più tempo e/o denaro per generare più traffico.

Cos’è il traffico a pagamento?

“Paid Traffic” include tutte le misure di marketing in cui si paga del denaro per ottenere visitatori sul tuo sito web. Oltre agli annunci su Facebook, questo include anche l’inserimento di banner pubblicitari e video. In questo modo, molti visitatori raggiungono una pagina in poco tempo. Il traffico a pagamento non è una garanzia per molti visitatori.

Ma questi acquisti di traffico non garantiscono che i visitatori compiano l’azione desiderata sulla pagina di destinazione. Solo se la pubblicità è perfettamente posizionata e si rivolge al giusto pubblico di riferimento può portare all’obiettivo. Altrimenti corri il rischio di investire molti soldi in una campagna che è destinata a fallire.

Vantaggi

  • Molti visitatori in poco tempo
  • Appello al pubblico di riferimento

Svantaggi

  • Costa (un sacco di) soldi
  • Nessuna garanzia di successo

I test in corso sono necessari per vedere fino a che punto il target si adatta e quali campagne funzionano bene. Google offre con AdSense Experiments la possibilità di dividere il traffico sul tuo sito web in due diverse impostazioni di annunci. In questo modo puoi testare quale annuncio ottiene risultati migliori e prendere decisioni informate per ulteriori campagne. (4)

Scopri cosa risuona con il tuo pubblico di riferimento. Potresti avere più probabilità di catturare la loro attenzione con annunci di testo e display che con testo semplice. Varia elementi come il contenuto dell’annuncio o lo stile dell’annuncio, ma anche i colori per ottenere il miglior risultato.

Cos’è il traffico fasullo?

Non tutto il traffico è traffico reale. Le statistiche sono spesso falsificate dallo spam dei referrer. Questi richiamano il sito web in massa in modo mirato e quindi falsificano il traffico misurato dallo strumento di analisi web. Il Referrer spam è un cosiddetto metodo black hat per generare traffico falso.

Gli spammer migliorano il proprio ranking. Questo non ha un’influenza diretta sulle prestazioni del tuo sito web, ma distorce le tue statistiche. Ma come puoi dire se il tuo sito web è affetto da referrer spam? Non è facile da determinare, ma i seguenti fattori possono indicare un traffico fasullo

  • Tasso di rimbalzo: questo indica le sessioni di una singola pagina in cui non c’è stata interazione con la pagina. Numeri estremamente alti o bassi possono indicare traffico fasullo.
  • Durata della sessione: ci sono utenti che rimangono sulla pagina per diversi minuti. Via Facebook o Instagram, la visita può anche durare solo circa 30 secondi. Se il soggiorno è significativamente inferiore a questo, potrebbe essere stato un bot.
  • Pagine/sessione: simile alla durata della sessione, lo stesso vale per le pagine per sessione. Alcuni visitatori leggono 4-5 pagine per sessione, altri solo una pagina. Con una media di circa una pagina, qualcosa non va.
  • Nuove sessioni: Naturalmente sei contento dei nuovi utenti, ma se non lo sei, se improvvisamente ogni utente è nuovo. Un alto numero di nuove sessioni è insolito, ma dovresti anche controllare un numero basso o inesistente.
  • Aspetti geografici: Se ricevi un numero sproporzionatamente alto di visitatori da un paese che non parla tedesco, questo può essere un segno di traffico sospetto.

Per rimuovere questi “falsi visitatori” dalle tue statistiche, è meglio utilizzare un filtro. Questi possono identificare ed escludere lo spam conosciuto dai crawler. (5)

Cos’è il traffico dei rifiuti?

Il traffico spazzatura è inutile per l’operatore del sito web e quindi indesiderato. Questo può accadere se un sito web è programmato in modo errato o se sono state utilizzate le parole chiave sbagliate. I visitatori sono arrivati sul sito web anche se non erano interessati all’offerta.

Gli utenti arrivano sul sito web a causa di un errore e si rendono subito conto che non riescono a trovare quello che stanno cercando e chiudono di nuovo la pagina. Dato che la durata della permanenza su un sito web è anche presa in considerazione nella valutazione del motore di ricerca, questo può avere conseguenze negative per la classifica.

Il traffico falso può essere rilevato e filtrato nella maggior parte degli strumenti di analisi. (Fonte immagine: Myriam Jessier / Unsplash)

Ci sono anche operatori di siti web che si affidano deliberatamente al traffico spazzatura. Guadagnano soldi con le visualizzazioni delle pagine, per lo più vendendo spazi pubblicitari sui siti web. Dato che il prezzo per lo spazio pubblicitario è in gran parte basato sul numero di pagine viste al mese, aumentano artificialmente queste cifre. I visitatori arrivano al sito web tramite banner pubblicitari ingannevoli.

Per lo più, i pulsanti dei banner sono progettati in modo tale da essere confusi con altri. Inoltre, il testo promette qualcosa di diverso dal vero contenuto. Inoltre, i messaggi di avvertimento e di errore sono popolari per ottenere click. Gli utenti saltano immediatamente se la pagina di destinazione non soddisfa le loro aspettative, ma la pagina ottiene comunque il clic.

Conclusione

Come operatore di un sito web, vale la pena analizzare il traffico regolarmente. Così facendo, si possono leggere vari spunti importanti sulla qualità della pagina e sull’interesse degli utenti. Se gli stessi visitatori aprono il sito web più volte entro un certo periodo di tempo, sono interessati all’offerta, cioè il pubblico target è stato raggiunto.

Se le tue misure pubblicitarie non hanno ancora portato al numero di clic desiderato, c’è qualcosa che non va nella campagna. Analizza in dettaglio il traffico del tuo sito web per sfruttarne tutto il potenziale.

Fonte dell’immagine: Crew / Unsplash

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni