Ultimo aggiornamento: 02/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

La vitamina B12 è una vitamina essenziale per il nostro corpo e la nostra mente. È coinvolto in molti processi del nostro corpo. Pertanto, è importante per la nostra salute prevenire una carenza o contrastarla prendendo degli integratori. Anche se una carenza di vitamina B12 non si nota direttamente, può scatenare gravi sintomi.

Le persone che appartengono al gruppo a rischio in particolare dovrebbero correggere una carenza rapidamente. Le persone con disturbi di assorbimento e i vegani sono solo due dei diversi gruppi che sono spesso colpiti da una carenza.

Nel nostro test delle fiale di vitamina B12 2021 ti forniremo tutte le informazioni rilevanti sulle fiale di vitamina B12. Per renderti più facile la scelta del prodotto, abbiamo selezionato le migliori offerte.




Sommario

  • La vitamina B12 è una vitamina importante che contribuisce alla nostra salute. Viene assorbito principalmente attraverso il cibo. È responsabile dei processi nel corpo così come della salute spirituale.
  • Una carenza di vitamina B12 può avere molte conseguenze. Tuttavia, una carenza viene riconosciuta solo tardi, anche se i sintomi possono già indicare tale carenza.
  • Con l’aiuto delle fiale di vitamina B12 per iniezione, il corpo può compensare rapidamente la carenza. Le fiale di vitamina B12 da bere sono anche una scelta interessante per compensare tale carenza. Molti convincono con il loro gusto fruttato e la scelta di diverse fiale è infinita.

Vitamina b12 fiale: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Ci sono diverse fiale di vitamina B12. Ecco perché abbiamo scelto i tre migliori prodotti sul mercato per rendere la tua decisione il più facile possibile.

Criteri di acquisto e valutazione delle fiale di vitamina B12

Vorremmo mostrarti la varietà di fiale di vitamina B12 in base a diversi aspetti. Con l’aiuto di questi, puoi scegliere le fiale di vitamina B12 che si adattano alle tue preferenze e necessità. Questi aspetti includono:

Facendo la scelta giusta per te, ti assicuri di non dare al tuo corpo qualcosa di cui non ha bisogno. È importante che tu faccia sempre attenzione alla qualità dei prodotti.

Forma di vitamina B12

Non tutta la vitamina B12 è uguale. Ci sono diverse forme chimiche, ma la loro struttura di base è la stessa. Tuttavia, ognuno di loro ha un diverso partner di legame. Ecco perché le diverse forme hanno proprietà diverse.

Le due forme che sono rilevanti per le fiale di vitamina B12 sono i seguenti due tipi

  • Idrossocobalamina: L’idrossocobalamina è una forma naturale di vitamina B12. Il corpo converte l’idrossocobalamina in metilcobalamina e adenosilcobalamina in modo che il corpo possa utilizzare direttamente la vitamina B12.
  • Cianocobalamina: La cianocobalamina è una forma artificiale di vitamina B12. Non si trova nel nostro corpo o nel cibo naturale. Come l’idorxocobalamina, questa forma deve prima essere convertita in metilcobalamina e adenosilcobalamina.

Oltre alle proprietà individuali delle forme di vitamina B12, aggiungeremo anche i vantaggi e gli svantaggi per aiutarti a fare la tua scelta.

Forma proprietà vantaggi svantaggi
Idrossocobalamina funzione di deposito, effetto positivo nella terapia ad alte dosi all’inizio, effetto disintossicante nella cessazione del fumo e nella disintossicazione, costituisce quasi la metà della vitamina B12 nel sangue, forma più comune negli alimenti naturali forma naturale, buon effetto di deposito, buona per terapie ad alte dosi deve prima essere convertito nel corpo, costo elevato
Cianocobalamina fornitura mediocre, parte della cianocobalamina è già escreta prima di essere convertita, non si presenta né nel cibo né nel corpo poco costosa, lunga durata di conservazione, buona per i pazienti anemici non è una forma naturale, basso assorbimento quando iniettata, scarso effetto depot

I vantaggi dell’idrossocobalamina sono principalmente la sua buona capacità di assorbimento e la funzione di deposito. Al contrario, la cianocobalamina viene parzialmente escreta prima di essere convertita. Questo significa che l’idrossocobalamina permette di somministrare la vitamina B12 a intervalli più lunghi.

Tuttavia, la cianocobalamina si distingue per il suo prezzo accessibile, motivo per cui viene utilizzata per molte fiale.

Use

La vitamina B12 sotto forma di fiale può essere assunta sia per via orale che con un’iniezione. Viene fatta una distinzione tra fiale da bere e fiale da iniettare.

Le fiale vengono iniettate o prese per via orale.

Le fiale da bere vengono prese per via orale. Questo significa che la medicina viene presa per bocca e poi ingoiata o bevuta.

Al contrario, nel caso delle fiale per iniezione, il preparato viene iniettato in dosi elevate con l’aiuto di una siringa. Tuttavia, questa forma di applicazione deve essere ordinata solo da un medico.

Dosage

Fondamentalmente, è importante che tu ti attenga al dosaggio prescritto dal tuo medico. La dose delle fiale di vitamina B12 per iniezione è più alta di quella delle fiale da bere.

Le fiale per iniezione sono utilizzate soprattutto quando c’è una grave carenza e un corpo ha bisogno di una fornitura rapida. La dose di questi è da 1000 a 3000 µg. Appartengono alle varianti ad alto dosaggio e sono quindi di solito iniettate solo mensilmente.

Al contrario, la dose delle fiale da bere è fino a 500 µg. La dose che dovresti prendere dipende da molti fattori. Le seguenti affermazioni possono aiutarti come guida

  • Per le persone sane che vogliono assumere ulteriore vitamina B12, si raccomanda una dose da 3 a 50 µg.
  • Le persone sane con capacità di assorbimento poco chiare (ad esempio donne incinte, vegani e vegetariani) dovrebbero assumere da 150 a 250 µg.
  • Le persone stressate in età avanzata (ad esempio, l’allattamento) o le persone che assumono regolarmente compresse dovrebbero prendere da 300 a 500 µg.
  • Nei casi di grave carenza o di aumentato bisogno o di disturbi dell’assorbimento, è necessaria una dose da 1000 a 3000 µg.

Le fiale di vitamina B12 sono disponibili in basse e alte dosi. Tuttavia, dovresti sempre verificare con il tuo medico quale sia la dose ideale per te.

Idoneità per vegani e vegetariani

Molti produttori offrono preparati di vitamina B12 che sono prodotti vegani e sono anche parzialmente certificati. Soprattutto le fiale per iniezione sono le preparazioni che hanno meno probabilità di contenere additivi animali.

Tuttavia, ci sono ancora preparati che non sono vegani. A prima vista, dovresti quindi cercare un certificato o un avviso corrispondente. Dovresti prestare particolare attenzione ai seguenti additivi che non sono vegani:

  • Lattosio
  • Gelatina
  • Fattore intrinseco

Non devi preoccuparti del principio attivo vitamina B12 perché è fondamentalmente vegano. La vitamina B12 è prodotta biochimicamente con l’aiuto di microrganismi.

Guida: Le domande più frequenti sulle fiale di vitamina B12 con risposte dettagliate

Per darti una migliore comprensione dell’efficacia delle fiale di vitamina B12, abbiamo risposto a tutte le domande rilevanti per te in modo compatto. Dopo aver letto questo, conoscerai tutte le informazioni essenziali sulle fiale di vitamina B12.

Cosa sono le fiale di vitamina B12 e che effetto hanno?

Le fiale di vitamina B12 sono integratori che vengono presi per via orale o endovenosa. Questo è un integratore di vitamina B12, che è anche chiamato cobalamina. La vitamina B è l’unica vitamina che il corpo può conservare per diversi anni (1). La vitamina B12 viene attivamente assorbita nel corpo attraverso le cellule della membrana mucosa dell’intestino. Gli alimenti animali come il pesce, il latte, le uova e il formaggio sono particolarmente ricchi di vitamina B12.

Il formaggio è uno degli alimenti più ricchi di vitamina B12. Il formaggio Emmental in particolare ha un alto contenuto, con 3,3 µg di vitamina B12 per 100 grammi. (Fonte immagine: Aliona Gumeniuk / Unsplash)

Gli effetti della vitamina B12 sono molteplici, dato che influenza una serie di processi nel corpo. Fondamentalmente, ci sono cinque aree generali o compiti nel corpo in cui la vitamina B12 è coinvolta

  • Divisione cellulare e formazione del sangue: la vitamina B12 è responsabile della sintesi del DNA. Se il corpo non ha abbastanza vitamina B12, l’anemia può risultare (2).
  • Metabolismo energetico: un altro compito importante è la produzione di energia nei mitocondri. La vitamina B12 ha quindi una forte influenza sulle prestazioni e sulla vitalità (3).
  • Metabolismo dei lipidi: la vitamina B12 è anche responsabile della protezione dei nervi del sistema nervoso centrale e del cervello (4, 5).
  • Psiche: la vitamina B12 è un componente necessario nella produzione di importanti sostanze messaggere che influenzano la psiche. Quindi, la vitamina B12 ha un effetto sull’umore e sulla percezione (6).
  • Disintossicazione: la vitamina B12 neutralizza le tossine come l’omocisteina e il cianuro e altri radicali. Protegge quindi il corpo dallo stress nitrosativo, cioè dalle malattie con sintomi di carenza e avvelenamento.

La varietà di effetti della vitamina B12 rende chiaro quanto sia importante per la salute. Una carenza può quindi portare a gravi sintomi che possono colpire sia la tua mente che il tuo corpo.

Come influisce sul corpo una carenza di vitamina B12?

La vitamina B12 è responsabile di vari processi nel cervello e nel corpo, ecco perché una carenza può influire sulla tua salute. I sintomi della carenza di vitamina B12 sono vari e quindi non specifici. Ciononostante, è importante riconoscere presto i sintomi per contrastare i danni.

Ci sono tre forme di sintomi di come una carenza di vitamina B12 può manifestarsi:

Danni neuro

logici
Danni neurologici possono verificarsi con una carenza di vitamina B12, ecco perché è necessaria una diagnosi precoce. I sintomi neurologici includono i seguenti disturbi

  • Formicolio e intorpidimento degli arti
  • Visione ridotta
  • Disturbi della memoria
  • Andatura instabile

Questi sintomi si verificano a causa della distruzione delle guaine mieliniche, che sono responsabili della trasmissione degli stimoli. Di conseguenza, una carenza si traduce in una trasmissione difettosa degli stimoli (7).

In uno studio che ha osservato per anni i neonati con una carenza di vitamina B12, si è scoperto che questa carenza può portare a conseguenze neurologiche a lungo termine (8). Un altro studio è arrivato alla stessa conclusione, in cui i bambini con una carenza di B12 hanno mostrato problemi nello sviluppo della cognizione (9).

L’assunzione di vitamina B12 può portare ad una diminuzione dei disturbi neurologici. Uno studio del 2010 ha riportato un paziente con intorpidimento e formicolio i cui sintomi sono diminuiti con l’assunzione di vitamina B-12 (10, 11). Quindi un’integrazione precoce di B12 può sicuramente essere utile nelle disfunzioni neurologiche.

Sintomi fisici

I sintomi fisici includono disturbi ematologici. Questo si riferisce allo sviluppo dell’anemia. Poiché la vitamina B12 è coinvolta nella formazione dei globuli rossi, una carenza può portare all’anemia perniciosa (12, 13).

Una carenza di vitamina B12 può portare a sintomi fisici come un esaurimento persistente. (Fonte immagine: Nik Shuliahin / Unsplash)

Anche se i disturbi ematologici sono tra gli effetti tardivi di una carenza di B12, i seguenti sintomi fisici sono comunque indicativi di questi disturbi

  • Fatica
  • Debolezza nelle prestazioni (3)
  • angoli della bocca secchi e screpolati
  • pelle pallida
  • Diarrea
  • Immunodeficienza (14)

Se avverti questi sintomi, dovresti prestare particolare attenzione al tuo stato di esaurimento. Se ti senti ancora esausto dopo frequenti periodi di riposo, potresti avere una carenza di vitamina B12.

Sintomi psicologici

I disturbi ematologici possono essere preceduti da sintomi psicologici. Questi possono includere i seguenti sintomi

  • Depressione
  • Disturbi della memoria
  • Demenza
  • Psicosi
  • Apatia

Diversi studi hanno già collegato una carenza di vitamina B12 allo sviluppo della depressione (15). Così come una carenza può contribuire alla depressione, il trattamento con la vitamina B12 può migliorare l’umore depresso (6). Molti ricercatori credono che il trattamento con B12 dovrebbe quindi diventare più importante nella ricerca sulla depressione (16).

Tuttavia, ci sono anche studi che non hanno trovato alcun miglioramento dall’assunzione di B12 (17). Va notato, tuttavia, che fattori come il dosaggio hanno un’influenza sui risultati. Sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire il legame tra la depressione e la carenza di vitamina B12.

Oltre alla depressione, anche il legame tra la carenza di B12 e la demenza è stato studiato intensamente. Fa già parte delle linee guida mediche rintracciare la causa della sospetta demenza misurando i livelli di vitamina B12 (18). Alcuni studi hanno già scoperto che alcune demenze possono essere prevenute compensando per tempo una carenza di vitamina B12 (19, 20).

I sintomi di una carenza di vitamina B12 sono abbastanza diversi e si sviluppano insidiosamente con un ritardo da 5 a 10 anni in caso di carenza. La ragione di questo è che abbiamo una grande riserva di vitamina B12 nel nostro corpo (1).

Quando e per chi è utile prendere le fiale di vitamina B12?

Fondamentalmente, dobbiamo assumere la vitamina B12 attraverso il cibo, perché il corpo stesso non produce la vitamina. Tuttavia, l’assorbimento può essere disturbato a causa di disturbi dell’assorbimento causati da malattie o farmaci (1).

Un bisogno maggiore, specialmente nelle donne in gravidanza e in allattamento (21), l’anemia perniciosa e un basso apporto di vitamina B12 possono anche causare una carenza (1).

Le donne in gravidanza e in allattamento hanno un maggiore fabbisogno di vitamina B12. La dose giornaliera raccomandata è da 4,5 a 5,5 µg. (Fonte immagine: freestocks / Unsplash)

Di conseguenza, i seguenti gruppi a rischio sono più spesso colpiti da una carenza di vitamina B12:

Gruppo a rischio Ragioni della carenza di vitamina B12
Vegani e vegetariani Nessuna e bassa assunzione di prodotti animali può portare alla carenza di B12. (22)
Donne incinte e che allattano Questo gruppo ha un bisogno maggiore di vitamina B12. (22)
I pazienti con malattie intestinali le persone che soffrono, per esempio, di gastrite o di malattie infiammatorie croniche dell’intestino sono inclini a sintomi di carenza.
Consumatori cronici di alcool e assunzione di alcuni farmaci Il consumo di alcool e l’assunzione di alcuni farmaci (ad esempio la metformina) possono compromettere l’assorbimento della B12. (23)
Anziani Poiché le persone soffrono spesso di malattie intestinali o prendono molte medicine, può verificarsi una carenza.

Poiché la vitamina B12 ha un forte effetto sulla salute fisica e mentale, soprattutto i gruppi a rischio menzionati dovrebbero monitorare il loro stato di salute. Se c’è qualche sospetto, il livello di B12 dovrebbe essere misurato in ogni caso.

Quali tipi di fiale di vitamina B12 esistono e come si usano?

Ci sono due diversi tipi di fiale di vitamina B12, che differiscono nel modo in cui vengono assunte. Da un lato ci sono le fiale da bere e dall’altro le fiale da iniettare. Ogni forma ha i suoi vantaggi e svantaggi e alla fine dovresti decidere la tua preferenza.

Per facilitare la tua decisione, abbiamo riassunto tutti gli aspetti positivi e negativi.

Fiale da bere

Le pratiche fiale da bere sono da assumere per via orale e sono un’alternativa ideale per tutti coloro che non possono deglutire compresse o capsule o non vogliono farsi iniettare la vitamina B12.

Vantaggi
  • buono per gli spostamenti
  • ideale per vegetariani e vegani
Svantaggi
  • può contenere additivi non necessari come i dolcificanti

Poiché la maggior parte delle fiale da bere sono vegane, sono perfette per vegani e vegetariani. Le ampolle compatte per bere sono adatte ai viaggi. Tuttavia, dovresti assicurarti che non ci siano additivi nel prodotto.

Fiale per iniezione

A differenza dell’assunzione orale, la vitamina B12 può anche essere iniettata. Il preparato viene iniettato in dosi elevate con l’aiuto di una siringa, anche se questa forma dovrebbe essere espressamente ordinata dal medico.

Vantaggi
  • Non è necessario l”uso quotidiano
  • Altamente dosato
  • Adatto a persone con disturbi gastrointestinali
Svantaggi
  • Non adatto a persone che hanno paura delle iniezioni

L’iniezione permette di iniettare una dose elevata di vitamina B12, in modo che non sia necessaria un’assunzione o un’iniezione quotidiana. Tuttavia, ci sono alcune persone che hanno paura delle iniezioni. Quindi questa opzione non è adatta a tutte le persone.

Il tipo di fiala di vitamina B12 che scegli dipende dalle tue preferenze, ma se non hai paura delle iniezioni, dovresti scegliere l’opzione iniettabile. In questo modo non devi preoccuparti di prenderlo ogni giorno.

Dove dovrebbero essere conservate le fiale di vitamina B12?

Dovresti conservare le fiale di vitamina B12 solo seguendo le istruzioni sulla confezione. Alcune fiale potrebbero aver bisogno di essere conservate in frigorifero.

Conservare le fiale come descritto sull’etichetta.

Tuttavia, la maggior parte delle fiale sono conservate a temperatura ambiente, ma non oltre i 25 gradi Celsius.

Dovresti scegliere un posto dove le ampolle siano protette dalla luce e dal calore.

Quali effetti collaterali possono verificarsi quando si prendono le fiale di vitamina B12?

L’assunzione di vitamina B12 in generale non causa effetti collaterali. Tuttavia, se iniettato, è possibile che si verifichi una reazione di difesa, come l’irritazione della pelle.

Anche un’overdose e i corrispondenti effetti collaterali sono estremamente rari. La ragione è che il corpo semplicemente espelle la vitamina B12 in eccesso. Tuttavia, non dovresti esagerare con l’assunzione, altrimenti i reni saranno inutilmente stressati.

Generalmente, si raccomanda una dose giornaliera da 250 a 500 µg, che dovrebbe essere sufficiente in quasi tutti i casi.

Quali alternative ci sono alle fiale di vitamina B12?

Le preparazioni di vitamina B12 offrono una vasta gamma di forme di applicazione. Mentre le fiale sono o per l’assunzione orale, cioè per bere, o per l’iniezione, ci sono anche altre alternative.

Le capsule di vitamina B12 sono una delle forme alternative di assunzione di B12. L’alta purezza e la qualità offrono molti vantaggi, anche se, a differenza delle fiale per iniezione, devono essere assunte quotidianamente. (Fonte immagine: Kate Hliznitsova / Unsplash)

Questi includono le seguenti forme di preparazione, di cui non vogliamo privarti dei vantaggi e degli svantaggi:

Preparazione assunzione vantaggi svantaggi
Compresse di B12 vengono inghiottite o succhiate con acqua buon effetto e assunzione non complicata contengono molti additivi
Capsule di B12 vengono inghiottite con acqua alta purezza, qualità e buon effetto può non essere vegano in rari casi
B12 spray / gocce è spruzzato o gocciolato in bocca nessun additivo, assorbimento diretto, assunzione conveniente solo breve durata di conservazione

La decisione dipende fondamentalmente dalla forma di assunzione. Tuttavia, generalmente raccomandiamo le capsule e gli spray o le gocce rispetto alle compresse, poiché queste non contengono additivi.

Tuttavia, le fiale per iniezione sono la preparazione che non deve essere assunta quotidianamente. Così non devi ricordarti di prenderlo ogni giorno.

Fonte dell’immagine: Yastremska/ 123rf.com

Riferimenti (23)

1. Andrès, E., Loukili, N. H., Noel, E., Kaltenbach, G., Abdelgheni, M. B., Perrin, A. E., Noblet-Dick, M., Maloisel, F., Schlienger, J. L., & Blicklé, J. F. (2004). Vitamin B12 (cobalamin) deficiency in elderly patients. CMAJ : Canadian Medical Association journal = journal de l'Association medicale canadienne, 171(3), 251–259.
Fonte

2. Sklar R. (1986). Nutritional vitamin B12 deficiency in a breast-fed infant of a vegan-diet mother. Clinical pediatrics, 25(4), 219–221.
Fonte

3. Köbe, T., Witte, A. V., Schnelle, A., Grittner, U., Tesky, V. A., Pantel, J., Schuchardt, J. P., Hahn, A., Bohlken, J., Rujescu, D., & Flöel, A. (2016). Vitamin B-12 concentration, memory performance, and hippocampal structure in patients with mild cognitive impairment. The American journal of clinical nutrition, 103(4), 1045–1054.
Fonte

4. Ahmed A, Kothari MJ. Recovery of neurologic dysfunction with early intervention of vitamin B12. J Clin Neuromuscul Dis. 2010;11(4):198‐202.
Fonte

5. Hall C. A. (1990). Function of vitamin B12 in the central nervous system as revealed by congenital defects. American journal of hematology, 34(2), 121–127.
Fonte

6. Syed, E. U., Wasay, M., & Awan, S. (2013). Vitamin B12 supplementation in treating major depressive disorder: a randomized controlled trial. The open neurology journal, 7, 44–48.
Fonte

7. Scalabrino G. (2009). The multi-faceted basis of vitamin B12 (cobalamin) neurotrophism in adult central nervous system: Lessons learned from its deficiency. Progress in neurobiology, 88(3), 203–220.
Fonte

8. Graham, S. M., Arvela, O. M., & Wise, G. A. (1992). Long-term neurologic consequences of nutritional vitamin B12 deficiency in infants. The Journal of pediatrics, 121(5 Pt 1), 710–714.
Fonte

9. Kvestad, I., Hysing, M., Shrestha, M., Ulak, M., Thorne-Lyman, A. L., Henjum, S., Ueland, P. M., Midttun, Ø., Fawzi, W., Chandyo, R. K., Shrestha, P. S., & Strand, T. A. (2017). Vitamin B-12 status in infancy is positively associated with development and cognitive functioning 5 y later in Nepalese children. The American journal of clinical nutrition, 105(5), 1122–1131.
Fonte

10. Ahmed, A., & Kothari, M. J. (2010). Recovery of neurologic dysfunction with early intervention of vitamin B12. Journal of clinical neuromuscular disease, 11(4), 198–202.
Fonte

11. Lee, W. J., Hsu, H. Y., & Wang, P. Y. (2008). Reversible myelopathy on magnetic resonance imaging due to cobalamin deficiency. Journal of the Chinese Medical Association : JCMA, 71(7), 368–372.
Fonte

12. Romain, M., Sviri, S., Linton, D. M., Stav, I., & van Heerden, P. V. (2016). The role of Vitamin B12 in the critically ill--a review. Anaesthesia and intensive care, 44(4), 447–452.
Fonte

13. Shipton, M. J., & Thachil, J. (2015). Vitamin B12 deficiency - A 21st century perspective . Clinical medicine (London, England), 15(2), 145–150.
Fonte

14. Boran, P., Yildirim, S., Karakoc-Aydiner, E., Ogulur, I., Ozen, A., Haklar, G., Koc, A., Akkoc, T., & Barlan, I. (2016). Vitamin B12 deficiency among asymptomatic healthy infants: its impact on the immune system. Minerva pediatrica, Advance online publication.
Fonte

15. Tiemeier, H., van Tuijl, H. R., Hofman, A., Meijer, J., Kiliaan, A. J., & Breteler, M. M. (2002). Vitamin B12, folate, and homocysteine in depression: the Rotterdam Study. The American journal of psychiatry, 159(12), 2099–2101.
Fonte

16. Coppen, A., & Bolander-Gouaille, C. (2005). Treatment of depression: time to consider folic acid and vitamin B12. Journal of psychopharmacology (Oxford, England), 19(1), 59–65.
Fonte

17. Almeida, O. P., Ford, A. H., & Flicker, L. (2015). Systematic review and meta-analysis of randomized placebo-controlled trials of folate and vitamin B12 for depression. International psychogeriatrics, 27(5), 727–737.
Fonte

18. Deutsche Gesellschaft für Neurologie (2016). Leitlinien: Demenzen
Fonte

19. Chen, H., Liu, S., Ji, L., Wu, T., Ma, F., Ji, Y., Zhou, Y., Zheng, M., Zhang, M., & Huang, G. (2015). Associations between Alzheimer's disease and blood homocysteine, vitamin B12, and folate: a case-control study. Current Alzheimer research, 12(1), 88–94.
Fonte

20. Djukic, M., Wedekind, D., Franz, A., Gremke, M., & Nau, R. (2015). Frequency of dementia syndromes with a potentially treatable cause in geriatric in-patients: analysis of a 1-year interval. European archives of psychiatry and clinical neuroscience, 265(5), 429–438.
Fonte

21. Deutsche Gesellschaft für Ernährung e.V (o.J). Vitamin B12 (Cobalamine)
Fonte

22. Zeuschner, C. L., Hokin, B. D., Marsh, K. A., Saunders, A. V., Reid, M. A., & Ramsay, M. R. (2013). Vitamin B₁₂ and vegetarian diets. The Medical journal of Australia, 199(S4), S27–S32.
Fonte

23. Singh, A. K., Kumar, A., Karmakar, D., & Jha, R. K. (2013). Association of B12 deficiency and clinical neuropathy with metformin use in type 2 diabetes patients. Journal of postgraduate medicine, 59(4), 253–257.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Revisione scientifica
Andrès, E., Loukili, N. H., Noel, E., Kaltenbach, G., Abdelgheni, M. B., Perrin, A. E., Noblet-Dick, M., Maloisel, F., Schlienger, J. L., & Blicklé, J. F. (2004). Vitamin B12 (cobalamin) deficiency in elderly patients. CMAJ : Canadian Medical Association journal = journal de l'Association medicale canadienne, 171(3), 251–259.
Vai alla fonte
Rapporto di un caso scientifico
Sklar R. (1986). Nutritional vitamin B12 deficiency in a breast-fed infant of a vegan-diet mother. Clinical pediatrics, 25(4), 219–221.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Köbe, T., Witte, A. V., Schnelle, A., Grittner, U., Tesky, V. A., Pantel, J., Schuchardt, J. P., Hahn, A., Bohlken, J., Rujescu, D., & Flöel, A. (2016). Vitamin B-12 concentration, memory performance, and hippocampal structure in patients with mild cognitive impairment. The American journal of clinical nutrition, 103(4), 1045–1054.
Vai alla fonte
Rapporto di un caso scientifico
Ahmed A, Kothari MJ. Recovery of neurologic dysfunction with early intervention of vitamin B12. J Clin Neuromuscul Dis. 2010;11(4):198‐202.
Vai alla fonte
Revisione scientifica
Hall C. A. (1990). Function of vitamin B12 in the central nervous system as revealed by congenital defects. American journal of hematology, 34(2), 121–127.
Vai alla fonte
Indagine scientifica
Syed, E. U., Wasay, M., & Awan, S. (2013). Vitamin B12 supplementation in treating major depressive disorder: a randomized controlled trial. The open neurology journal, 7, 44–48.
Vai alla fonte
Revisione scientifica
Scalabrino G. (2009). The multi-faceted basis of vitamin B12 (cobalamin) neurotrophism in adult central nervous system: Lessons learned from its deficiency. Progress in neurobiology, 88(3), 203–220.
Vai alla fonte
Rapporto di un caso scientifico
Graham, S. M., Arvela, O. M., & Wise, G. A. (1992). Long-term neurologic consequences of nutritional vitamin B12 deficiency in infants. The Journal of pediatrics, 121(5 Pt 1), 710–714.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Kvestad, I., Hysing, M., Shrestha, M., Ulak, M., Thorne-Lyman, A. L., Henjum, S., Ueland, P. M., Midttun, Ø., Fawzi, W., Chandyo, R. K., Shrestha, P. S., & Strand, T. A. (2017). Vitamin B-12 status in infancy is positively associated with development and cognitive functioning 5 y later in Nepalese children. The American journal of clinical nutrition, 105(5), 1122–1131.
Vai alla fonte
Rapporto di un caso scientifico
Ahmed, A., & Kothari, M. J. (2010). Recovery of neurologic dysfunction with early intervention of vitamin B12. Journal of clinical neuromuscular disease, 11(4), 198–202.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Lee, W. J., Hsu, H. Y., & Wang, P. Y. (2008). Reversible myelopathy on magnetic resonance imaging due to cobalamin deficiency. Journal of the Chinese Medical Association : JCMA, 71(7), 368–372.
Vai alla fonte
Revisione scientifica
Romain, M., Sviri, S., Linton, D. M., Stav, I., & van Heerden, P. V. (2016). The role of Vitamin B12 in the critically ill--a review. Anaesthesia and intensive care, 44(4), 447–452.
Vai alla fonte
Revisione scientifica
Shipton, M. J., & Thachil, J. (2015). Vitamin B12 deficiency - A 21st century perspective . Clinical medicine (London, England), 15(2), 145–150.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Boran, P., Yildirim, S., Karakoc-Aydiner, E., Ogulur, I., Ozen, A., Haklar, G., Koc, A., Akkoc, T., & Barlan, I. (2016). Vitamin B12 deficiency among asymptomatic healthy infants: its impact on the immune system. Minerva pediatrica, Advance online publication.
Vai alla fonte
Studio clinico
Tiemeier, H., van Tuijl, H. R., Hofman, A., Meijer, J., Kiliaan, A. J., & Breteler, M. M. (2002). Vitamin B12, folate, and homocysteine in depression: the Rotterdam Study. The American journal of psychiatry, 159(12), 2099–2101.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Coppen, A., & Bolander-Gouaille, C. (2005). Treatment of depression: time to consider folic acid and vitamin B12. Journal of psychopharmacology (Oxford, England), 19(1), 59–65.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Almeida, O. P., Ford, A. H., & Flicker, L. (2015). Systematic review and meta-analysis of randomized placebo-controlled trials of folate and vitamin B12 for depression. International psychogeriatrics, 27(5), 727–737.
Vai alla fonte
Linea guida medica
Deutsche Gesellschaft für Neurologie (2016). Leitlinien: Demenzen
Vai alla fonte
Indagine scientifica
Chen, H., Liu, S., Ji, L., Wu, T., Ma, F., Ji, Y., Zhou, Y., Zheng, M., Zhang, M., & Huang, G. (2015). Associations between Alzheimer's disease and blood homocysteine, vitamin B12, and folate: a case-control study. Current Alzheimer research, 12(1), 88–94.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Djukic, M., Wedekind, D., Franz, A., Gremke, M., & Nau, R. (2015). Frequency of dementia syndromes with a potentially treatable cause in geriatric in-patients: analysis of a 1-year interval. European archives of psychiatry and clinical neuroscience, 265(5), 429–438.
Vai alla fonte
Raccomandazione medica
Deutsche Gesellschaft für Ernährung e.V (o.J). Vitamin B12 (Cobalamine)
Vai alla fonte
Revisione scientifica
Zeuschner, C. L., Hokin, B. D., Marsh, K. A., Saunders, A. V., Reid, M. A., & Ramsay, M. R. (2013). Vitamin B₁₂ and vegetarian diets. The Medical journal of Australia, 199(S4), S27–S32.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Singh, A. K., Kumar, A., Karmakar, D., & Jha, R. K. (2013). Association of B12 deficiency and clinical neuropathy with metformin use in type 2 diabetes patients. Journal of postgraduate medicine, 59(4), 253–257.
Vai alla fonte
Recensioni