Ultimo aggiornamento: 01/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Lunghe ore di lavoro, mancanza di esercizio fisico e una dieta non equilibrata possono portare alla carenza di vitamina D. Gli anziani, i malati cronici ma anche le persone che non passano abbastanza tempo all’aperto sono particolarmente colpiti.

Le gocce di vitamina D sono quindi adatte a chiunque si senta stanco ed esausto a causa di una carenza di vitamina D. Inoltre, sono molto facili da dosare con una pipetta e possono essere adattati alle tue esigenze.

Il nostro test della vitamina D in gocce 2021 ti fornisce tutte le informazioni preziose di cui hai bisogno sull’argomento della vitamina D. Ti mostriamo quali criteri cercare e cosa distingue le buone gocce di vitamina D.

Inoltre, abbiamo valutato e confrontato vari prodotti per rendere la tua decisione di acquisto più facile.




Sommario

  • La carenza di vitamina D di solito si verifica nei mesi invernali quando la pelle non è esposta abbastanza al sole. Affaticamento cronico, infezioni frequenti e dolori muscolari sono sintomi comuni della carenza di vitamina D.
  • Le gocce di vitamina D di solito non contengono additivi e consistono solo di vitamina D e olio. Sono anche facili da usare: Poiché sono facili da usare, sono anche adatti ai bambini e alle persone che hanno difficoltà a deglutire.
  • Si raccomanda sempre di fare un esame del sangue con il tuo medico. Un esame del sangue può mostrare se sei carente di vitamina D e quale dosaggio è appropriato per te. Il dosaggio esatto dipende sempre dal tuo peso corporeo e dalla capacità di assorbimento.

Gocce di vitamina D: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Criteri di acquisto e valutazione delle gocce di vitamina D

Per trovare le gocce di vitamina D giuste, sono necessari alcuni criteri quando si fa una selezione. Questi sono:

Principi attivi e additivi

Di solito, le gocce di vitamina D non contengono additivi. Idealmente, consistono solo di vitamina D3 e dell’olio vettore in cui la vitamina D3 è dissolta. Alcune gocce contengono anche antiossidanti o alcol, poiché la vitamina D3 è più stabile in soluzione alcolica.

Le gocce di vitamina D vegane sono derivate dal lichene.

Dovresti evitare i prodotti che contengono additivi come coloranti e conservanti quando possibile.

Sono disponibili sul mercato anche le gocce di vitamina D vegane. In questo caso, la vitamina D3 è ottenuta da un certo tipo di lichene.

Le gocce di vitamina D sono adatte a neonati, bambini piccoli e donne incinte a causa della loro purezza. (Fonte immagine: unsplash.com / Michal Bar Haim)

Al contrario, le gocce di vitamina D vegetariane sono fatte di lanolina. La lanolina o cera di lana è la secrezione che si forma nelle ghiandole sebacee della pelle delle pecore.

Shelf life

Rispetto alle capsule e alle compresse, le gocce di vitamina D hanno una durata di conservazione più breve. Spesso la durata di conservazione differisce a seconda dell’olio utilizzato.

A causa della diversa composizione di acidi grassi, un olio MCT ottenuto dal cocco ha una durata di conservazione più lunga rispetto ad altri oli vegetali. Per essere sicuro, dovresti sempre seguire le istruzioni del produttore e conservare le gocce in un luogo buio dopo l’apertura.

Dose

La vitamina D3 è espressa in microgrammi (µg) o unità internazionali (UI). 10 µg equivalgono a 400 IU. La Società Tedesca di Nutrizione raccomanda di prendere 20 µg, o 800 IU. Se hai una carenza confermata di vitamina D, potresti aver bisogno di una dose maggiore.

La vitamina D riduce la produzione di melanina nel corpo. Pertanto, dovresti prendere le gocce di vitamina D al mattino.

Di solito si raccomanda di acquistare una dose più piccola. In questo modo puoi adattare la dose ai tuoi bisogni. Le gocce di vitamina D possono variare da 200 a 10000 UI. A seconda del dosaggio che ti è stato prescritto, puoi scegliere una dose appropriata.

Guida: Domande che dovresti farti prima di comprare le gocce di vitamina D

Nei paragrafi seguenti, ti spiegheremo più in dettaglio le domande importanti sulle gocce di vitamina D.

Cosa sono le gocce di vitamina D e come funzionano?

Le gocce di vitamina D sono una preparazione liquida di vitamina D che è particolarmente popolare per la sua elevata purezza e facilità d’uso.

L’assunzione di integratori di vitamina D è raccomandata per la carenza di vitamina D, che di solito si verifica in autunno e in inverno. (1)

Le gocce di vitamina D sono particolarmente facili da dosare: Grazie alla pipetta, il dosaggio esatto può essere regolato individualmente. Inoltre, le gocce sono particolarmente comode da usare e adatte alle persone con difficoltà di deglutizione.

La vitamina D può anche essere prodotta dal corpo stesso. Un precursore della vitamina D3, chiamato provitamina, è presente nelle nostre cellule della pelle.

La vitamina D3 si forma con l’aiuto dei raggi UV-B. Con una minore intensità di radiazioni UV-B in inverno, il corpo non può produrre abbastanza vitamina D. (2)

Sapevi che la vitamina D non è in realtà una vitamina, ma un ormone?

O più precisamente: un ormone steroideo. Poiché la vitamina D può essere prodotta dal corpo stesso, non soddisfa la definizione di vitamina.

Questa produzione endogena nella pelle copre l’80-90% del fabbisogno di vitamina D. Oggi la vitamina D viene chiamata vitamina solo per ragioni storiche.

Qual è la differenza tra vitamina D, vitamina D2 e vitamina D3?

Semplicemente, la vitamina D2 e la vitamina D3 sono due forme di vitamina D. Mentre la vitamina D3 deriva da prodotti animali, la D2 si trova nelle membrane cellulari di alcune piante e funghi. Inoltre, la vitamina D3 può anche essere prodotta dal corpo stesso. (3)

Il tuo corpo può utilizzare sia la vitamina D2 che la vitamina D3. Tuttavia, la vitamina D3 è un po’ più efficace: attraverso l’utilizzo diretto, il livello di vitamina D aumenta più rapidamente.

Per molto tempo, la vitamina D3 è stata fatta dalla lanolina, o dalla lana, e per questo non era adatta ai vegani. Oggi è possibile produrre entrambe le forme da funghi e licheni. Soprattutto i vegani sono contenti di questo. Grazie a questa nuova estrazione, anche loro possono evitare la carenza stagionale.

Per chi sono adatte le gocce di vitamina D?

Le gocce di vitamina D sono adatte a chiunque soffra di una carenza di vitamina D. Le persone che non passano abbastanza tempo all’aperto e quindi non prendono il sole sono particolarmente colpite.

Anche i malati cronici e gli anziani appartengono al gruppo a rischio. Inoltre, le persone con la pelle scura sono spesso colpite da carenza di vitamina D a causa del maggiore contenuto di melanina della loro pelle. (4, 5, 6)

Le gocce di vitamina D sono facili da dosare con la pipetta. Di conseguenza, sono particolarmente adatti a coloro che hanno problemi a deglutire le compresse. (Fonte immagine: unsplash.com / Kelly Sikkema)

A causa della loro elevata purezza, le gocce di vitamina D sono adatte anche ai bambini. I bambini appartengono al gruppo a rischio perché non possono produrre abbastanza vitamina D da soli.

Pertanto, si raccomanda di dare la vitamina D ai bambini durante il primo anno di vita. Le gocce possono essere facilmente aggiunte al latte materno o date su un ciuccio.

Come si manifesta una carenza di vitamina D?

Una carenza di vitamina D si verifica principalmente da ottobre a marzo, quando la pelle non è esposta a sufficiente luce solare. Stanchezza, difficoltà di concentrazione e mal di testa sono sintomi comuni della carenza di vitamina D.

Poiché la vitamina D supporta il sistema immunitario, una carenza può anche portare ad una maggiore suscettibilità alle infezioni. (7, 8, 9)

In questa lista puoi vedere quali sintomi possono indicare una carenza acuta di vitamina D:

  • Mal di testa
  • Stanchezza persistente
  • Depressioni
  • Perdita di capelli
  • Dolore osseo
  • Dolore muscolare
  • Mal di schiena

Se hai notato che soffri di stanchezza durante i mesi invernali, ti consigliamo di visitare il tuo medico. Un esame del sangue può mostrare se hai una carenza di vitamina D.

Come dovrei prendere la vitamina D?

Il dosaggio ideale varia a seconda del peso corporeo e della capacità di assorbimento. Anche altri fattori come l’età, il tipo di pelle, il periodo dell’anno, ecc. giocano un ruolo. È certo che una quantità maggiore deve essere assunta durante i mesi invernali per poter mantenere i livelli di vitamina D.

In inverno e in autunno, il sole non riesce a coprire il fabbisogno di vitamina D, il che porta a una carenza. Durante questo periodo, il corpo si affida alle riserve di vitamina D e agli integratori. Per essere sicuro di quale sia il dosaggio giusto per te, puoi fare un esame del sangue.

La Società Tedesca di Nutrizione (DGE) raccomanda un apporto giornaliero di 800 UI. (10)Puoi saperne di più in questa tabella:

[Età; quantità in UI[/th]

Neonati 400 – 500 UI
Adolescenti e adulti 800
Adulti 800 UI

La carenza di vitamina D può verificarsi anche nei mesi estivi. Se lavori in un ufficio tutto il giorno, non prendi abbastanza sole. Per mantenere sani i livelli di vitamina D, dovresti passare dai 5 ai 30 minuti all’aria aperta al sole, a seconda del tuo tipo di pelle.

Quali sono gli effetti collaterali delle gocce di vitamina D?

I sintomi comuni del sovradosaggio includono nausea, vomito e dolore addominale. Questi sintomi si verificano con dosi eccessive di circa 40.000 UI al giorno per diverse settimane.

Dosi estremamente elevate possono portare a ipercalcemia o avvelenamento da calcio.

Un sovradosaggio sostenuto fa sì che il corpo assorba più calcio dal cibo, ma allo stesso tempo dissolve troppo calcio dalle ossa.

Non ci sono effetti collaterali se il dosaggio è corretto. Tuttavia, il sovradosaggio può verificarsi se prendi una dose eccessiva di integratori di vitamina D. Dovresti seguire le raccomandazioni della Società Tedesca di Nutrizione a meno che tu non abbia una carenza confermata di vitamina D.

Dovrei prendere le gocce di vitamina D con la vitamina K2 allo stesso tempo?

A volte si raccomanda di prendere le gocce di vitamina D con la vitamina K2 allo stesso tempo. Quando prendi la vitamina D, il tuo corpo assorbe più calcio. La vitamina K2 fa sì che il calcio venga utilizzato correttamente.

Questa raccomandazione si applica solo se la vitamina D viene assunta per un lungo periodo di tempo. Tuttavia, dovresti sempre discutere con il tuo medico di quali integratori e in quale dosaggio sono sensati per te.

Quali alimenti sono ricchi di vitamina D?

Anche gli alimenti possono contenere vitamina D. La maggior parte degli alimenti che contengono vitamina D sono relativamente poveri di vitamina D, tuttavia. Puoi ottenere la vitamina D principalmente da cibi animali come il pesce grasso e le frattaglie, il che non è ideale per i vegani e i vegetariani.

Anche il formaggio, il latte e alcuni tipi di funghi contengono un po’ di vitamina D, ma questo non può sostituire gli integratori di vitamina D. (11, 12)

Idealmente, la maggior parte dei bisogni di vitamina D dovrebbe essere soddisfatta dal sole. Tuttavia, questo non è possibile durante i mesi invernali.

In questa tabella puoi vedere quanta vitamina D contengono diversi alimenti:

[Cibo; Vitamina D in microgrammi; Vitamina D in UI[/th]

Aringa 100 g 25 µg 1000
Salmone 16 µg 640
Ostriche 100 g 8 µg 320
Funghi 100 g 1.9 µg 76
Formaggio 100 g 1.3 µg 52

Come si verifica la carenza di vitamina D?

La maggior parte dei tedeschi soffre di carenza stagionale di vitamina D. Poiché il sole è la nostra fonte più importante di vitamina D, la carenza di vitamina D si verifica spesso nel buio dell’inverno.

La carenza stagionale si verifica principalmente in inverno e in autunno. (Fonte immagine: unsplash.com / Iva Rajović)

Per produrre abbastanza vitamina D nei mesi invernali, hai bisogno di integratori di vitamina D perché le riserve del tuo corpo sono solitamente esaurite. (13)

Come posso conservare correttamente le gocce di vitamina D?

Si raccomanda di conservare le gocce in un luogo buio dopo l’uso, poiché la vitamina D ha bisogno di essere protetta da luce, calore e umidità. Le gocce di vitamina D non devono essere conservate a più di 25 gradi Celsius.

Inoltre, le gocce di vitamina D non hanno una lunga durata di conservazione come le compresse o le capsule. Fai sempre attenzione alle istruzioni del produttore quando si tratta della durata minima di conservazione.

Fonte immagine: Fedorina / 123rf.com

Riferimenti (13)

1. An estimated 1 billion people worldwide, across all ethnicities and age groups, have a vitamin D deficiency (VDD). This pandemic of hypovitaminosis D can mainly be attributed to lifestyle (for example, reduced outdoor activities) and environmental (for example, air pollution) factors that reduce exposure to sunlight, which is required for ultraviolet-B (UVB)-induced vitamin D production in the skin.
Fonte

2. 448 adults were examined from February to mid-April 2012, 305 women and 143 men, aged 19 to 86 (mean 46.3 ± 14.9 years). Results obtained here demonstrate the necessity of implementing a monitoring and prophylaxis programme of vitamin D deficiency.
Fonte

3. Vitamin D is unique because it can be made in the skin from exposure to sunlight. Vitamin D exists in two forms. Vitamin D2 is obtained from the UV irradiation of the yeast sterol ergosterol and is found naturally in sun-exposed mushrooms. UVB light from the sun strikes the skin, and humans synthesize vitamin D3, so it is the most “natural” form.
Fonte

4. Vitamin D deficiency is common and may contribute to osteopenia, osteoporosis and falls risk in the elderly. Screening for vitamin D deficiency is important in high-risk patients, especially for patients who suffered minimal trauma fractures.
Fonte

5. Vitamin D deficiency in breastfed infants & the need for routine vitamin D supplementation. Infants who are exclusively breastfed but who do not receive supplemental vitamin D or adequate sunlight exposure are at increased risk of developing vitamin D deficiency and/or rickets.
Fonte

6. Vitamin D insufficiency is more prevalent among African Americans (blacks) than other Americans and, in North America, most young, healthy blacks do not achieve optimal 25-hydroxyvitamin D [25(OH)D] concentrations at any time of year.
Fonte

7. The majority of patients with vitamin D deficiency are asymptomatic; however, some symptoms to watch for are generalized weakness, fatigue, muscle aches, muscle twitching (fasciculations), osteoporosis, osteomalacia, and depression. In children, irritability, lethargy, developmental delay, bone changes, or fractures are important symptoms of vitamin D deficiency.
Fonte

8. Effect of Correction of Low Vitamin D in Fatigue Study (EViDiF Study). Prevalence of low vitamin D was 77.2% in patients who presented with fatigue. After normalization of vitamin D levels fatigue symptom scores improved significantly (P < 0.001) in all five subscale categories of fatigue assessment questionnaires.
Fonte

9. Vitamin D is well known for its classic role in the maintenance of bone mineral density. However, vitamin D also has an important “non-classic” influence on the body’s immune system by modulating the innate and adaptive immune system, influencing the production of important endogenous antimicrobial peptides such as cathelicidin, and regulating the inflammatory cascade.
Fonte

10. Vitamin D nimmt unter den Vitaminen eine Sonderstellung ein, da es sowohl über die Ernährung zugeführt als auch vom Menschen selbst durch UVB-Lichtexposition (Sonnenbestrahlung) gebildet wird. Die Zufuhr über die Ernährung mit den üblichen Lebensmitteln reicht nicht aus, um den Schätzwert für eine angemessene Zufuhr bei fehlender endogener Synthese zu erreichen, der die gewünschte Versorgung (25-Hydroxyvitamin-D-Serumkonzentration) in Höhe von mindestens 50 nmol/l sicherstellt. Die Differenz muss über die endogene Synthese und/oder über die Einnahme eines Vitamin-D-Präparats gedeckt werden. Bei häufiger Sonnenbestrahlung kann die gewünschte Versorgung ohne die Einnahme eines Vitamin-D-Präparats erreicht werden.
Fonte

11. Only a limited number of foods naturally contain vitamin D. Good sources of vitamin D(3) are fish (not only fatty fish), egg yolk, and offal such as liver. Some foods such as milk are fortified with vitamin D in some countries.
Fonte

12. Elderly subjects are at risk of insufficient vitamin D status mainly because of diminished capacity for cutaneous vitamin D synthesis. In cases of insufficient endogenous production, vitamin D status depends on vitamin D intake. The main sources of dietary vitamin D were fish/fish products followed by eggs, fats/oils, bread/bakery products, and milk/dairy products.
Fonte

13. Vitamin D deficiency arises from multiple causes including inadequate dietary intake and inadequate exposure to sunlight. About 50% to 90% of vitamin D is absorbed through the skin via sunlight while the rest comes from the diet.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Vitamina D: la vitamina del "sole"
An estimated 1 billion people worldwide, across all ethnicities and age groups, have a vitamin D deficiency (VDD). This pandemic of hypovitaminosis D can mainly be attributed to lifestyle (for example, reduced outdoor activities) and environmental (for example, air pollution) factors that reduce exposure to sunlight, which is required for ultraviolet-B (UVB)-induced vitamin D production in the skin.
Vai alla fonte
Studio scientifico
448 adults were examined from February to mid-April 2012, 305 women and 143 men, aged 19 to 86 (mean 46.3 ± 14.9 years). Results obtained here demonstrate the necessity of implementing a monitoring and prophylaxis programme of vitamin D deficiency.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Vitamin D is unique because it can be made in the skin from exposure to sunlight. Vitamin D exists in two forms. Vitamin D2 is obtained from the UV irradiation of the yeast sterol ergosterol and is found naturally in sun-exposed mushrooms. UVB light from the sun strikes the skin, and humans synthesize vitamin D3, so it is the most “natural” form.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Vitamin D deficiency is common and may contribute to osteopenia, osteoporosis and falls risk in the elderly. Screening for vitamin D deficiency is important in high-risk patients, especially for patients who suffered minimal trauma fractures.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Vitamin D deficiency in breastfed infants & the need for routine vitamin D supplementation. Infants who are exclusively breastfed but who do not receive supplemental vitamin D or adequate sunlight exposure are at increased risk of developing vitamin D deficiency and/or rickets.
Vai alla fonte
Vitamina D e afroamericani.
Vitamin D insufficiency is more prevalent among African Americans (blacks) than other Americans and, in North America, most young, healthy blacks do not achieve optimal 25-hydroxyvitamin D [25(OH)D] concentrations at any time of year.
Vai alla fonte
Studio scientifico
The majority of patients with vitamin D deficiency are asymptomatic; however, some symptoms to watch for are generalized weakness, fatigue, muscle aches, muscle twitching (fasciculations), osteoporosis, osteomalacia, and depression. In children, irritability, lethargy, developmental delay, bone changes, or fractures are important symptoms of vitamin D deficiency.
Vai alla fonte
La correzione della vitamina D bassa migliora la fatica
Effect of Correction of Low Vitamin D in Fatigue Study (EViDiF Study). Prevalence of low vitamin D was 77.2% in patients who presented with fatigue. After normalization of vitamin D levels fatigue symptom scores improved significantly (P < 0.001) in all five subscale categories of fatigue assessment questionnaires.
Vai alla fonte
Il ruolo della vitamina D nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni
Vitamin D is well known for its classic role in the maintenance of bone mineral density. However, vitamin D also has an important “non-classic” influence on the body’s immune system by modulating the innate and adaptive immune system, influencing the production of important endogenous antimicrobial peptides such as cathelicidin, and regulating the inflammatory cascade.
Vai alla fonte
Vitamina D (Calciferolo)
Vitamin D nimmt unter den Vitaminen eine Sonderstellung ein, da es sowohl über die Ernährung zugeführt als auch vom Menschen selbst durch UVB-Lichtexposition (Sonnenbestrahlung) gebildet wird. Die Zufuhr über die Ernährung mit den üblichen Lebensmitteln reicht nicht aus, um den Schätzwert für eine angemessene Zufuhr bei fehlender endogener Synthese zu erreichen, der die gewünschte Versorgung (25-Hydroxyvitamin-D-Serumkonzentration) in Höhe von mindestens 50 nmol/l sicherstellt. Die Differenz muss über die endogene Synthese und/oder über die Einnahme eines Vitamin-D-Präparats gedeckt werden. Bei häufiger Sonnenbestrahlung kann die gewünschte Versorgung ohne die Einnahme eines Vitamin-D-Präparats erreicht werden.
Vai alla fonte
La vitamina D negli alimenti e negli integratori
Only a limited number of foods naturally contain vitamin D. Good sources of vitamin D(3) are fish (not only fatty fish), egg yolk, and offal such as liver. Some foods such as milk are fortified with vitamin D in some countries.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Elderly subjects are at risk of insufficient vitamin D status mainly because of diminished capacity for cutaneous vitamin D synthesis. In cases of insufficient endogenous production, vitamin D status depends on vitamin D intake. The main sources of dietary vitamin D were fish/fish products followed by eggs, fats/oils, bread/bakery products, and milk/dairy products.
Vai alla fonte
Carenza di vitamina D
Vitamin D deficiency arises from multiple causes including inadequate dietary intake and inadequate exposure to sunlight. About 50% to 90% of vitamin D is absorbed through the skin via sunlight while the rest comes from the diet.
Vai alla fonte
Recensioni