Ultimo aggiornamento: 29/09/2021

Il nostro metodo

26Prodotti analizzati

37Ore di lavoro

11Fonti e riferimenti usati

89Commenti valutati

Primo paragrafo: La vitamina D3, o colecalciferolo, appartiene al gruppo delle vitamine liposolubili. La vitamina D è particolarmente importante nel metabolismo osseo. La vitamina è fondamentale per la mineralizzazione delle ossa. Promuove l’assorbimento di calcio e fosfato dall’intestino e successivamente la loro incorporazione nelle ossa. La vitamina D è anche importante nei processi metabolici del corpo, per esempio nella formazione delle proteine. Inoltre, gioca un ruolo nel controllo di alcuni geni. Il test delle gocce di vitamina D3 2022 ti mostra quali criteri cercare quando acquisti le gocce. Troverai anche informazioni sull’argomento della vitamina D. Il test dovrebbe renderti più facile prendere una decisione di acquisto e rispondere alle domande più comuni sulla vitamina D.




Sommario

  • La vitamina D gioca un ruolo importante nel corpo umano. Regola il metabolismo del calcio e del fosfato ed è coinvolto in vari processi metabolici. Una mancanza di vitamina D può quindi avere un effetto negativo sul benessere. I sintomi includono perdita di capelli, affaticamento o nervosismo.
  • Le gocce di vitamina D3 sono una possibilità per assumere vitamina D se l’apporto attraverso la luce solare o il cibo non è garantito o una carenza cronica è stata dimostrata da un medico.
  • Le gocce di vitamina D3 di solito consistono solo di vitamina D e olio come supporto. Sono disponibili anche versioni vegetariane e vegane. Le gocce sono quindi adatte a gran parte della popolazione.

Vitamina D3 gocce: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Criteri di acquisto e valutazione delle gocce di vitamina D3

Quando acquisti gocce di vitamina D3, dovresti prestare attenzione a diversi aspetti. I più importanti sono spiegati di seguito.

Facendo la scelta giusta per te, puoi assicurarti che non stai dando al tuo corpo qualcosa di cui non ha bisogno.

Additivi

Le gocce di vitamina D3 dovrebbero preferibilmente essere composte solo da vitamina D3 e un vettore, come l’olio. Tuttavia, ci sono anche gocce disponibili che contengono altre sostanze come alcol o antiossidanti. Quando compri le gocce, dovresti assicurarti che non contengano additivi o che ne contengano pochi. I conservanti e i coloranti dovrebbero essere evitati in particolare.

Dosaggio

In Europa e Nord America, tra 20 e 50 microgrammi (µg) o da 800 a 2.000 Unità Internazionali (UI) al giorno sono raccomandati come dose massima (1). Tuttavia, il fabbisogno può essere maggiore se c’è una carenza di vitamina D confermata. Se questo non è il caso, una confezione più piccola è più adatta perché questo assicura che le gocce siano utilizzate entro la loro durata di conservazione. Se hai bisogno di una dose maggiore, si raccomanda di acquistare una confezione più grande.

Età quantità in UI
Neonato da 400 a 500 UI
Adulto da 800 a 2.000 UI

Nota che qualsiasi assunzione superiore a 800 UI dovrebbe essere presa solo se un medico ha diagnosticato una carenza di vitamina D. I bambini e gli adolescenti dovrebbero ricevere una dose compresa tra 500 UI e 800 UI, tenendo conto dell’età e del peso corporeo. Anche da neonati, la carenza di vitamina D può essere presente. Uno studio ha dimostrato che i bambini allattati esclusivamente al seno e che non ricevono altri apporti di vitamina D e non sono esposti regolarmente alla luce del sole sono a maggior rischio di carenza e/o di sviluppare il rachitismo (2).

Idoneità

Come vegano o vegetariano, puoi anche scegliere il prodotto giusto per la tua dieta quando si tratta di gocce di vitamina D3. Le gocce sono solitamente fatte di lanolina, conosciuta anche come cera di lana o grasso di lana. Questo si trova nella lana delle pecore.

Le gocce vegane sono fatte con licheni, funghi e/o olio di cocco.

Gocce ottenute in questo modo non sono adatte a vegani o vegetariani. Dovresti quindi controllare attentamente quali ingredienti si trovano nelle gocce di vitamina D3 se normalmente segui uno stile di vita vegano o vegetariano. Ora puoi scegliere tra diverse alternative vegane o vegetariane per trovare le gocce di vitamina D3 giuste per te.

Shelf life

Le gocce di vitamina D3 hanno una durata di conservazione più breve rispetto alle capsule o alle compresse. L’olio utilizzato gioca un ruolo nella durata di conservazione. Gli oli di cocco sono più stabili degli oli vegetali. Se prendi in considerazione gli ingredienti prima dell’acquisto, saprai prima se le gocce avranno una durata di conservazione più breve o più lunga. La durata di conservazione delle gocce di vitamina D3 è ottimale se vengono conservate al buio dopo l’apertura.

Guida: Le domande più frequenti sulla vitamina D3 in gocce con risposte dettagliate

Per fornirti informazioni complete sull’efficacia della vitamina D3 in gocce e per darti una comprensione dello stato attuale della scienza, abbiamo riassunto tutte le informazioni importanti nelle seguenti sezioni.

Cos’è la vitamina D e come funziona?

La vitamina D è usata come termine generico per un gruppo di steroidi seco. Si fa una distinzione tra la vitamina D2 e la vitamina D3. La vitamina D2 è sintetica, la vitamina D3 si trova nei cibi animali (3). Una caratteristica speciale della vitamina D è che può essere formata dal corpo stesso, poiché un precursore è già presente nel corpo. Si forma quando la pelle è esposta alla luce del sole. Questo processo fornisce gran parte della fornitura di vitamina D. La vitamina D può anche essere ingerita attraverso il cibo (4).

Assorbimento dei minerali

Un adeguato apporto di vitamina D regola il metabolismo del calcio e dei fosfati e quindi favorisce l’indurimento delle ossa. Se la concentrazione di vitamina D nel sangue è troppo bassa, il calcio non può essere utilizzato dal corpo e viene escreto. Con un apporto sufficiente di vitamina D, il calcio e il fosforo sono ben assorbiti e possono essere utilizzati. La vitamina D può quindi contribuire alla salute delle ossa.

Muscoli

La vitamina D gioca anche un ruolo importante in relazione ai muscoli. I muscoli hanno bisogno della vitamina D come nutriente.

Vitamin D3 Tropfen

Anche gli atleti possono soffrire di carenza di vitamina D. Questo può influenzare i risultati dell’allenamento o addirittura portare a delle lesioni. (Fonte immagine: John Arano/Unsplash)

Uno studio dimostra che la vitamina D ha un effetto positivo sui muscoli. Una mancanza di vitamina D può portare all’indebolimento dei muscoli. Se la vitamina D viene integrata, la forza muscolare migliora (5).

Quali conseguenze può avere la carenza di vitamina D?

Le persone che si espongono raramente al sole sono suscettibili alla carenza di vitamina D. Questo è in parte dovuto al fatto che passano raramente del tempo all’aperto o perché devono stare in casa a causa dell’immobilità. Inoltre, le persone che soffrono di malattie gastrointestinali, epatiche o renali o che assumono farmaci possono soffrire di carenza di vitamina D (6). La carenza di vitamina D si ha quando la concentrazione è inferiore a 25 nanomoli per litro (nmol/l) di vitamina D nel sangue. Si dice che una carenza grave sia inferiore a 10 nmol/l. Una carenza di vitamina D può manifestarsi in vari modi

  • Problemi di pelle
  • Fatica
  • Depressione
  • Disturbi del sonno
  • Pensiero rallentato
  • Debolezza muscolare e crampiDolore alle ginocchia e alla schiena

I sintomi di Witere possono anche includere una maggiore suscettibilità alle infezioni e alle infezioni batteriche, fratture ossee, iperfunzione delle ghiandole paratiroidi e osteoporosi. (7)

Quando e per chi è utile prendere le gocce di vitamina D3?

L’assunzione di gocce di vitamina D3 può essere utile per alcuni gruppi della società. Questo vale per i neonati, gli anziani e le persone che fanno poco esercizio all’aperto.

Vitamin D3 Tropfen

Specialmente se date ai bambini, le gocce di vitamina D dovrebbero essere fatte con sostanze puramente naturali. (Fonte immagine: Jonathan Borba / Unsplash)

Inoltre, l’integrazione con gocce di vitamina D3 ha senso se una carenza cronica di vitamina D è stata diagnosticata da un medico (8).

Possono verificarsi effetti collaterali quando si prendono le gocce di vitamina D3?

Nessun sovradosaggio di vitamina D può avvenire tramite la dieta o la produzione di vitamina D del corpo.
L’overdose può verificarsi acutamente o gradualmente.

L’assunzione di alte dosi di farmaci, il consumo eccessivo di alimenti con un alto contenuto di vitamina D o integratori alimentari come le gocce di vitamina D3 possono portare ad un avvelenamento. La ragione è che la vitamina D può essere immagazzinata nel grasso e nel tessuto muscolare. Se il corpo riceve molta vitamina D, il livello di calcio aumenta. Le conseguenze sono perdita di appetito, crampi addominali, incoscienza, vomito o nausea. In casi particolarmente gravi, possono verificarsi danni ai reni o aritmia cardiaca. Nel caso peggiore, un’overdose è fatale (9)

Come dovrebbero essere dosate le gocce di vitamina D3?

Il dosaggio delle gocce di vitamina D3 dipende da diversi fattori, come l’età, la capacità di assorbimento e il periodo dell’anno. In Europa e Nord America, tra 20 e 50 microgrammi (µg) o 800 e 2.000 Unità Internazionali (UI) al giorno sono raccomandati come dose massima per gli adulti. (10) . Dato che meno luce solare tende ad essere assorbita in inverno, una dose più alta di solito deve essere presa in questi mesi.

Quali sono le alternative alla vitamina D3 in gocce?

Le alternative alla vitamina D3 in gocce possono essere compresse o capsule. Questa forma di vitamina D3 può essere più economica e avere una durata di conservazione più lunga. Tuttavia, ci sono anche alternative naturali.

Nutrition

Un’alternativa alle gocce può anche essere l’assunzione attraverso il cibo. Il pesce in particolare contiene vitamina D (11). Gli alimenti animali che contengono quantità particolarmente elevate di vitamina D3 sono elencati qui:

Cibo contenuto di vitamina D in IU
Ostriche 320 IU
Aringa (100gr) 1000 IU
Salmone (100gr) 640 IU

Poiché i vegani non mangiano affatto prodotti animali, molti alimenti sono fuori questione per loro. Possono usare i funghi come fonte di vitamina D nella loro dieta. Ci sono anche alimenti che sono adatti all’assunzione di vitamina D in una dieta vegetariana, tra cui formaggio, uova e burro.

Vitamin D3 Tropfen

Il contenuto di vitamina D dei funghi è di 76 IU. (Fonte immagine: Alexandr Dzyuba / Unsplash)

Luce solare

Un’altra alternativa è quella di prendere la luce del sole. Camminare da 15 a 30 minuti circa quattro volte a settimana in estate può aiutare. Questo rifornisce anche la riserva di vitamina D per l’inverno.

Fonte immagine: Olga Yastremska / 123rf

Riferimenti (11)

1. Rehberg, Carina: Vitamin D – Die richtige Einnahme in: Zentrum der Gesundheit, Stand: 11.11.2020.
Fonte

2. S. Balasubramanian: Vitamin D deficiency in breastfed infants & the need for routine vitamin D supplementation in: Indian J Med Res. 2011 Mar; 133(3): 250–252. Säuglinge, die ausschließlich gestillt werden, aber kein zusätzliches Vitamin D oder keine ausreichende Sonneneinstrahlung erhalten, haben ein erhöhtes Risiko, einen Vitamin-D-Mangel und / oder Rachitis zu entwickeln.
Fonte

3. Gröber, Uwe: Vitamin D (Calciferole, Vitamin-D-Hormon) in: Deutsche Apotheker Zeitung 50/2007.
Fonte

4. o.A.: Ausgewählte Fragen und Antworten zu Vitamin D. Gemeinsame FAQ des BfR, der DGE und des MRI vom 22. Oktober 2012 in: Deutsche Gesellschaft für Ernährung e.V. Vitamin D kann im Körper selbst gebildet werden. Dies geschieht durch Sonneneinstrahlung und über die Aufnahme bestimmter Nahrung.
Fonte

5. Chiang, Chien-Ming Ismaeel, Ahmed, Griffis, Rachel B., Weems, Suzy: Effects of Vitamin D Supplementation on Muscle Strength in Athletes: A Systematic Review in: National Library of Medicine, 2017 Feb;31(2):566-574. PMID: 27379960 DOI: 10.1519/JSC.0000000000001518 Die Aufnahme von Vitamin D3 zeigt einen positiven Effekt auf die Muskelkraft bei Sportlern.
Fonte

6. o.A.: Antworten des Robert Koch-Instituts auf häufig gestellte Fragen zu Vitamin D, RKI Gesundheit A-Z, 2019. Zu den Risikogruppen zählen auch Menschen, die an chronischen Magen-Darm, Leber- oder Nierenerkrankungen leiden oder Medikamente einnehmen, die den Vitamin-D-Stoffwechsel beeinträchtigen.
Fonte

7. o.A.: Nuklearmediziner warnen vor Vitamin-D-Mangel in: aerzteblatt.de (03.04.2013). In diesem Artikel wird ein Vitamin-D-Mangel näher erläutert, sowie die auftretenden Symptome dargestellt. Ein Mangel von weniger als 10 nmol/l kann den ganzen Körper betreffen: Zu den Beschwerden zählen Müdigkeit, verlangsamtes Denken, Depression, Muskelschwäche und -krämpfe, Schmerzen in den Knien und im Rücken, Schlafstörungen, Hautprobleme, erhöhte Anfälligkeit für Infekte und bakterielle Infektionen, Knochenbrüche, Überfunktion der Nebenschilddrüsen, Osteoporose und schmerzhafte Knochenerweichung.
Fonte

8. o.A.: Nahrungsergänzungsmittel. Sind Vitamin D-Tabletten sinnvoll? Experten halten die Einnahme von zusätzlichem Vitamin D bei Säuglinge, voll verschleierte Menschen, Menschen mit dunkler Hautfarbe und Senioren, die nicht mobil sind, für sinnvoll.
Fonte

9. o.A. Antworten des Robert Koch-Instituts auf häufig gestellte Fragen zu Vitamin D in: Robert Koch Institut, 2018. Neben einem Mangel an Vitamin D kann auch kann es auch zur einer Intoxikation kommen. Dies ist darauf zurückzuführen, dass Vitamin D als fettlösliches Vitamin im Fett- und Muskelgewebe gespeichert werden kann.
Fonte

10. Rehberg, Carina: Vitamin D – Die richtige Einnahme in: Zentrum der Gesundheit, Stand: 11.11.2020. 50 µg bzw. 2.000 IE pro Tag gelten in Europa und Nordamerika als empfohlene Maximaldosis. Allerdings zeigen klinische Studien, dass auch die langfristige Einnahme von 10.000 IE keine Risiken mit sich bringt.
Fonte

11. Christel Lamberg-Allardt: Vitamin D in foods and as supplements in: National Library of Medicine, 2006 Sep;92(1):33-8. doi: 10.1016/j.pbiomolbio.2006.02.017. Nur eine begrenzte Anzahl von Lebensmitteln enthält natürlicherweise Vitamin D. Gute Quellen für Vitamin D (3) sind Fisch (nicht nur fetter Fisch), Eigelb und Innereien. Einige Lebensmittel wie Milch sind in einigen Ländern mit Vitamin D angereichert.
Fonte

Wissenschaftlicher Artikel
Rehberg, Carina: Vitamin D – Die richtige Einnahme in: Zentrum der Gesundheit, Stand: 11.11.2020.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
S. Balasubramanian: Vitamin D deficiency in breastfed infants & the need for routine vitamin D supplementation in: Indian J Med Res. 2011 Mar; 133(3): 250–252. Säuglinge, die ausschließlich gestillt werden, aber kein zusätzliches Vitamin D oder keine ausreichende Sonneneinstrahlung erhalten, haben ein erhöhtes Risiko, einen Vitamin-D-Mangel und / oder Rachitis zu entwickeln.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Gröber, Uwe: Vitamin D (Calciferole, Vitamin-D-Hormon) in: Deutsche Apotheker Zeitung 50/2007.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
o.A.: Ausgewählte Fragen und Antworten zu Vitamin D. Gemeinsame FAQ des BfR, der DGE und des MRI vom 22. Oktober 2012 in: Deutsche Gesellschaft für Ernährung e.V. Vitamin D kann im Körper selbst gebildet werden. Dies geschieht durch Sonneneinstrahlung und über die Aufnahme bestimmter Nahrung.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Chiang, Chien-Ming Ismaeel, Ahmed, Griffis, Rachel B., Weems, Suzy: Effects of Vitamin D Supplementation on Muscle Strength in Athletes: A Systematic Review in: National Library of Medicine, 2017 Feb;31(2):566-574. PMID: 27379960 DOI: 10.1519/JSC.0000000000001518 Die Aufnahme von Vitamin D3 zeigt einen positiven Effekt auf die Muskelkraft bei Sportlern.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
o.A.: Antworten des Robert Koch-Instituts auf häufig gestellte Fragen zu Vitamin D, RKI Gesundheit A-Z, 2019. Zu den Risikogruppen zählen auch Menschen, die an chronischen Magen-Darm, Leber- oder Nierenerkrankungen leiden oder Medikamente einnehmen, die den Vitamin-D-Stoffwechsel beeinträchtigen.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
o.A.: Nuklearmediziner warnen vor Vitamin-D-Mangel in: aerzteblatt.de (03.04.2013). In diesem Artikel wird ein Vitamin-D-Mangel näher erläutert, sowie die auftretenden Symptome dargestellt. Ein Mangel von weniger als 10 nmol/l kann den ganzen Körper betreffen: Zu den Beschwerden zählen Müdigkeit, verlangsamtes Denken, Depression, Muskelschwäche und -krämpfe, Schmerzen in den Knien und im Rücken, Schlafstörungen, Hautprobleme, erhöhte Anfälligkeit für Infekte und bakterielle Infektionen, Knochenbrüche, Überfunktion der Nebenschilddrüsen, Osteoporose und schmerzhafte Knochenerweichung.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
o.A.: Nahrungsergänzungsmittel. Sind Vitamin D-Tabletten sinnvoll? Experten halten die Einnahme von zusätzlichem Vitamin D bei Säuglinge, voll verschleierte Menschen, Menschen mit dunkler Hautfarbe und Senioren, die nicht mobil sind, für sinnvoll.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
o.A. Antworten des Robert Koch-Instituts auf häufig gestellte Fragen zu Vitamin D in: Robert Koch Institut, 2018. Neben einem Mangel an Vitamin D kann auch kann es auch zur einer Intoxikation kommen. Dies ist darauf zurückzuführen, dass Vitamin D als fettlösliches Vitamin im Fett- und Muskelgewebe gespeichert werden kann.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Rehberg, Carina: Vitamin D – Die richtige Einnahme in: Zentrum der Gesundheit, Stand: 11.11.2020. 50 µg bzw. 2.000 IE pro Tag gelten in Europa und Nordamerika als empfohlene Maximaldosis. Allerdings zeigen klinische Studien, dass auch die langfristige Einnahme von 10.000 IE keine Risiken mit sich bringt.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Christel Lamberg-Allardt: Vitamin D in foods and as supplements in: National Library of Medicine, 2006 Sep;92(1):33-8. doi: 10.1016/j.pbiomolbio.2006.02.017. Nur eine begrenzte Anzahl von Lebensmitteln enthält natürlicherweise Vitamin D. Gute Quellen für Vitamin D (3) sind Fisch (nicht nur fetter Fisch), Eigelb und Innereien. Einige Lebensmittel wie Milch sind in einigen Ländern mit Vitamin D angereichert.
Vai alla fonte
Recensioni