Ultimo aggiornamento: 04/10/2021

Cosa dovrei sapere prima di aprire un conto Viventor? Qual è stata la mia esperienza con Viventor? Quanto è sicuro Viventor? Ci sono dei bonus speciali? C’è una garanzia di riacquisto? E il ritorno sull’investimento?

Per investire i tuoi soldi su una piattaforma P2P come Viventor, tale piattaforma dovrebbe ovviamente avere un certo livello di sicurezza o di affidabilità. Pertanto, abbiamo esaminato tutti gli aspetti importanti di Viventor nel seguito.

In questo modo, puoi fare la tua prima esperienza con la piattaforma senza mettere a rischio i tuoi soldi.




I fatti più importanti

  • Viventor è una piattaforma P2P dove gli investitori possono ottenere alti rendimenti attraverso alti tassi di interesse. Tuttavia, questo viene con alcuni rischi, nonostante le garanzie delle piattaforme.
  • La piattaforma ha sollevato alcune domande in passato. Tuttavia, questi non sembrano aver avuto ancora un impatto negativo sugli investitori.
  • Investire sul sito web di Viventor è semplice e chiaro. Puoi accedere velocemente e trovare facilmente la tua strada. Questo è anche aiutato dal conto demo. Con questo avrai una prima visione della piattaforma e delle sue funzioni come Autoinvest.

Esperienza Viventor: Cosa dovresti sapere

Prima di iniziare ad investire, vuoi informarti a fondo. Questo naturalmente include le esperienze degli utenti. O meglio, le domande che le persone si pongono quando vogliono investire in piattaforme P2P.

Ecco perché abbiamo compilato alcuni rapporti di esperienza e domande frequenti qui sotto. Questo ti darà una buona impressione di Viventor.

Cos’è Viventor?

Viventor è una piattaforma P2P dalla Lettonia. Gli investitori privati possono investire in vari prestiti. Questi prestiti hanno un alto tasso d’interesse, che permette agli investitori di guadagnare fino al 14% di rendimento annuale.

I prestiti su Viventor provengono da diversi paesi e fornitori di prestiti. Poi scegli i prestiti in cui vuoi investire. Tutte le informazioni importanti sono visualizzate sulla piattaforma. Pertanto, Viventor è una piattaforma di fornitori che ti indirizza a diversi prestiti (1).

Cos’è il P2P?

P2P è l’abbreviazione di peer-to-peer o private-to-private. Queste sono piattaforme dove i prestiti o i crediti sono investiti da investitori privati a mutuatari privati.

A questo proposito, le piattaforme P2P, come Viventor o Mintos, sono una rete su cui si accumulano prestiti con alti tassi di interesse.

Investire sulle piattaforme P2P è associato a rischi molto alti.

L’investitore privato può quindi scegliere uno dei prestiti e investire in esso.

Tuttavia, il rischio è molto alto perché la sicurezza di un istituto di credito non è fornita con il P2P. In generale, va ricordato che investire su queste piattaforme è sempre associato a rischi molto alti.

Tuttavia, il profitto è anche più alto che con altri investimenti (2).

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di Viventor?

Prima di immergerci più a fondo nella questione, ecco un breve riassunto. Questo ti darà una prima panoramica dei vantaggi e degli svantaggi di Viventor:

Vantaggi
  • Conto molto facile e veloce da aprire
  • garanzia di riacquisto
  • buoni rendimenti
  • panoramica facile e chiara attraverso i crediti e la piattaforma
  • bonus in contanti all’apertura del conto
  • conto demo per familiarizzare con la piattaforma
  • molta enfasi è posta sulla sicurezza degli investitori
  • nessuna tassa nascosta, all’apertura del conto o in seguito
  • reddito passivo attraverso Autoinvest
Svantaggi
  • Il sito web di Viventor non è in tedesco
  • la trasparenza dell’azienda è discutibile in alcuni punti
  • alle domande aperte non si può rispondere

Nel seguito troverai dichiarazioni dettagliate sui singoli punti. In questo modo vogliamo assicurarci che tutte le tue domande abbiano una risposta.

Cosa dovrei cercare quando investo denaro con Viventor?

Ci sono molti rapporti di esperienze da buone a molto buone con Viventor. Naturalmente, Viventor è e rimane una piattaforma P2P. Questo comporta alcuni rischi (3). Un aspetto positivo è che l’azienda dà molta importanza alla sicurezza dei suoi investitori.

Tuttavia, ci sono esperienze con Viventor che mettono in dubbio la trasparenza dell’azienda. Da un lato, viene promesso che anche se la piattaforma fallisce, tu riavrai i tuoi soldi.

Questo dovrebbe accadere perché Viventor tiene i soldi dei suoi investitori in un conto “separato”. In caso di insolvenza, il denaro trasferito dal conto separato ti verrà restituito (4).

Naturalmente, questo solleva la questione di come esattamente questo sia possibile? L’azienda non sembra avere una risposta a questa domanda.

La ricerca è la chiave per investire i tuoi soldi in modo saggio. (Fonte immagine: Unsplash / Stephen Dawson)

D’altra parte, ci sono forti dubbi sulla trasparenza di Viventor. Un esempio: nel 2020 i proprietari di Viventor sono cambiati e anche i processi di pagamento sono stati cambiati.

Non è chiaro perché questo sia successo o se questi cambiamenti avranno conseguenze per gli investitori Inoltre, quando si tratta delle tasse di ritardo di Viventor ai prestatori, l’azienda è molto tranquilla (4).

Nel complesso, sembra esserci una mancanza di trasparenza da parte di Viventor verso gli investitori su alcune questioni.

Quali sono i primi passi per investire su Viventor?

Chi vuole passare molto tempo ad accedere, registrarsi, ecc Vorresti iniziare ad investire subito. Pertanto, abbiamo verificato quanto velocemente questi primi passi, cioè l’apertura di un account, funzionano con Viventor e a cosa devi essere preparato.

Vai al sito web di Viventor

Prima che possa succedere qualcosa, ovviamente, dovresti andare sulla piattaforma stessa. Quindi apri il sito web di Viventor e segui i prossimi passi. Puoi trovare facilmente la piattaforma inserendo Viventor nella ricerca del tuo browser.

Registrati

Dopo aver aperto la pagina, clicca sul pulsante “Registrati”. Lì ti verranno chiesti i tuoi dati personali. Dopodiché, Viventor richiede un documento d’identità, perché devi avere 18 anni per accedere. Puoi caricare il tuo passaporto o la tua carta d’identità.

Loggato in

Una volta che hai completato i passaggi precedenti, sei loggato. Ora arriverai ad una pagina panoramica. Lì puoi vedere il saldo del tuo conto e le transazioni del conto.

Quando accedi per la prima volta, ti verrà chiesto se vuoi impostare l’autoinvestimento o se preferisci gestire i tuoi investimenti manualmente. Ora ci immergiamo più a fondo nel mondo degli investimenti P2P.

Investire

Per investire denaro su Viventor, devi prima depositare del denaro. Questo significa trasferire denaro dal tuo normale conto bancario al tuo conto Viventor tramite bonifico SEPA.

Puoi trovare le informazioni per questo nella voce di menu “Deposito/prelievo”. Un minimo di 50 euro deve essere trasferito per iniziare ad investire. Un minimo di 10 euro deve essere depositato per ogni prestito.

Dopo aver trovato o filtrato un prestito adatto, puoi cliccare sul rispettivo prestito e ottenere tutte le informazioni decisive in una forma chiara.

Qui troverai informazioni importanti come l’importo del prestito, la durata, ecc. a colpo d’occhio. Una volta che hai deciso, puoi inserire l’importo che vuoi investire e semplicemente cliccare su investi.

Cos’è Autoinvest e come posso impostarlo?

Molte piattaforme P2P offrono l’autoinvestimento, incluso Viventor. Autoinvest è una funzione in cui imposti il tipo di prestiti in cui vuoi investire all’inizio. Seleziona i criteri in modo che Viventor possa trovare i prestiti per te in base alle tue esigenze e investirli automaticamente.

Finché hai soldi nel tuo conto Viventor, investirà per te in background secondo i tuoi desideri (5).

Autoinvest di Viventor è strutturato come segue

  • Nome del portafoglio: dato che puoi impostare diversi portafogli, è importante identificarli per nome. Questi possono anche funzionare in parallelo.
  • Dimensione del portafoglio: Qui specifichi l’importo totale che stai fornendo per questo portafoglio. Solo questo importo sarà investito da Autoinvest.
  • Investimento massimo in un prestito: Quanti soldi vuoi investire in un prestito? Inserisci questa somma qui.
  • Interesse: Affinché Autoinvest trovi il giusto tasso di interesse per te, devi specificare l’intervallo del tasso di interesse. Solo all’interno di questo intervallo il prestito sarà investito.
  • Termine rimanente in mesi: Quanto dovrebbe durare il prestito? In altre parole, in quale termine vuoi recuperare i tuoi soldi investiti. Puoi anche inserire questo.
  • LTV massimo, %: LTV è un valore che determina il rapporto tra il collaterale e il prestito. Generalmente, più alto è l’importo del prestito, più alto è il rischio, cioè il LTV.
  • Tipo di prestito: che sia un prestito al consumo, un prestito immobiliare o un altro tipo di prestito, qui puoi decidere in quale vuoi investire.
  • Paesi: Dal momento che Viventor compila prestiti da vari paesi, puoi ovviamente decidere quali paesi sono in discussione per te come luogo di investimento. In altre parole, da quali paesi dovrebbe provenire il prestito in cui vuoi investire.
  • Prestatori: ci sono diversi prestatori. Per esempio, per Viventor ci sono i prestatori Atlantis, Twinero e molti altri. In questa colonna puoi inserire quelli in cui vuoi investire.
  • Garanzia di riacquisto/rimborso: qui specifichi se vuoi avere una garanzia di riacquisto o di rimborso, entrambe o nessuna. Queste garanzie sono per la tua sicurezza e sono offerte in molti dei prestiti di Viventor.

Con l’aiuto di questi criteri di Viventor, puoi anche creare diversi portafogli. Puoi anche metterli in pausa o cancellarli in qualsiasi momento. In questo modo puoi costruire un reddito passivo.

Nota che se configuri Autoinvest, puoi investire solo nel mercato primario, non nel mercato secondario. Naturalmente puoi anche gestire i tuoi investimenti manualmente.

Troverai anche informazioni su questo sulla piattaforma. Tuttavia, se vuoi impostare i tuoi investimenti manualmente, dovresti prenderti del tempo e informarti bene.

Com’è il mercato primario di Viventor?

Nel mercato primario, le società di credito offrono il loro credito agli investitori. In altre parole, il mercato primario è una sorta di mercato principale in cui i prestatori esterni, come Twinero, forniscono prestiti alla piattaforma.

Tutti i prestiti liberi sono poi esposti sul mercato primario. Lì ottieni anche tutte le informazioni importanti di cui hai bisogno prima di decidere sul prestito (2).

Su Viventor puoi impostare un filtro in modo da trovare in anticipo i prestiti adatti secondo i tuoi desideri. Inoltre, la barra sulla destra mostra se il prestito è garantito. Questo è indicato da un segno di sicurezza, proprio come su Mintos e altre piattaforme P2P.

Che mi dici del rendimento di Viventor?

Secondo la nostra esperienza, con Viventor si può ottenere un rendimento tra il 9-14%. Non importa se hai investito i tuoi soldi con Autoinvest o manualmente. Viventor stessa dice che il rendimento medio o il tasso di interesse è del 13,6% (6).

E le tasse?

Inizialmente, Viventor voleva che fosse presentata una notifica fiscale al momento dell’apertura del conto. Ora, hanno abolito questa funzione, che molti hanno trovato molto positiva (7).

In linea di principio, tuttavia, i profitti delle piattaforme P2P devono essere tassati. Come investitore, devi presentare tu stesso la dichiarazione dei redditi. Poiché Viventor o altre piattaforme più grandi come Mintos non raccolgono le tasse per te.

Se non fai la dichiarazione dei redditi, questo è considerato evasione fiscale.

Devi occuparti delle tasse da solo. Altrimenti è considerata evasione fiscale.

In Germania c’è un’imposta forfettaria sulle plusvalenze del 25%.

Se applicabile, vengono aggiunti il supplemento di solidarietà e la tassa per la chiesa. Questo risulterebbe in un totale di tasse del 26,38% o del 27,9%. Il reddito da interessi delle piattaforme P2P deve quindi essere tassato a queste aliquote.

Tuttavia, c’è anche una franchigia di 801 euro in Germania. Se il tuo reddito da interessi non supera gli 801 euro all’anno, non deve essere tassato. Per le coppie sposate, l’importo esentasse è di 1602 euro (8, 9).

Si prega di notare che non siamo consulenti fiscali. In altre parole, la nostra conoscenza proviene dalla ricerca e non corrisponde necessariamente alle aliquote fiscali individuali.

Per assicurarti che stai facendo tutto bene con le tue tasse, la tua persona di riferimento è sicuramente il tuo consulente fiscale.

C’è una garanzia di riacquisto?

Garanzia di riacquisto significa assicurare il viventore, il prestito in cui si investe. La garanzia di riacquisto scatta quando il mutuatario è in ritardo con il pagamento di 60 giorni.

In questo caso, il prestatore promette che l’investitore sarà rimborsato per il suo pagamento (1). Tuttavia, la garanzia di riacquisto dipende dal prestatore.

Può essere che la garanzia scatti a partire dal 60° giorno di inadempienza o già dal 30° giorno. A seconda del prestatore, potresti ricevere i tuoi soldi prima, dopo, in parti o per niente (se non c’è garanzia di riacquisto). Tutte queste informazioni ti saranno mostrate prima di investire.

C’è un’app Viventor?

C’è un’app Viventor, sì, ma non sembra essere disponibile in Germania. Altrimenti, dovresti essere in grado di scaricare l’applicazione facilmente sia per i dispositivi IOS che per gli utenti Android. L’applicazione ha molte recensioni positive per quanto riguarda la gestione.

Quali alternative ci sono a Viventor?

Naturalmente ci sono anche numerose alternative a Viventor. Vorremmo presentarti brevemente le piattaforme P2P più popolari oltre a Viventor.

Mintos

Mintos è strutturato in modo simile a Viventor. Tuttavia, questa piattaforma P2P è significativamente più grande. In altre parole, c’è una maggiore scelta di prestatori e paesi.

Bondora

Bondora è un’azienda baltica e molto più vecchia di Viventor, Mintos e co. Il reddito passivo è il fulcro di questa piattaforma. Quindi ci sono anche 3 programmi di autoinvestimento tra cui gli investitori possono scegliere.

Viainvest

Viainvest si è specializzata in prestiti a breve termine, inoltre in prestiti al consumo. La piattaforma è altrimenti molto simile a Viventor. Manca solo un mercato secondario su Viainvest.

Auxmoney

Auxmoney è una piattaforma P2P tedesca. A questo proposito, concede prestiti tedeschi e funge da intermediario del credito. Anche se c’è Autoinvest, la maggior parte degli investitori si concentra sugli investimenti manuali.

Estateguru

Come il nome potrebbe suggerire, Estateguru è specializzato in prestiti immobiliari. Questi sono molto spesso molto ben protetti. Ciò che spicca qui è che gli investitori privati possono anche investire in imprese (di costruzione).

Conclusione

Come per tutte le piattaforme P2P, un investimento non è senza rischi. Pertanto, dovresti pensarci bene prima di iniziare ad investire su piattaforme come Viventor. Anche se Viventor offre molte garanzie, su questa piattaforma P2P (10) possono essere fatte anche perdite elevate.

Anche se l’azienda Viventor tiene i suoi investitori all’oscuro di alcune questioni, la piattaforma sembra fare ottimi profitti per gli investitori. Con un volume di prestiti di più di 130 milioni euro, troverai sicuramente qualcosa per te.

Basta essere avvertiti degli svantaggi già menzionati in questo articolo. Per il resto, Viventor sembra essere buona e sicura per i suoi investitori. Fonte dell’immagine: Markus Winkler/ Unsplash

Riferimenti (10)

1. Vivenor.com: "WAS IST VIVENTOR?", "WIE FUNKTIONIERT VIVENTOR?", "IST DIE RÜCKZAHLUNG DER INVESTITIONEN GARANTIERT?".
Fonte

2. Stefan Wendt: "Peer-to-Peer Lending – Chancen und Risiken für Verbraucherinnen und Verbraucher", Studien und Gutachten im Auftrag des Sachverständigenrats für Verbraucherfragen.
Fonte

3. Studie des Instituts der deutschen Wirtschaft Köln in Zusammenarbeit mit DICE Consult: "Sharing Economy im Wirtschaftsraum Deutschland", Bundesministerium für Wirtschaft und Energie (BMWi).
Fonte

4. Denny: "Viventor: Viele Fragen, keine Antworten!", re:think P2P Kredite - Ausführliche Analysen und tiefgründiges Hintergrundwissen zu P2P Krediten.
Fonte

5. Lars Wrobbel: "ERSTE VIVENTOR ERFAHRUNGEN", Passives Einkommen mit P2P-Privatkrediten.
Fonte

6. Viventor.com: "Seit 2015 im Wachstum", Startseite.
Fonte

7. Finanzfluss Team: "Viventor Erfahrungen: Was du wissen solltest", finanzfluss.de.
Fonte

8. Finanzfluss Team: "Gewinne aus P2P Krediten richtig versteuern", finanzfluss.de.
Fonte

9. Lars Wrobbel: "P2P KREDITE STEUERN 2021 EINFACH ERKLÄRT", Passives Einkommen mit P2P-Privatkrediten.
Fonte

10. Siegfried Behrendt, Christine Henseling, Christian Flick, Sabrina Ludmann, Gerd Scholl: "Zukünfte des Peer-to-Peer Sharing", Bundesministerium für Bildung und Forschung (BMBF).
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Viventor: FAQ
Vivenor.com: "WAS IST VIVENTOR?", "WIE FUNKTIONIERT VIVENTOR?", "IST DIE RÜCKZAHLUNG DER INVESTITIONEN GARANTIERT?".
Vai alla fonte
Studio scientifico
Stefan Wendt: "Peer-to-Peer Lending – Chancen und Risiken für Verbraucherinnen und Verbraucher", Studien und Gutachten im Auftrag des Sachverständigenrats für Verbraucherfragen.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Studie des Instituts der deutschen Wirtschaft Köln in Zusammenarbeit mit DICE Consult: "Sharing Economy im Wirtschaftsraum Deutschland", Bundesministerium für Wirtschaft und Energie (BMWi).
Vai alla fonte
Studio scientifico
Denny: "Viventor: Viele Fragen, keine Antworten!", re:think P2P Kredite - Ausführliche Analysen und tiefgründiges Hintergrundwissen zu P2P Krediten.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Lars Wrobbel: "ERSTE VIVENTOR ERFAHRUNGEN", Passives Einkommen mit P2P-Privatkrediten.
Vai alla fonte
Viventor: Homepage
Viventor.com: "Seit 2015 im Wachstum", Startseite.
Vai alla fonte
Revisione scientifica
Finanzfluss Team: "Viventor Erfahrungen: Was du wissen solltest", finanzfluss.de.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Finanzfluss Team: "Gewinne aus P2P Krediten richtig versteuern", finanzfluss.de.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Lars Wrobbel: "P2P KREDITE STEUERN 2021 EINFACH ERKLÄRT", Passives Einkommen mit P2P-Privatkrediten.
Vai alla fonte
Studio scientifico
Siegfried Behrendt, Christine Henseling, Christian Flick, Sabrina Ludmann, Gerd Scholl: "Zukünfte des Peer-to-Peer Sharing", Bundesministerium für Bildung und Forschung (BMBF).
Vai alla fonte
Recensioni