Ultimo aggiornamento: 04/10/2021

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

24Ore di lavoro

11Fonti e riferimenti usati

124Commenti valutati

Lo zenzero è usato come rimedio naturale in molte situazioni diverse. Per esempio, allevia i sintomi del raffreddore e riduce le nausee mattutine associate alla gravidanza. Cosa dice la scienza sulle proprietà salutari dello zenzero? Cos’è meglio: zenzero in polvere o capsule di zenzero? In questa guida, esamineremo queste e altre domande in modo più dettagliato.

Il cosiddetto zenzero è il rizoma della pianta Zingiber officinale. Questa spezia, proprio come la curcuma, fa parte della medicina orientale da secoli. La capacità del gingerolo di migliorare la digestione, ridurre l’infiammazione e prevenire i coaguli di sangue ha portato numerosi ricercatori a studiare lo zenzero più da vicino.




Sommario

  • Lo zenzero è la parte sotterranea (rizoma) della pianta Zingiber officinale. Lo zenzero era già usato nei tempi antichi come spezia e come rimedio naturale.
  • L’ingrediente attivo più importante dello zenzero è il gingerolo. Dà allo zenzero le sue proprietà antinfiammatorie, digestive e antitrombotiche. Inoltre, lo zenzero allevia la nausea e il vomito.
  • Lo zenzero è disponibile sotto forma di polvere, capsule, compresse ed estratti liquidi.
  • Qualsiasi consumatore interessato ad acquistare un preparato a base di zenzero dovrebbe prestare attenzione alla sua origine biologica, agli ingredienti aggiuntivi e agli allergeni.

Guida: Cosa dovresti sapere sullo zenzero

Lo zenzero appare sempre di più nei nostri libri di ricette in questi giorni e i suoi benefici per la salute sono sempre più conosciuti. Mentre questo rizoma può alleviare molti sintomi diversi, c’è anche una disinformazione che circola sulle proprietà dello zenzero. Inoltre, le interazioni sono ancora relativamente sconosciute. In questa sezione esamineremo questi problemi in modo più dettagliato.

Nell’Ayurveda, lo zenzero è usato per trattare infezioni influenzali, raffreddori, bronchiti, vertigini, nausea e problemi circolatori. (Fonte immagine: Suria: 113272332/ 123rf.com)

Cos’è lo zenzero?

Quello che conosciamo come “zenzero” è il rizoma della pianta Zingiber officinale. Anche se il rizoma è sotterraneo, non è una radice. Lo zenzero ha un sapore piccante e un po’ amaro, ma quando viene cucinato acquisisce una leggera dolcezza. Il suo aroma è di limone. La pelle del rizoma è marrone chiaro, mentre l’interno carnoso ha un tono giallastro (1).

Lo zenzero può essere consumato fresco (grattugiato, tritato finemente, affettato, in succo), candito o essiccato. A causa delle sue proprietà medicinali, questo rizoma è anche usato per fare integratori alimentari come capsule, compresse ed estratti liquidi. Il gingerolo è l’ingrediente attivo più importante dello zenzero (1, 2).

Quali sono i benefici per la salute dello zenzero?

Nell’Ayurveda, lo zenzero è usato per trattare infezioni influenzali, raffreddori, bronchiti, vertigini, nausea e disturbi circolatori. Secondo le scoperte scientifiche, il gingerolo dello zenzero ha numerose proprietà, comprese quelle antinfiammatorie, antiemetiche, antiossidanti e antitrombotiche. Di seguito, vogliamo dare uno sguardo più da vicino ai benefici dello zenzero (3):

Lo zenzero allevia il dolore e l’infiammazione delle articolazioni.

Lo zenzero è un antinfiammatorio naturale che può essere molto utile per le persone che soffrono di osteoartrite, artrite reumatoide o lesioni articolari (legate allo sport). Il gingerolo presente nello zenzero allevia la rigidità e il dolore associati a queste condizioni (4).

Gli effetti antinfiammatori dello zenzero sono usati per alleviare il dolore muscolare legato allo sport.

Ginger riduce il dolore muscolare, il gonfiore e la limitazione dei movimenti che spesso si verificano dopo un esercizio faticoso. Inoltre, lo zenzero è un antiossidante naturale che aiuta a mitigare i radicali liberi che vengono prodotti durante l’esercizio a causa della massiccia combustione di nutrienti per l’energia (4, 5).

Lo zenzero allevia la nausea, il vomito e le vertigini.

Le proprietà antiemetiche dello zenzero lo rendono un rimedio naturale per nausea, vomito e vertigini. Uno degli usi più tradizionali dello zenzero è quello di alleviare la nausea e il vomito durante la gravidanza. Tuttavia, le donne incinte non dovrebbero consumare più di 1 g di zenzero disidratato, poiché l’eccesso può portare a sanguinamento e aborto spontaneo (6).

In alcuni casi, i preparati a base di zenzero sono anche utili per alleviare la nausea e il vomito associati ai farmaci, compresa la nausea causata dalla chemioterapia.

Tuttavia, chi ne soffre dovrebbe consultare un medico prima di prendere lo zenzero. Le vertigini dovute al movimento (cinetosi) migliorano anche con l’assunzione di zenzero (4).

Gli integratori di zenzero possono trattare le complicazioni associate all’obesità.

Grazie alle proprietà antinfiammatorie, antitrombotiche e antiossidanti del gingerolo, gli integratori di zenzero possono migliorare il metabolismo nelle persone obese e prevenire complicazioni molto comuni come il diabete di tipo II, l’aterosclerosi, le malattie cardiache e il fegato grasso non alcolico (7).

Lo zenzero può aiutare a prevenire il cancro.

La maggior parte dei superalimenti sono associati a proprietà anti-cancro e lo zenzero non fa eccezione. Alleviando l’infiammazione e l’ossidazione, il gingerolo può proteggere da alcuni tipi di cancro (prostata, colon, fegato). Tuttavia, non abbiamo ancora forti prove scientifiche su questo argomento (2, 8).

Lo zenzero può alleviare i crampi mestruali e le emicranie.

Lo zenzero agisce come un analgesico naturale e per questo motivo può alleviare i dolori mestruali e il disagio associato alle emicranie. Tuttavia, questo non significa che lo zenzero migliorerà tutto per tutti. Infatti, gli studi sugli effetti analgesici dello zenzero hanno prodotto risultati contrastanti (4).

Lo zenzero aiuta la digestione.

Lo zenzero è colagogo e coleretico, il che significa che promuove la sintesi della bile e l’escrezione. Poiché la bile è essenziale per la digestione dei grassi, lo zenzero è considerato un rimedio naturale per i problemi digestivi. Facilita anche lo svuotamento gastrico e allevia la sensazione di indigestione e di pienezza dello stomaco (sazietà) (4).

Lo zenzero è la parte sotterranea (rizoma) della pianta Zingiber officinale. Lo zenzero è stato usato come spezia e come rimedio naturale fin dai tempi antichi. (Fonte immagine: Suwantheerakul: 44925180/ 123rf.com)

Lo zenzero combatte le infezioni influenzali e i raffreddori?

Il consumo di tè allo zenzero per alleviare l’influenza, la tosse o il raffreddore risale al suo uso nella medicina orientale. Anche se il tè è molto lenitivo, la scienza non è stata in grado di provare le proprietà espettoranti e irritanti dello zenzero. Si pensa che lo zenzero possa aprire le vie respiratorie e migliorare la tosse, ma non ci sono prove per questo (9).

Quali tipi di integratori esistono?

L’ingrediente attivo principale dello zenzero, cioè il gingerolo, può essere ingerito mangiando il rizoma crudo. Se vuoi prendere lo zenzero per migliorare la tua salute generale, è importante consumarlo quotidianamente e in dosi stabili. In questo caso, gli integratori sono un modo efficace e facile per ottenere una dose adeguata di zenzero. Qui ti presentiamo i diversi tipi di integratori di zenzero

  • Zenzero in polvere: Il rizoma dello zenzero viene essiccato per rimuovere il contenuto di acqua della radice e dopo l’essiccazione viene macinato in una polvere fine. La polvere può essere aggiunta a tè, frullati, golden milk (il tipico latte dorato dell’Ayurveda), carne e verdure saltate in padella e anche mescolata nella pasta dei biscotti.
  • Capsule e compresse di zenzero: La polvere di zenzero viene messa in capsule di gelatina (animale o vegetale) o mescolata con agenti di rivestimento per formare le compresse. A volte possono anche contenere estratto di zenzero, che ha una concentrazione più alta di gingerolo rispetto allo zenzero in polvere.
  • Estratto liquido o tintura di zenzero: Questa è una forma di somministrazione meno comune, ma altrettanto efficace della polvere e delle capsule. Un processo di percolazione a freddo (macerazione) è utilizzato per estrarre i principi attivi dallo zenzero. L’estratto o la tintura dovrebbero essere mescolati con acqua o succo prima del consumo.

Qual è la dose giornaliera raccomandata per lo zenzero?

Come per la maggior parte dei prodotti naturali, è difficile dire quale dovrebbe essere la dose giornaliera raccomandata per lo zenzero. Tuttavia, puoi ottenere una dose efficace e sicura seguendo le raccomandazioni del produttore e utilizzando le dosi che sono state utilizzate negli studi clinici. Questi assomigliano a questo (4).

Causa Dose giornaliera raccomandata
Dolori articolari (artrite) 1,5 a 2 g al giorno di zenzero in polvere o 2.000 mg di zenzero in capsule, divisi in due dosi giornaliere.
Dolori muscolari da esercizio faticoso 2 g di zenzero in polvere o 2.000 mg di zenzero in capsule, distribuiti su tre dosi giornaliere.
Nausea, vomito e vertigini da 1.000 a 1.200 mg di zenzero in capsule divise in due o tre dosi giornaliere. 1 g di zenzero disidratato in polvere.
Sovrappeso Senza complicazioni metaboliche: 1 g di zenzero in polvere al giorno. Con complicazioni metaboliche: 2 g di zenzero in polvere al giorno o 2.000 mg (capsule/compresse) divisi in due dosi giornaliere.
Diabete di tipo II 2.000 mg al giorno di zenzero in capsule divise in due dosi giornaliere.

Lozenzero puòaiutare a perdere peso?

Negli ultimi anni, il potenziale dello zenzero per la perdita di peso è stato studiato. Si pensa che gli integratori di zenzero possano promuovere la perdita di peso perché aumentano l’ossidazione (“bruciare”) dei grassi e inibiscono la lipogenesi (sintesi dei grassi). Tuttavia, non sono ancora disponibili risultati conclusivi (7, 10).

Quali sono gli effetti collaterali dello zenzero?

Puoi consumare fino a due grammi di zenzero al giorno senza sperimentare effetti collaterali. Dosi più elevate sono state associate a bruciore di stomaco, diarrea, gonfiore e dolore addominale. Quantità molto elevate di zenzero durante la gravidanza possono causare sanguinamento o aborto spontaneo (4).

Lo zenzero agisce come un analgesico naturale e per questo motivo può alleviare i dolori mestruali e il disagio associato alle emicranie. (Fonte immagine: Davydov: 111160799/ 123rf.com)

In quali casi è meglio non prendere lo zenzero?

Nonostante i numerosi benefici per la salute dello zenzero, ci sono situazioni in cui questa spezia mostra delle interazioni. Se appartieni ai seguenti gruppi di persone o sei in cura, dovresti consultare il tuo medico prima di prendere integratori di zenzero (11)

  1. Le persone che sono allergiche ad un composto presente nello zenzero.
  2. Donne incinte, madri che allattano e minori: i preparati di zenzero altamente concentrati non dovrebbero essere assunti da questi gruppi di persone. A questo punto vorremmo anche menzionare che lo zenzero non può stimolare la produzione di latte al seno.
  3. Lepersone che stanno per subire un’operazione o che stanno assumendo farmaci anticoagulanti: Lo zenzero può interferire con la coagulazione del sangue.
  4. Persone che assumono insulina o farmaci antidiabetici orali: Lo zenzero potrebbe aumentare l’effetto del farmaco e causare ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue).

Criteri di acquisto

Lo zenzero in polvere si trova più comunemente nei supermercati e nei negozi di alimenti naturali, mentre le capsule, le compresse e le tinture sono generalmente vendute nelle farmacie, nei negozi di erbe medicinali e online. Per renderti più facile scegliere il prodotto giusto e riconoscere un integratore di zenzero di buona qualità, abbiamo compilato per te i seguenti criteri di acquisto:

Assunzione dell’integratore

Le diverse forme di dosaggio dello zenzero hanno tutte una concentrazione sufficiente di gingerolo. Possono alleviare sintomi come nausea, vertigini, mal di testa e indigestione e migliorare la salute metabolica. Tuttavia, la polvere, le capsule e l’estratto liquido differiscono per prezzo, gusto e metodo di consumo.

Lo zenzero è venduto in polvere, capsule, compresse ed estratto liquido. (Fonte immagine: Margouillat: 63573057/ 123rf.com)

La polvere di zenzero e l’estratto liquido hanno il caratteristico sapore di zenzero e devono essere mescolati con qualche liquido (tè, acqua, succo) o cibo prima del consumo.

Le capsule e le compresse sono insapori e devono essere prese solo con un po’ d’acqua. In termini di prezzo, la tintura di zenzero è l’opzione più costosa a causa del processo di produzione.

Origine biologica

La maggior parte dei consumatori di integratori alimentari naturali sono interessati all’origine dei prodotti che assumono. Pertanto, le capsule, le compresse e gli estratti liquidi sono solitamente organici o ecologici.

Questa informazione è anche visualizzata sull’etichetta. Se decidi di comprare lo zenzero in polvere, dovresti chiedere al produttore se è certificato organico o biologico.

Ingredienti aggiuntivi

Anche se ci sono molte preparazioni di zenzero puro, altri ingredienti sono spesso aggiunti per migliorare le proprietà dello zenzero.

È comune trovare prodotti con una combinazione di zenzero e curcuma perché questi due integratori hanno molte delle stesse proprietà. Tuttavia, anche i minerali o gli enzimi possono essere inclusi nelle preparazioni.

  • Zenzero con curcuma: la curcuma aumenta gli effetti antinfiammatori, antiossidanti, analgesici e digestivi dello zenzero.
  • Zenzero con Bromelina: Questo enzima viene aggiunto per migliorare le proprietà digestive dello zenzero.
  • Zenzero con calcio e manganese: Questi due minerali supportano la salute delle articolazioni, ma sono anche essenziali per il funzionamento ottimale di alcuni enzimi digestivi.

Allergie e intolleranze

Lo zenzero può contenere molti allergeni diversi, come glutine, soia, noci, latticini, sesamo o uova. Per questo motivo, chiunque soffra di allergia o intolleranza alimentare dovrebbe prestare molta attenzione all’etichettatura nutrizionale e alla lista degli ingredienti per escludere la presenza di allergeni.

Gingerol migliora la digestione, riduce l’infiammazione e previene i coaguli di sangue. Queste capacità hanno portato a numerose ricerche sullo zenzero. (Fonte immagine: Wklzzz: 14952710/ 123rf.com)

Certificazione di qualità

Se vuoi acquistare un integratore di zenzero di qualità, cerca le seguenti certificazioni di qualità: GMP (Good Manufacturing Practices), HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) e ISO 9001- (International Organization for Standardization). Nel caso dello zenzero, queste certificazioni garantiscono due aspetti fondamentali

  • Che la concentrazione di zenzero o di estratto di zenzero rimanga stabile, cioè non vari da un lotto di produzione all’altro.
  • Che lo zenzero sia stato coltivato organicamente e sia privo di pesticidi, metalli pesanti e micotossine.

Conclusione

Lo zenzero è meglio conosciuto come un rimedio naturale per la nausea e le vertigini, se questi disturbi sono legati alla gravidanza, all’esercizio fisico (cinetosi) o al consumo di alcuni farmaci. Anche se molte persone usano il tè allo zenzero per il raffreddore e l’influenza, non ci sono prove scientifiche che confermino questo beneficio.

Le proprietà dello zenzero sono dovute al suo principale ingrediente attivo, il gingerolo. Il rizoma è usato per ridurre l’infiammazione delle articolazioni, migliorare la digestione e alleviare le emicranie e i dolori mestruali. Inoltre, gli integratori di zenzero possono aiutare a prevenire il diabete di tipo II, il fegato grasso e l’aterosclerosi.

Se ti è piaciuta questa guida sullo zenzero, ti invitiamo a lasciare un commento o a condividerla sui tuoi social network.

(Fonte dell’immagine della foto dell’intestazione: Wklzzz: 14952678/ 123rf.com)

Riferimenti (11)

1. Siedentopp U. El jengibre, una planta medicinal eficaz como medicamento, especia o infusión. 2008.
Fonte

2. Mao Q et al. Bioactive Compounds and Bioactivities of Ginger (Zingiber officinale Roscoe). 2019.
Fonte

3. Salgado F. El jengibre (Zingiber officinale). 2011.
Fonte

4. Anh N et al. Ginger on Human Health: A Comprehensive Systematic Review of 109 Randomized Controlled Trials. 2020.
Fonte

5. Mashhadi N et al. Anti-Oxidative and Anti-Inflammatory Effects of Ginger in Health and Physical Activity: Review of Current Evidence. 2013.
Fonte

6. Ozgoli G, Goli M, Simbar M. Effects of Ginger Capsules on Pregnancy, Nausea, and Vomiting. 2009.
Fonte

7. Wang J et al. Beneficial effects of ginger Zingiber officinale Roscoe on obesity and metabolic syndrome: a review. 2017.
Fonte

8. Kaur I, Kaur Deol P, Kondepudi K, Bishnoi M. Anticancer Potential of Ginger: Mechanistic and Pharmaceutical Aspects. 2016.
Fonte

9. Shahrajabian M, Sun W, Cheng Q. Clinical aspects and health benefits of ginger (Zingiber officinale) in both traditional Chinese medicine and modern industry. 2019.
Fonte

10. Maharlouei N et al. The effects of ginger intake on weight loss and metabolic profiles among overweight and obese subjects: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. 2019.
Fonte

11. Ginger (Zingiber officinale). Kemper K. 1999.
Fonte

Perché puoi fidarti di noi?

Articolo scientifico
Siedentopp U. El jengibre, una planta medicinal eficaz como medicamento, especia o infusión. 2008.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Mao Q et al. Bioactive Compounds and Bioactivities of Ginger (Zingiber officinale Roscoe). 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Salgado F. El jengibre (Zingiber officinale). 2011.
Vai alla fonte
Revisione sistematica
Anh N et al. Ginger on Human Health: A Comprehensive Systematic Review of 109 Randomized Controlled Trials. 2020.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Mashhadi N et al. Anti-Oxidative and Anti-Inflammatory Effects of Ginger in Health and Physical Activity: Review of Current Evidence. 2013.
Vai alla fonte
Studio clinico
Ozgoli G, Goli M, Simbar M. Effects of Ginger Capsules on Pregnancy, Nausea, and Vomiting. 2009.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Wang J et al. Beneficial effects of ginger Zingiber officinale Roscoe on obesity and metabolic syndrome: a review. 2017.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Kaur I, Kaur Deol P, Kondepudi K, Bishnoi M. Anticancer Potential of Ginger: Mechanistic and Pharmaceutical Aspects. 2016.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Shahrajabian M, Sun W, Cheng Q. Clinical aspects and health benefits of ginger (Zingiber officinale) in both traditional Chinese medicine and modern industry. 2019.
Vai alla fonte
Revisione sistematica, meta-analisi
Maharlouei N et al. The effects of ginger intake on weight loss and metabolic profiles among overweight and obese subjects: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. 2019.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Ginger (Zingiber officinale). Kemper K. 1999.
Vai alla fonte
Recensioni